Cerca nel blog

lunedì 28 settembre 2015

Una poesia in un tweet. Al via la terza edizione del concorso «Ritratti di Poesia.140»



 In occasione della decima edizione di «Ritratti di poesia» – la manifestazione internazionale dedicata alla  poesia promossa dalla Fondazione Roma e organizzata dalla Fondazione Roma Arte-Musei in collaborazione con InventaEventi S.r.l. – in programma a Roma il 5 febbraio 2016, ritorna il concorso «Ritratti di poesia.140», giunto al suo terzo anno. 
 
Il concorso vuole essere un incontro tra la poesia e Twitter e prevede, oltre alla sezione di testi in lingua italiana, la sezione in lingua straniera, dedicata ai cittadini degli altri Paesi europei, che potranno inviare i componimenti nella loro lingua madre, accompagnati dalla traduzione in lingua inglese.

Per partecipare al concorso è necessario inviare un testo poetico inedito di massimo 140 caratteri (spazi compresi), come richiede la comunicazione via Twitter, all’indirizzo di posta elettronica ritratti.140@libero.it. 

Le «poesie in un tweet» potranno essere inviate dall’1 ottobre al 20 dicembre 2015;  la giuria che sceglierà le due poesie vincitrici per la sezione Italia ed Europa sarà composta dai poeti Rosaria Lo Russo e Anna Toscano e dal traduttore di poesia Damiano Abeni. Non sono previsti premi in denaro per i vincitori del concorso, che è a partecipazione gratuita.

Tutte le poesie pervenute saranno pubblicate sulla pagina Twitter ritrattidipoesia.140 e sulla stessa pagina, in occasione della manifestazione poetica «Ritratti di poesia», sarà data notizia dell’esito del concorso, il cui svolgimento potrà essere seguito via web sia sulla pagina Twitter @ritrattidipoesia che sulle pagine Facebook Ritratti di Poesia e InventaEventi.

Sulle medesime pagine saranno pubblicate le comunicazioni informative riguardanti il concorso «Ritratti di poesia.140» e la manifestazione «Ritratti di poesia».
Il primo classificato di ciascuna sezione sarà contattato dalla società organizzatrice della manifestazione (InventaEventi S.r.l.) e sarà invitato a partecipare alla decima edizione di «Ritratti di poesia» (Roma, 5 febbraio 2016). Potrà essere proclamato vincitore solo chi sarà presente alla manifestazione.

Il bando di concorso in italiano/inglese è disponibile online sui siti www.fondazioneroma.it; www.inventaeventi.com

Info e contatti:
Segreteria Organizzativa
InventaEventi S.r.l.
progetti@inventaeventi.com
T. 06 98188901
per l’invio delle poesie:
ritratti.140@libero.it

venerdì 25 settembre 2015

A Corato con Girolio d’Italia e il Festival “Verso Sud” l’extravergine si racconta attraverso l’arte e la poesia

Dal 2 al 4 ottobre, la tappa pugliese della manifestazione promossa dal Comune e dall'Associazione nazionale Città del'Olio porterà in città anche la Carta di Milano

Centro storico in festa con mercatini dell'olio, degustazioni, conferenze, performance di danza e installazioni di street art e street poetry

L'olio extravergine incontra l'arte e la poesia. In occasione della tappa pugliese di Girolio d'Italia 2015 - Speciale Expo a Corato, in provincia di Bari, l'oro giallo - eccellenza del territorio - sarà raccontato per la prima volta in un modo nuovo e inedito: attraverso la street art e la street poetry. Non solo convegni, degustazioni, corsi di assaggi quindi, ma anche performance, installazioni, opere d'arte a tema del Festival "Verso Sud", nel ricco calendario di eventi in programma dal 2 al 4 ottobre nel centro storico della città. 

Una grande festa - promossa dal Comune di Corato e dall'Associazione nazionale Città dell'Olio in collaborazione con il coordinamento regionale pugliese - con l'allestimento di un percorso olfattivo e di un giardino con ulivi, degustazioni guidate dell'olio d'oliva e performance artistiche a tema.Il momento più atteso della tappa di Girolio d'Italia a Corato è la cerimonia di apertura in programma venerdì 2 ottobre alle 17.30 nel Chiostro del Palazzo di Città, accompagnata dal tradizionale alzabandiera ed intonazione dell'inno nazionale, cui seguiranno i saluti istituzionali e dalla premiazione del vincitore del concorso per l'ideazione del logo della Cultivar Coratina. Un altro momento fondamentale è la firma della Carta di Milano, il documento di impegno per promuovere stili di vita sani, agricoltura sostenibile e riduzione dello spreco di cibo del 50% entro il 2020, che costituisce l'eredità più importante dell'Esposizione Universale. La Carta sarà firmata dalle istituzioni, le associazioni e i privati cittadini alle 18.00 nell'incontro previsto a Palazzo Gioia. 

Il programma completo. Si comincia venerdì 2 ottobre con l'evento "Opere di, con e per i bambini" dalle 15.00 alle 19.30 in Piazza dei Bambini con Frano Arminio, Angela Malcangi, gli artisti e i bambini. Subito dopo gli street artist realizzeranno le loro opere ispirandosi ai lavori dei bambini. Dalle 17.45 al via "Street Sud" con l'apertura dei mercatini dell'olio, dell'artigianato e del gusto in Piazza Sedile. Alle 18 seguirà "La lezione aperta di paesologia" l'arte di scrivere col corpo dei luoghi in cui si vive o dei luoghi che si attraversano, a cura di Franco Arminio e Gigio Borriello. In contemporanea il Chiostro di Palazzo Gioia ospiterà l'incontro pubblico sul tema "La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene. 

L'olio, la terra, l'eccellenza" dedicato alla ristorazione d'eccellenza e al suo rapporto con l'agricoltura, a cui parteciperanno Felice Sgarra (Chef "Umami", Andria - una stella Michelin) Victoire Goulobi (Chef "Victoire", Milano) Francesco Montaruli ("Mezza Pagnotta", Ruvo di Puglia - premio "Gambero Rosso" miglior street food della regione 2015) Francesco Gargano detto "Baffone" (esperto raccoglitore di erbe spontanee murgiane) Savino di Bartolomeo ("La Bottega dell'allegria", Corato), Savino Muraglia (Frantoio "Muraglia", Andria), Carlo Sacco (Presidente Associazione Tartufo Alta Murgia). 

Modera: Michele Peragine (giornalista Rai-presidente dell'associazione giornalisti gastronomici pugliesi). Seguiranno le letture a cura di Zaccaria Gallo tratte da Pellegrino Artusi, La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene; Pier Paolo Cornieti, Stupefatti Fornelli. Dalle 21 presso il Chiostro del Giudice di Pace spazio all'arte e alla danza. Con la mostra Meet(Art)Morphosi il duo TTozoi rivoluziona l'arte usando la tela come terreno su cui si sviluppano in modo imprevedibile ed affascinante i diversi stadi della vita di alcuni microrganismi, le muffe; la Compagnia Menhir invece va in scena con Gesto Sospeso #1 - Biosculture di Giulio De Leo, un'azione coreografica dedicata alla sospensione del tempo e al silenzio. Seguiranno in Piazza Di Vagno dalle 23.00 le incursioni di musici festanti e loschi figuri con gag, sorprese e personaggi improbabili. 
Sabato 3 ottobre in Piazza dei Bambini dalle 9.30 alle 12.30 ci sarà il laboratorio di costruzione di giochi tradizionali: il Coccodè e il gioco dell'oca gigante Giro girotondo...ti porto in giro per il mondo, a cura di dell'associazione Abracadanze.  Presso la Sala Consiliare di Palazzo di Città  alle ore 11 si terrà il Coordinamento Regionale Città dell'Olio. Dalle 18 è prevista invece [S]velo, la passeggiata paesologica con intervalli d'arte, musica e teatro. Una processione laica per le strade di chianca e pietra lavica del centro di Corato con incursioni a sorpresa che andranno a inaugurare le opere di street poetry e street art disseminate da Octopus e degli artisti di strada nei giorni precedenti. Alle 21 nell'Ex Chiesa di San Francesco inaugura "Volti del sacro" e "Anamorfosi", la personale di Vincenzo Corcelli con un'installazione di Gregorio Sgarra. Seguirà "Sacro Minore" il reading-concerto per arpa e voce con Franco Arminio, Silvana Kuthz e Umberto Kuthz. All'arpa: Daniela Ippolito. Dalle 22.30 in poi in P.zza dei Bambini ci sarà "E nulla cambierà" lo spettacolo musical-teatrale tratto dal primo disco dei Posteggiatori Tristi. 

Domenica 4 ottobre  alle 10.00  in Piazza Sedile è in programma "Naturale artefatto - Adamadam", la performance-rituale a cura di Collettiva Geologika e Corrado Bove con la partecipazione straordinaria di Nico Different Caldarulo. Alle 10.30 a Palazzo Gioia si terrà una conferenza che ospiterà gli interventi su "Cibo per il cuore e per il corpo: agricoltura" del prof. Francesco Lenoci (Università Cattolica del Sacro Cuore – Milano) e su "Cibo per la pelle: olio d'oliva e cosmesi" della dott.ssa Diana Malcangi (chimica e cosmetologa - Associazione Pandolea). "Nei cieli dei bambini" è l'iniziativa in programma alle 11 presso Larghetto Mastrosanto a cura di Teatrificio 22 con Claudia Lerro e Simona Oppedisano, una vera e propria avventura alla scoperta della poesia. 

Piazza Sedile farà da cornice alla performance d'arte e di musica del duo TTozoi "Dentro la tela, tra le sue trame" (ore 11.30). Nel pomeriggio, dalle 17 in poi, c'è il workshop "Va'Zapp" sull'imprenditoria giovanile agricola. Mentre da via Duomo alle 17.30 partirà "Animalia" la processione e benedizione degli animali. Un Sud inedito, mai raccontato sarà al centro dell'incontro "Tu non conosci il Sud" in programma a Palazzo Gioia alle 18.00 con interventi di Massimo Bray (Presidente Istituto Treccani – ex Ministro dei Beni Culturali) Agostino Riitano (Cultural manager e team member di Matera 2019 – autore di Sud Innovation) Pasquale Casillo (AD Casillo Group) Tina Luciano (Assessore all'ambiente Comune di Modugno - AD Bellino srl), Silvana Kühtz (Docente università della Basilicata e fondatrice del movimento poesia in azione), Grazia Coppola (Comunità provvisorie, presidente della casa della paesologia di Trevìco). Modera: Lara Maroccini. Seguiranno letture da Rocco Scotellaro, Vittorio Bodini e altri poeti meridiani a cura di Silvana Kühtz. Sempre a Palazzo Gioia alle 20.30 è in programma la performance di danza a cura della Compagnia Menhir in scena con Gesto Sospeso #2 – Ulivi di Giulio De Leo. 

Infine in Piazza dei Bambini dalle 19.00 alle 20.30 ci saranno le "Danze meridiane" a cura di associazione Abracadanze e il concerto "Ogni male fore" un viaggio nell'affascinante e misterioso territorio della medicina popolare, dove le formule di guarigione rivivono nel canto e nel suono di Faraualla. Completano il calendario altre iniziative collaterali in tutta la città:  La Luna e i Calanchi – Mostra fotografica sul Festival di Aliano (Pendìo Brisighella; Un paese ci vuole - Casa della Paesologia (Pendìo Brisighella); Sentori Murgiani - percorso olfattivo tra gli odori della Murgia, a cura di Mezza Pagnotta (Palazzo Gioia); Bar dell'Olio: percorsi di assaggio (P.zza Sedile) a cura dell'associazione Ass.O.Cor (su prenot.); Piccolo Cinema Itinerante Verso Sud, a cura di Alessandro del Re (Itinerante); Kalura art & clothing – castelli di carte (Via Roma; Visite guidate al campanile della Chiesa Matrice, a cura della Pro Loco Quadratum (Via Chiesa Matrice)  Haiku Sui Balconi - A cura di Centro di Risocializzazione CSM ASL/BA1 (P.zza Sedile - P.zza dei Bambini); Poesia al citofono - flash mob (Itinerante); 4 Chiacchiere - interviste agli anonimi sul Risciò (Itinerante).


Info Web www.cittadellolio.it 
Twitter #girolio2015 #girolio2015puglia 
Facebook citta dell'olio 


--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 23 settembre 2015

Giovanni Cocco e Amneris Magella presentano “Omicidio alla stazione Centrale” 25 settembre

PREMIO ANTONIO FOGAZZARO 2015:
FINO A OTTOBRE INCONTRI CULTURALI TRA LETTERATURA E CINEMA



Anche quest'anno il Premio Antonio Fogazzaro, oltre ai concorsi letterari dedicati ai racconti inediti, alla poesia edita in lingua italiana e in dialetto e alla microletteratura, organizzerà fino a ottobre una serie di incontri ambientati negli scenari più affascinanti dei laghi di Lugano e di Como: incontri con autori, proiezioni cinematografiche e iniziative che ruoteranno attorno all'opera del grande scrittore vicentino, quest'anno soprattutto intorno al suo romanzo d'esordio, Malombra, che ispirò anche il cinema con opere significative. 


Tra i più attesi appuntamenti letterari, il Premio intende diffondere la figura e l'opera di Antonio Fogazzaro, scrittore tra i più significativi della cultura letteraria fra Otto e Novecento, e la conoscenza del territorio della Valsolda, terra natale della madre dello scrittore.


Ecco i prossimi appuntamenti:

Venerdì 25 settembre alle 20.45, presso la biblioteca A. Fogazzaro di Loggio Valsolda (CO), Giovanni Cocco e Amneris Magella presenteranno "Omicidio alla stazione Centrale" (Guanda, 2015), un altro intrigante noir ambientato tra Milano, i laghi di Como e Lugano e la Valsolda.
Giovanni Cocco e Amneris Magella dialogheranno con Giuseppe Gervasini e Alberto Buscaglia.

Venerdì 23 ottobre alle 20.45, presso la biblioteca A. Fogazzaro di Loggio Valsolda (CO), incontro con la poesia: presentazione del libro "Più non sai dove il lago finisca" a cura di Laura Garavaglia (Stampa ed.), antologia dei poeti del festival di poesia Europa in versi in omaggio al Lago di Como e al suo territorio.
Laura Garavaglia dialogherà con i poeti Fabiano Alborghetti, Pietro Berra, Rosa Maria Corti, Maurizio Cucchi, Laura Di Corcia, Gilberto Isella, Alberto Nessi, Mario Santagostini, Wolfango Testoni.
In collaborazione con La Casa della Poesia di Como.


Gli incontri proseguiranno poi nella stagione invernale con iniziative legate alla pubblicazione dei volumi sul cinema fogazzariano.

Per informazioni:
info@premioantoniofogazzaro.it
www.premioantoniofogazzaro.it
Facebook: facebook.com/PremioLetterarioAntonioFogazzaro

martedì 22 settembre 2015

Al via domani l'undicesima edizione di Torino Spiritualità (23-27 settembre 2015)


 
11. edizione
TORINO SPIRITUALITÀ
23|27 settembre 2015
L'IMPASTO UMANO
FATTI DI TERRA, GUARDIAMO LE STELLE
AL VIA DOMANI LA UNDICESIMA EDIZIONE DI TORINO SPIRITUALITÀ:
il tema delle migrazioni con Mario Calabresi,
Domenico Quirico e Niccolò Zancan

la sera viaggio fra le note e i misteri del Requiem di Mozart
con Michela Murgia e il Coro del Teatro Regio di Torino

22 settembre 2015. Ci siamo: taglio del nastro domani per l'11. edizione di Torino Spiritualità, che fino a domenica 27 settembre animerà Torino – con appuntamenti anche a Novara e ad Alba – con un calendario fitto di incontri, dialoghi, lezioni, spettacoli, meditazioni ed esperienze. Oltre 120 eventi e 150 voci da tutto il mondo per riflettere sul tema dell'Impasto Umano, quell'alchimia misteriosa e mutevole che amalgama virtù e difetti, natura divina e terrena.

In un'epoca come la nostra, in continua accelerazione e costellata di sfide sempre nuove, per comprendere gli eventi che ci circondano occorre scomporre uno a uno gli ingredienti della nostra natura, riscoprendo come e perché ciò che accade riguarda tutti noi. Il Festival propone un primo esempio di questa reciproca appartenenza nella lezione di apertura mercoledì 23 (ore 18, Chiesa di San Filippo Neri, in collaborazione con La Stampa) con Mario Calabresi, Domenico Quirico e Niccolò Zancan: Cosa muove gli uomini? I tre giornalisti, con l'aiuto delle fotografie di Giulio Piscitelli, riflettono insieme al pubblico sulle condizioni estreme che spingono decine di migliaia di persone a rischiare la vita e sul meccanismo di paura che si innesca nelle nostre società. Sotto l'apparenza delle nostre certezze identitarie l'impasto è quanto mai instabile: oscurità e luce, bontà e indifferenza, cuore e bile. 

I moti d'animo che il migrante suscita in noi dicono molto di questa umana ambiguità. La giornata inaugurale prosegue alle 21 nella Chiesa di San Filippo Neri con lo spettacolo L'imperfetta armonia, in compagnia di Michela Murgia e del Coro del Teatro Regio di Torino (diretto dal maestro Claudio Fenoglio), con brani dal Requiem in Re minore K. 626 di Wolfang Amadeus Mozart (versione per pianoforte a quattro mani di C. Czerny, interpreti Marco Rimicci e Jeong Un Kim) e letture di Bob Marchese (evento in collaborazione con Teatro Regio di Torino). Una serata magica, immersa nell'immaginario di tre religioni e attraversata dalle note di un geniale compositore: il testo e la musica del Requiem raccontano un mistero antico eppure sempre moderno, avvolgono con le voci del coro e il pianoforte a quattro mani, armonizzando tradizioni diverse e apparenti contraddizioni in una preghiera che è di tutti, per ciascuno. 

Un inizio così intenso, che declina il tema della spiritualità in chiave sociale e di attualità e, poco dopo, in ambito letterario e musicale, è la porta per una ricca varietà di argomenti, spunti di riflessione e percorsi tematici, che ciascuno potrà disegnare e seguire secondo i propri interessi. 

Così, insieme al ciclo di sei lezioni Eppure l'hai fatto poco meno di un dio, sulle differenze fra natura divina e umana – da venerdì 25 a domenica 27 con Fernando Savater, Gherardo Colombo, Pietrangelo Buttafuoco, Vito Mancuso, Enzo Bianchi e Alessandro Bergonzoni – è possibile ascoltare i reading a cura di Giubileo per la Cultura Fatti di terra guardiamo le stelle, dedicati alla duplice dimensione dell'essere umano, in tensione tra finito e infinito (venerdì 25 e sabato 26, con Paolo Nori, Orlando Manfredi & Gatto Ciliegia Vs Il Grande Freddo, a pagamento: per info, prenotazioni e riduzioni torinospiritualita.org), come pure dedicarsi agli incontri della Scuola di Otium sull'arte di essere umani, da giovedì 24 a domenica 27 (con, fra gli altri, Enzo Bianchi, Dominique Decavel, Gianluca Magi).

Gli oltre 120 appuntamenti del programma costituiscono una sorta di ipertesto in cui ciascuno rimanda ad uno o più altri seguendo il filo di un preciso approfondimento tematico: solo per citare alcuni protagonisti e argomenti, si va dall'ecologia e dal rapporto uomo-natura (il free-climber Manolo, il missionario Alex Zanotelli) alla riflessione sulla capacità di guardare con occhi nuovi un mondo che crediamo di conoscere (il critico d'arte e scrittore John Berger, il maestro tibetano Khenpo Sodargye); dal significato di "essere umani", tra fragilità e risorse (Mauro Covacich, Philippe Forest, Francesco Piccolo), allo stupore davanti a situazioni che mai avremmo creduto di vivere (Jonathan Gottschall, Angela Volpini). 

E se il dramma dei migranti è l'occasione per fermarsi a riflettere sul concetto di "barbaro" e sulla nostra identità (Alessandro Barbero e Alessandro Vanoli), il passo successivo è riportare alla luce i legami che ci uniscono agli altri (Cristina Gabetti, Massimo Gramellini, Michele Serra, le esperienze narrate nei concorsi di Lingua Madre e le testimonianze della Biblioteca Vivente. Storie di riti di passaggio) per poi interrogarsi su come dare forma al complesso impasto di cui siamo fatti (Alessandro Bergonzoni, Matthew Fox, Sogyal Rinpoche). Ineludibile, a questo punto, l'interrogazione sul problema del male (il rabbino Haim Fabrizio Cipriani, lo spettacolo Il mare a cavallo sulla madre di Peppino Impastato) e le sue manifestazioni nella vita, fra leggerezza e pesantezza (Fabrizio Bentivoglio legge Milan Kundera), libertà e prigionia (Luigi Manconi, Salvatore Striano, Maurizio Torchio, Giovanni Torrente, Gustavo Zagrebelsky). 

Difficile trovare ricette per un impasto perfetto ma ciascuno può cercare una risposta ai propri affanni nella letteratura, nella religione, nella scienza: ripercorrendo alcuni racconti di fede in chiave romanzata (Corrado Augias, Sergio Perroni, Christian Raimo, Sandro Veronesi) o affidandosi agli strumenti epistemologici della scienza (Amedeo Balbi, Luca Bonfanti, Armando Massarenti, Antonio Pascale, Shantena Augusto Sabbadini, Riccardo Sinigallia). E questa continuità fra spirito e materia si ritrova ogni giorno, persino nel significato del cibo come nutrimento del corpo e dell'anima (Giovanni Allegro, padre Alberto Maggi, Michela Marzano, Rita Mattioli, Mirella Zanarini).

Torino Spiritualità è un progetto del Circolo dei lettori di Torino, con il sostegno di Regione Piemonte, Città di Torino, Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Teatro Stabile di Torino, Teatro Nazionale, il contributo dei partner Giubileo per la Cultura, Ersel, Codebò, la collaborazione dei partner tecnici Lago, EXKi, Sparea, Caffè Vergnano, Aboca, Hotel Victoria, ITS Tecnologie dell'informazione e della comunicazione, Mirafiori Motor Village, QC Termetorino, la media partnership di La Stampa e Rai Radio3.

 QUI E' POSSIBILE SCARICARE L'INVITO ALL'INAUGURAZIONE
QUI IL PROGRAMMA DI TORINO SPIRITUALITA'
 
torinospiritualita.org
#ToSp2015
facebook.com/TorinoSpiritualita


--
www.CorrieredelWeb.it

domenica 20 settembre 2015

Presentazione della poesia e della figura di Wallada (994-1091) Latina 9 ottobre




​La poesia e la figura di Wallada finalmente anche in italiano

Fusibilia dà voce alla principessa Wallada, la "Saffo andalusa" di 1000 anni fa

Il 9 ottobre alle ore 18,30 presso lo Spazio incontro della Libreria Feltrinelli di Latina si svolgerà la prima presentazione del libro Cammino orgogliosa per la mia strada, testo che inaugura la collana di poesia e saggistica "torce- commentari di poesia".
Si tratta della prima pubblicazione in lingua italiana della poesia di Wallada Bint Al-Mustafki vissuta durante l'XI secolo nella Spagna islamica (al-Andalus) e definita la "Saffo andalusa". Autrice scoperta da tempo in Spagna e pressoché sconosciuta in Italia, viene ora proposta ai lettori italiani nell'ambito del progetto di recupero e diffusione della letteratura delle donne nei secoli "Saffo e le altre" da FusibiliaLibri, casa editrice particolarmente attenta alle tematiche di genere, che con grande orgoglio (mutuando il titolo della raccolta), scommette sulla voce di questa poeta femminista ante-litteram.

"Cammino orgogliosa per la mia strada", che comprende i lavori di Wallada e delle sue allieve, è arricchito delle note storico-poetiche del curatore-traduttore Claudio Marrucci, che si è speso per il recupero delle pubblicazioni in spagnolo, e di Antonio Veneziani, fra i migliori nomi della poesia contemporanea. La principessa omeya Wallada (che significa "colei che dà la luce"), nacque a Cordova nel 994 d.C., nella Spagna islamica (al-Andalus). Figlia del Califfo Al-Mustafki, morì quasi centenaria nel 1091 e, come ella stessa affermò, non si sposò per non dover sottostare a un marito. Fine poetessa ma anche donna-simbolo della libertà femminile, fu una figura libertina e libertaria non proprio amata da storici e filologi, anzi, come scrive Marrucci, "si è provato a distruggerla più volte nel corso dei secoli, additandola per la sua vita scandalosa". Ribelle impavida, donna fatale, portatrice di un eros copiosamente riversato nei suoi versi, attrice d'amore carnale, dove l'eròmenos è sia uomo che donna, si sbarazzò del velo e fece scrivere in oro sulle maniche dei suoi abiti: "Sono stata creata da Dio per la sua gloria, ma cammino orgogliosa per la mia strada". Fu protettrice delle donne del suo tempo; con le ricchezze ereditate dal padre realizzò salotti letterari e scuole di poesia destinate alle donne di ogni status sociale: educò e sfamò persino le schiave. Di lei scrisse uno scrittore coevo: "… ha talento pari, se non superiore, a molti poeti più famosi".
Interverranno i curatori Claudio Marrucci, ispanista, e Antonio Veneziani, poeta e saggista.
Le letture saranno a cura di Maria Borgese. L'incontro sarà coordinato da Dona Amati, responsabile della casa editrice FusibiliaLibri.
L'evento è a cura di Fusibilia Ass. in collaborazione con il Circolo Filò.

scheda libro: http://www.fusibilia.it/?p=3471

Claudio Marrucci è laureato e specializzato in Lingue Moderne alla Sapienza di Roma. Ha conseguito il máster in Profesorado de Lengua y literatura Castellana e licenciado in Filología Hispánica allUniversità Complutense di Madrid, ha seguito corsi di formazione della Harvard University.
Ha pubblicato il suo primo libro a sedici anni, Una Sorda Rabbia, in una collana diretta da Antonio Veneziani. Da allora pubblica racconti e poesie in varie antologie (Peccati Veniali, Necrostar, La manutenzione della carne, Il resto è poesia, La congiura dei poeti, Pronti Per Einaudi, Il rosso e il nero, Buon Natale e felice anno nuovo). Ha curato la monografia Antonio Veneziani. Ha ideato e co-diretto la rivista underground, di arte e letteratura, "Ciclostile", collaborando con molti personaggi della cultura internazionale, tra cui Toni Morrison, Elie Wiesel, Pedro Almodóvar, Annie Proulx, Edmund White. In Italiano ha tradotto Reinaldo Arenas, Matilde Cabello, Robert Louis Stevenson, Lewis Carroll, D.H. Lawrence, Frey Faust, María Teresa León e Federico García Lorca. Ha curato una raccolta di arringhe dell'anarchico Pietro Gori e un'antologia di racconti su San Francesco. Per il MIUR si è occupato di due ricerche sulle lingue di minoranza (Suoni dalle Minoranze, Local Lingue Infanzia). Per il Comune di Roma e l'Università Complutense, ha realizzato una ricerca sugli stereotipi di genere nelle scuole di Roma (Tor Sapienza e V Municipio) e Madrid. È stato professore di didattica e scrittura creativa (in lingua spagnola) per l'Università Complutense di Madrid.

Antonio Veneziani è nato a Piacenza ma è romano d'adozione. Narratore, saggista, traduttore, è considerato l'ultimo poeta beat italiano, e tra gli autori più rappresentativi della cosiddetta "Scuola Romana di poesia", che va da Pier Paolo Pasolini a Dario Bellezza, da Amelia Rosselli a Renzo Paris. Ha pubblicato, fra l'altro, Brown Sugar, Castelvecchi, 1998, Fototessere del delirio urbano, Hacca, 2009, Cronista della solitudine, Hacca, 2007, Vespasiani (con foto di Riccardo Bergamini), Edizioni del Giano, 2003, D'amore e di libertà (con appunti coreografici di Maria Borgese), Diamond Editrice, 2011, I mignotti (con Riccardo Reim), Castelvecchi, 1997, La gaia vecchiaia, Coniglio, 2006. Sua ultima opera il romanzo in versi Tatuaggio profondo, Elliot, 2014. Per il cinema ha scritto Clodia Fragmenta (regia di Franco Bròcani), La philosophie dans le boudoir (regia di Tinto Brass) e il documentario Nessuno è perfetto! (regia di Fabiomassimo Lozzi).

Settore: cultura.
Tipo di evento: presentazione libro "Cammino orgogliosa per la mia strada", di Wallada Bint al-Mustafki, curatela e traduzione di Claudio Marrucci.
Data: 09/10/2015, ore 18.30.
Presso: Libreria Feltrinelli, via Armando Diaz, 10 – Latina.
Info: tel. 3460882439 - 0773 417025
Web: www.fusibilia.it, www.lafeltrinelli.it, www.saffoelealtre.it
Email: fusibilia@gmail.com
Ingresso libero



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 14 settembre 2015

Moscufo, "LiberaMente" è la rassegna culturale organizzata dall'Associazione Culturale "GLI AMICI DI PEPPINO"

moscufo-liberamente-e-la-rassegna-culturale-organizzata-dallassociazione-culturale-gli-amici-di-peppino"LiberaMente" è la rassegna culturale organizzata dall'Associazione Culturale "GLI AMICI DI PEPPINO"

Quattro incontri con dibattiti e presentazioni di libri riguardanti tematiche quali l'accoglienza, l'integrazione, l'impegno sociale e la lotta alle violenze di genere. L'obiettivo della rassegna è quello di contribuire alla creazione di dialoghi costruttivi sui temi proposti.
Il terzo appuntamento della rassegna è con la presentazione del libro "Sulle ginocchia. Pio La Torre, una storia" di Franco La Torre.
Pio La Torre, politico e sindacalista siciliano, fin da giovane impegnato al fianco dei braccianti agricoli nella lotta per la rivendicazione dei loro diritti, da deputato fu autore della legge che per prima introduceva il reato di associazione mafiosa (la cosiddetta legge Rognoni-La Torre) oltre ad una norma che prevedeva la confisca dei beni provenienti da attività mafiose.
La sua ultima battaglia, compiuta da segretario regionale del P.C.I. siciliano, riguarda la lotta contro la costruzione della base missilistica NATO a Comiso.
La mattina del 30 aprile 1982 pagò con la vita il suo impegno contro la mafia, contro le speculazioni ed a favore della pace, venendo assassinato a Palermo, da un commando di Cosa Nostra, insieme all'amico e collaboratore Rosario Di Salvo.
Ne parleremo con Franco La Torre, il figlio, esperto di sviluppo sostenibile, di cooperazione internazionale nonché responsabile di "Libera Europa", che con il suo libro ha voluto contribuire a restituire a Pio La Torre la giusta memoria.
Moderatore della presentazione sarà Luigi Ferretti, giornalista, scrittore ed ex consigliere provinciale di Pescara.
Guglielmo Ferri, presidente de "Gli Amici di Peppino""

Da venerdì arriva nelle principali librerie italiane "Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi" di Angelo Bruscino

Nel libro, edito da Mondadori, l'imprenditore della green economy e Presidente Nazionale dei Giovani di Confapi, presenta un'istantanea di storie di sogni e speranze dei giovani italiani cresciuti nella peggiore crisi economica dopo quella del 1929

Riuscirà l'Italia a valorizzare i suoi giovani e a renderli protagonisti della ripresa economica?  Questo uno degli interrogativi che ha dato vita a "Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi" (Mondadori): il nuovo libro dell'imprenditore della green economy e Presidente Nazionale dei Giovani di Confapi Angelo Bruscino.

Questo saggio è un'istantanea di storie, sogni e speranze dei giovani italiani, che oggi vivono e si barcamenano tra numerose incertezze, tra crisi economica e sociale, tassi di disoccupazione soprattutto giovanile mai toccati prima e una visione del futuro che sembra più nera del passato.
Ne esce il ritratto di una generazione preoccupata per il domani, in crisi di valori e di modelli, ma questi ragazzi chiamati con i più fantasiosi nomignoli, da Bamboccioni, a Choosy, a Neet, continuano a essere la nostra speranza per ridisegnare un futuro e un destino più roseo di quello che si è vissuto in questi anni.

"La nostra migliore gioventù- dichiara Bruscino- non solo è viva, ma resta la più grande risorsa a cui attingere per rinnovare il nostro sistema paese, oggi più che mai i nostri ragazzi rappresentano l'unica vera garanzia di continuità storica, sociale, politica ed economica e soprattutto rappresentano la possibilità di ricreare un patto generazionale che riporti l'Italia a guardare al futuro con un sentimento di speranza e non più di paura ed incertezza."



Angelo Bruscino (Avellino 1980) è un imprenditore impegnato nella green economy. Riveste il ruolo di amministratore e socio in diverse aziende che si occupano del recupero di materie prime e secondarie derivanti dalla raccolta differenziata e dalla depurazione delle acque. Giornalista pubblicista è autore di numerosi articoli a carattere economico e politico, collabora con diversi quotidiani e siti di informazione da ultimo l'Huffington Post.
Impegnato nell'approfondimento dei temi che riguardano la crescita sostenibile, è un convinto assertore di un nuovo paradigma sociale che vede la nascita in Italia di un modello di industria per l'ambiente. E' fellow del think tank Competere.Eu e socio della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile.
Nel 2014 è stato eletto presidente dei Giovani Imprenditori della Confapi.
Nella sua attività di saggista ha pubblicato per Libreriauniversitaria.it i saggi: Lo sviluppo sostenibile (2008) e Il turismo sostenibile (2011), per Tullio Pironti Editore il libro: Quanto ci costa essere italiani. Diario della giovane impresa ai tempi della crisi (2013).

Dialogo con Marcello Simoni, lo scrittore italiano da un milione di copie

Giovedì 17 Settembre, ad Acquarica del Capo, incontro letterario con l'Autore ferrarese per la presentazione del suo ultimo capolavoro.


Il re italiano del thriller medievale, vincitore di prestigiosi premi, Marcello Simoni, arriva in Salento per presentare "L'abbazia dei cento delitti" il suo ultimo libro che ha scalato la vetta della classifica italiana estiva vendendo un milione di copie.
Lo scrittore riconosciuto dalla stampa nazionale come uno dei "romanzieri d'avventura più amati d'Italia" ( La Repubblica ), sarà ospite d'onore nell'evocativo Castello medievale di Acquarica del Capo , Giovedì 17 Settembre 2015 , alle ore 19:30. Dialogherà con l'autore, sul suo ultimo lavoro, Antonio Errico.
L'evento è organizzato dal Comune di Acquarica del Capo – Assessorato alla Cultura  in collaborazione con l'associazione culturale Diotimart e la Libreria Idrusa di Alessano, l'ingresso è gratuito. La presentazione dell' "Abbazia dei Cento delitti", è un occasione imperdibile per gli appassionati del thriller storico, una serata di spessore dove si scopriranno i retroscena che si celano dietro la stesura di un best seller e l'Autore incontrerà i suoi lettori.


Marcello Simoni nasce a Comacchio, in provincia di Ferrara, nel 1975. Laureato in Lettere, è ex archeologo e bibliotecario. Ha pubblicato diversi saggi storici. Il suo primo romanzo, nel 2011,  Il mercante di libri maledetti, è un thriller medievale che segna l'esordio dello scrittore al grande pubblico raggiungendo il 2º posto nella classifica dei libri più venduti in Italia e grazie al quale vince il Premio Bancarella 2012. Nel 2013 vince il premio Lizza d'oro con "L'Isola dei monaci senza nome". Il 2 luglio 2015 pubblica "L'abbazia dei cento delitti" romanzo primo in classifica che raggiunge un milione di copie.
 M.Maddalena Bitonti


"L'abbazia dei cento delitti" - Recensioni
«Una narrazione piena di ritmo in cui è difficile mollare la presa e nella quale i personaggi vi sono incisi con la precisione del ritrattista… Nei libri di Marcello Simoni si trova qualcosa di infantile, uno spirito ludico insieme al rigore della ricostruzione storica.» Filippo La Porta – Il Messaggero

«Il quarantenne Marcello Simoni è un bravissimo narratore, è il Ken Follett all'italiana.»
Il Fatto quotidiano

«Con la Saga del Codice Millenarius Simoni descrive le peripezie del cavaliere Mayard de Rocheblance, del pittore Gualtiero de' Bruni e dell'Abate Andrea di Pomposa, uomini animati dall'onore, dalla genialità e dal desiderio di fede.»
La Lettura del Corriere della Sera

«La meravigliosa magia della sua scrittura porta in un lampo in un altro mondo come solo i grandi romanzi fanno.»- Maurizio de Giovanni

«Tra omicidi cruenti, badesse, monaci, preghiere e battaglie, un racconto avvincente scritto da un esperto del genere.»
la Repubblica

«Manieri in rovina, biblioteche polverose e combattimenti all'ultimo sangue arricchiscono la trama di un romanzo che promette di tenere con il fiato sospeso.»
Panorama

domenica 13 settembre 2015

Bando a concorrere per poesia e narrativa inedita.

BANDO COMPLETO

"La vita è: una sfida,
  un dedalo di percorsi da selezionare, una semina perpetua.
  La semina stessa è una sfida di per sé.
  E io non perdo mai: o vinco o imparo.                            (cit.)
______________________________
            
 >>>SCADENZA  INVIO OPEREENTRO MARTEDì  22  SETTEMBRE 2015

  SI RACCOMANDA - se possibile -
 DI  INVIARE SENZA ATTENDERE GLI ULTIMI GIORNI UTILI 

.....................................................................................
 _Settima  Edizione  Concorso

      * POESIA INEDITA,  RACCONTI  BREVI inediti *
                        "LUI E LEI –IDEA DONNA"
                                    In onore di  Rita Levi Montalcini
 
  > Patrocinio  Associazione culturale, libreria  ed editore OCCHI DI ARGO.
>    Patrocinio Assessorato Pari Opportunità Provincia di Ascoli Piceno in itinere.
  La "LAGIP Libera Associazione Giardino dei Poeti, Letterati, Artisti" 
  Indice  la  SETTIMA  EDIZIONE del   Concorso Letterario Internazionale
 Poesia e Racconti brevi "– IDEA DONNA" 
                                                                                          (Bando Completo)
  Le sezioni del Concorso  di poesia  e narrativa breve sono tre:
 -- POESIA  SEZIONE A   TEMA  LIBERO

 -- POESIA  SEZIONE B   dal  tema "Dedicato a te donna simbolo che tu sia celebre o misconosciuta. 
(Donne tra  vittorie e sconfitte  abusi e  violenza, progettualità e riscatto) "Molto spesso l'universo femminile ha espresso figure d'altissimo profilo che con coraggio,  abnegazione e slanci generosi hanno indicato la strada maestra al resto dell'umanità maschile.  Esse non agirono e/o agiscono  per creare contrapposizioni ma per  integrare gli sforzi congiunti tesi al miglioramento della condizione umana. Che siano, in conseguenza, divenute celebri o meno le donne -in tempo di guerra o di pace - hanno sempre svolto ruoli determinanti ma non abbastanza valorizzati se non  sottaciuti dall'opinione pubblica. Il nostro evento si propone di dare un contributo agendo sul versante della, sensibilizzazione, riflessione, divulgazione e riconoscimento delle eccellenze femminili di ieri e di oggi".

 -- RACCONTO  SEZIONE C  -
a TEMA  LIBERO oppure ispirato alla tematica della sezione B
*Possono partecipare autori di lingua italiana d'entrambi i sessi e d'ogni età.
I minorenni accluderanno liberatoria firmata dai genitori.

n  ISTRUZIONI PER LE  DUE  SEZIONI  di POESIA:  
 Inviare un  massimo di due poesie  (per sezione)
di lunghezza non superiore a   35 versi /
 Inviare  le poesie in 8  copie  così composte: 7 anonime  e
à1 sola  FIRMATA,
con in evidenza i dati personali  completi
 scritti con chiarezza.  Seguire il seguente promemoria
.=  Sono obbligatori detti dati da specificare  (anche a penna in stampatello)=
 TITOLO opere , SEZIONE SCELTA. Nome, Cognome, indirizzo completo,
Data di nascita, telefono domicilio, cellulare, eventuale
e-mail e FIRMA . NOTA: il  Curriculum  
è GRADITISSIMO ma è facoltativo
(e non costituisce titolo di merito rispetto a chi non lo presenterà).

 --ISTRUZIONI PER SEZIONE C NARRATIVA  a  TEMA LIBERO oppure (a scelta) ispirato alla tematica espressa nella sezione B
 Sono idonei testi  in forma di racconto  o saggio,
 di lunghezza massima 3 cartelle ( 3 facciate di fotocopia)
 Inviare  i testi  in 8 copie cosi composte -à7 anonime  e  1 sola
Con  FIRMA e in evidenza  i dati personali  VEDERE SOPRA.
SPEDIZIONI :  cartacee da effettuarsi per Poste Italiane o private all'indirizzo
 LAGIP- CA-Daniela  BRUNI  via Laureati 89 –San Benedetto  Tronto -AP
   PREMI .  
-àAi  tre vincitori rimanenti  cofanetto con Targa personalizzata àAi rimanenti  classificati  secondi, terzi, quarti,  quinti, segnalazioni di merito, menzioni
d'onore, premi speciali:  diploma personalizzato, eventuali  pubblicazioni, libri e gadget.


 ●  Ogni autore partecipante  ha anche facoltà, se lo ritiene, di richiedere
 il rilascio di un  Attestato personalizzato di Lode alla creatività . Detta attestazione
 a titolo  partecipativo sarà recapitata previo invio di 5 euro in contanti o in francobolli
 da 80 cent. alla sede del Concorso. In questo caso nella copia con i propri dati
  si dovrà aggiungere  la seguente frase:
  "RICHIEDO ATTESTATO"
 Art 4)  ISTRUZIONI  PER  L'INVIO:
QUOTA di partecipazione= 10 euro  Si richiede che ciascun autore di alleghi il contributo in banconota  inserita e  ben occultata nella busta; oppure utilizzi  un vaglia postale all'indirizzo del Concorso. E' possibile partecipare con più componimenti seguendo le stesse istruzioni, usando lo stesso plico e aggiungendo  specifiche  quote per ogni componimento o coppie di poesie  presentate.
Ø Gli autori di lingua italiana residenti all'estero compreso S. Marino e C. Vaticano) possono iscriversi ad ogni sezione con partecipazione  gratuita.
   Art .5)  Inviare il tutti i testi con Poste Italiane o poste private a:
  LAGIP – MY  - Daniela  BRUNI
Via  Laureati 89 /  63074- San Benedetto Tronto -  AP –
 entro la data di   martedì 22 settembre  2015
 Farà fede la data del timbro postale  di partenza.
 NOTA= Si  pregano gli autori  –SE E'  LORO POSSIBILE- di inviare le composizioni
con   CONGRUO   ANTICIPO, onde facilitare le operazioni
di segreteria. Ogni elaborato pervenuto in qualsiasi data sarà comunque accuratamente esaminato.
Si ringrazia  sentitamente  per  la  vostra  sollecitudine  in tal senso!
   Art  6)  I partecipanti  restano titolari dei diritti d'autore. Ognuno è responsabile di ciò che presenta a suo proprio nome . Pertanto eventuali plagi o rifacimenti ricadranno sotto la responsabilità esclusiva e  personale degli autori medesimi.  Ricevendo iscrizioni non rispondenti a tutte le  richieste di questo bando il concorrente non potrà partecipare al Premio. Nessun testo sarà pubblicato  senza l'espresso  permesso dell'autore. Nessun testo sarà restituito né ceduto a terzi. Tutti e solo i finalisti e vincitori  saranno avvertiti con comunicazioni personalizzate. La  premiazione è prevista nella seconda parte del 2015 in loco . I premi non  ritirati verranno spediti ai vincitori  all'indirizzo da loro indicato, senza alcun tipo di contribuzione da parte loro e  tramite  Poste Italiane eccetto che per gli assegnatari dei riconoscimenti speciali a cui sarà chiesto unicamente di inviare tre francobolli da ottanta centesimi. La spedizione avverrà presumibilmente a conclusione dell'evento.. Il verdetto finale sarà inviato agli organi di stampa cartacei e on line. Chiunque vorrà informarsi in proprio,  scrivere, o inviare mail a cerchidiparole@gmail.com; o telefonare solo nelle ore 17-19 al 3484703588 (-solo nelle ore 17-19)    Ogni autore con la sua partecipazione e la firma sul proprio testo concede tacitamente il trattamento dei dati personali secondo le disposizioni della attuale normativa LEGGE sulla PRIVACY  D.Lsg 196/2003 Si ribadisce che i dati degli autori non verranno ceduti a terzi a nessun  titolo ma usati unicamente nell'ambito del Concorso  per  inoltrare, in invio nascosto ed  esclusivo, comunicazioni a carattere culturale-turistico. L'organizzazione si riserva la facoltà, se obbligata per cause di forza maggiore  di apportare modifiche minime  alle procedure e ai tempi qui indicati. L'organizzazione non risponde di inconvenienti attribuibili ad altri come mancati recapiti e  smarrimenti da parte di  Poste Italiane e mancati arrivi al destinatario di e-mail.
 La partecipazione al concorso "Idea Donna" implica la piena accettazione di tutti le indicazioni  del presente bando e con essa gli autori dichiarano tacitamente che: a) accettano l'invio di e-mail culturali al loro indirizzo di posta elettronica da parte dell'organizzazione.
b) le opere presentate sono frutto della loro creatività e che quindi non dovranno risultare  essere plagi o rielaborazioni di altri autori. L'autore con la partecipazione solleva gli organizzatori da qualsiasi responsabilità. L'operato della giuria è insindacabile . Nel dispiegarsi dell'evento l'organizzazione si riserva di apportare minime modifiche onde migliorare lo svolgimento complessivo dello stesso, che saranno prontamente comunicate agli iscritti. Per ulteriori  informazioni cerchidiparole@gmail.com oppure animusfrance@gmail.com

I VINCITORI della  SESTA  Edizione ( 2014) 
 -  SEZIONE A - Poesia a tema libero
  
1° class. VINCITORE ASSOLUTO  Marzia  SERPI   di Castelnuovo Val di Cecina (Pisa)
con il componimento "Donna" a seguire:
 "Donna"
Passi leggeri, nello scandir del tacco
la gonna ondeggia al corpo in flessuoso movimento,
sguardi che al passaggio accarezzano l'orgoglio.
Dove si ferma il sorriso ne rimane l'impronta
la fierezza di donna prosegue il cammino
nelle primavere illusorie del mai finire.
Sarà madre, difenderà ideali
Avrà corpo e anima da gestire.
Troverà il coraggio tra le sue paure,
 la leggerezza delle gazzella
non le negherà la forza della leonessa
E se quel passo diventerà più pesante
il suo cuore saprà esser leggero
al compiersi di un'esistenza
dove essere donna è stato bello.

2 class.  Franca Canfora  con: Al sabato mattino
3 class.  Cristina Biasoli con: So dove stai andando
4 class.   Sandra Ludovici  con: Donna.
5 class.  a p.m. Maria Cristina Coppini con:  Il mio tempo,
              Riccardo Melotti con:  Diario 24 giugno 2014

------------------------------------------------------------------------------------------------

 SEZIONE B-   Poesia dal tema "Amare : vertigine gioiosa ed abisso sofferente"

1°class. VINCITORE ASSOLUTO  Aldo SANGALLI  di  Brugherio (Milano)
con l'elaborato:

 "Triste con coda".
Dove portano mai le nuvole che hai negli occhi?
Dove attanagliano la gola?
Ancora lo devo capire.
Ma come ieri accarezzi quei cieli
che tu dici sereni,
chiudi le porte alle domande cadute
da quei cuscini così duri.
Chiamami come si chiama un cane;
io non mi volterò  a leccarti la mano.
Ti guarderò allontanandomi
annusando gli asfalti dopo la pioggia.
Ad uno ad uno sceglierò i fiori,
di quelli spuntati tra i rovi
che come noi si aggrappano alle spine
per vivere dimenticando.
Guarda…stai già guardando.
Nuvole sopra a disegnarti.
Nuvole-occhi. Nuvole-mani.

           *                                 *                                         *

2 class Angela Aprile con:  Destini congiunti
3 class  G. G. con:  Fiocchi d'acacie L'assegnazione è in via di revoca.
4 class  Giovanni Bottaro con: Timidamente
5 class. a pari merito Clara Bianchi  con: Quel sorriso,
 Giorgio Rafaelli con: Onirico,  Concetta Mammoccio con : Roluette,
 Annalisa Farinello con: Perche?  Piera Rossi Celant con: Occhi disperati


 - SEZIONE C-    Racconto breve
1° class. VINCITORE ASSOLUTO : Luisa  BOLLERI  di Empoli
 per il componimento: "Un legame indissolubile "

2 class.  Patrizia Vallavanti  con:  Se solo
3 class.  Ismaela Capecchi con: Come un piede
4 class.a p.merito   Cristiana Canessa con: Volo
e Vittorio Sartarelli con:  Le donne della mia vita
5 class. a p.m.  Antonella Iacoponi  con: Un sogno e una speranza; 
 Pietro Rainero con: Da qui vengono le cicogne; Piero Gai con: Sentimenti
 
Conferimento Speciale quale Protagonista attivo della Cultura:
Luigi Pisanu- Tania Santurbano- Anna Maria Boselli- Eleonora Maria Barbaro- Maria Grazia Boccoli- Patrizia Bruzzone- Claudio Alciator- Anna Maria dall'Olio- Enrico Del Gaudio- Roberta Boscolo- Antonino Giordano- Attilio Rossi- Rina Bontempi- Annamaria Berni-Luciana Censi- Giovanni Ingino-Caterina Morabito- Antonio Morabito- Rosario La Greca – Marinella Paoletti- Pierangelo Colombo

Attestato-Encomio alla creatività (sequenza senza criterio di merito) :
Monica Casadei-Marta Giglio-Maura Vicini-Carla Vinazza-Massimo Mezzetti-Simona Fortunati-Fiorella Gobbini-Apollonia  Saragaglia-Elisa Rigonelli-GinaViviani Casanova- Donata Guglielmetti-Roberta Viotti-Sebastian Funari-Alba Teresa di Sciascio-Manuela Monti-Annamaria Guidi-Jolanda Anna Tirotta-Rita Antonietta Marra.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI