Cerca nel blog

sabato 31 ottobre 2015

BAMBINI A META' - I FIGLI DELLA 'NDRANGHETA sbarca a BERLINO: martedì 3 novembre, ore 20 presso MONDOLIBRO - LIBRERIA ITALIANA A BERLINO


MONDOLIBRO - LIBRERIA ITALIANA A BERLINO,

in collaborazione con Mafia, nein danke
presenta
BAMBINI A METÁ
I FIGLI DELLA 'NDRANGHETA
di
ANGELA IANTOSCA
Martedì 3 novembre, alle ore 20
BERLINO, Torstraße 159


Martedì 3 novembre, presso MONDOLIBRO – Libreria italiana a Berlino, Angela Iantosca presenta "BAMBINI A META' - I FIGLI DELLA 'NDRANGHETA" (Perrone editore), seconda opera della giornalista e primo saggio mai scritto che affronta il tema dei minori di 'ndrangheta, attraverso le carte, gli incontri diretti, le parole dei pm, dei giudici, degli psicologi e di chi, ogni giorno, si fa carico della responsabilità di far conoscere loro un mondo diverso da quello nel quale sono costretti a crescere.

La prefazione è del Professor Enzo Ciconte (Scrittore, docente presso l'Università Roma Tre e l'Università de L'Aquila, già Consulente della Commissione Parlamentare antimafia).


Modera VERENA ZOPPEI di Mafia, nein danke

(mafianeindanke.de/home_it)


L'evento è stato organizzato in collaborazione con Mafia, nein danke

Il libro ha ottenuto ottime recensioni sulla stampa nazionale, francese e tedesca: dal Venerdì di Repubblica a Gioia, F, A sua immagine, Avvenire, Ansa, Televideo, RaiLetteratura, Uno Mattina, Uno Mattina Caffè...
E' stato presentato a molti festival, nelle scuole, nelle piazze e continua il suo viaggio anche all'estero.

Perché Berlino?
Perché la Germani è uno dei Paesi in cui si sta sottovalutando da anni la presenza della 'ndrangheta, nonostante un fatto eclatante, come la strage di Duisburg del 15 agosto del 2007. Nonostante la presenza massiccia della mafia calabrese dai giorni successivi alla caduta del muro di Berlino.

Della 'ndrangheta, degli uomini e delle donne che ne fanno parte si sa molto di più rispetto al passato. Ma c'è una grande lacuna, ieri come oggi, e riguarda i figli. Bambini cresciuti in un clima di violenza, omertà e sopraffazione: uno sfondo costante, un destino già stabilito, al quale difficilmente possono opporsi.


Bambini che invece di giocare vanno a trovare il padre nascosto in un bunker, in vece di sbucciarsi le ginocchia imparano a sparare. Bambini che poi crescono e, a 14 anni, non corteggiano le amiche a scuola, ma vengono affiliati con il rito del battesimo per poter diventare futuri uomini d'onore.

Ma come vivono da giovani mafiosi?

C'è chi è affascinato dal potere, chi cresce convinto che sia la violenza l'arma giusta; ma c'è anche chi rinnega la scia di sangue che il proprio nome si porta dietro. Come aiutarli?

E' difficile entrare nei loro pensieri, comprenderne le esigenze, intime necessità e desideri inespressi.

Ma una domanda è d'obbligo: se conoscessero un altro modo di crescere cosa accadrebbe? E che cosa è accaduto a chi ci ha provato?


"Bambini a metà - i figli della 'ndangheta" tenta di dare una risposta a questi interrogativi ricostruendo le azioni del Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria (che le ha fornito il materiale) in grado, forse, di riacciuffare queste esistenze a metà.

Cuore del libro gli incontri/interviste con Libero, figlio di una famiglia importante della Calabria, che per un anno è stato inserito in un progetto a Messina con Addiopizzo che lo ha portato a sconvolgere i suoi punti di riferimento e a sognare altro per il suo futuro; Aurora che, sottratta alla sua famiglia, ora vive al Nord con una famiglia che la ama; Francesco Rigitano, che ha conosciuto l'Istituto, il carcere e che a 20 anni ha dato vita al cambiamento, creando una comunità per minori nella Locride; i bambini di San Luca e la sua preside coraggiosa che sta tentando di mostrare loro la bellezza; i ragazzi e la preside del Piria di Rosarno; Don Pino De Masi, che opera da sempre nella piana di Gioia Tauro, suor Carolina, ex braccio destro di Don Puglisi che oggi lavora a San Luca, da sempre al fianco di quei bambini, Don Giacomo Panizza, da 40 anni al servizio dei giovani a Lamezia Terme, Don Luigi Ciotti.


Nota biografica
Angela Iantosca è nata a Latina nel 1978. Laureata in Scienze Umanistiche presso l'Università La Sapienza, vive a Roma. Dal 2003 è giornalista e collabora con diverse testate nazionali.

Dopo aver realizzato alcuni servizi per "L'Aria che Tira" in onda su La7, da settembre 2014 è inviata de "La Vita in Diretta", in onda su RaiUno.

Ha pubblicato "Onora la madre – storie di 'ndrangheta al femminile" (Rubbettino); il racconto "L'urlo del Leone", nella raccolta "Siria. Scatti e Parole" (Miraggi Edizioni).



L'appuntamento è per le ore 20 presso MONDOLIBRO, Torstraße 159, Berlino
Info: ingresso libero / prenotazione gradita (info@mondolibro.de)





Info Casa editrice
Giulio Perrone Editore
Via Squarcialupo, 14
Roma

www.giulioperroneditore.com

Nessun commento:

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI