Cerca nel blog

giovedì 30 aprile 2015

Premio Letterario Nazionale Giovane Holden (Scadenza 30/05/2015)

BANDO
Art. 1: Il Premio è rivolto a tutti i cittadini, italiani e non, che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età alla data del 01/03/2015;
Art. 2: Sono ammesse opere edite e inedite scritte in lingua italiana. Le opere edite devono risultare pubblicate nel quinquennio precedente la scadenza del Premio (maggio 2010-maggio 2015). Le opere inedite (quindi mai pubblicate da una regolare casa editrice e sprovviste di codice Isbn) devono restare tali fino alla data di premiazione;
Art. 3: La partecipazione al Premio comporta il pagamento di una quota da versare tramite:
assegno intestato a Giovane Holden Edizioni sas;
bollettino su c/c postale n°75686675 intestato a Giovane Holden Edizioni sas (Causale "Partecipazione IX ed. Premio Letterario");
contanti;
Art. 4: Il Premio si articola in cinque sezioni, a tema libero:
romanzo inedito (fino a 400.000 caratteri, spazi inclusi; quota iscrizione 20,00 ?);
racconto inedito (fino a 18.000 caratteri, spazi inclusi; quota iscrizione 20,00 ?);
poesia inedita (da 1 a 3 liriche per un massimo di 50 versi complessivi; quota iscrizione 20,00 ?);
romanzo edito (quota iscrizione 20,00 ?);
silloge poetica edita (quota iscrizione 20,00 ?);
È possibile partecipare a tutte e cinque le sezioni, pagando la relativa quota (una sola iscrizione per sezione).

Art. 5: Gli elaborati devono essere consegnati a mano, inviati a mezzo posta prioritaria o per raccomandata, entro il 30/05/2015 (farà fede il timbro postale), al seguente indirizzo: Giovane Holden Edizioni - Segreteria del Premio Letterario Giovane Holden - Via Rosmini, 22 - 55049 Viareggio (Lu);
Art. 6: Materiale da consegnare:
  Sezioni inedito (A, B, C):
3 copie anonime e rilegate (con spillatura metallica) dell'opera in formato cartaceo (non saranno accettate opere scritte a mano);
scheda di partecipazione al Premio compilata in ogni sua parte;
copia della ricevuta di pagamento della quota di iscrizione oppure allegare direttamente assegno o contanti;
INOLTRE alla mail info@premiogiovaneholden.it deve essere inviato il file dell'opera (in formato Word) presentata a concorso;
  Sezioni edito (D, E):
3 copie dell'opera;
scheda di partecipazione al Premio compilata in ogni sua parte;
copia della ricevuta di pagamento della quota di iscrizione oppure allegare direttamente assegno o contanti;
Art. 7: Gli Autori finalisti (sezioni B e C) restano proprietari del copyright delle opere presentate, ma concedono il consenso, a titolo completamente gratuito, alla Giovane Holden Edizioni a pubblicare l'opera nell'Antologia Letteraria, disponibile sia in versione cartacea che e-book;
Art. 8: Nessun elaborato sarà restituito. Per tutti i finalisti sono previsti gadget. Per le opere edite è prevista la cessione delle opere inviate alla Campagna Nazionale di sensibilizzazione alla lettura "Leggere giova gravemente alla salute";
Art. 9: La Direzione Culturale del Premio è curata dalla casa editrice Giovane Holden Edizioni, organizzatrice e titolare del Premio che regolerà, a titolo esecutivo, i rapporti con gli Autori. L'organizzazione non sarà responsabile di eventuali disguidi postali;
Art. 10: Le Giurie del Premio sono composte da:
Sezione inedito: Silvia Longo, scrittrice (Presidente di Giuria); Irene Di Natale, blogger e docente di scrittura creativa; Luca Manfredini, scrittore, paroliere e compositore;
Sezione edito: Luigi Nicolini, pianista, compositore e scrittore (Presidente di Giuria); Maria Teresa Landi, scrittrice; Luciana Tola, scrittrice;
Art. 11: Le Giurie selezioneranno un minimo di 10 opere per ogni sezione (quelle che riterranno le più meritevoli). Ai finalisti sarà data tempestiva comunicazione in merito. Le Giurie, scegliendo fra le opere finaliste le 3 che a loro insindacabile giudizio avranno ritenuto più valide in assoluto, individueranno i vincitori di ciascuna sezione. Le decisioni delle Giurie sono inappellabili;
Art. 12: Consistenza dei premi:
  Sezione inedito (A, B, C):
1° Premio: Targa personalizzata e pubblicazione ad personam dell'opera vincitrice di ogni sezione (in particolare per la sezione B una raccolta e per la sezione C una silloge) in una delle collane della casa editrice Giovane Holden Edizioni, con regolare contratto di edizione, entro il 31/12/2016;
2° Premio: Opera artigianale in legno proveniente da foreste certificate, interamente realizzata a mano, unico esemplare, a tema Libri-Giovane Holden e una fornitura di cinque libri;
3° Premio: Coppa personalizzata;
Segnalazioni e/o Premi speciali: Pergamena personalizzata.
  Sezione edito (D, E):
1° Premio: Targa personalizzata e soggiorno di un week-end (due giorni, una notte) a Viareggio (Lu) c/o Hotel Esplanade per due persone nel 2016 in periodo da determinare di concerto con il vincitore;
2° Premio: Opera artigianale in legno proveniente da foreste certificate, interamente realizzata a mano, unico esemplare, a tema Libri-Giovane Holden e una fornitura di cinque libri;
3° Premio: Coppa personalizzata;
Segnalazioni e/o Premi speciali: Pergamena personalizzata.
A tutti i finalisti sarà consegnato un attestato di merito. Attestati e premi dovranno essere ritirati personalmente all'atto della premiazione, in caso di impossibilità può essere data delega scritta ad altra persona. La mancata partecipazione fa decadere dal diritto di accesso al Premio;
Art. 13: Gli Autori già pubblicati o in fase di pubblicazione con Giovane Holden Edizioni non possono partecipare al Premio;
Art. 14: La proclamazione dei vincitori e la consegna dei premi avverrà il 26 settembre 2015 a Lucca - Sala Ademollo - c/o Palazzo Ducale, sede della Provincia. I risultati saranno pubblicati sul sito del Premio e della casa editrice Giovane Holden Edizioni (www.premiogiovaneholden.it - www.giovaneholden.it) e sui quotidiani a discrezione dell'organizzazione;
Art. 15: La partecipazione al Premio implica l'automatica accettazione del presente bando. La mancanza di una delle condizioni che regolano la validità dell'iscrizione, determina l'esclusione dalla partecipazione al Premio Letterario.

Per qualsiasi informazione: info@premiogiovaneholden.it

http://www.premiogiovaneholden.it/images/Bando_IX_ed_Premio_Letterario_Giovane_Holden.pdf


martedì 28 aprile 2015

Esce, per Bibliosofica, "Vivere al ritmo della radicalità nella storia", il nuovo libro di Giovanni Feliciani



Oltre l'anarco-individualismo di Max Stirner, oltre diverse delle tematiche care a Friedrich Nietzsche, ecco arrivare il “radicalismo” di Giovanni Feliciani.
Bibliosofica Editrice pubblica “Vivere al ritmo della radicalità nella storia”, il nuovo saggio di Giovanni Feliciani.


Ovunque assistiamo ad una tensione radicale volta al mutamento, al cambiamento ed alla trasformazione. Non ci sono, infatti, principi assoluti (non esiste, né esisterà mai, una verità o una soluzione assoluta), perché tutto è destinato a cambiare. Nulla è immutabile, tutto si trasforma. Una concezione, questa, che può essere chiamata proprio “Vivere al ritmo della radicalità nella storia”.
L’universo, il mondo, la storia, la vita, ogni essere umano, hanno tutti e tutto un “ritmo”. Ogni cosa ha un suo ciclo di nascita e di morte. Il ritmo è l’armonia del tutto.
La legge della storia è il movimento perpetuo e dinamico dei cambiamenti. È necessario “immaginare” il futuro, così da poter superare il presente, bisogna saper intravedere il senso della storia, che è quello di migliorare le condizioni generali del pianeta e dell’umanità.
Il senso della storia dell’universo non è altro, difatti, che il voler sconfiggere il nulla. Lo Spirito del mondo sta nel suo struggente desiderio di perpetuare la Vita. Esistono alcuni individui che vivono fuori del tempo presente, inseriti in una dimensione spirituale al di là del tempo, forse in una quarta dimensione mentale. Essi non si lasciano afferrare dai miti dell’oggi ma guardano al futuro, lo prevedono e quasi lo vivono.
Ciò vuol dire partecipare allo “spirito” del mondo, al suo delinearsi, al suo manifestarsi, al suo farsi; e sentirsi abitanti del pianeta Terra.

Giovanni Feliciani (Siena, 1951), Laurea in Filosofia e Diploma di ricerca nelle Scienze storico-morali, da sempre ha una grande passione per i libri e la lettura. È stato libraio, bibliotecario, ricercatore.
Ha fondato e dirige la Casa Editrice Bibliosofica, a Roma, presso la quale ha pubblicato: Bìblius. Libro dei libri (1999), una vera e propria Enciclopedia del Libro; Bibliosofia. Scienza del Libro e della Lettura (2011); inoltre ha curato, insieme ad altri, il volume: La cultura brucia. Anna e la libreria Uscita nella Roma degli anni ’70 (2010).
È cofondatore della collana di Studi Storici, Filosofici, Umanistici “Tempora”.

Per altre informazioni, visitare il sito www.bibliosofica.it

“Pasolini la diversità consapevole”



    
                             
        con il patrocinio del Comune di Bologna            

Festival Multidisciplinare di Letteratura Contemporanea
III Edizone – "Sistemi d'attrazione"
in collaborazione con:
Centro Studi - Archivio Pier Paolo Pasolini della Fondazione Cineteca di Bologna; Marco Saya Edizioni; Cassero Lgbt Center; con il contributo di Coop Adriatica, con il patrocinio, per le iniziative relative alle Scuole, di US - Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Ufficio Scolastico Regionale per l'Emilia – Romagna.



Il Festival commemora l'intellettuale nel quarantennale dalla sua scomparsa, con un focus dedicato.

Nel 2015 ricorre il quarantennale della scomparsa di Pier Paolo Pasolini e il Comitato Promotore di Bologna In Lettere, in collaborazione con Centro Studi Archivio Pier Paolo Pasolini della Fondazione Cineteca di Bologna, ha inteso dedicargli un vero e proprio focus intitolato "Pasolini la diversità consapevole".

Si comincerà venerdì 15 maggio, a partire dalle 19.00, nei locali del Cassero Lgbt Center in Via Don Minzoni 18 di Bologna, con il recital "La macchina miracolante" ispirato alla corrispondenza epistolare tra Pasolini, Leonetti e Roversi, dalla quale è scaturita l'esperienza della rivista letteraria bolognese "Officina". Testi e regia di Enzo Campi, con Alessandro Brusa, Enea Roversi e musiche Mario Sboarina.
Si proseguirà sabato 16 Maggio, con l'intervento di Stefano Casi, "Bologna, le contraddizioni di una città pasoliniana per caso".

Venerdì 22 Maggio sarà la  volta della Lectio magistralis di Antonella Pierangeli, "Supplica a mia madre", e di Roberto Chiesi, che introdurrà la proiezione del video di "Intellettuale" di Fabio Mauri, performance del 1975 che vede Pasolini come attore.

Sabato 23 Maggio 
verranno premiati i vincitori dei due concorsi letterari dedicati a Pasolini: "Scrittura Creativa" riservato alle Scuole, e "Sistemi d'Attrazione" riservato agli adulti. Nella stessa sera verrà presentato il volume "Pasolini la diversità consapevole", edito da Marco Saya e curato da Enzo Campi, con contributi di Sonia Caporossi, Roberto Chiesi, Vladimir D'Amora, Antonella Pierangeli, Marco Adorno Rossi 

Il volume comprende la riproduzione del dattiloscritto originale della prima stesura di "Supplica a mia madre" datata 1962.

Ultimo appuntamento venerdì 29 Maggio, con un ricco programma di incontri, tra cui l'anteprima assoluta del libro di Peter Carravetta, "Sulla rivoluzione incompiuta di Pasolini" presentato da Daniele Poletti, Ermanno Moretti; l'intervento "Una terra separata, un'isola – Appunti sulla Bologna di Pasolini" a cura di Roberto Chiesi che introdurrà anche il documentario "Pier Paolo Pasolini" di Carlo Di Carlo (aiuto regista di Pasolini in "Mamma Roma", "La ricotta""La rabbia"); Dome Bulfaro con "Io non ritratto", performance con videoritratti degli allievi della classe 5D del Liceo Artistico Statale "Lucio Fontana" di Arese (MI); "Oltre ogni possibile fine: Versi per Pier Paolo Pasolini" a cura di Claudio Finelli e Carmine De Falco, con Bruno Galluccio, Ferdinando Tricarico, Omar Ghiani, Costanzo Ioni; l'affabulazione di Sonia Caporossi, "P.P.P." e l'intervento di Antonella Pierangeli "Voci, ruderi e pale d'altare. Pasolini e la memoria del paesaggio culturale".
Tutti gli eventi avranno luogo presso i locali del Cassero Lgbt Center in Via Don Minzoni 18, Bologna, a partire dalle 19.00 fino alle 23.00.

Per info e contatti:


Bologna, 28 aprile 2015

lunedì 27 aprile 2015

Premio Poesie edite per ragazzi. Prorogata la sezione C all'8 maggio 2015

PREMIO NAZIONALE DI POESIA "ORESTE PELAGATTI"
CITTÀ DI CIVITELLA DEL TRONTO
XVII EDIZIONE

Promotore: ASSOCIAZIONE CULTURALE "LE LUNARIE"
con il patrocinio del Comune di Civitella del Tronto (TE)

Edizioni precedenti: 1/1999 ; 2/2000 ; 3/2001; 4/2002; 5/2003; 6/2004; 7/2005; 8/2006; 9/2007; 10/2008; 11/2009; 12/2010; 13/2011; 14/2012; 15/2013; 16/2014

Scadenza: 24 aprile 2015
Indirizzi: Ercole Catena - Via Roma 45, 64010 Civitella del Tronto (TE)
Tel . 0861/91378 - 338/4236539 - ercolecatena@virgilio.it
e- mail: lelunarie@libero.it

BANDO DI CONCORSO

L'Associazione culturale "LE LUNARIE" di Civitella del Tronto bandisce la XVII edizione del Premio Nazionale di Poesia dedicato alla memoria del nostro concittadino Oreste Pelagatti, autore di commedie in lingua e vernacolo e regista teatrale.

Art. 1.
Il concorso si articola in tre sezioni:
Sezione A POESIA EDITA - libro di poesie
Sezione B POESIA INEDITA - a tema libero
Sezione C POESIA EDITA PER RAGAZZI - libro di poesie (SCADENZA PROROGATA ALL'8 MAGGIO)
La partecipazione è individuale e aperta tutti, anche ad autori stranieri e case editrici, purché le opere presentate siano in lingua italiana o nei dialetti dell'Italia. Le opere in dialetto devono avere la traduzione in lingua italiana, pena esclusione.

Art. 2. Modalità di partecipazione.
- Alla Sezione A si concorre inviando una raccolta di poesie edita entro il mese di dicembre 2014.
- Alla sezione B si partecipa inviando obbligatoriamente una terna di poesie inedite a tema libero, di non più di 40 versi per ogni lirica.
- Alla Sezione C si concorre inviando una raccolta di poesie edita entro il mese di dicembre 2014.


Per le Sezioni A e C, le opere devono essere inviate via posta normale all'indirizzo di cui sopra, mediante unico plico contenente quattro copie della raccolta e una busta chiusa dove il concorrente dovrà inserire in modo chiaro e leggibile i propri dati (nome, cognome, indirizzo completo, numeri telefonici, eventuale e-mail) e la quota di partecipazione.
Inoltre, per la Sezione C, la giuria si riserva di scegliere e premiare un'opera di poesia per ragazzi attingendo dal panorama editoriale nazionale.
Per la sezione B, le opere possono essere inviate via posta normale in numero di cinque copie o via posta elettronica (possibilmente unico file di Word/xp). Sull'originale che resta alla segreteria, il concorrente dovrà riportare in modo chiaro e leggibile i propri dati (nome, cognome, indirizzo completo, numeri telefonici, eventuale e-mail) e la seguente dichiarazione "le opere presentate sono inedite e di mia personale creazione".
Inoltre, per comodità di catalogazione, di lettura, di stampa e anche per Voi, di spedizione, si chiede cortesemente di disporre le tre poesie in un unico foglio di formato A4 o A3.

Art. 3 Quota di partecipazione
- Per Tutte le Sezioni, la quota di partecipazione è di ? 10,00 può essere inviata in contanti, all'interno del plico o della busta contenente i propri dati, o con versamento presso il CC bancario IT53M0100577030000000001705, intestato all'Associazione Culturale "Le Lunarie"

Art. 4 Scadenza
Le opere dovranno essere inviate entro il 24 aprile 2015 agli indirizzi sopra indicati. Per l'invio postale farà fede il timbro. Le opere pervenute oltre questo termine o non conformi al presente regolamento non saranno ammesse alla valutazione delle Commissioni, ma verranno tuttavia conservate agli "Atti" del Premio .

Art. 5 Antologia
L'organizzazione provvederà, come tradizione del Premio, entro luglio 2015, alla stampa della raccolta della presente edizione. L'antologia conterrà le relazioni e i giudizi delle giurie, note biografiche e bibliografiche degli autori premiati con una selezione delle opere presentate. Il tutto, senza obbligo di compenso, ma con l'obbligo di indicare chiaramente l'autore a cui resta sempre la proprietà letteraria.

Art. 6. Premi
Sezione A - Poesia Edita
1° classificato : assegno di Euro 600,00
2° classificato : assegno di Euro 350,00
3° classificato : assegno di Euro 250,00
Sezione B - Poesia Inedita
1° classificato : assegno di Euro 400,00
2° classificato : assegno di Euro 200,00
3° classificato : assegno di Euro 100,00
Sezione C - Poesia Edita per ragazzi
1° classificato : assegno di Euro 500,00
2° classificato : assegno di Euro 300,00
3° classificato : assegno di Euro 200,00
A tutti i premiati andrà anche una targa ricordo con motivazione del premio.
L'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti - sezione dei Teramo - curerà, previo accordo con la Casa Editrice, la stampa in caratteri "Braille" del libro vincitore delle Sezioni A e C.
Il vincitore della Sezione Poesia Edita sarà invitato dal Comune di Piove di Sacco (PD) a presentare la sua opera, in una data da concordare.
Vincitori e premiati verranno, previo accordo, singolarmente intervistati dalla poetessa Anna Maria Farabbi, curatrice e responsabile della rivista letteraria online "Carte sensibili".

Art. 7 Giurie
Le Commissioni giudicatrici, composte da persone qualificate e impegnate nel campo della letteratura e delle arti, sono le seguenti:
Sezione A e C : Anna Maria Farabbi, Eugenio Parziale, Leandro di Donato
Sezione B : Elio Peretti, Liliana Biondi, Quirino Iannetti, Marcello Sgattoni
(Segretario senza diritto di voto : Ercole Catena)
L'operato delle Commissioni Giudicatrici è insindacabile ed inappellabile.
La diffusione dell'esito del premio avverrà a mezzo stampa e nei siti di pubblicazione del presente Bando

Art. 8 Premiazione
La cerimonia di premiazione si terrà a Civitella del Tronto tra fine luglio e inizio agosto 2015 alle ore 21,00, alla presenza di una nota personalità del mondo della cultura e dello spettacolo. Saranno tempestivamente informati degli esiti e della data di premiazione, vincitori e/o segnalati, con comunicazione scritta e telefonica.
Essi dovranno ritirare personalmente il premio loro assegnato. In caso di provata impossibilità, potranno delegare persona di loro fiducia mediante delega scritta. L'organizzazione, ove si renda necessario, si riserva il diritto di portare variazioni al presente bando e al piano premi.
Si specifica che l'organizzazione non è obbligata ad informare tutti i partecipanti in merito agli esiti del Premio. Chi è interessato a conoscere i risultati del Premio, alleghi al plico una busta affrancata e indirizzata o faccia apposita richiesta via mail non prima del 30/06/2015.

Art. 9
Il trattamento dei dati personali dei partecipanti al Premio è finalizzato unicamente alla gestione della manifestazione, come previsto dal D.L. 30/06/2003 n° 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali". Pertanto, tali dati non saranno comunicati o diffusi a terzi a qualsiasi titolo.
La partecipazione al Premio implica l'accettazione integrale del relativo bando presente regolamento. Di eventuali plagi o dichiarazioni mendaci risponderanno personalmente gli autori.

ASSOCIAZIONE CULTURALE "LE LUNARIE"


domenica 26 aprile 2015

Matrimonio same-sex. Una conversazione della filosofa Nicla Vassallo con Livio Partiti

Una conversazione della filosofa Nicla Vassallo con Livio Partiti a "Il posto delle parole" sul volume "Il matrimonio omosessuale e' contro natura: falso!"

www.youtube.com/watch?v=9LAHg6arPXY



Il volume e' edito da Laterza:

www.laterza.it/index.php?option=com_laterza&Itemid=97&task=schedalibro&isbn=9788858117255



Uscito nel 2015 in prima edizione e subito dopo in seconda edizione, mostra al nostro paese e alla nostra politica tutte le ipocrisie e le arretratezze culturali rispetto all'istituzione del matrimonio same-sex, nonche' rispetto alla differenza tra due diverse categorie, quelle di sesso e di genere.

venerdì 24 aprile 2015

“Il gioco nella letteratura”. Conversazione con Marco Marangoni

L'appuntamento di mercoledì 6 maggio alle ore 21 nella sala della Fondazione Gottarelli, Via Caterina Sforza, 13 ad Imola ha per titolo: "Il gioco nella letteratura". 

Relatore: Marco Marangoni; 
introduce la serata Maurizio Bacchilega

Letteratura e gioco è stato e forse sono ancor oggi, un binario lungo sul quale hanno viaggiato tanti scrittori. Ludus, jeu, divertimento, burla, to play, travestimento, menzogna, game, alea, passatempo, distrazione …  

La tradizione letteraria occidentale è fatta della materia dei giochi, anche se i consueti percorsi critici e scolastici tendono ad escludere dal Canone questa dimensione fondamentale della nostra humanitas e della nostra cultura, o meglio, a relegarla tra i ricordi di una lontanissima (mai esistita) infanzia. 

Eppure gli scrittori sono spesso giocatori perché lo strumento ludico, allo stesso modo della scrittura, consente loro di compiere una libera esperienza del reale, aperta alle meraviglie del possibile, all'inchiesta curiosa, all'imprevedibile mossa del cavallo. 

Dante, Ariosto, Boccaccio, Rodari hanno fondato dei veri e propri paradigmi del discorso in gioco, presi a modello ancora oggi, nella letteratura postmoderna e in quella global, da grandi autori contemporanei come DeLillo, Wallace, Tabucchi, paradigmi che conservano un'etica e una gravitas che, sole, possono salvarci dalla società dello spettacolo e dei piaceri virtuali.

Breve scheda del relatore
Marco Marangoni (Imola, 1967) insegna Lettere al Liceo Scientifico di Imola. I suoi interessi, a metà tra parola e gioco, lo hanno condotto a scrivere saggi sulla letteratura del Rinascimento (In forma di teatro - Percorsi teatrali nell'Orlando furioso, 2002 e Ludovico Ariosto – Un amore supremo per la narrazione, 2008), e sulle ludiche rielaborazioni di quella letteratura nell' età contemporanea (Nati sotto Mercurio, 2006). Collabora stabilmente con "Università aperta" di Imola e con la rivista web "Bibliomanie". Ha inoltre pubblicato il romanzo storico-fantastico Aetas Mirabilis (2007) e quello storico-giocoso E la lepre disse:<<Ciao, buonanotte>> (2014). E' in uscita il saggio Soltanto balocchi per te, inchiesta su giochi e giocattoli nella letteratura contemporanea. 

L'evento si svolge in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Imola

Per ulteriori informazioni
Fondazione Centro Studi Tonino Gottarelli
Via Caterina Sforza 13, 40026 Imola
Tel. 0542 24487; 339.4767555; 347.9441499

giovedì 23 aprile 2015

Microletteratura e social network: nuovo concorso dedicato a Pasolini

ON-LINE IL NUOVO SITO E AL VIA "MICRO-SCRITTI CORSARI": IL NUOVO CONCORSO DI MICRO LETTERATURA SULLA PAGINA FACEBOOK DEL PREMIO ANTONIO FOGAZZARO


Il Premio Antonio Fogazzaro annuncia la messa on line del suo nuovo sito premioantoniofogazzaro.it e lo fa riproponendo l'iniziativa di Microletteratura e Social Network 2015, la competizione più social e tecnologica della famiglia dei concorsi letterari del Premio Antonio Fogazzaro.

Quest'anno il concorso trae la propria ispirazione da uno dei grandi protagonisti della cultura del Novecento italiano, Pier Paolo Pasolini, poeta, narratore, regista, saggista e polemista, assassinato quarant'anni orsono.

Per ricordare la sua opera multiforme, il Premio Antonio Fogazzaro lancia la nuova iniziativa di microletteratura e Social Network, che si svolgerà dal 27 aprile al 17 maggio sulla pagina Facebook, ispirandosi a uno dei suoi titoli più famosi, Scritti corsari, una raccolta di articoli pubblicati tra il 1972 e 1975 su alcuni giornali con i quali si confrontava con passione e lucidità con la realtà del proprio tempo, provocando reazioni e polemiche, come d'altronde accadeva puntualmente anche con la sua produzione letteraria e cinematografica.

La proposta di 21 titoli per tre settimane tratti dal complesso dell'opera pasoliniana, è non solo l'occasione per misurarsi con il proprio talento microletterario  e corsaro sulla pagina Facebook del Premio Fogazzaro, ma anche l'opportunità per rileggere l'opera di un autore che continua a far riflettere sulle grandi contraddizioni del nostro tempo.

Il lunedì di ciascuna settimana, il Premio Antonio Fogazzaro posterà sulla propria pagina Facebook sette titoli di opere di Pier Paolo Pasolini.

I concorrenti dovranno ispirarsi a uno o a più dei titoli proposti per costruire un nuovo originale soggetto o racconto, nella forma preferita. 


Non sarà indispensabile conoscere il contenuto dell'opera, che potrà essere reinterpretata anche in chiave metaforica: gli autori potranno anche reinventare storie, personaggi e contenuti; oppure, potranno riscrivere l'originale con uno stile differente. È possibile modificare il titolo, purché riconducibile all'originale.
Anche quest'anno saranno riconosciute quattro categorie principali: "Qualità", "Humor", "Mi Piace", e "Quantum". 
Ai due vincitori delle categorie "Qualità" e "Humor", saranno offerte in premio due fine settimana da sogno presso l'Hotel Stella d'Italia – storico albergo di charme sulle rive del lago di Lugano, frequentato e raccontato dallo stesso Antonio Fogazzaro: un premio per legare intimamente il mondo virtuale di Facebook con la splendida realtà del territorio tanto amato dallo scrittore e dal Premio che si onora di portare il suo nome.
Alla consolidata Giuria il compito di decretare gli autori più meritevoli: Alberto Buscaglia, regista e sceneggiatore e ideatore e curatore del Premio Antonio Fogazzaro; Rossella Pretto – novità tutta "rosa" in giuria, attrice, scrittrice e blogger letteraria, fondatrice di Prettamente, pagina web che racconta, pensa, recensisce; Gian Paolo Serino – scrittore e tra i più autorevoli critici letterari, o come ama definirsi "estensore di recensioni emotive", fondatore della seguitissima rivista on-line "Satisfiction.me"; Luca Trovato – fondatore del Gruppo Facebook Gente che Scrive per…, pagina di amatori che scrivono per passione e per solidarietà, e curatore di numerose antologie legate al gruppo stesso.

È possibile scaricare il bando al seguente link:
http://www.premioantoniofogazzaro.it/bandi/


Per informazioni:
info@premioantoniofogazzaro.it
Facebook: facebook.com/PremioLetterarioAntonioFogazzaro

martedì 21 aprile 2015

Endimione (2015)

Dopo due anni di silenzio poetico oggi escono su Poetarum Silva i primi dodici momenti di un lavoro nuovo, che si chiama "Endimione".

Per chi ne ha voglia, buona lettura. 

Davide Nota



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 20 aprile 2015

POESIA: Premio Letterario Camaiore (Scadenza 30/05/2015)

Comune di Camaiore
BANDO
XXVII Premio Letterario Camaiore
Anno 2015

Il Comune di Camaiore bandisce la XXVII Edizione del Premio Letterario Camaiore per l'anno 2015 riservato a libri di poesia editi.
Saranno prese in esame le opere in lingua italiana di autori viventi pubblicate nel periodo compreso tra il 1° aprile 2014 e il 31 marzo 2015.
Al vincitore, designato dalla Giuria Popolare, sarà assegnato un premio di ? 2.500,00.
Al Premio Internazionale (autore straniero tradotto) la Giuria Tecnica conferirà un premio di ? 2.500,00.
Al Premio Speciale, indicato dal Presidente, sarà assegnato un premio di ? 1.000,00.
All'autore del Camaiore-Proposta segnalato sarà assegnato un premio di ? 500,00.
Le Case Editrici o gli autori interessati devono far pervenire copia di ogni pubblicazione entro il 30 maggio 2015 ai sottoindicati componenti la Giuria Tecnica e al Comune di Camaiore:

. Francesco Belluomini - Presidente
Via ltalica, 143 - 55041 - Lido di Camaiore (Lucca)

. Corrado Calabrò - Via Flaminia, 441 - 00196 Roma

. Emilio Coco - Via La Piscopia, 89 - 71014 San Marco in Lamis (FG)

. Vincenzo Guarracino - Via Masaccio, 12 - 22100 Como

. Paola Lucarini - Via Cardinal Leopoldo, 34 - 50124 Firenze

. Mario Santagostini - Via Stradella, 2 - 20129 Milano

. Comune di Camaiore - Segreteria Organizzativa Premio Letterario
Piazza S. Bernardino, 1 - 55041 Camaiore.

I plichi, contenenti l'opera, inviati al Comune e al Presidente, dovranno contenere anche i dati anagrafici dell'autore, un recapito telefonico fisso o mobile e l'eventuale indirizzo e-mail.
L'Amministrazione Comunale acquisterà cinquanta copie del libro di ogni autore finalista, scontato del 50%.
Le opere saranno destinate, in omaggio, ad altrettanti Giudici Popolari per l'espletamento del loro mandato.



REGOLAMENTO

Ogni componente della Giuria Tecnica dovrà indicare, operando in tal modo una preselezione:
1 - tre autori di libri di poesia nella rosa dei concorrenti;
2 - un autore del "Premio Internazionale";
3 - un autore del "Camaiore Proposta-Vittorio Grotti" - XXIII Edizione.
Le suddette proposte devono essere inviate tramite raccomandata al Presidente del Premio, Belluomini, entro il 10 giugno 2015.
La Giuria Tecnica nella sua prima riunione collegiale selezionerà i cinque finalisti, che saranno quindi sottoposti al giudizio di una Giuria Popolare.
La Giuria Popolare, costituita da cinquanta membri, sarà così composta:
. quaranta cittadini sorteggiati fra coloro che avranno fatto domanda, in rappresentanza delle diverse fasce sociali del territorio;
. dieci studenti vincitori della "Rassegna Poesia dei Ragazzi". Concorso dedicato agli studenti delle classi terze delle scuole secondarie di primo grado del nostro territorio e agli studenti dell'Istituto Galileo Chini, con l'intento di sensibilizzare le nuove generazioni alla poesia contemporanea.
I Giudici Popolari, dopo la lettura dei cinque libri finalisti, formuleranno le proprie preferenze su scheda e consegneranno personalmente la stessa in busta sigillata la sera della cerimonia conclusiva, nel corso della quale si procederà al pubblico spoglio delle schede.
Gli autori designati vincitori e i finalisti saranno avvisati tempestivamente e ospitati per il giorno della serata finale, anche per presenziare allo scrutinio finale.
La non partecipazione degli autori alla serata conclusiva fa decadere, salvo grave e provato impedimento, la designazione al premio, salvo delega di rappresentanza.
La cerimonia conclusiva per l'assegnazione del premio avrà luogo entro il mese di settembre 2015 e comunque in data preventivamente comunicata.

CAMAIORE - PROPOSTA
''Vittorio Grotti" - XXIII Edizione
L'intento del Camaiore-Proposta è di valorizzare una giovane voce poetica, quindi verrà segnalata un'opera prima di un autore che non abbia superato il 35° anno di età.
L'opera sarà prescelta fra quelle che perverranno al Presidente e ai membri della Giuria Tecnica nei termini e nelle modalità previste dal regolamento del Premio Letterario Camaiore.
Il partecipante dovrà specificare che trattasi di opera prima e indicare la propria data di nascita.


Per Informazioni:
Ufficio di Presidenza: F. Belluomini - cell. 3339306270
rlupi.premiocamaiore@virgilio.it

Segreteria Organizzativa - Comune di Camaiore
Tel. 0584 986500 - 986272 - Fax 0584 986658
premioletterario@comune.camaiore.lu.it

mercoledì 15 aprile 2015

All'Università Insubria di Como un incontro con il poeta Milo De Angelis


LA VIA DEL RITORNO.
UN INCONTRO CON IL POETA MILO DE ANGELIS

Martedì 21 aprile alle 16.30 presso l'Aula Magna del Chiostro di Sant'Abbondio a Como – nell'ambito del Laboratorio di traduzione di testi poetici organizzato dal Dipartimento di Diritto, Economia e Cultura dell'Università degli Studi dell'Insubria di Como e curato da Nieves Arribas – si terrà l'incontro "La via del ritorno" con il poeta Milo De Angelis.

Milo De Angelis è una tra le voci più significative della poesia italiana contemporanea. Scrittore di racconti e saggi, è stato anche traduttore dal francese di Racine, Baudelaire, Maeterlinck, Blanchot, Drieu La Rochelle, e dal greco e dal latino di Eschilo, Virgilio, Lucrezio, dell'Antologia Palatina e di Claudiano. Ha diretto la rivista di poesia Niebo e la collana omonima delle edizioni La Vita Felice, per la quale ha presentato numerosi poeti contemporanei.

Numerose le sue raccolte di poesia tra le quali "Somiglianze" (Guanda, 1976); "Millimetri" (Einaudi, 1983); "Terra del viso" (Mondadori, 1985); "Dove eravamo già stati. Poesie 1970-1999" (Donzelli, 2001); "Tema dell'addio" (Mondadori, 2005), vincitore del Premio Viareggio 2005; "Poesie" (Oscar Mondadori, 2008) e "Quell'andarsene nel buio dei cortili" (Mondadori, 2010), vincitore del Premio Stephen Dedalus 2011. Inoltre, ha pubblicato il libro di narrativa "La corsa dei mantelli" (Guanda, 1979) e il saggio "Poesia e destino" (Cappelli, 1982).

Il laboratorio di traduzione di testi poetici si concluderà martedì 12 maggio alle 11, sempre nell'Aula Magna di Sant'Abbondio, con l'incontro "Mettere a fuoco la vita: poesia e traduzione" con Davide Rondoni, durante il quale il poeta offrirà una riflessione a conclusione del laboratorio.

A seguire si terrà la cerimonia di assegnazione del premio alla migliore traduzione: verranno assegnate due borse di 510 euro per una vacanza di studio estiva a Valladolid in Spagna che permetterà di seguire un corso di lingua e cultura nella Fundación de la Lengua Española.

Questo incontro è inserito nell'ambito della quinta edizione Festival Internazionale di Poesia Europa in Versi – Ecopoetry: dall'emozione alla ragione che si terrà a Como l'8, il 9  e il 12 maggio.


Ingresso libero

Per informazioni:

"Immergersi - Forme di vita". Il nuovo libro di poesie di Edizioni EventualMente

"Sono vinta. / E rinasco / nell'amare la farfalla / che vive un giorno." È un percorso di rinascita e cambiamento quello raffigurato dalle poesie di Jo (Giovannella) Sallemi, raccolte nel suo libro d'esordio Immergersi – Forme di vita. Il talento poetico della scrittrice siciliana è stato scoperto da Edizioni EventualMente, la casa editrice ragusana specializzata proprio nella letteratura in versi, che questo mese pubblica il suo primo volume.

Le ventuno poesie che compongono l'opera, alcune molto brevi, altre più articolate, sono unite dal filo conduttore della sofferenza interiore per un amore ormai finito, che ancora sopravvive nel cuore dell'autrice non più come fuoco ardente, bensì come sola brace. Non ispira più emozioni trascinanti come la fiamma che avvampa, ma al contrario lo si guarda con distacco. Fissare una brace riporta alla realtà, a percepire il contesto dopo l'emozionante attrazione generata dalla vampa.

È stata questa l'immersione da cui Jo Sallemi è ormai uscita, e sceglie consapevolmente di soffocare il suo fuoco senza fretta, con il solo aiuto del tempo e della distanza. "S'alza la marea fino alle soglie dell'anima", così l'autrice raffigura quel sentimento di rabbia impotente di fronte all'amore non corrisposto, o peggio tradito, che tutti hanno provato qualche volta nella vita. Lo affronta con quell'approccio di antica saggezza meridionale basato sulla capacità di sopportare guardando oltre, sicuri che nessuna delusione, per quanto grande, può fermare lo scorrere del tempo. Il giunco si piega di fronte al temporale, che alla fine svanisce, mentre il giunco rialza la testa: "Tutto è spinto a riva. / Cerca di diventare conscio / presente. / Ma la marea si abbassa. / Rientrano le acque / ed è passato."

Nella realtà l'autrice ha scelto di interporre una distanza fisica con l'amato, tornando nella natìa Sicilia dopo dieci anni trascorsi in Toscana. Il cambio di prospettiva è raccontato da quattro poesie scritte in momenti successivi, e unite da un verso ricorrente: "sei tu che perdi me". La consapevolezza che siamo noi, non gli altri, a definire il nostro reale valore, le permette di affrontare la sofferenza tenendo lo sguardo fisso sull'uscita. Fino a varcarla e guardare indietro senza rimorsi: "La distanza che ho preso non è ancora sufficiente / Ma è abbastanza per vedere che sei un punto nello spazio ormai".

Prima o poi lo scorrere del tempo restituisce anche la forza per riaprire la scatola delle esperienze sofferte, per estrarne quelle parti che desideriamo comunque portare con noi, perché hanno valore a prescindere: "Cosa nascondo nel pugno stretto / Quella sabbia su cui scrivesti ti voglio bene / Quella sabbia che rubai prima che l'onda cancellasse le tue parole."

In questa vicenda personale, ma tanto comune e quindi comprensibile da tutti, come dovrebbe essere sempre la letteratura, trova spazio anche l'attualità: una poesia è infatti dedicata a Parigi, colpita dal tragico attentato terroristico alla rivista «Charlie Hebdo». Seguita da un'altra dedicata a un ipotetico internato nel famigerato campo di concentramento di Dachau, come a ricordarci che noi europei l'orrore non l'abbiamo solo subito, ma anche imposto.

Immergersi – Forme di vita è una lettura agile di sole 76 pagine, al costo di 10 euro, da regalare a un'amica/o alle prese con le difficoltà dell'amore.

IN SCADENZA IL 24 APRILE IL BANDO DEL PREMIO BIANCA D'APONTE

MOLTE NOVITÀ NELLA PROSSIMA EDIZIONE, IL 16 E 17 OTTOBRE 2015 AD AVERSA, FRA CUI UN TALK-SHOW SU "LA MUSICA DELLA POESIA"


Mancano pochi giorni alla scadenza del bando per l'11a edizione del concorso "Sono un'isola: Io, donna per una canzone d'autore" - Premio Bianca d'Aponte – Città di Aversa, l'unico contest italiano riservato alle cantautrici. Le artiste che volessero partecipare hanno tempo solo fino al 24 aprile per inviare all'organizzazione del Premio i loro brani inediti. Non ci saranno proroghe. Le finaliste si esibiranno ad Aversa (CE), il 16 e 17 ottobre 2015.

Il festival, che vede la direzione artistica di Fausto Mesolella, si preannuncia ricco di ospiti e di appuntamenti. Il cast, in via di definizione, verrà comunicato prossimamente. Numerosi saranno gli eventi collaterali, fra i quali un talk-show con ospiti di grande prestigio sul tema "La musica nella poesia", che anticiperà l'introduzione di una sezione del concorso dedicata alla poesia musicata a partire dall'edizione 2016.

Quest'anno come di consuetudine fra le concorrenti verranno selezionate dieci finaliste scelte dal Comitato di garanzia del Premio, composto da cantanti, autori e compositori di notevole spessore artistico nonché da operatori del settore e critici musicali.

La partecipazione è gratuita. Alla vincitrice sarà attribuita una borsa di studio di € 1.000; per la vincitrice del Premio della Critica la borsa di studio sarà di € 800. Riconoscimenti speciali andranno alla migliore interprete, al miglior testo ed alla migliore composizione musicale. Per il bando completo e la scheda di partecipazione: www.premiobiancadaponte.it o www.sonounisola.it

Come detto, nei due giorni del Premio (dedicato a Bianca d'Aponte, cantautrice campana scomparsa nel 2003 a soli 23 anni) le esibizioni delle finaliste si alterneranno a quelle di alcuni dei nomi più importanti del panorama musicale italiano. Negli anni scorsi hanno calcato il palco del Teatro Cimarosa di Aversa, fra gli altri, Mario Venuti, Tricarico, Enzo Avitabile, Mauro Giovanardi, Raiz, Avion Travel, Musica Nuda, Erica Mou e, in veste di madrine, Paola Turci, Nada, Cristina Donà, Petra Magoni, Rossana Casale, Mariella Nava, Elena Ledda, Andrea Mirò, Fausta Vetere, Brunella Selo. Prossimamente sarà annunciata la madrina dell'11a edizione.

Le passate edizioni somo state vinte da Veronica Marchi e Germana Grano (ex aequo, 2005), Chiara Morucci (2006), Mama's Gan (2007), Erica Boschiero (2008), Momo (2009), Laura Campisi (2010), Claudia Angelucci (2011), Charlotte Ferradini (2012), Federica Abbate (2013), Elisa Rossi (2014).

Per ulteriori informazioni: 336 694666 – 335 5383937 info@biancadaponte.it o info@sonounisola.it

foto: Elisa Rossi, vincitrice dell'edizione 2014

Premio Città di Cava de' Tirreni (Scadenza 15/05/2015)

martedì 14 aprile 2015

Premio letterario H.C. ANDERSEN 2015 PER FIABE INEDITE, SESTRI LEVANTE - Prorogato il termine per partecipare

Il Bando del 48° PREMIO H.C. ANDERSEN BAIA DELLE FAVOLE è aperto fino al 25 aprile 2015, e fino a quella data sarà quindi possibile inviare le composizioni.

Per poter partecipare non è più necessario accedere al sito dedicato, bensì è sufficiente inviare i componimenti direttamente al seguente indirizzo: premioandersen2015@comune.sestri-levante.ge.it

Di seguito il Bando rivisto alla luce delle nuove date e modalità disponibili e contenente ogni dettaglio utile.

Per ogni chiarimento sono a disposizione gli indirizzi: informagiovani@comune.sestri-levante.ge.it oppure

andersen@comune.sestri-levante.ge.it, o telefonare all'Informagiovani di Sestri Levante 0185458490 in questi orari: da lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13, e il lunedì e il mercoledì anche nell'orario dalle 14 alle17. Infine potrete trovare via via informazioni e assistenza anche sul sito www.andersenpremio.com


                                     PREMIO HANS CHRISTIAN ANDERSEN BAIA DELLE FAVOLE
                                                       BANDO DI CONCORSO 48^ edizione


Art. 1 - Il Comune di Sestri Levante,  nell'ambito della 48^ Edizione del "Premio Hans Christian Andersen - Baia delle Favole", bandisce un concorso per una fiaba inedita e mai veicolata sul web, articolato nelle seguenti Sezioni di autori:
SCUOLA MATERNA        di età compresa da 3 a 5 anni: in gruppo
BAMBINI                       di età compresa da 6 a 10 anni: individuale o in gruppo
RAGAZZI                       di età compresa da 11 a 16 anni: individuale o in gruppo

ADULTI                         di età superiore a 17 anni: individuale

(La sezione di appartenenza si riferisce all'età anagrafica degli autori e non a quella dei lettori ai quali la fiaba è destinata).

MODALITA' DI INVIO PER POSTA ORDINARIA
Art. 2 - I partecipanti al concorso, per accedere alle selezioni, possono inviare una fiaba inedita a tema libero in sei copie; la stessa non dovrà superare tre facciate in formato A4, dimensione carattere 12 (lunghezza media indicativa). Nel testo, potranno essere inserite immagini o illustrazioni, rispettando la lunghezza di tre facciate, ma esse non avranno alcun peso sulla valutazione della fiaba. Non verranno accettate fiabe manoscritte.
Art. 3 - Le opere, corredate dal titolo, non devono essere firmate. Il nome dell'autore, la data di nascita, l'indirizzo (comprensivo di CAP, città, provincia, telefono e recapito mail), devono essere indicati su un cartoncino da inserire all'interno di una busta chiusa su cui verrà riportato il titolo dell'opera. Tale busta deve essere inserita insieme alle sei copie dell'opera nella busta di invio, che riporterà la dicitura specificata nell'art.6. Potranno partecipare opere in lingua italiana, inglese, francese, tedesca, spagnola.
Art. 4 - Limitatamente alle opere della Sezione Adulti è previsto un contributo di lettura di Euro 20,00.= da versarsi su c/c postale n. 12489167, intestato a Comune di Sestri Levante – Servizio Tesoreria, la cui ricevuta va inserita nella busta dei dati di cui al punto 3) con la sola causale "Partecipazione Premio H.C. Andersen 2015".
Art. 5 - E' possibile partecipare al concorso con più elaborati dai titoli e dai contenuti diversi, purché siano osservate per ognuno di essi tutte le norme del presente Regolamento.
Art. 6 - Le opere dovranno essere inviate a mezzo postale o corriere espresso, indicando sulla busta d'invio la Sezione di appartenenza, al seguente indirizzo:

Giuria del Premio Hans Christian Andersen – Baia delle Favole – Sezione............- Piazza Matteotti, 3 – 16039 Sestri Levante

Il termine ultimo per la presentazione delle opere, è fissato per il giorno 25 aprile 2015. Farà fede la data di invio.
MODALITA' DI INVIO PER POSTA ELETTRONICA
Art. 6 bis – Le opere potranno essere inviate anche a mezzo del seguente indirizzo e-mail: premioandersen2015@comune.sestri-levante.ge.it in forma di allegato ed in unica copia.
Le opere, corredate dal titolo, non devono essere firmate. Il nome dell'autore, la data di nascita, l'indirizzo (comprensivo di CAP, città, provincia, telefono e recapito mail), devono essere indicati in file allegato.
Dovrà essere allegata anche copia della ricevuta del versamento del contributo di lettura previsto per i partecipanti alla Sezione Adulti.
Gli allegati da inserire a pena di inammissibilità sono quindi quelli previsti dal presente art. 6 bis del presente Bando e dovranno essere inviati obbligatoriamente in formato digitale.
7 - Le opere presentate non verranno restituite e non saranno comunicati i giudizi di quelle non classificate.
La partecipazione al Concorso implica l'autorizzazione al Comune, da parte dell'Autore o degli Autori, ad utilizzare la/e fiaba/e inviata/e per l'edizione della raccolta annuale delle fiabe vincitrici, per eventuali edizioni straordinarie o per eventuali riduzioni teatrali e per un'eventuale pubblicazione sul sito www.comune.sestri-levante.ge.it oppure www.andersenfestival.it.
La partecipazione al Concorso implica, inoltre, l'autorizzazione al Comune a conservare i dati personali dichiarati dagli interessati, essendo inteso che l'uso degli stessi è strettamente collegato al Premio e relative operazioni, escludendone l'utilizzo per ogni finalità diversa da quella prevista.
Art. 8 – La Giuria provvederà ad esaminare gli elaborati giunti nei termini stabiliti e conformi al Regolamento e designerà i vincitori. La Giuria, il cui giudizio è inappellabile, avrà la facoltà di assegnare riconoscimenti speciali.
Art. 9 – Ai vincitori delle Sezioni in concorso verrà assegnata l'esclusiva e artistica "Sirefiaba Andersen" ed inoltre:


alla Sezione SCUOLA MATERNA alla Sezione BAMBINI
alla Sezione RAGAZZI
alla Sezione ADULTI

diploma e premio in denaro pari a 1.000,00- diploma e premio in denaro pari a 1.000,00.= diploma e premio in denaro pari a 1.000,00.= diploma e premio in denaro pari a 3.000,00.=.

La Giuria assegnerà inoltre il Trofeo "Baia delle Favole" a un'opera particolarmente significativa nell'ambito della produzione per l'infanzia.

La Giuria si riserva di segnalare fiabe particolarmente meritevoli per contenuti e originalità alle quali verrà assegnato un diploma.
L'autore della migliore fiaba in lingua straniera vincerà un fine settimana a Sestri Levante per due persone.
Art. 10 - I soli concorrenti premiati saranno contattati dalla Segreteria del Premio. Ai finalisti verrà inviata tempestiva comunicazione.
Art. 11 - La proclamazione ufficiale dei vincitori e la premiazione avverranno a Sestri Levante sabato 6 giugno 2015.
Art. 12 - La partecipazione al concorso implica l'accettazione delle norme del presente Regolamento.
ESTRATTO BANDO ANDERSEN 2015
Gli autori stranieri possono partecipare al Premio H.C. Andersen con una fiaba inedita della lunghezza di tre pagine, che dovrà essere inviata, entro la data del 25 aprile 2015 al seguente indirizzo:
Giuria del Premio H.C. Andersen – Baia delle Favole – Sezione.................. Piazza Matteotti, 3 – I-16039 Sestri Levante (Italie)
oppure, in alternativa, al seguente indirizzo di posta elettronica:
premioandersen2015@comune.sestri-levante.ge.it
Ilbandodiconcorso,ininglese,francese,tedesco,spagnolo,danese,russo,araboe cinesepuò essere consultato sui seguente sito:
www.comune.sestri-levante.ge.it
L'autore della migliore fiaba in lingua straniera, vincerà un week-end per due persone a Sestri Levante.
Comune di Sestri Levante Assessorato alla Cultura
web: www.comune.sestri-levante.ge.it
per informazioni sull'Andersen Festival - per informazioni sul Premio Andersen -


andersen@comune.sestri-levante.ge.it
Telefono Segreteria: +39 0185 458490
Orario servizio Segreteria: lunedì mercoledì venerdì 9/13, lunedì e mercoledì anche ore 14/17, martedì e giovedì chiusa

Odore di terra di Elio Scarciglia in proiezione a Trieste


Sabato 18 aprile – ore 18,00 – Sala L. Vitulli- Via Revoltella, 39 Trieste
PUGLIA CLUB di Trieste e TERRA D'ULIVI di Lecce
presentano

"Odore di Terra 
-viaggio poetico attraverso il Salento" - 
regia di Elio Scarciglia


Quasi un viaggio intimo alla scoperta di aspetti che il Salento regala solo al viaggiatore amante. 
Il Salento raccontato attraverso la poesia della sua luce, le nette ombre e le pietre che parlano di antichi ricordi.

Un viaggio sottolineato dall'ispirato testo di Marina Manieri che racconta di nonni dal viso consumato dal sole, dal vento e da duri mestieri, di corse fra i campi, tra filari d'uva e maestosi ulivi. Un Salento da sogno con il timore di svegliarsi.

"Odore di terra" si avvale della presenza di artisti del livello di Toni Candeloro, Laura Nascosto, Enza Pagliara, ecc.
La voce fuori campo è di Azzurra De Razza

Per vedere il trailer seguire il linkhttp://elioscarciglia.it/odore%20di%20terra_40.htm

.. è una sinfonia questo video che si propone non solo di fare conoscere il profumo della nostra terra - sarebbe semplicistico e riduttivo scegliere quest'ultima prospettiva - ma di accompagnarci in un viaggio meraviglioso senza limiti di spazio e di tempo, un evento straordinario cui forse solo dalle nostre parti è ancora possibile partecipare... Alessandro Laporta

lunedì 13 aprile 2015

Martedì 14 aprile Biblioteca Quarticciolo: Pino Ammendola interpreta "Diritti a Pinocchio"

"Diritti a Pinocchio": Pino Ammendola interpreta le filastrocche di Benedetto Tudino per "Le Arti si sFogliano"

La manifestazione "Le Arti si sFogliano", finanziata dalla Regione Lazio, presenta tre appuntamenti gratuiti di poesia e musica dedicati ai più piccoli in collaborazione con l'Ass. Rinoceronte Incatenato e l'Unicef: l'attore Pino Ammendola interpreterà le filastrocche tratte dal libro "Diritti a Pinocchio" insieme all'autore Benedetto Tudino a Roma martedì 14 aprile alla Biblioteca Quarticciolo e lunedì 27 aprile alla Biblioteca Tarducci di Roma, e al Castello di Fiano Romano il 14 luglio.


La manifestazione "Le Arti si sFogliano", organizzata dall'Associazione Appercezioni e finanziata dalla Regione Lazio, giunge al suo quinto appuntamento: martedì 14 aprile alle ore 14 si terrà a Roma alla Biblioteca Quarticciolo il primo dei tre eventi dedicati al mondo dell'infanzia con il libro di Benedetto Tudino "Diritti a Pinocchio", in collaborazione con l'Associazione Rinoceronte Incatenato e l'Unicef

Il progetto, diretto da Federica Altieri, nasce sulla scia di un trentennale esperienza di laboratori per l'infanzia condotti da Gianni Rodari, Alberto Manzi e Benedetto Tudino: una lunga storia di interazione con il pubblico sul tema della Convenzione dei Diritti ONU, sviluppata su percorsi espositivi nazionali e internazionali, costituendo importanti occasioni per riflettere e condividere idee e saperi. 

Lo spettacolo, a ingresso gratuito, sarà realizzato anche lunedì 27 aprile alla Biblioteca Tarducci di Roma, all'interno della scuola Iqbal Masiq che da anni lavora sull'integrazione e sulla multietnia, e al Castello di Fiano Romano martedì 14 luglio, grande conclusivo della manifestazione "Le Arti si sFogliano".

Il libro sarà presentato dall'autore Benedetto Tudino e interpretato dall'attore Pino Ammendola insieme al chitarrista  Francesco Poeti. A seguire il laboratorio per bambini a cura di Claudia Serena. L'evento del 15 luglio vede anche la partecipazione dei musicisti Marcello Allulli, Ermanno Baron e Stefano De Meo e la mostra delle opere di Lorenzo Terranera, Alessandro Ferraro, Fabio Magnoascutti, Susanno Mattiangeli

"Diritti a Pinocchio" ha un duplice scopo: far conoscere ai bambini i loro diritti e aiutare gli adulti a promuoverne rispetto e attuazione. Il mitico burattino, tanto caro nell'immaginario di molte generazioni, si presenta sempre con una veste moderna; è diventato una presenza costante qualunque sia la società che lo legge e lo maneggia. 

Ciò permette di avvicinare la storia di Pinocchio alla storia di tanti piccoli che oggi, come il burattino, fanno fatica a "diventare bambini". Storie vere, storie così terribilmente reali da sembrare costruite su criteri fantastici. Seguire le varie fasi di vita di un quasi bambino che fa fatica a diventare grande, può inoltre rappresentare per il mondo adulto un momento di autentico ritorno all'infanzia, di intima nostalgia. Ma anche una riflessione sugli spazi riservati ai bimbi, sui loro bisogni e sui loro tempi. 

La mostra delle opere visive vuole essere un viaggio fantastico "nel paese dei diritti", un viaggio che non ha mai lo stesso punto di partenza né lo stesso punto di arrivo. Un viaggio che, rovistando nel testo e nelle scene de "Le avventure di Pinocchio", ci permette di fornire – a chiunque abbia voglia di vederle – numerose chiavi, giocose e leggere, per conoscere la "Convenzione internazionale dei diritti dell'infanzia".

In un momento storico in cui la digitalizzazione ha invaso ogni ambito culturale, l'intento della manifestazione "Le Arti si sFogliano", organizzata dall'Associazione Culturale "Appercezioni", è quello di promuovere soprattutto presso il pubblico giovanile il ritorno fisico alla vita nelle librerie e nelle biblioteche, celebrate come "casa" del sapere collettivo, detentrici delle radici del sapere nonché punto di incontro sociale. 

Nell'ambito di 14 eventi, "traghettatori" ideali di questo ritorno sono artisti noti e emergenti di differenti "arti" ed estrazioni che, mescolando tradizione e modernità realizzano, partendo dalla parola letteraria, performance teatrali, musicali, poetiche, figurative e filmiche. 

Le pagine dei libri avranno un suono, un'immagine, danzeranno, verranno dipinte e recitate. Inviteranno ad abitare nuovamente, con la loro fusione artistica, le librerie e le biblioteche di Roma e del Lazio. 

Gli spettacoli, scritti e diretti da Federica Altieri, coinvolgono artisti di punta nel panorama italiano ed emergenti: gli attori Pino Ammendola, Maria Letizia Gorga, Cloris Brosca, Giada Fradeani, i musicisti Marcello Allulli, Ermanno Baron, Assalti Frontali, Il Muro del Canto, Luca Nostro, Farzanem Joorabchi, Francesco Diodati, Francesco Poeti, Stefano De MeoAndrea Pace e Cristiano Poli Cappelli, i danzatori Simona Altieri e Giovanni Vacca, i pittori e i fotografi Barbara Pensa, Paola Favoino, Tommaso Santillo, Lorenzo Terranera, Fiorenza Gherardi De Candei, Lara Pacilio, Alessandro Ferraro, Fabio Magnoasciutti, Susanna Mattiangeli.

INFO e CONTATTI
Ass. Cult. APPERCEZIONI: E-mail: appercezioni2004@gmail.com Tel.: 334.2681423
Facebook: https://www.facebook.com/leartisisfogliano



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI