Cerca nel blog

sabato 7 novembre 2015

“Sulle ragioni della popolarità di Dante”. Conversazione con Emilio Pasquini alla Fondazione Centro Studi Tonino Gottarelli. Imola, mercoledì 18 novembre


Sulle ragioni della popolarità di Dante”
Conversazione con Emilio Pasquini
Introduce la serata Fabrizia Fiumi

https://0.academia-photos.com/14208999/3998368/4669898/s200_emilio.pasquini.jpeg
L’appuntamento di mercoledì 18 novembre alle ore 21 nella sala della Fondazione Gottarelli, Via Caterina Sforza, 13 ad Imola ha per titolo: “Sulle ragioni della popolarità di Dante”. Relatore:  Prof. Emilio Pasquini; introduce la serata la Prof.ssa Fabrizia Fiumi.

Una serata dedicata a Dante Alighieri, in occasione del 750° anniversario dalla nascita, è un modo per riaffermare il legame con le radici della nostra cultura e con la straordinaria eredità storica e artistica del Sommo Poeta. Dante è il massimo poeta della civiltà comunale. 

Nella sua opera convergono la cultura dell'intero medioevo e i fermenti di una nuova epoca. Ogni aspetto (sociale, filosofico, religioso, politico) del suo tempo è affrontato da Dante con originalità, e la sua figura è radicata nella nostra storia letteraria; basti pensare che nell'opera dantesca è fondata la nostra lingua: il 15% del lessico italiano di oggi è stato immesso nell'uso per la prima volta proprio da Dante. 

Con la Vita nova scrive il primo romanzo della nostra letteratura; con il Convivio ci propone un modello di prosa filosofico-scientifica in volgare; con la Commedia (definita Divina a partire dal ’500) un modello di poesia e narrazione; con il De Vulgari Eloquentia difende la nuova lingua. Ma Dante non è solo il padre della lingua e della letteratura italiana; è anche un riferimento decisivo della nostra identità nazionale. E la Commedia, da sette secoli, non finisce di sollecitare le intelligenze, le emozioni e le sensibilità dei lettori.  

Si colloca realmente in una dimensione che per molti aspetti può apparire fuori dell’ordine naturale delle cose: “prodigiosa” non solo per l’altezza e la forza della sua poesia, ma per il modo in cui essa è stata realizzata e fruita, per gli effetti che ha prodotto, per la popolarità che la sostiene da secoli nel mondo. La Divina Commedia è infatti non soltanto una delle più alte opere di poesia che siano mai state scritte in tutti i tempi e in tutte le lingue, ma la prima grande, grandissima opera letteraria scritta in una lingua europea moderna.

Di questo e di molto altro ancora ne parleremo con il prof. Emilio Pasquini, già professore ordinario, ora Emerito di Letteratura italiana nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna, autore di oltre trecentocinquanta pubblicazioni, dall’edizione critica delle Rime del Saviozzo da Siena (Commissione per i testi di lingua, 1965) al commento alla Commedia di Dante in collaborazione con A. E. Quaglio (Garzanti, 1982-86), dai volumi sulla letteratura italiana del Tre-Quattrocento (Le botteghe della poesia, Il Mulino, 1991) e del XIX secolo (Ottocento letterario: dalla periferia al centro, Carocci, 2001) alla monografia Dante e le figure del vero: la fabbrica della “Commedia” (Bruno Mondadori, 2001), alla Vita di Dante. I giorni e le opere (BUR, 2006 e 2015) a edizioni e commenti di Guicciardini e Leopardi, Carducci e Montale. Dal 1986 a tutt’oggi, è presidente della Commissione per i testi di lingua; socio di varie Accademie e visiting Professor nelle Università di Perth, UCLA (Los Angeles), Montreal, Yale, Oxford.

L’evento è in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola


Per ulteriori informazioni:

Fondazione Centro Studi Tonino Gottarelli
Via C. Sforza 13 - 40026 Imola
Tel. 0542.24487
info@fondazionetoninogottarelli.com
www.fondazionetoninogottarelli.com

Nessun commento:

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI