Cerca nel blog

domenica 31 agosto 2014

Premio Letterario Giorgio Scerbanenco - La Stampa (Scadenza 30/09/2014)


Per iniziativa della Direzione del Courmayeur Noir in Festival, in accordo con la famiglia Scerbanenco, è bandito per l´anno 2014 il "Premio Letterario Giorgio Scerbanenco La Stampa", da assegnare ad un´opera di narrativa italiana di genere noir con le caratteristiche e secondo le modalità sotto indicate.
La Segreteria del Premio è domiciliata presso la sede organizzativa del Courmayeur Noir in Festival, Via Santa Croce in Gerusalemme, 107 00185 Roma tel. 06 8603111, email: scerbanenco@noirfest.com.

1. Possono concorrere al Premio le opere scritte in lingua italiana di narrativa noir (giallo, thriller, mystery) che vengano regolarmente iscritte al Concorso dall´Editore o dall´Autore. Le opere devono risultare pubblicate per la prima volta in volume cartaceo (o anche ma non esclusivamente in e-book) nel periodo 1 ottobre 2013 - 30 settembre 2014, regolarmente in commercio nella forma cartacea (e anche ma non esclusivamente in quella elettronica), nelle librerie nazionali e attraverso la rete, e i loro autori risultare viventi.
Non possono concorrere opere esclusivamente pubblicate in e-book, opere auto-pubblicate e opere pubblicate da editori a pagamento, opere di carattere saggistico, graphic novel, truecrime, antologie di racconti. Non potranno essere prese in considerazione opere precedentemente pubblicate, anche con diverso editore. Ogni casa editrice potrà iscrivere al Premio un numero massimo di 5 titoli.
In caso di controversia farà fede la decisione del Comitato Tecnico appositamente istituito.

2. A partire dal momento della pubblicazione fino al termine massimo del 30 settembre 2014, l´Editore o l´Autore che siano interessati a iscrivere i loro romanzi al Premio devono far pervenire alla Segreteria per email un´esplicita richiesta di partecipazione e contestualmente il pdf dell´opera. L´indirizzo a cui inviare la richiesta è: scerbanenco@noirfest.com. Dopo aver ricevuto l´assenso all´ammissione al Premio da parte della Segreteria, l´Editore o l´Autore dovranno inviare 4 copie cartacee dell´opera all´indirizzo postale del Premio.

3. Nel caso in cui l´opera non contenga nelle sue note tipografiche l´indicazione del mese e dell´anno di pubblicazione, tale indicazione deve essere fornita mediante dichiarazione scritta, resa dall´editore sotto la propria piena responsabilità. Se l´opera è stata pubblicata con uno pseudonimo, è necessaria una dichiarazione scritta in cui sia indicato il nome dell´autore. Le copie dell´opera devono essere inviate alla Segreteria del Premio a titolo gratuito e non verranno restituite. Gli autori di opere iscritte al concorso dall´Editore che non volessero partecipare al Premio devono esplicitamente dichiararlo per iscritto alla Segreteria entro il termine del 30 settembre 2014.

4. La Direzione del Festival, in accordo con il Presidente del Premio, Cecilia Scerbanenco, nomina ogni tre anni con mandato rinnovabile una Giuria, formata da scrittori, critici e cultori del genere. Non potranno far parte della Giuria direttori editoriali, dipendenti di case editrici e curatori di collane editoriali di genere noir. L´accettazione a far parte della Giuria comporta l´implicita accettazione del presente Regolamento; comporta inoltre la partecipazione agli eventi organizzati dal Premio in occasione delle celebrazioni conclusive, nonché la disponibilità ad intervenire ad altre iniziative collaterali collegate al Premio e organizzate nel corso dell´anno dal Festival.

5. La Direzione nomina anche un Comitato Tecnico, formato da tre persone e presieduto dal Presidente del Premio, Cecilia Scerbanenco, che ha lo specifico compito di stabilire, nell´interpretazione del presente Regolamento, l´ammissibilità o meno al Premio delle opere proposte. Il giudizio del Comitato Tecnico è insindacabile.

6. La Giuria del Premio procederà entro il 30 ottobre 2014 alla selezione di una rosa di semi-finalisti non inferiore ai 15 e non superiore ai 20 titoli. Possono essere scelte anche opere che abbiano ricevuto altri premi in concorsi letterari generalisti o che siano di autori premiati precedentemente dal Premio Scerbanenco. A discrezione della Giuria potranno essere esclusi dal concorso i romanzi che siano risultati vincitori di premi letterari di genere noir. Il giudizio della Giuria è insindacabile.

7. La lista dei 15-20 titoli finalisti verrà pubblicata all´inizio di novembre sul sito del Festival e sul supplemento letterario de "La Stampa" "Tuttolibri" e sottoposta così al giudizio dei lettori che potranno votare il proprio titolo preferito sul sito del Courmayeur Noir in Festival www.noirfest.com entro e non oltre il 20 novembre 2014.

8. La somma ponderata dei voti della Giuria e di quelli dei lettori votanti darà luogo alla cinquina dei finalisti del "Premio Giorgio Scerbanenco La Stampa 2014". Il più votato sul sito dai lettori verrà incluso, in ogni caso, nella cinquina dei finalisti. Nel caso in cui un autore finalista non sia d´accordo ad essere inserito nella cinquina, e lo esprima mediante comunicazione scritta all´indirizzo del Premio, subentrerà automaticamente il primo dei non classificati.

9. La presenza nella cinquina dei finalisti del Premio comporta per gli autori la partecipazione agli eventi organizzati nel corso del Festival, salvo cause di forza maggiore, pena l´esclusione dal Premio.

10. Il Festival garantirà le spese di viaggio e soggiorno agli autori delle cinque opere finaliste che saranno presenti a Courmayeur durante la manifestazione. Tali opere potranno fregiarsi del titolo di "Finalista Premio Giorgio Scerbanenco La Stampa 2014" e questa dicitura potrà essere riportata dall´Editore su un´apposita fascetta da realizzarsi in accordo con gli organizzatori del Courmayeur Noir in Festival.

11. La Giuria del Premio si riunirà nel corso del Courmayeur Noir in Festival per decidere il vincitore dell´anno. La deliberazione verrà presa a maggioranza semplice e, in caso di parità, il voto del Presidente avrà valore doppio. E´ possibile deliberare un ex aequo.

12. L´opera che ottiene il maggior numero di voti dalla Giuria nel corso della seduta di deliberazione viene proclamata vincitrice del "Premio Giorgio Scerbanenco La Stampa 2014" e la relativa dicitura potrà essere riportata dall´Editore su un´apposita fascetta da realizzarsi in accordo con gli organizzatori del Courmayeur Noir in Festival. Al vincitore verrà consegnata una targa e attribuito un ulteriore premio in denaro del valore di € 3.000 (euro tremila). Nel caso di ex aequo fra più opere il premio viene suddiviso in parti uguali.

13. La consegna del premio avverrà a Courmayeur durante lo svolgimento del Festival. Il premio deve essere ritirato personalmente dal vincitore. Salvo cause di forza maggiore, in caso di mancato ritiro da parte dell´Autore vincitore, il premio in denaro non verrà consegnato.



--
Redazione del CorrieredelWeb.it


sabato 30 agosto 2014

Garfagnana in Giallo 2014 per noir (Scadenza 30/09/2014)


Il Giornale di Castelnuovo, la Garfagnana editrice, Abel Books e Prospektiva bandiscono il Premio Letterario "Garfagnana in Giallo 2014" V edizione.
Il Premio prevede due sezioni: Libri editi e Racconti inediti.

Le sezioni
– Alla sezione di libri editi possono partecipare tutti gli autori che abbiano scritto un libro giallo o noir in italiano. Per la partecipazione sono richieste tre copie di ogni libro.
Possono partecipare anche gli ebook. Alla domanda va allegata una lettera di presentazione dell'opera e dell'autore (con tutti i dati compresa email).
– I testi inviati nella sezione racconti inediti devono appartenere al genere giallo, poliziesco o noir e devono avere un'ambientazione legata alla Garfagnana o alla lucchesia.
I testi possono essere spediti anche via email. La lunghezza massima è di 10 cartelle (A4).

Modalità di partecipazione
Le opere edite andranno inviate entro e non oltre il 30 settembre 2014 alla segreteria organizzativa del Garfagnana in Giallo Loc. Le lame di sopra 239, 55032 Castelnuovo di Garfagnana LUCCA) corredandole di un foglio con tutte le generalità (email compresa). Le opere inedite potranno essere inviate anche via email a garfagnanaingiallo@yahoo.it
La quota di partecipazione è stabilita in euro 20,00 per ogni racconto o libro presentato da versare sul conto corrente postale n. 11507530 intestato a Giannasi Andrea editore. Oppure fare un versamento postepay (in posta, da un tabaccaio, in una edicola abilitata) su carta numero 4023 6006 0159 0062 intestata Giannasi Andrea, editore.

Cerimonia
Come ogni anno a novembre si terrà presso la Fortezza Mont'Alfonso a Castelnuovo di Garfagnana la cerimonia di premiazione con la cena delittuosa. All'evento parteciperà uno scrittore di fama che consegnerà il premio al vincitore della sezione libri editi. Nelle precedenti edizioni solo saliti sul palco Alberto Lori, Vincent Kliesch, Carlo A. Martigli, Giampaolo Simi, Mario Spezi, Loriano Macchiavelli.

I premi
I vincitori e i finalisti riceveranno targhe, diplomi, prodotti tipici della Garfagnana, l'antologia del giallo.
I migliori finalisti della sezione Racconti inediti saranno pubblicati nell'antologia del Garfagnana in giallo edita dalla Garfagnana editrice. Gli autori dei racconti concedono al momento dell'iscrizione, il libero uso da parte del premio per l'inserimento in antologia.

Giuria
La giuria della sezione inediti è presieduta da Andrea Giannasi. La giuria dei libri editi è affidata a Fabio Mundadori.

Fanno parte della segreteria organizzativa del premio Jundra Pinelli, Gabriele Coli e Maurizio Poli.
I risultati del premio verranno comunicati sul sito www.ilgiornaledicastelnuovo.it e sul sito http://www.garfagnanaingiallo.it
Per maggiori informazioni potete contattare l'email garfagnanaingiallo@yahoo.it



--
Redazione del CorrieredelWeb.it

martedì 26 agosto 2014

BANDO PREMIO NAZIONALE 2014 POESIA EDITA Leandro Polverini (Scadenza 30/09/2014)


BANDO PREMIO NAZIONALE 2014 POESIA EDITA Leandro Polverini


con il patrocinio dell'Assessorato alla Cultura della Città di Anzio


Possono partecipare libri editi di poesia in lingua italiana.

Tema libero.

Spedire una sola opera in 2 copie – di cui una firmata dall'autore – con posta normale non raccomandata entro il 30 settembre 2014 a PREMIO POLVERINI – via Acqua Marina 3 – 00042 Lavinio – Roma. Tel. 06/90286930 – 389/5468825 – indirizzo mail: editotem@mclink.it

Sulla busta di spedizione va scritto PIEGO DI LIBRI (tariffa postale euro 1,28)

I PLICHI RACCOMANDATI NON SARANNO RITIRATI.

Le opere dovranno essere accompagnate da una lettera su cui sono chiaramente indicati: nome – cognome – indirizzo – recapito telefonico dell'autore e mail.

Opere ammesse:
libri di poesia – di autori viventi – editi in Italia da gennaio 2000 a settembre 2014.
Sono ammesse anche opere stampate in proprio o presso tipografie, che contengano almeno 30 liriche.

Nessuna quota di adesione.

I premiati verranno avvisati tramite lettera cartacea.


Premi

Ai primi dodici classificati assoluti saranno assegnate opere d'arte.
A tutti gli altri partecipanti, menzionati in 19 sezioni, saranno dati attestati di merito. Sarà, inoltre, consegnata a tutti i poeti presenti alla cerimonia di premiazione una pubblicazione sul concorso contenente l'elenco completo degli Autori con cenni biografici, relativa classifica, sezione poetica, provenienza regionale.
La stessa pubblicazione sarà consegnata inoltre agli ospiti, alla stampa e agli appassionati del settore poesia fino ad esaurimento delle copie omaggio.
I vincitori sono tenuti a presenziare alla cerimonia di premiazione e a ritirare personalmente il premio. È ammessa delega al ritiro.

Premiazione

Domenica 30 novembre 2014, ore 10 – presso la Sala Conferenze dell'Hotel Lido Garda – Piazza G. Caboto 8 – 00042 Anzio – Roma – tel. 069870354 (convenzione speciale per i poeti che volessero pernottare).

Giuria

Tito Cauchi (presidente onorario)
Anna Maria Di Marcantonio
Gianfranco Cotronei
Paolo Procaccini
Paola Leoncini
Renato Conti
Nicoletta Gigli (ufficio stampa)
Angela Di Paola (segretaria del premio).

Gli autori autorizzano la pubblicazione di stralci di poesie sulla stampa che interverrà alla premiazione.

Tutte le opere spedite non saranno restituite.

I partecipanti accettano tutte le condizioni del presente bando.



--
Redazione del CorrieredelWeb.it

sabato 23 agosto 2014

Jazz e poesia romena a Bari @Bar Pane e Pomodoro 27 e 28 agosto 2014, ore 20,00


Jazz e poesia romena a Bari, nel Giorno della Lingua Romena

27 e 28 agosto 2014, ore 20,00

Bar Pane e pomodoro,

Bari

 

Il 27 e 28 agosto 2014 avrà luogo l'evento musicale e letterario Jazz e poesia romena a Bari. Il progetto, organizzato dall'Istituto Culturale Romeno, ricorre nel Giorno della Lingua Romena, festeggiato alla fine del mese di agosto.

 

Mercoledì 27 agosto, Adrian Naidin (violoncello e voce), Irina Sârbu (voce) e Ciprian Parghel (contrabbasso e voce), riuniti sotto il nome di Tri, sosterranno un recital jazz con brani di Zavaidoc e Anton Pan, di musica tradizionale transilvana e lăutărească, accanto a composizioni originali firmate da Adrian Naidin.

Giovedì 28 agosto, invece, sarà la volta del concerto del Paolo Profeti Quintet, un ensemble strumentale italo-romeno che offre un repertorio scritto dal sassofonista e compositore Paolo Profeti, ed eseguito insieme a Florian Radu (trombone), Michael Acker (contrabbasso), Octavian Scurtu (batteria) e Sorin Romanescu (chitarra).

Il tema delle due serate è il legame storico, umano ed emotivo che lega Italia e Romania. I brani di Paolo Profeti saranno accompagnati dalla lettura di testi di Mariana Marin, Virgil Mazilescu, Mircea Ivănescu, Leonid Dimov e Răzvan Țupa, recitati dall'attrice Anda Saltelechi e da Clara Mitola, che li ha selezionati e tradotti.

"Le poesie che ho scelto per accompagnare la musica di Paolo Profeti sono quadri preziosi dai colori brillanti, onirici, che descrivono l'essere umano nei suoi sogni, paure e debolezze. Ho cercato poeti e poesie tra i più jazz del grande mare della poesia romena contemporanea", sottolinea Clara Mitola.

 

Entrambi gli eventi avranno luogo, a partire dalle ore 20:00, al Bar pizzeria Pane e Pomodoro, Lungomare Perotti 56, Bari. Ingresso libero.

 

Per info e contatti: culturaromenabari@gmail.com

 



giovedì 21 agosto 2014

PREMIO LETTERARIO GIUSEPPE GIUSTI per la POESIA (Scadenza 10/09/2014)

PREMIO LETTERARIO GIUSEPPE GIUSTI per la POESIA


SEZIONE IN CONCORSO ANNO 2014: "POESIA"

REGOLAMENTO
Approvato con Delibera C.C. n. 52 del 27 luglio 2012

Art.1 - Il Comune di Monsummano Terme e l'Associazione Volontari Italiani del Sangue (AVIS), sezione di Monsummano Terme, promuovono il premio letterario internazionale denominato "PREMIO LETTERARIO GIUSEPPE GIUSTI".

Art. 2 - Il premio si articola in quattro sezioni, di cui tre (A,B,C) attuate alternativamente:
A – Poesia edita;
B – Narrativa edita;
C – Saggistica edita;
D - Satira - annuale, riservata a opere edite di narrativa, poesia e grafica;
Saranno prese in esame opere segnalate da autori, case editrici, membri della Giuria, pubblicate secondo quanto disposto dal successivo art. 6.
Nell'ambito delle sezioni "A", "B" e "C" ogni anno sarà riservato un premio all'opera prima, di un giovane autore (età massima 35 anni).
Nel 2007, anno di prima applicazione del presente regolamento, il concorso sarà riservato alla sezione "C" opere di saggistica edita. Negli anni successivi l'ordine sarà, alternativamente il seguente: "A", "B", "C".

Art.3 -Potranno essere segnalate:
- Per la sezione "A" una raccolta edita di poesie.
- Per la sezione "B" una sola opera edita;
- Per la sezione "C" un'opera edita
- Per la sezione "D" un'opera edita
Le opere dovranno essere accompagnate da dichiarazione che le stesse non sono risultate vincitrici del I° premio in altri concorsi.

Art. 4 - Al concorso possono partecipare autori italiani e stranieri.
Le opere devono essere in lingua italiana; quelle in lingua straniera o in dialetto, per essere ammesse al concorso, devono essere accompagnate da traduzione in lingua italiana curata dai concorrenti.
Alla segnalazione devono essere unite almeno otto copie dell'opera, pena l'esclusione dal concorso.

Art. 5 - Non potranno partecipare al concorso opere di ex membri della Giuria del "Premio Letterario Giuseppe Giusti", prima che siano trascorsi cinque anni dalla appartenenza alla Giuria del Premio medesimo.

Art. 6 - Le opere presentate, possono essere edite nei tre anni precedenti la data di pubblicazione del bando del premio. Per le opere segnalate dall'autore, dalle Case Editrici, dai membri della Giuria, si intende che la partecipazione al concorso sia stata approvata dall'autore.

Art. 7 - Le schede di adesione, debitamente compilate, devono essere inviate alla Segreteria del Premio al Comune di Monsummano Terme, piazza IV Novembre 75/h, 51015 - Monsummano Terme entro il 10 settembre di ogni anno. Fa fede il timbro postale e le schede non inviate entro tale termine non saranno ammesse al concorso.
Il materiale ammesso al concorso non sarà restituito. L'organizzazione non risponde di danni o manomissioni dovute alla spedizione.

Art. 8 - Le opere saranno valutate, a giudizio insindacabile ed inappellabile, da una apposita Giuria di scrittori, critici e cultori di lettere in possesso di laurea in materie letterarie e con vasta esperienza nel settore. Il numero dei giurati è stabilito in sette unità di cui sei, tra cui il Presidente di Giuria, nominati dall'Amministrazione Comunale e uno nominato dalla Sezione AVIS di Monsummano Terme. La Giuria resta in carica tre anni.

Art. 9 - L'ammontare dei premi è stabilito annualmente dalla Giunta Comunale e sarà reso noto al momento della pubblicazione del bando.
Ai vincitori è garantita una promozione pubblicitaria attraverso la stampa e in rete Internet.

Art. 10 - Gli organizzatori provvederanno ad avvisare in tempo utile i vincitori e l'esito del Premio sarà reso noto attraverso la stampa ed altri canali di informazione.

Art. 11 - I premi non ritirati personalmente entro trenta giorni dalla data di premiazione non verranno assegnati e saranno utilizzati per la successiva edizione.

Art. 12 - Nessun rimborso è previsto per spese di viaggio, soggiorno e pernottamento ai partecipanti del premio.

Art. 13 - La partecipazione al concorso implica l'accettazione incondizionata di quanto stabilito dal presente regolamento.



PREMI
Premio Sezione "Poesia" € 1.000
Premio Sezione "Poesia" opera prima € 500
Premio Sezione "Satira" € 2.000 e soggiorno in struttura turistica cittadina



Info e contatti
Comune di Monsummano Terme
Ufficio Attività Culturali 0572 959 / 236 – 237
e.vigilanti@comune.monsummano-terme.pt.it
f.matteoni@comune.monsummano-terme.pt.it



--
Redazione del CorrieredelWeb.it


CONCORSO NAZIONALE DI POESIA E NARRATIVA SORAGNA (Scadenza 20/09/2014)




Il concorso, aperto alla partecipazione di autori italiani e stranieri, si articola in tre sezioni:
Sez. A - Poesia inedita in lingua a tema libero
Sez. B - Libro edito di poesia in lingua
Sez. C - Narrativa inedita in lingua a tema libero (Racconti).

Mentre i libri editi vanno comunque inviati per via postale all'indirizzo sotto riportato, le poesie inedite e i racconti possono essere inviati o per via postale oppure per mail.

La giuria è così composta: Rodolfo Vettorello (Presidente), Marina Pratici (Consulente artistica), Corrado Ajolfi, Manuela Bartolotti, Monica Borettini, Andreina Branchi Chiari, Isa Guastalla, Antonio Nesci e Laura Olivieri. Il suo operato è insindacabile e inappellabile.

INVIO POSTALE:
Poesie inedite: Tre poesie dattiloscritte, dovranno pervenire in 6 copie ciascuna; i singoli fogli dovranno essere fascicolati in modo che ognuno dei 6 fascicoli così ottenuti contenga le tre poesie; soltanto su uno di questi dovranno essere indicate le generalità del poeta.
Poesie edite: i volumi dovranno pervenire in 3 copie.
Racconti: dovranno pervenire in 5 copie; soltanto su di una dovranno essere indicate le generalità dello scrittore. I testi dovranno essere scritti in carattere Times New Roman, dimensione 12, interlinea singola, con una lunghezza massima preferibile di 5 cartelle.
IN OGNI CASO OCCORRE ALLEGARE la scheda di partecipazione (ritagliabile dal bando cartaceo, oppure scaricabile da questa stessa sezione del sito -v. sopra), debitamente compilata.
L'indirizzo postale è: Concorso "VA PENSIERO" - Viale Verdi, 36 - 43019 Soragna (PR)

INVIO MAIL:
Le poesie inedite e i racconti possono essere inviati in formato word o pdf (i racconti dovranno avere una lunghezza massima preferibile di 5 pagine, carattere Times New Roman, dimensione 12) al sotto-indicato indirizzo.
IN OGNI CASO OCCORRE ALLEGARE la scheda di partecipazione (scaricabile da questa stessa sezione del sito -v. sopra), debitamente compilata.
Mail cui inviare gli elaborati:  contatti@soragnavapensiero.com

Viene richiesto, a parziale copertura delle spese organiz­zative, un contributo di € 20,00 per ogni sezione, da allegare al plico in contanti, in caso d'invio postale, o tramite bonifico (le coordinate bancarie sono le seguenti: Associazione Famiglia Soragnese, IBAN: IT 51 D 06230 65940 000075793167) in caso d'invio per mail.
È possibile partecipare a tutte le sezioni versando il con­tributo previsto per ogni sezione.

PREMI
Sono istituiti i seguenti premi:
Sezione A:
1° Premio: € 700, diploma e motivazione;
2° Premio: € 350, diploma e motivazione;
3° Premio: € 250, diploma e motivazione.
Sezione B:
1° Premio: € 600, diploma e motivazione;
2° Premio: € 300, diploma e motivazione;
3° Premio: € 200, diploma e motivazione.
Sezione C:
1° Premio: € 600, diploma e motivazione;
2° Premio: € 300, diploma e motivazione;
3° Premio: € 200, diploma e motivazione.
Saranno altresì assegnati nell'ordine Premi Speciali della Giuria, Menzioni d'onore e Segnalazioni.

La premiazione avrà luogo Domenica 12 Ottobre 2014 presso la Villa Castellina, con inizio alle ore 15.00.

La partecipazione al Concorso implica l'accettazione di tutte le norme contenute nel presente bando.
Gli elaborati non in regola con le disposizioni indicate nel bando saranno esclusi dal Concorso.
Gli elaborati delle sezioni A) e C) dovranno rimanere inediti fino al giorno della premiazione.
Le poesie, i racconti e i volumi non saranno restituiti.
I premi dovranno essere ritirati a cura dei vincitori il giorno della premiazione, pena la loro decadenza. I partecipanti assumono la responsabilità dell'originalità delle opere inviate e del loro contenuto.

La partecipazione al Concorso implica la tacita autorizzazione al trattamento dei dati personali per i soli fini del Concorso stesso e delle future edizioni, nonché l'accettazione della divulgazione del proprio nominativo e del premio conseguito su quotidiani, riviste culturali e siti internet.

Gli elaborati dovranno essere inviati entro il 20 Settembre 2014 (farà fede il timbro postale in caso di invio postale, o la data di ricezione della mail).

Per eventuali informazioni contattare la Coordinatrice del Concorso Annelena Michelazzi Roffi 0524 597246, Cell. 340 7061490, e-mail: annelenamichelazzi@gmail.com, oppure consultare il sito web del concorso: www: soragnavapensiero.com





--
Redazione del CorrieredelWeb.it


mercoledì 20 agosto 2014

A Ciminna la più grande mostra fotografica dedicata al “Gattopardo”, il film capolavoro di Luchino Visconti.

A Ciminna la più grande mostra fotografica dedicata al "Gattopardo", il film capolavoro di Luchino Visconti

Visconti che "spiega" a Burt Lancaster come aggredire Ciccio Tumeo, lo stesso regista che spruzza sul viso di Rina Morelli, nelle vesti della Principessa Maria Stella Salina, moglie di don Fabrizio, del borotalco per far apparire ancora più "realistico" il lungo viaggio in carrozza della  Famiglia Salina per raggiungere Donnafugata. E ancora la costruzione dello scenografico palazzo del Principe o la famiglia Salina nella chiesa madre di fronte una miriade di riflettori e operatori. Sono alcune delle trecento foto, di cui cento totalmente inedite, che verranno esposte sabato 23 agosto 2014 a Ciminna nella Piazza Matrice. La mostra fotografica dal titolo "Il set del Gattopardo in 300 immagini" verrà inaugurata, alle ore 19,00, da Paolo Calabrese, Presidente del Senato Accademico della "Accademia Internazionale Amici della Sapienza", e da Alfonso Lo Cascio, della Presidenza Regionale di SiciliAntica. L'esposizione, con foto raccolte in un anno circa di lavoro in varie parti d'Italia, racconta i novanta giorni di lavoro per la realizzazione del Film "Il Gattopardo" a Ciminna, trasformata nella Donnafugata di metà Ottocento. I backstage della lunga avventura che coinvolse la piccola comunità in quello che sarebbe stato un capolavoro della cinematografia italiana. La più grande mostra fotografica dedicata al "Gattopardo" è organizzata da SiciliAntica, con il patrocinio dell'Assessorato regionale Beni Culturali e Identità siciliana, dell'Assessorato regionale Territorio e Ambiente e  del Comune di Ciminna.

L'esposizione è uno degli appuntamenti dell'evento: La Donnafugata de "Il Gattopardo" cinquant'anni dopo che si terrà a Ciminna il 23 e il 24 Agosto 2014. Il programma della due giorni dedicati al capolavoro di Luchino Visconti prevede l'Annullo Postale, un libro, la visita ai luoghi del set e il pranzo del Gattopardo. Si inizia sabato 23 alle ore 16 in piazza Matrice con l'Annullo Postale, mentre alle ore 17,30 nella Matrice i partecipanti alla manifestazione potranno ascoltare il Te Deum che accolse la famiglia Salina all'arrivo a Donnafugata, con la musica prodotta dallo stesso organo che vide l'ingresso nella Chiesa di Burt Lancaster e di tutto il cast del "Gattopardo". L'esecuzione sarà a cura del maestro Michele Cassata. A seguire la presentazione del libro di Giuseppe Cusmano: Ciminna il set de "Il Gattopardo" 50 anni dopo (1963-2013).  Dopo il saluto di Vito Catalano, Sindaco di Ciminna e di Don Domenico Sodaro, Arciprete di Ciminna, sono previsti gli interventi di Caterina D'Amico, Presidente Scuola Nazionale del Cinema, di Gioacchino Tomasi Lanza, Professore di Storia della musica e di Giusy Musso, Presidente Associazione Evita Touring. All'interno della Chiesa Madre saranno esposti i paramenti e l'argenteria sacra (XVIII-XIX sec) che furono utilizzati durante la lavorazione del film. Il giorno successivo, domenica 24, alle ore 9,30 è prevista la visita guidata ai luoghi del Gattopardo. Durante il percorso verranno letti, da Cinzia Carraro, dei brani tratti dal romanzo di Tomasi di Lampedusa. Alle ore 12,00 a Piazza Matrice verranno eseguite dalla banda A.C.A.M. "G. Verdi", diretta dal maestro Vincenzo Grimaldi, le musiche che resero celebre il capolavoro di Visconti. La due giorni si concluderà al ristorante Villa Belvedere con il Pranzo del Gattopardo, curato da Teresa Armetta, dell'Accademia del cibo siciliano.

Per informazioni: Email: ciminna@siciliantica.it - Tel. 324.6358172.

In allegato Comunicato Stampa con schede e fuoriscena in B/N durante la lavorazione del Film.

 

Il Film  "Il Gattopardo"

Promotore della trasposizione cinematografica del romanzo di Tomasi di Lampedusa fu il proprietario della Titanus, il produttore napoletano Goffredo Lombardo. Fu lui ad acquisire, si dice a caro prezzo, i diritti dell'opera letteraria e a scegliere come regista Luchino Visconti. Un lavoro di grande impegno che riportò in vita gli ambienti dell'aristocrazia siciliana e le atmosfere del romanzo. Ineccepibile il cast di attori, primo fra tutti Burt Lancaster, anche se Luchino Visconti avrebbe preferito Laurence Olivier o il sovietico Nikolaj Čerkasov. Sembra che il regista di nobili origini abbia definito Lancaster "un cowboy o un gangster" e per questo poco adatto a interpretare il ruolo di un aristocratico siciliano. Ad imporgli l'attore americano nel ruolo di don Fabrizio Salina fu lo stesso produttore Lombardo.

"Il Gattopardo" venne interamente girato in Sicilia, ad eccezione delle scene dell'interno del palazzo di Donnafugata, che furono ricostruite nelle sale di Palazzo Chigi ad Ariccia, un paese non lontano da Roma.

Nell'autunno del 1961 il regista effettuò i primi sopralluoghi in Sicilia, con lo scenografo Mario Garbuglia. Il 14 maggio 1962 iniziarono le riprese. Nelle settimane che le precedettero, Garbuglia si trovò a dirigere contemporaneamente diversi cantieri per le realizzazioni delle scene dell'ingresso dei garibaldini a Palermo, mentre allo stesso tempo si lavorava alla casa del principe a Boscogrande, alla sua residenza estiva di Donnafugata, a Ciminna, e all'osservatorio. Le costruzioni di Palermo, fra cui quella della Porta civica attraverso la quale irrompono le Camicie Rosse, furono completate nel giro di quindici giorni. In ventiquattro giorni vennero portati invece a termine i lavori alla villa Boscogrande che venne restaurata in molte sue parti, ricorrendo ad un vero e proprio esercito di stuccatori e decoratori: facciata, pavimenti e soffitti  furono rimessi a nuovo, si dipinsero e si tappezzarono le pareti. Solo Palazzo Gangi, sempre a Palermo, dove fu girata la celebre scena del ballo, era in buono stato di conservazione e richiese solo pochi interventi scenografici. «Ma questo è niente in confronto a quello che abbiamo fatto a Ciminna», scrive Garbuglia nel La realizzazione in Il film 'Il Gattopardo' e la regia di Luchino Visconti del 1963. «Il paese era stato scelto perché la sua piazza, con la chiesa in fondo, corrispondeva "quasi" in tutto a quella dell'immaginaria Donnafugata, quel "quasi" sta per l'assenza di un piccolo particolare: mancava infatti il palazzo del principe di Salina. E il palazzo l'abbiamo fatto noi».

Come prevedeva il progetto di Garbuglia a circa un metro di distanza dagli edifici più o meno moderni che sorgono a destra della Matrice fu innalzata la facciata del palazzo Salina. Ci vollero quarantacinque giorni di lavoro, superando difficoltà di ogni genere. Anche la piazza di Ciminna venne rifatta e una pavimentazione più antica sostituì il moderno asfalto.

 

Dalla presentazione del libro: Ciminna il set de "Il Gattopardo" 50 anni dopo (1963-2013)

Ho conosciuto Luchino Visconti a casa di Suso D'Amico nel 1959. Assieme a Suso lavorava allora allo script di Rocco e suoi fratelli. L'aristocrazia ai tempi della gioventù di Luchino aveva una unità di comportamento che ne costituiva l'aspetto classista. Il rapporto fra i suoi membri era diretto, l'appartenenza comune stabiliva subito una rete di sottintesi. Quando dopo Rocco il regista si dedicò al Gattopardo divenni una sorta di suo referente per l'autenticità delle testimonianze. La fedeltà ai luoghi avrebbe voluto che le scene del palazzo di Donnafugata fossero girate a Palma Montechiaro, il feudo dei Tomasi. Ma Palma era allora attraversata dalla strada nazionale Agrigento Gela e questo rendeva il progetto impossibile. Avevo visitato molti centri della provincia di Palermo e fra tutti indicai alla produzione Ciminna. Salvo il palazzo padronale, il paese aveva tutti requisiti richiesti. Lo si raggiungeva allora come ora attraverso una strada provinciale. E questo l'aveva conservato estraneo alla nuova edilizia che cominciava già a diffondersi. Citando un passo dalla scena della caccia la campagna di Ciminna era quella di "sempre"(…) Ed altrettanto di sempre sembrava il paese scosceso ed arroccato con alcune stupendi monumenti dal quattro al settecento, e come a Palma particolarmente segregati, provinciali, monumenti artigianali rispetto a quelli di Palermo, che respiravano allora più di ora una loro particolare, cordiale identità.  Questa arcaicità dei luoghi attrasse Visconti.

Gioacchino Lanza Tomasi, Professore di Storia della musica

 

Dalla presentazione del libro: Ciminna il set de "Il Gattopardo" 50 anni dopo (1963-2013)

Ci sono autentici capolavori che si impongono nella storia di un'arte e segnano in maniera particolare i luoghi in cui vengono realizzati. Uno di questi è sicuramente il film "Il Gattopardo" di Luchino Visconti, tratto dall'omonimo romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, e il paese, trasformato per circa tre mesi nella Donnafugata del celebre libro, è Ciminna, un piccolo centro nell'entroterra della Sicilia. Il film, uscito nel 1963, rappresentò uno dei più grandi trionfi del cinema italiano, lanciando una delle raffigurazioni più forti e influenti dell'Isola. E non sempre positiva. La pellicola, infatti, insieme al romanzo, ha contribuito a dare un'idea della Sicilia inerte, inamovibile, irredimibile, il cui tratto negativo del "cambiare tutto per non cambiare niente", ha fornito spesso la peggiore immagine della nostra terra. Ma il film è impareggiabile nell'offrire uno spaccato della Sicilia dell'epoca, nel raccontare un mondo scomparso, fotografato in uno dei momenti epocali di trapasso da un regime ad un altro. "Il Gattopardo" è un capolavoro destinato all'immortalità, anche grazie al recente restauro sponsorizzato da Gucci e curato da The Film Foundation di Martin Scorsese. E gli stessi luoghi legati alla sua produzione in qualche modo lo sono. Per Ciminna "Il Gattopardo" può sicuramente rappresentare una occasione per far riscoprire un paese che con la ricchezza dei suoi monumenti, con il suo clima ameno e il paesaggio per molta parte ancora incontaminato (cose che tanto affascinarono Luchino Visconti) può offrire al visitatore tante suggestioni. E alla gente del paese altre opportunità e altre prospettive che non sia alla lunga il suo semplice ed inevitabile abbandono.

Alfonso Lo Cascio, Presidenza regionale SiciliAntica

 

Programma della Manifestazione

Ciminna. La Donnafugata de "Il Gattopardo" cinquant'anni dopo

SABATO 23 AGOSTO 2014

Ore 16,00 Piazza Matrice

Annullo Filatelico

Ore 17,30 Chiesa Madre santa Maria Maddalena

Il Te Deum della famiglia Salina

Esecuzione, nello stesso organo immortalato dal film, a cura del maestro Michele Cassata

Presentazione del libro:

Ciminna il set de "Il Gattopardo" 50 anni dopo (1963-2013)

Intervengono:

Vito Catalano, Sindaco di Ciminna

Don Domenico Sodaro, Arciprete di Ciminna

Caterina D'Amico, Presidente Scuola Nazionale del Cinema

Gioacchino Tomasi Lanza, Professore di Storia della musica

Giusy Musso, Presidente Associazione Evita Touring 

Giuseppe Cusmano, Presidente SiciliAntica – Sede di Ciminna e autore del libro

All'interno della Chiesa: esposizione di paramenti e argenteria sacra (XVIII-XIX sec.) e alcuni lacunari del tetto a cassettoni del XVI sec.

Ore 19,00 Piazza Matrice

Inaugurazione della mostra fotografica

"Il set del Gattopardo in 300 immagini"

Intervengono:

Paolo Calabrese, Presidente del Senato Accademico "Accademia Internazionale Amici della Sapienza"

Alfonso Lo Cascio, Presidenza Regionale SiciliAntica

DOMENICA 24 AGOSTO 2014

Ore 9,30 Piazza Fondaco (Madonna bianca)

Visita guidata ai luoghi del Gattopardo

Itinerario

Piazza Piersanti Mattarella (Arrivo e partenza di Chevalley), via Collegio (Il figlio del Principe Paolo e il Conte Chevalley in cammino verso il Palazzo), Piazza Matrice (Il Palazzo del Principe – l'arrivo delle carrozze), Piazza Matrice (Il seggio elettorale durante il plebiscito e la casa del Sindaco), Chiesa Madre Santa Maria Maddalena (L'arrivo a Donnafugata e il Te Deum)

Letture tratte dal romanzo "Il Gattopardo"

A cura di Cinzia Carraro

Ore 12, 00 Piazza Matrice

Le musiche del film "Il Gattopardo"

Esecuzione a cura della banda A.C.A.M. "G. Verdi" diretta dal maestro Vincenzo Grimaldi

Ore 13,30 Ristorante Villa Belvedere*

Il Pranzo del Gattopardo

Presentazione delle portate a cura di Teresa Armetta, Accademia del cibo siciliano

* Da prenotare

Per informazioni: Email: ciminna@siciliantica.it - Tel. 324.6358172.

 


--
Redazione del CorrieredelWeb.it


PREMIO LETTERATURA PER RAGAZZI (Scadenza 20/09/2014)




PREMIO LETTERATURA PER RAGAZZI
BANDO 2014
36a  EDIZIONE

La Fondazione Cassa di Risparmio di Cento e la Cassa di Risparmio di Cento S.p.A., bandiscono la trentaseiesima edizione del Premio di letteratura per i ragazzi "Fondazione Cassa di Risparmio di Cento".

REGOLAMENTO

1) Il premio è riservato a libri in lingua italiana - originali o tradotti - destinati a bambini e ragazzi tra i 6 e i 15 anni.

2) Verranno presi in considerazione i libri pubblicati in lingua italiana per la prima volta dal 1° gennaio 2013. Saranno escluse: le opere degli autori premiati nella
precedente edizione del Premio; le opere la cui prima edizione è uscita anteriormente al 1960.

3) I concorrenti potranno partecipare con uno o più lavori. La partecipazione è gratuita.

4) I libri dovranno essere inviati entro il 20 settembre 2014 alla segreteria del Premio presso:
Fondazione Cassa di Risparmio di Cento
Via Matteotti, 8/b
44042 Cento (FE)

5) I partecipanti (editori o autori) dovranno inviare otto copie dei lavori.


6) L'organizzazione effettuerà una prima scrematura eliminando i lavori che non rientrano nelle indicazioni previste dal presente Regolamento. Successivamente i lavori concorrenti verranno valutati da una Giuria tecnica che sceglierà le terne delle opere finaliste: una destinata agli alunni della scuola primaria e l'altra agli studenti delle scuole secondaria di primo grado.

7) Successivamente, due giurie popolari – una composta da alunni appartenenti alle ultime tre classi della scuola primaria e l'altra composta da studenti delle tre classi della scuola secondaria di primo grado – leggeranno i libri e formuleranno le graduatorie finali.
Le due predette giurie saranno formate da ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado sia italiane che estere (ove sia presente l'insegnamento della lingua italiana), che faranno richiesta di partecipazione, fino a un massimo di 500 classi (fra scuole primarie e secondarie di primo grado). Per ogni Regione italiana sarà garantita la partecipazione di almeno tre classi per ciascun ordine di scuola).
La domanda di partecipazione delle classi alla giuria popolare dovrà essere inviata tramite il sito web www.premioletteraturaragazzi.it, nell'appositasezione, entro il 30/10/2014. Solo dopo questa data la Fondazione invierà le conferme alle classi selezionate. Per la selezione vale l'ordine della data di arrivo delle richieste. La domanda di partecipazione implica l'accettazione delle norme presenti nel bando.

8) La Giuria Tecnica è composta da educatori, pedagogisti, giornalisti, esperti di letteratura giovanile e di comunicazione.

9) All'autore/i dell'opera prima classificata di ciascuna delle due terne finaliste sarà assegnato un premio di € 5.000,00; alle seconde classificate un premio di
€ 2.000,00; alle terze un premio di € 1.000,00. Agli editori delle opere finaliste verrà consegnata una targa.
E' facoltà della Giuria procedere a particolari menzioni e segnalazioni.
Il giudizio della Giuria è insindacabile.

10) Tra tutte le opere pervenute, la Giuria Tecnica si riserva la facoltà di assegnare un Premio speciale di Euro 1.500,00 per il miglior albo illustrato.

11) Gli autori finalisti dovranno essere presenti alla cerimonia di premiazione. In caso di assenza, pur mantenendo la titolarità del premio, la somma in denaro, sarà devoluta all'acquisto di libri per le biblioteche delle scuole. L'autore straniero potrà essere rappresentato dalla propria casa editrice che attraverso un dirigente riceverà il premio in denaro; in assenza dell'uno e dell'altro, il premio sarà anche in questo caso devoluto all'acquisto di libri per le biblioteche delle scuole.

12) Gli organizzatori si riservano la facoltà di assegnare premi o riconoscimenti speciali ad autori di opere, di valore culturale o sociale, e/o di attualità giornalistica o radiotelevisiva, rivolte al mondo giovanile.

13) La proclamazione dei vincitori e la consegna dei premi avranno luogo a Cento nella prossima primavera (data da definire).

14) A conclusione del Premio, i lavori partecipanti saranno destinati alla biblioteca della Fondazione Cassa di Risparmio di Cento e alle biblioteche delle scuole del territorio.

15) La partecipazione al concorso comporta l'accettazione integrale del presente bando.

info:
Fondazione Cassa di Risparmio di Cento
Via Matteotti, 8/b
44042 CENTO (FE)
tel. 051 901790/051 904196
fax. 051 6857189
info@premioletteraturaragazzi.it



--
Redazione del CorrieredelWeb.it


sabato 16 agosto 2014

L'AROMATARIO MEO FUSCIUNI TORNA A CAPOFARO_VENERDì 22 AGOSTO


ANDATA E RITORNO

 

All'ombra delle vigne

per raccontare i profumi che nascono dalla memoria

 

Le creazioni dell'aromatario Meo Fusciuni

un evento olfattivo e poetico

che ripercorre viaggi e suggestioni

 

SALINA - Venerdì 22 agosto alle 18,30 l'artista speziale Meo Fusciuni, torna a Capofaro Malvasia & Resort per raccontare i suoi profumi. Un viaggio di "Andata e ritorno", un racconto che inizia in Sicilia dalle origini dell'aromatario, per ritornare a Salina  per la creazione di profumi e alchimie.



--
Redazione del CorrieredelWeb.it


venerdì 15 agosto 2014

PREMIO VITTORIANO ESPOSITO (Scadenza 7/09/2014)

Il Comune di Celano (AQ), Piazza IV novembre, 67043, il Sindaco On. Filippo Piccone, con il patrocinio della Provincia dell'Aquila e della Regione Abruzzo, organizza un concorso letterario nazionale per opere edite di narrativa in lingua italiana. Il concorso è denominato: Premio letterario Vittoriano Esposito e si articola nelle seguenti sezioni:
– Narrativa
– Premio Speciale della Giuria
Il Premio letterario Vittoriano Esposito II edizione viene assegnato a opere di narrativa edite in Italia che si dinstinguano per qualità letterarie anche fuori o al di là del successo commerciale e pubblicitario.

Il Premio è dotato:
€ 1000, 00 per il vincitore della Sezione Narrativa e Targa
€ 500,00 per il secondo classificato e Targa
€ 250,00 per il terzo classificato e Targa
€ 1000,00 per il vincitore del premio speciale e Targa
€ 500,00 a un autore abruzzese che si è distinto negli anni per le sue doti artistiche e letterarie in genere.

NORME GENERALI
1. La partecipazione è aperta a tutti gli scrittori in lingua italiana.
2. I partecipanti dovranno indicare, in un foglio separato e allegato alla spedizione dei volumi, le proprie generalità (nome, cognome, indirizzo e telefono).
3. I giurati possono indirizzare la propria attenzione anche su opere diverse da quelle pervenute da parte degli autori e delle Case Editrici purché in possesso dei requisiti sanciti dal presente regolamento.
4. I volumi di narrativa devono essere spediti in numero di 5 copie direttamente ai Giurati del Premio (numero 2 copie alla segreteria) entro e non oltre il 7 settembre 2014.
Gli indirizzi per le spedizioni sono i seguenti:
Il Presidente: Dante Maffia (via Adolfo Ravà, 76 – 00142 Roma)
Prof. ssa Luciana Vicaretti (via Pineta, 5 – 67043 Celano, AQ)
Ass. Ezio Ciciotti (via Fontegrande, 50 – 67043 Celano, AQ)
Segreteria: Fabio Croce - Edizioni Libreria Croce (via Gaetano Mario Columba, 60/D – 00179 Roma) Tel. 06/4746780
5. I lavori che giungeranno oltre il 7 settembre non verranno considerati, farà fede il timbro postale.
6. Il concorso è aperto unicamente per la sezione Narrativa edita.
7. Il giudizio della Giuria è inappellabile.
8. La partecipazione al concorso comporta la piena accettazione del presente regolamento. L'inosservanza di qualsiasi delle norme costituisce motivo di esclusione.
9. Non è ammessa assegnazione del Premio ex-aequo.
10. Le opere concorrenti non verranno restituite.
11. La data e il luogo di premiazione verranno tempestivamente comunicati agli interessati nel caso di improvvisa variazione di programma.
12. La Giuria non è tenuta a rendere pubblici i titoli delle opere escluse dalla premiazione finale.
13. Saranno premiati i 3 (tre) vincitori della sezione Narrativa, un vincitore della sezione Premio Speciale della Giuria, un vincitore riconosciuto tra gli autori abruzzesi.
14. Per l'assegnazione del Premio è richiesta la presenza dell'autore vincitore che ha diritto al rimborso spese.
15. Per quanto non previsto dal presente Bando valgono le deliberazioni della Giuria.

NORME PARTICOLARI
I romanzi devono essere pubblicati in volume in data successiva al 31 gennaio 2013. Sono escluse le ristampe e le edizioni successive a quella originale.
Per quanto riguarda il Premio Speciale della Giuria e il Premio all'artista abruzzese, tali Premi sono un riconoscimento che la Giuria si riserva di attribuire ad autori o ad opere di vario genere letterario. Non è previsto per queste sezioni l'invio di volumi né da parte degli autori né da parte delle Case Editrici.

COMMISSIONE GIUDICATRICE
Dante Maffia – Luciana Vicaretti – Ezio Ciciotti – Fabio Croce
Le informazioni inerenti al Premio vanno indirizzate a:
Segreteria organizzativa: c/o Edizioni Libreria Croce, via Gaetano Mario Columba 60/D – 00179 Roma – tel. 06/4746780 – email: edizionicroce@libero.it



--
Redazione del CorrieredelWeb.it


lunedì 11 agosto 2014

Barbara Serra vince la terza edizione del Premio letterario Caccuri con il saggio "Gli italiani non sono pigri".

Caccuri, 11 agosto 2014 - A sfidare la giornalista, attualmente ad Al Jazeera English, per la conquista della Torre d’argento, realizzata dall’orafo Michele Affidato, erano stati altri due finalisti: "Una Repubblica senza patria" di Vittorio Feltri e Gennaro Sangiuliano e Vittorio Sgarbi, con il suo “Mattia Preti”, pubblicato da Rubbettino, giunti ex aequo al secondo posto. 

Barbara Serra è nata a Milano e dopo aver lavorato presso le redazioni della Bbc, di Sky news e di Five News, è diventata conduttrice del notiziario in prime time della redazione londinese di Al Jazeera. 

E’ cresciuta a Copenhagen e si è trasferita a Londra dove ha studiato alla London School of Economics. Barbara Serra, che è al suo primo libro, punta a rovesciare i luoghi comuni,  mostrando le vere differenze culturali e lavorative fra l'Italia e il Nord Europa. 

Racconta come gli italiani sanno vincere le sfide più attuali sfoderando le loro caratteristiche migliori: la creatività, la propensione alle relazioni personali, la duttilità, la passione per il lavoro ben fatto. “Gli italiani non sono pigri”  è, però, anche il racconto di un'esperienza esemplare di cui Barbara Serra non nasconde le difficoltà del sistema Paese, con i cittadini che non credono più nelle istituzioni che chiedono. 

Un’edizione, quella di quest’anno della kermesse dedicata alla saggistica, caratterizzata dalla spettacolare partecipazione, in ogni serata della manifestazione, di grandi ospiti. Ssolo per citarne qualcuno: Oliviero Beha, Antonio Lubrano, Giordano Bruno Guerri (Presidente della giuria nazionale), Gianrico Carofiglio, Eugenio Bennato, Carmine Abate assieme a Cataldo Perri ed il suo “squintetto”, Pino Aprile, Paolo Mieli, Carlo Freccero, Ciro Imparato. 

La terza serata, svoltasi nel piazzale della chiesa della Riforma, dopo l’esibizione di Vincenzo Carnì, giovane tenore di Isola Capo Rizzuto (vincitore del talent show “Ti lascio una canzone”); ha visto il Presidente dell’Accademia dei Caccuriani,  Adolfo Barone e il sindaco di Caccuri, Marianna Caligiuri, che insieme hanno simultaneamente “lanciato” di già la quarta edizione del Premio Caccuri. 

La serata è caratterizzata dall’intervento di Paolo Mieli, presidente di Rcs Libri ed uno dei più grandi giornalisti italiani, con esperienze all’Espresso, Repubblica, Corriere della sera, Stampa. 

Politologo, storico, intellettuale, Paolo Mieli ha incontrato il pubblico del Premio Caccuri attraverso il racconto della sua ultima opera "I conti con la Storia".

. «L’oblio – ha detto tra le altre cose Mieli – è l’altra faccia della memoria e serve per disintossicarla. Ci serve per conoscere cosa conservare e cosa, invece, buttare via”.  Sollecitato dal giornalista Rocco Valenti, Mieli ha lanciato un giudizio tranchant su intellettuali e giornalisti italiani». Ha salvato dal giudizio negativo, però, solo quelli presenti al premio, tra cui Beha e Sgarbi.

Il Presidente di Rcs ha sottolineato di “aver scritto del passato per parlare del presente, senza però, utilizzare semplici similitudini, che non funzionano”. A Mieli è stato assegnato il premio speciale alla memoria di Alessandro Salem per il Giornalismo, che lo scorso anno andò a Carmen Lasorella. Il programma ha poi previsto la presentazione dei finalisti, Gennaro Sangiuliano, Barbara Serra e Vittorio Sgarbi, moderati da Sabrina Scampini del Gruppo Mediaset;  a seguire Carlo Freccero e Oliviero Beha  hanno presentato le loro opere “Televisione” e “Un cuore in fuga” intervistati entrambi da Helga Cossu, conduttrice di SkyTG24. A chiudere la bella performance il cabarettista Danilo Vizzini.

Estatica: la settimana di Ferragosto a Pescara propone omaggi poetici in musica e intrattenimento live


 

La settimana di Ferragosto si passa ad Estatica!

Gli appuntamenti al porto turistico Marina di Pescara

continuano con "Concerti sotto le stelle" e l'intrattenimento live in piazzetta.

 

Tre appuntamenti con Concerti sotto le stelle e due con l'intrattenimento live di Stefano D'Alberto: Estatica, la kermesse organizzata dal porto turistico e dalla CCIAA di Pescara, saluta così la settimana di Ferragosto nel porto turistico "Marina di Pescara".

 

Domani martedì 12 agosto alle 21.30 per "Concerti sotto le stelle" la Juan Lorenzo Libre Company terrà un omaggio a Federico García Lorca tra flamenco e versi. Dello spettacolo fanno parte anche la cantante e attrice Elena Presti, la ballerina di Cordoba Pilar Carmona ed il percussionista e bailador Dario Carbonell. Biglietti: intero € 10 - Ridotto € 5 (giovani fino a 25 anni). Carnet da 10 concerti (10-30 agosto) 40 €. I biglietti sono in vendita online su www.ciaotickets.com e al botteghino di Estatica dalle ore 20,30 la sera dei concerti.

 

Mercoledì 13 agosto a partire dalle 21 Stefano D'Alberto proporrà animazione live e karaoke per "Estatica in piazzetta", in quello spazio allestito all'ingresso del porto turistico che ogni sera attira la curiosità di bambini e passanti. Ingresso libero.

 

Giovedì 14 agosto "Concerti sotto le stelle" propone un nuovo omaggio poetico, dagli antichi echi poetici della lirica greca alle appassionate finezze del novecento. Per "Che fai tu, luna, in ciel..." la straordinaria interprete lituana Jolanta Stanelyte, diplomata in violoncello, composizione, pianoforte e canto, si esibirà in quartetto con l'attore siciliano Sebastiano Lo Monaco. Biglietti: intero € 10 - Ridotto € 5 (giovani fino a 25 anni). Carnet da 10 concerti (10-30 agosto) 40 €.

 

Venerdì 15 agosto Estatica saluta il Ferragosto con una serata live di musica italiana anni '70 e '80 e intrattenimento per "Estatica in piazzetta". Sul palco saliranno a partire dalle 20.00 Stefano D'Alberto e "Le corde tese", ossia i chitarristi Dario De Rugeriis e Giammarco De Bonis. A seguire, dj Luigi Muscio. Ingresso libero.

 

Sabato 16 agosto per "Concerti sotto le stelle" l'Orchestra da tre soldi presenta "Il mondo nuovo", accostando atmosfere sudamericane, folklore mitteleuropeo, musica klezmer e sonorità popolari ad un minimalismo e ad un linguaggio elettivamente jazz. Biglietti: intero € 10 - Ridotto € 5 (giovani fino a 25 anni). Carnet da 10 concerti (10-30 agosto) 40 €. I biglietti sono in vendita online su www.ciaotickets.com e al botteghino di Estatica dalle ore 20,30 la sera dei concerti.




--
Redazione del CorrieredelWeb.it


lunedì 4 agosto 2014

Premio Caccuri 2014

PARTE LA TERZA EDIZIONE DEL PREMIO LETTERARIO CACCURI (8, 9 E 10 AGOSTO)


Giunto alla sua terza edizione, il concorso nazionale di saggistica "Premio Letterario Caccuri" avrà luogo nel borgo medievale della Sila crotonese, nelle serate dell'8, 9 e 10 agosto 2014.

Tanti gli Ospiti di questa eccezionale edizione, che si alterneranno sul palco del Premio con un ricco programma di interventi.

I tre finalisti, Vittorio Feltri con il suo "Una Repubblica senza Patria" edito da Mondadori, Barbara Serra con "Gli italiani non sono pigri" di Garzanti e Vittorio Sgarbi con "Mattia Preti" pubblicato da Rubbettino Editore, si contenderanno la vittoria la sera del 10 agosto. 

Il Premio Caccuri è stato insignito del prestigioso riconoscimento della Medaglia del Presidente della Repubblica che il Prefetto di Crotone consegnerà agli organizzatori del contest, Adolfo Barone, Roberto de Candia e Olimpio Talarico, nel corso della serata del 9 agosto.

Vi aspettiamo per una tre giorni da non perdere. 

 



--
Redazione del CorrieredelWeb.it


venerdì 1 agosto 2014

PREMIO LETTERARIO INTERNAZIONALE INDIPENDENTE (Scadenza 15 settembre 2014)


In memoria di Irène Némirowsky
Primo Premio: promozione all'estero



B A N D O




FINALITÀ E ORGANIZZAZIONE DEL CONCORSO
L'agenzia letteraria internazionale "Punctum Literary Management", impegnata ad incoraggiare e sostenere a livello internazionale la libera espressione della creatività letteraria contemporanea al di fuori di ogni influenza commerciale e politica, organizza la seconda edizione del "Premio Letterario Internazionale Indipendente", quest'anno dedicato alla memoria di Irène Némirowsky, scrittrice francofona di origine ucraina deportata ed uccisa ad Auschwitz nel 1942.
Come la precedente, questa edizione si propone di favorire la promozione internazionale di scrittori contemporanei emergenti. Il Concorso premierà un romanzo edito ed uno inedito in italiano, francese e spagnolo, senza preclusione di nazionalità, con la sua traduzione e promozione all'estero.


IL CONCORSO PREVEDE DUE SEZIONI
A) Romanzi editi
B) Romanzi inediti


PREMIO
A) Sezione ROMANZI EDITI
Il Concorso prevede 2 premi.
Primo Premio: promozione all'estero. Il Romanzo Vincitore sarà tradotto in italiano, francese o spagnolo e sarà proposto all'edizione in Italia, Francia, Spagna o Messico, secondo decisione inappellabile dell'Agenzia.
Secondo Premio (ai 4 Finalisti): i Romanzi Finalisti saranno portati a conoscenza di editori nazionali e stranieri.
B) Sezione ROMANZI INEDITI
Il Concorso prevede 2 premi.
Primo Premio: promozione all'estero. Il Romanzo Vincitore sarà tradotto in italiano, francese o spagnolo e sarà proposto all'edizione in Italia, Francia, Spagna o Messico, secondo decisione inappellabile dell'Agenzia.
Secondo Premio (ai 4 Finalisti): i Romanzi Finalisti saranno portati a conoscenza di editori nazionali e stranieri.


OPERE AMMESSE
A) Sezione ROMANZI EDITI
Le opere presentate (una sola per candidato, senza limitazioni di genere o tematica) dovranno tassativamente rispondere a tutte le seguenti condizioni :
a) trattarsi di romanzi pubblicati a partire dal 2009, di qualunque genere, scritti in lingua italiana, francese o spagnola (le traduzioni non saranno ammesse);
b) non essere rappresentate da Punctum Literary Management.
B) Sezione ROMANZI INEDITI
Le opere presentate (una sola per candidato, senza limitazioni di genere o tematica) dovranno tassativamente rispondere a tutte le seguenti condizioni :
a) trattarsi di romanzi inediti scritti in lingua italiana, francese o spagnola (le traduzioni non saranno ammesse);
b) non essere rappresentate da Punctum Literary Management.


PARTECIPAZIONE
A) Sezione ROMANZI EDITI
I concorrenti dovranno far pervenire, tassativamente all'indirizzo e-mail prix@punctumliteraryagency.eu:
a) il testo integrale in PDF;
b) una lettera di presentazione recante i seguenti dati: nazionalità, e-mail, ISBN del romanzo e una concisa descrizione dell'opera;
c) la ricevuta di versamento della quota di iscrizione di 25,00 –(venticinque/00) euro*.
Le iscrizioni dovranno pervenire entro e non oltre il 15 settembre 2014 (farà fede la data della e-mail).
La quota d'iscrizione non potrà in nessun caso essere rimborsata.
B) Sezione ROMANZI INEDITI
I concorrenti dovranno far pervenire, tassativamente all'indirizzo e-mail prix@punctumliteraryagency.eu:
a) il testo integrale in PDF;
b) una lettera di presentazione recante i seguenti dati: nazionalità, e-mail e una concisa descrizione dell'opera;
c) la ricevuta di versamento della quota di iscrizione di 25,00 –(venticinque/00) euro*.
Le iscrizioni dovranno pervenire entro e non oltre il 15 settembre 2014 (farà fede la data della e-mail).
La quota d'iscrizione non potrà in nessun caso essere rimborsata.


FASI DELLA SELEZIONE
A) Sezione ROMANZI EDITI
1. Selezione dei 10 (dieci) Romanzi Pre-Finalisti (i risultati saranno pubblicati il 26 ottobre 2014 sul sito ufficiale dell'Agenzia www.punctumliteraryagency.eu).
2. Selezione dei 5 (cinque) Romanzi Finalisti (i risultati saranno pubblicati il 9 novembre 2014 sul sito ufficiale dell'Agenzia).
3. Selezione del Vincitore (il risultato sarà pubblicato il 16 novembre 2014 sul sito ufficiale dell'Agenzia).
B) Sezione ROMANZI INEDITI
1. Selezione dei 10 (dieci) Romanzi Pre-Finalisti (i risultati saranno pubblicati il 26 ottobre 2014 sul sito ufficiale dell'Agenzia www.punctumliteraryagency.eu).
2. Selezione dei 5 (cinque) Romanzi Finalisti (i risultati saranno pubblicati il 9 novembre 2014 sul sito ufficiale dell'Agenzia).
3. Selezione del Vincitore (il risultato sarà pubblicato il 16 novembre 2014 sul sito ufficiale dell'Agenzia).


VERDETTO DELLA GIURIA
Le decisioni della giuria saranno sovrane e inappellabili.
La giuria si riserva il diritto di non attribuire il Primo Premio qualora nessuna delle opere concorrenti risultasse pienamente convincente.


MODIFICA O ANNULLAMENTO DEL PREMIO
Gli organizzatori si riservano il diritto di modificare o annullare il Premio qualora le circostanze l'esigessero (ad esempio nel caso in cui il numero di opere concorrenti o la qualità artistica delle stesse non fosse sufficiente a giustificare l'attribuzione del Premio).
Punctum ed si suoi partners declinano ogni responsabilità in merito ad un'eventuale modifica o annullamento del Premio, laddove tali misure conseguissero da cause di forza maggiore o comunque esterne al loro diretto controllo.


RESPONSABILITÀ
Dell'organizzazione del presente Concorso, così come delle obbligazioni derivanti, è responsabile unicamente Punctum Literary Management.
Gli organizzatori si riservano il diritto di ritirare il Premio qualora si evidenziasse, da parte del Vincitore, un intervento fraudolento sul sistema di partecipazione o qualora non fossero state rispettate tutte le condizioni di cui al presente bando.


TUTELA DEGLI INEDITI
Gli inediti trasmessi verranno utilizzati esclusivamente per la selezione. Non verranno in alcun modo diffusi né condivisi per finalità diverse da quelle della selezione e, ad eccezione di quelli del Vincitore e dei Finalisti, saranno eliminati dagli archivi informatici a selezione ultimata.


DATI PERSONALI
I dati personali dei concorrenti serviranno esclusivamente a rendere possibile lo svolgimento del concorso. L'invio dei dati implica l'accettazione di questa condizione. Detti dati non verranno utilizzati per alcun altro fine salvo consenso degli interessati.


USO DELL'IMMAGINE
Vincitore e Finalisti accettano che i loro nomi e la loro immagine possano esssere utilizzati per finalità inerenti la comunicazione e la promozione del Premio.


NOME DEL PREMIO
Il nome "“Premio Letterario Internazionale Indipendente"”, in tutte le lingue, è proprietà esclusiva di Punctum Literary Management.


CONCLUSIONE
L'iscrizione al Premio comporta la comprensione e l'accettazione di tutte le condizioni espresse nel presente bando.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI