Cerca nel blog

sabato 31 ottobre 2015

BAMBINI A META' - I FIGLI DELLA 'NDRANGHETA sbarca a BERLINO: martedì 3 novembre, ore 20 presso MONDOLIBRO - LIBRERIA ITALIANA A BERLINO


MONDOLIBRO - LIBRERIA ITALIANA A BERLINO,

in collaborazione con Mafia, nein danke
presenta
BAMBINI A METÁ
I FIGLI DELLA 'NDRANGHETA
di
ANGELA IANTOSCA
Martedì 3 novembre, alle ore 20
BERLINO, Torstraße 159


Martedì 3 novembre, presso MONDOLIBRO – Libreria italiana a Berlino, Angela Iantosca presenta "BAMBINI A META' - I FIGLI DELLA 'NDRANGHETA" (Perrone editore), seconda opera della giornalista e primo saggio mai scritto che affronta il tema dei minori di 'ndrangheta, attraverso le carte, gli incontri diretti, le parole dei pm, dei giudici, degli psicologi e di chi, ogni giorno, si fa carico della responsabilità di far conoscere loro un mondo diverso da quello nel quale sono costretti a crescere.

La prefazione è del Professor Enzo Ciconte (Scrittore, docente presso l'Università Roma Tre e l'Università de L'Aquila, già Consulente della Commissione Parlamentare antimafia).


Modera VERENA ZOPPEI di Mafia, nein danke

(mafianeindanke.de/home_it)


L'evento è stato organizzato in collaborazione con Mafia, nein danke

Il libro ha ottenuto ottime recensioni sulla stampa nazionale, francese e tedesca: dal Venerdì di Repubblica a Gioia, F, A sua immagine, Avvenire, Ansa, Televideo, RaiLetteratura, Uno Mattina, Uno Mattina Caffè...
E' stato presentato a molti festival, nelle scuole, nelle piazze e continua il suo viaggio anche all'estero.

Perché Berlino?
Perché la Germani è uno dei Paesi in cui si sta sottovalutando da anni la presenza della 'ndrangheta, nonostante un fatto eclatante, come la strage di Duisburg del 15 agosto del 2007. Nonostante la presenza massiccia della mafia calabrese dai giorni successivi alla caduta del muro di Berlino.

Della 'ndrangheta, degli uomini e delle donne che ne fanno parte si sa molto di più rispetto al passato. Ma c'è una grande lacuna, ieri come oggi, e riguarda i figli. Bambini cresciuti in un clima di violenza, omertà e sopraffazione: uno sfondo costante, un destino già stabilito, al quale difficilmente possono opporsi.


Bambini che invece di giocare vanno a trovare il padre nascosto in un bunker, in vece di sbucciarsi le ginocchia imparano a sparare. Bambini che poi crescono e, a 14 anni, non corteggiano le amiche a scuola, ma vengono affiliati con il rito del battesimo per poter diventare futuri uomini d'onore.

Ma come vivono da giovani mafiosi?

C'è chi è affascinato dal potere, chi cresce convinto che sia la violenza l'arma giusta; ma c'è anche chi rinnega la scia di sangue che il proprio nome si porta dietro. Come aiutarli?

E' difficile entrare nei loro pensieri, comprenderne le esigenze, intime necessità e desideri inespressi.

Ma una domanda è d'obbligo: se conoscessero un altro modo di crescere cosa accadrebbe? E che cosa è accaduto a chi ci ha provato?


"Bambini a metà - i figli della 'ndangheta" tenta di dare una risposta a questi interrogativi ricostruendo le azioni del Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria (che le ha fornito il materiale) in grado, forse, di riacciuffare queste esistenze a metà.

Cuore del libro gli incontri/interviste con Libero, figlio di una famiglia importante della Calabria, che per un anno è stato inserito in un progetto a Messina con Addiopizzo che lo ha portato a sconvolgere i suoi punti di riferimento e a sognare altro per il suo futuro; Aurora che, sottratta alla sua famiglia, ora vive al Nord con una famiglia che la ama; Francesco Rigitano, che ha conosciuto l'Istituto, il carcere e che a 20 anni ha dato vita al cambiamento, creando una comunità per minori nella Locride; i bambini di San Luca e la sua preside coraggiosa che sta tentando di mostrare loro la bellezza; i ragazzi e la preside del Piria di Rosarno; Don Pino De Masi, che opera da sempre nella piana di Gioia Tauro, suor Carolina, ex braccio destro di Don Puglisi che oggi lavora a San Luca, da sempre al fianco di quei bambini, Don Giacomo Panizza, da 40 anni al servizio dei giovani a Lamezia Terme, Don Luigi Ciotti.


Nota biografica
Angela Iantosca è nata a Latina nel 1978. Laureata in Scienze Umanistiche presso l'Università La Sapienza, vive a Roma. Dal 2003 è giornalista e collabora con diverse testate nazionali.

Dopo aver realizzato alcuni servizi per "L'Aria che Tira" in onda su La7, da settembre 2014 è inviata de "La Vita in Diretta", in onda su RaiUno.

Ha pubblicato "Onora la madre – storie di 'ndrangheta al femminile" (Rubbettino); il racconto "L'urlo del Leone", nella raccolta "Siria. Scatti e Parole" (Miraggi Edizioni).



L'appuntamento è per le ore 20 presso MONDOLIBRO, Torstraße 159, Berlino
Info: ingresso libero / prenotazione gradita (info@mondolibro.de)





Info Casa editrice
Giulio Perrone Editore
Via Squarcialupo, 14
Roma

www.giulioperroneditore.com

venerdì 30 ottobre 2015

Chiara Santoianni, Cocktail di cuori



Il libro verrà presentato il 19 novembre ore 18:00 a Napoli alla Libreria Mondadori Mooks in piazza Vanvitelli 10/A
Chiara Santoianni
Cocktail di cuori

Trasferitasi a Londra dal Sud Italia per studiare nel prestigioso University College e conseguire la tanto desiderata (dai suoi familiari) laurea in Medicina, Penelope si è trasformata in una instancabile socialite e, invece di presenziare alle lezioni, sbarca il lunario preparando cocktail in un locale notturno del West End. 

Di giorno, però, nell'appartamento a Soho che divide con l'amica Gelsomina e l'alternativa ereditiera Olivia Parker-Kensington, coltiva il suo sogno: quello di diventare una scrittrice di successo. Proprio una mattina in cui è intenta a scrivere il suo romanzo, Penny riceve una telefonata imprevista: mamma, papà e la sorella Carmela sono in arrivo, per assistere alla sua cerimonia di… Laurea! 
E a Penelope tocca ospitarli! Ma il peggio deve ancora venire. I suoi sono in trepida attesa di conoscere il mitico Angelo: il giovane medico di origini italiane di cui Penny parla da anni e a cui è legata da un serio, e platonico, fidanzamento. Peccato che Angelo non sia mai esistito! Come cavarsela? Penelope è disperata: verrà scoperta e dovrà rinunciare ai suoi sogni di scrittrice. Meglio confessare tutto e affrontarne le conseguenze. A meno che…
Avvincenti come una trama di Sophie Kinsella, le avventure di una scrittrice italiana tra nightlife londinese e tradizioni patriarcali. Come trasformare una perfetta vita 'virtuale' in quella che Penny desidera veramente?





«Un Mojito, please!»
Versai lo zucchero di canna e il lime in un Collins, aggiunsi qualche fogliolina di menta appena schiacciata, il ghiaccio tritato, due dita di Havana Club e una spruzzata di soda, infilai nel bicchiere una cannucciaverde, rigorosamente in tinta con il cocktail e uno spicchio di lime affettato e passai il tutto al ragazzo che mi stava guardando con attenzione.
«È quello tradizionale, sai? Non è pestato», specificai.
Vado sempre fiera della mia abilità nel preparare i cocktail. Ho imparato da poco, e ancora non mi sembra vero che, qui al London Cocktail Club, sono considerata tra i più bravi. Se non altro perché nessuno, tra i miei colleghi, riesce a decorare un Gentleman Agreement con un'unica sottilissima striscia di scorza di limone.
«A che ora stacchi stasera, Penny?»
La voce calda di Jack, il barman acrobatico del locale, mi riscosse dall'assorta preparazione di un Singapore Sling. Ero indecisa se abbinare la cannuccia al liquore al maraschino o alla fettina d'ananas che lo decorava.
«In chiusura, come tutti i lunedì!» risposi. «Passi da me più tardi?»
Jack mi strizzò l'occhio e si allontanò nel buio, facendosi largo tra la folla di ragazzi e ragazze stipati come sardine nel locale. Non un divanetto libero, ed eravamo solo a inizio settimana. Lanciai un'occhiata distratta alle tappezzerie scozzesi e al parato rosso scuro, su cui le luci basse riflettevano ombre vermiglie, rendendo più realistico l'effetto di una bolgia infernale. Non era il posto per me, certo. Ma era uno dei bar più frequentati di Londra, era praticamente nel cuore della città, a due passi dal mio appartamento a Soho, e mi pagavano a sufficienza. E, cosa determinante, quel lavoro mi lasciava molto tempo per scrivere. Anche se poco per dormire.

ISBN 978-88-6872-038-4
Collana: A Cuor Leggero
Pagine 160 - € 7,50
In libreria e online dal 24 ottobre

Chiara Santoianni si è laureata in Lettere all'Università di Napoli con una tesi sulle comunicazioni di massa. Sin da giovanissima, ha iniziato a pubblicare come giornalista e scrittrice. È autrice di un saggio sulla popular music, di manuali di sicurezza informatica e di guide turistiche, oltre che di alcuni racconti e del libro per ragazzi Preso nella Rete. Due suoi romanzi di chick lit sono stati selezionati al concorso ChickCult di ARPANet; è autrice e curatrice della raccolta di racconti di chick lit Volevo fare la casalinga (e invece sono una donna in carriera). Con Cento Autori, ha pubblicato Il lavoro più (in)adatto a una donna. Attualmente scrive per il magazine Dols.it e lavora nella scuola; cura inoltre il sito internet per le donne Chiara's Angels. La sua passione, insieme alla scrittura, è la tecnologia in tutte le sue forme.



--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 20 ottobre 2015

IV EDIZIONE Festival letterario "Tolfa Gialli & Noir" 24 ottobre/14 novembre 2015


Al via la quarta edizione del Festival "Tolfa Gialli & Noir"

Cittadina del Lazio oramai protagonista di una sempre più fiorente stagione di cultura, arte ed eventi, il 24 ottobre e il 14 novembre 2015 Tolfa ospiterà al Teatro Claudio la quarta edizione del festival "Tolfa Gialli & Noir" organizzato dall'Associazione Chirone con il sostegno della Fondazione CARICIV che, oltre a promuovere la scrittura e la letteratura dedicata al mondo dei gialli, favorisce il gemellaggio culturale con un paese come la Norvegia, ospitando il noto scrittore Tom Egeland oltre a tanti altri autori ed ospiti del settore giornalistico e criminologico italiano, e al Premio Glauco Felici - Fondazione CARICIV dedicato agli scrittori emergenti.



Il 24 ottobre e il 14 novembre 2015 alle ore 21 si terrà al Teatro Claudio di Tolfa la quarta edizione del Festival letterario Tolfa Gialli&Noir organizzata dall'Associazione Culturale Chirone con il sostegno della Fondazione CARICIV - Cassa di Risparmio di Civitavecchia.

Ideata da Glauco Felici, uno dei più importanti traduttori e ispanisti italiani del secondo Novecento, e da Antonella Biondi, la manifestazione promuove la scrittura e la letteratura dedicata al mondo dei gialli, sia a livello italiano che internazionale, attraverso una serie di incontri tra scrittori e pubblico in una atmosfera surreale creata ad hoc enfatizzando temi, personaggi ed autori attraverso particolari scenografie, musiche, ospiti e il coinvolgimento del pubblico, rendendo questo Festival letterario unico nel suo genere.

Conduttore delle serate l'eclettico criminologo e autore egli stesso di romanzi gialli Gino Saladini: la sua verve e la dote di grande comunicatore da sempre trasformano le serate del Festival in momenti di piacevole e vivace interesse culturale.

Il primo dei due appuntamenti, sabato 24 ottobre, è dedicato al Premio Lettarario Glauco Felici – Tolfa Gialli & Noir  Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia, dedicato ai nuovi giallisti italiani che presentano in concorso la loro opera prima.  

I tre finalisti Piergiorgio Pulixi con il libro "La notte delle pantere" (Edizioni E/O), Helfrid P. Wetwood con "Muto come un orsetto" e Vincenzo Maimone con  "La variabile Costante" (entrambi Fratelli Frilli Editori) saranno dunque protagonisti dell'evento raccontando la loro opera al pubblico e alla giuria presieduta da Malù Felici, con ironia e coinvolgimento, incalzati da Gino Saladini e dai prestigiosi ospiti della serata: la giornalista e scrittrice Annalisa Venditti, nota anche come volto televisivo nella trasmissione "Chi l'ha visto", e Paolo Collo, noto critico letterario per le maggiori testate italiane nonché editor e traduttore per diverse case editrici tra cui l'Einaudi.

L'evento di sabato 14 novembre sarà caratterizzato da un ampio respiro internazionale, con l'incontro e il confronto tra due grandi scrittori italiani Marco Malvaldi e Massimo Lugli, e Tom Egeland, tra i maggiori giallisti scandinavi. 

Da sempre Tolfa ha un rapporto privilegiato con la Norvegia: tra i partner sostenitori dell'evento, l'Ambasciata norvegese in Italia, il Centro Studi Italo-norvegese di Tolfa, l'associazione norvegese NORLA.



INFO EVENTOSabato 24 ottobre e sabato 14 novembre ore 21
Teatro Claudio – Tolfa (RM) Viale D'Italia, 102


CONTATTI
www.tolfagiallienoir.it
Associazione Culturale Chirone
Via del Giradino 84 c, 00059 Tolfa (Rm)
Telefono 0766-92127. Cellulare 3897824847
E-mail: associazionechirone@hotmail.it
Facebook: https://www.facebook.com/Tolfa-GialliNoir
 

Promo YouTube Premio "Glauco Felici - Fondazione CARICIV":


--

domenica 18 ottobre 2015

POESIA E FOTOGRAFIA AL CENTRO LEONARDO DA VINCI

ANNA MARIA BERNIERI, PINELLA GAMBINO E MIRANDA GIBILISCO

Venerdì 23 ottobre 2015 alle ore 19 presso la sede del Centro Leonardo Da Vinci in Via Binda 56 in  Milano, il Maestro Davide Foschi e il critico letterario Michele Miano presenteranno l'attività letteraria degli autori Anna Maria Bernieri, Pinella Gambino e l'attività artistica della fotografa Miranda Gibilisco.

Anna Maria Bernieri, poetessa toscana  affermata, ha pubblicato varie raccolte tra cui ricordiamo:  Le nostre parole (2004), In loro nome (2005), Il Drago, Sir Nier e la Colombella (2010). Appassionata delle problematiche collegate al Risorgimento italiano, si è occupata delle donne protagoniste di quel periodo, e ha dato alle stampe importanti studi monografici: Angelica Palli Bartolommei nel 2011 e Cristina Trivulzio di Belgioioso nel 2014. L'attività letteraria di Anna Maria Bernieri è stata trattata ampiamente in Contributi per la Storia della Letteratura italiana. Il Secondo Novecento e nel Dizionario Autori italiani contemporanei, editi da Guido Miano Editore.

Pinella Gambino, poetessa siciliana, ha recentemente pubblicato la sua prima silloge Per diventare la donna che sono, un'antologia di liriche affiancate a riproduzioni fotografiche di Miranda Gibilisco.  Gambino, di professione  insegnante, "rivela un'ispirazione genuina, immediata, e che sta alla base della sua poesia. Il suo scritto trae origine da forti tensioni emotive, ma sempre sorretto da una naturale attitudine alla riflessione. Una poesia che nasce soprattutto da considerazioni meditative sul senso della vita e sulle meraviglie del creato" (così Michele Miano nella prefazione al volume)

Miranda Gibilisco,  ha dedicato la sua vita alla fotografia. Ha viaggiato per il mondo e le sue fotografie possono essere  definite "scatti dell'anima": fotografie che catturano i "moti" più reconditi. Una fotografia apparentemente "iperrealista" e che indaga le meraviglie della Natura con i suoi misteri ma che trasfigura il dato reale, dove la ricerca fotografica della stessa procede nel tentativo di "afferrare" lo scorrere inesorabile del tempo. Miranda Gibilisco trascende così il dato reale per approdare a un caleidoscopio di "sensazioni visive".

Il Centro Leonardo Da Vinci conferma  essere un polo culturale a livello nazionale, un cenacolo di artisti e autori, attento alle voci  più significative dei nostri tempi. Espressione concreta del Movimento del Metateismo, fondato  dall'artista Davide Foschi, si propone come crocevia di incontri culturali di ispirazione rinascimentale. Un laboratorio delle Arti e delle culture di natura sperimentale nel cuore della  città, dove artisti, scrittori, poeti, scienziati, formatori, ricercatori possono scambiare opinioni e promuovere la loro attività in qualificati circuiti culturali ed editoriali.


--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 16 ottobre 2015

Sblocca la tua vita scrivendo un libro

Cara amica, caro amico,

hai mai pensato che per sbloccare i 'lucchetti' della tua vita - che ti impediscono di essere felice - scrivere un libro possa essere la soluzione giusta? Scrivere aiuta a superare gli ostacoli quotidiani, lo dicono le ricerche scientifiche, e da quando è stata creata, l'essere umano ha sempre fatto ricorso alla scrittura nei momenti particolarmente difficili della propria esistenza. 

Il desiderio di scrivere nasce all'improvviso: quasi fosse un'urgenza, un dovere, una necessità; un bisogno che se viene realizzato può essere un ottimo sostegno per uscire da una situazione emotivamente difficile da sostenere. Scrivere è un modo per esserci: è la nostra stessa vita che si riflette all'interno di una narrazione, sia essa rivolta a noi stessi o ad altri. 

Gianni Bonfiglio
Scrivere è un modo per conoscersi, per inquadrare meglio i problemi, per vedere la vita attraverso una prospettiva inedita; è sentire che si è vissuto e che si sta vivendo, trasformando il filo conduttore del proprio passato in propellente per affrontare al meglio gli scenari che verranno. 

Scrivere un libro è il modo migliore per sentirsi protagonisti: guardando dall'esterno la propria storia si può riorganizzare il passato e progettare con maggiore lucidità il futuro. Si diventa consapevoli: e la consapevolezza fa lievitare l'autostima. Scrivere, pubblicare un libro, ci trasforma nei personaggi principali dell'opera e questo ha un valore aggiunto enormemente superiore rispetto al semplice scrivere una storia per poi lasciarla morire nel cassetto.

L'editore Gianni Bonfiglio, con la sua ventennale esperienza in campo editoriale e attraverso i marchi editoriali LBO, Fermento e Nobel, ti può supportare tecnicamente e fornirti gli strumenti adatti e necessari a scrivere il tuo libro, pubblicarlo e vederlo in vendita nelle librerie.

"Abbiamo aiutato moltissime persone in questi anni a divenire protagoniste della propria vita attraverso l'irripetibile esperienza della pubblicazione di un libro: possiamo dire che scrivere agisce come terapia. Dal momento in cui hanno toccato con mano la loro opera stampata e l'hanno condivisa con gli altri, la loro vita è cambiata: hanno iniziato un percorso nuovo che le ha fatte emergere dal sottobosco della loro esistenza e le ha indirizzate verso una consapevolezza tutta nuova. Hanno così potuto sbloccare quei lucchetti che le tenevano prigioniere dentro una vita senza soddisfazioni."


Puoi ricevere informazioni dettagliate su come scrivere il tuo libro indirizzando una mail direttamente a Gianni Bonfiglio a: scrivoilmiolibro@fermento.net

martedì 13 ottobre 2015

Premio Antonio Fogazzaro: incontro con la poesia - 23 ottobre

Anche quest'anno il Premio Antonio Fogazzaro, oltre ai concorsi letterari dedicati ai racconti inediti, alla poesia edita in lingua italiana e in dialetto e alla microletteratura, ha organizzato – da giugno  – una serie di eventi ambientati negli scenari più affascinanti dei laghi di Lugano e di Como: incontri con autori, proiezioni cinematografiche e iniziative attorno all'opera del grande scrittore vicentino e soprattutto intorno al suo romanzo d'esordio Malombra, che ispirò anche il cinema con opere significative.

Venerdì 23 ottobre alle 20.45, presso la biblioteca A. Fogazzaro di Loggio Valsolda (CO), si terrà l'ultimo incontro autunnale con la poesia: la presentazione del libro "Più non sai dove il lago finisca" a cura di Laura Garavaglia (Stampa ed.), un'antologia dei poeti del festival di poesia Europa in versi in omaggio al Lago di Como e al suo territorio. Insieme a Laura Garavaglia saranno presenti Rosa Maria Corti, Giorgio Prestinoni, Ottavio Rossani, Carla Saracino, Wolfango Testoni e altri poeti.
In collaborazione con La Casa della Poesia di Como.

Gli incontri proseguiranno poi nella stagione invernale con iniziative legate alla pubblicazione dei volumi sul cinema fogazzariano.

Il Premio Antonio Fogazzaro è realizzato con il patrocinio e il contributo di OltreExpo Regione Lombardia, con il sostegno di IntesaSanpaolo, BCC Alta Brianza Alzate Brianza, B.I.M. Consorzio del Bacino Imbrifero Montano del Ticino, Comune di Valsolda, Comune di Porlezza, New Press Edizioni, Hotel Stella d'Italia, Domasino, Hotel Merloni e con il patrocinio di MiBACT Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, EXPO 2015, Provincia di Como, Comune di Como, Comunità di Lavoro Regio Insubrica,  Accademia Olimpica, Università degli Studi dell'Insubria, La Provincia.


Per informazioni:
info@premioantoniofogazzaro.it
www.premioantoniofogazzaro.it
Facebook: facebook.com/PremioLetterarioAntonioFogazzaro



--

lunedì 12 ottobre 2015

Parole fuori dai libri: un tè con gli scrittori

Che rapporto ha l'amore con la cucina? 

Il cibo sa mettere in relazione chi si ama e non solo.

Maria Giovanna Farina e Antonio Ferrieri ne parleranno

presso Il Pertini
piazza Confalonieri 3 Cinisello Balsamo (MI)


13-15 ottobre: Francesco Paolo Del Re in Serbia al Festival Internazionale di Poesia “Smederevo’s Poet Autumn”

DALL'ITALIA ALLA SERBIA:
PER FRANCESCO PAOLO DEL RE, UN VOLO DI POESIA

Il poeta bitontino e il suo libro Il tempo del raccolto
(SECOP Edizioni) volano in Serbia per rappresentare l'Italia nella 46esima edizione del Festival Internazionale di Poesia "Smederevo's Poet Autumn"

13 – 15 OTTOBRE 2015


È con piacere che SECOP EDZIONI di Peppino Piacente annuncia che l'ospite italiano dell'edizione 2015 del Festival Internazionale di Poesia "Smederevo's Poet Autumn", in Serbia, è Francesco Paolo Del Re. Il poeta – originario di Bitonto, in provincia di Bari, ma trapiantato da molti anni a Roma – ha dato alle stampe nel 2015 la sua raccolta di versi intitolata Il tempo del raccolto, pubblicata da SECOP Edizioni nella collana I girasoli. Sempre nel 2015 alcune sue poesie sono state inoltre inserite nelle antologie Pace, della collana I Semi di Poesia in Azione, e Olio d'artista, entrambe pubblicate da SECOP Edizioni. 

Il prestigioso invito a partecipare alla quarantaseiesima edizione della kermesse poetica di Smederevo, una delle più celebri città medievali della Serbia e l'ultima capitale serba prima dell'invasione dei Turchi nel 1459, arriva dal direttore del festival, Goran Djordjevic, mentre la traduzione in serbo dei testi di Francesco Paolo Del Re è firmata dal poeta e traduttore Dragan Mraovic.

È un'occasione di incontri, scambi culturali e fratellanza fra i popoli nel segno della poesia. Sono una cinquantina e provengono da dodici paesi diversi i poeti che partecipano al festival, che si svolge nella moderna location del Centro Culturale Smederevo e nella suggestive atmosfera medievale della Fortezza. Una specifica sezione del programma della manifestazione è inoltre dedicata in particolare all'uva e al vino, in omaggio alla lunga e prestigiosa tradizione di Smederevo nella coltivazione della vite: le prime vigne sono state infatti piantate a Smederevo nel III-IV secolo dall'imperatore romano Probo e ogni anno i poeti recitano una poesia dedicata al vino in Piazza del Vino.

Il racconto del tempo, la vertigine del viaggio, la ricerca di un'identità, le lacerazioni del passaggio verso l'età adulta, i chiaroscuri della casa, la monumentalità di Roma, città d'elezione, e le suggestioni della Puglia, terra d'origine e riferimento imprescindibile a cui incessantemente tornare. Sono questi i temi di Il tempo del raccolto, la cui prefazione è di Stefano Coletta, Vice Direttore di Rai Tre, e la postfazione di Angela De Leo, poetessa e scrittrice. La silloge raccoglie una selezione delle liriche degli ultimi quattro anni: settantuno testi, dedicati al passaggio del tempo e all'avvicendarsi delle stagioni, che raccontano l'oscillazione tutta autobiografica di una vita sospesa tra due poli di un viaggio mai quietato, geografico ed esperienziale, fatto di andate e ritorni, preziose scoperte e nostalgie assolate.

Francesco Paolo Del Re ha trascorso metà della sua vita in Puglia, a Bitonto (Ba) dove è nato nel 1980, e l'altra metà a Roma, dove vive e lavora per il programma televisivo "Chi l'ha visto?" di Rai Tre. Il suo primo libro di poesie si intitola Il tempo del raccolto (SECOP Edizioni, 2015). Alcune suoi versi sono stati pubblicati sulle riviste La Vallisa e Poeti e Poesia e nelle antologie La poesia in generale (SECOP Edizioni, 1999), L'anemone e la luna (Besa Editrice, 2001), Il segreto della tenerezza (Besa Editrice, 2002), La luna storta (WLM Edizioni, 2013), Pace. I Semi di Poesia in Azione (SECOP Edizioni, 2015), Olio d'artista (SECOP Edizioni, 2015). Ha curato numerose mostre di arte contemporanea ed è autore di testi di critica d'arte, editi in cataloghi di mostre personali e collettive, e di due saggi di critica teatrale, pubblicati in volumi collettanei. Ha collaborato, inoltre, con le pagine culturali di diversi quotidiani e periodici (tra gli altri Liberazione, Il Fatto Quotidiano, Aut, Arte e Critica).


INFORMAZIONI TECNICHE SUL LIBRO:
TITOLO: IL TEMPO DEL RACCOLTO
AUTORE: Francesco Paolo Del Re
EDITORE: SECOP Edizioni
COLLANA: I girasoli
PREFAZIONE: Stefano Coletta
POSTFAZIONE: Angela De Leo
PAGINE: 112
PREZZO: 11 euro
INFORMAZIONI: www.secopedizioni.it 
tel. 080.8727960 - peppinopiacente@secopedizioni.it

domenica 11 ottobre 2015

Invito alla Cerimonia di premiazione del XVI Concorso nazionale di poesia e narrativa "Guido Gozzano" a Terzo (Al)

Domenica 18 ottobre alle ore 16, a Terzo (Al), presso la sala Benzi in via Brofferio, si svolgerà l'atto conclusivo della XVI edizione del Premio "Guido Gozzano".

La cerimonia di premiazione si svilupperà in tre parti: premiazione, rinfresco (presso la sede della Pro Loco) e dibattito conclusivo con protagonisti il pubblico e gli autori premiati.

Domenica 18 ottobre dalle 10 alle 11 verrà aperta, presso l'ex Asilo Comunale, la Biblioteca Poetica "Guido Gozzano" con oltre tremila libri di poeti italiani contemporanei. La Biblioteca verrà poi completata con una sezione dedicata ai libri per l'infanzia e l'adolescenza.

https://concorsoguidogozzano.wordpress.com/vincitori/vincitori-2015/

Numero partecipanti XVI Concorso Guido Gozzano 
Sezione A : 306 libri
Sezione B : 414 poesie inedite
Sezione C : 242 sillogi inedite
Sezione D : 235 racconti inediti



--

giovedì 8 ottobre 2015

Cerimonia premiazione concorso UN MONTE DI POESIA X edizione Città di Abbadia San Salvatore(SI)

Anche quest'anno siamo arrivati al momento della premiazione del concorso letterario "Un Monte di poesia"un appuntamento consolidato nel tempo e che questa volta festeggia la decima edizione con una sezione speciale nominata TOP TEN i migliori poeti vincitori nelle 2 sezioni Tema libero e Montagna che nel corso dei 10 anni hanno conseguito dal 1°al 5° premio. 

Ne è conseguita una rosa di splendidi lavori da gustare e centellinare. Naturalmente ci sono anche le sezioni tradizionali con i nuovi vincitori e tantissimi giovani e giovanissimi che si cimentano, qualcuno per la prima volta , in questo bel concorso.

ecco quindi il verbale di giuria e la relativa classifica , comunque dato che lo spirito  è quello della festa anche chi non è rientrato tra i premiati potrà leggere la sua poesia, dandone notizia all'organizzazione , e ricevere l'attestato di partecipazione. 

VI ASPETTIAMO AD ABBADIA  SAN SALVATORE in terra d' Amiata tra funghi , castagne, vin novo e tanta poesia .

ASSESSORATO ALLA CULTURA e PRO LOCO del comune di Abbadia San Salvatore
In collaborazione con l'ACCADEMIA 'V. ALFIERI' di Firenze.



Premio letterario “UN MONTE DI POESIA” decima edizione, anno 2015
Città di Abbadia San Salvatore (SI) 17 e 18 Ottobre 2015

Verbale di giuria e svolgimento della premiazione del concorso.
In data 28/09/2015  la giuria del premio letterario “UN MONTE DI POESIA”, costituita da:
Luca Ventresca, Lorenzo Piccini, Dalmazio Masini, Massimo Pinzuti, Tiziana Curti, Giacomo  Sbrilli,
Alessandro Resti, Mariella Baccheschi, Ideale Tondi,
dopo aver esaminato le poesie pervenute, provenienti da tutta Italia ed oltre, ha così deliberato:
 
SEZIONE “TOP TEN”: (SPECIALE DECIMA EDIZIONE DEL CONCORSO)
1° PREMIO:
                ALESSANDRO PERUGINI DI CASTELDELPIANO (GR) CON “LE FOGLIE”
2° PREMIO:
                GIUSEPPE LACCANIA DI SUTRIO (UD) CON “NOI CHE PARTIVAMO”
3° PREMIO:
                VITTORIO VERDUCCI DI NOTARESCO (TE) CON “NOZZE D’ARGENTO”
4° PREMIO:
               ANNA BONNANZIO DI APRILIA (LT) CON “IL PALCO IMPOLVERATO”
5° PREMIO: (EX AEQUO)
               GUIDO DI SEPIO DI ROMA CON “NEL PIAZZALE D’ABBADIA”
               DONATELLA PASQUALI DI TAVARNELLE VAL DI PESA (FI) CON
“VORREI TORNAR BAMBINA”
Segnalazioni:
FRANCO CECCHINI DI ASCIANO (SI) CON “SALDI”
TULLIO MARIANI DI MOLINA DI QUOSA (PI) CON “SONETTO QUASI D’AMORE”
ELENA MALTA DI PIANELLA (PE) CON “ANDAVO CAMMINANDO”
MILVIA DI MICHELE DI SPOLTORE (PE) CON “DI SENSAZIONI VIVO”



SEZIONE A TEMA LIBERO:
1° PREMIO:
              LORENA TURRI di Ghivizzano (LU) CON "da sempre, una mano"
2° PREMIO:
            MARINELLA PAOLETTI di colli del tronto (ap) con "il sole innamorato"
3° PREMIO:
            MANUELA MAGI di tolentino (MC) con "se di me"
4° PREMIO:
              GRAZIA FINOCCHIARO di FIRENZE con "NON SO CREDERCI"
5° PREMIO:
                FRANCA CINI di ABBADIA SAN SALVATORE (SI) con "SCARPETTE ROSSO SANGUE"
Segnalazioni:
GRAZIA BALDINI DI FIRENZE CON “SOLITUDINE”
ALBERTO AVERINI di ROMA CON “ GRAZIE”
ALVARO STAFFA di ROMA CON “VIA COL VENTO”
MARIA CARMELA MUGNANO DI ROMA CON “DOMENICA DELLE PALME”
ENZO GAIA DI LA SPEZIA CON “RIME ALLO SPECCHIO”

SEZIONE A TEMA “LA MONTAGNA”:
1° PREMIO:
                ANTONIO GIORDANO DI PALERMO CON “DAL MONTE”
2° PREMIO:
                ANGELA BABBUCCI DI SIENA CON “PIANCASTAGNAIO 1950:
LA MIA PRIMA CASTAGNATURA”
3° PREMIO:
                GRAZIANO BUCHETTI DI MONTEPULCIANO (SI) CON “IL VECCHIO DELL’AMIATA”
4° PREMIO:
               ADRIANO PIERULIVO DI LIVORNO CON “MONTE AMIATA”
5° PREMIO:
               MARIA MAURIZI DI TAVARNELLE VAL DI PESA (FI) CON “LA LEGGENDA DELLA SACRA S.MICHELE”
Segnalazioni:
GIAMPAOLO PINTORE DI VITERBO CON “LA MAGIA DELL’INVERNO”
ALFIERO BIGARONI DI CORCIANO(PG) CON “ABBADIA IN ATTESA DEL SOLE”
SILVANA LAZZARINO DI ROMA CON “IL SILENZIO DELLA MONTAGNA”
DARIO MUCCI DI ABBADIA SAN SALVATORE (SI) CON “AD MEATA”
GERMANA PALLECCHI SPADOTTO DI IMPRUNETA(FI) CON “MONTAGNE IN PRIMAVERA”

SEZIONE GIOVANI:
1° PREMIO:
               SOFIA VICTORIA ROMEO DI BORGHI (FC) CON “FRATELLO”
2° PREMIO:
                FRANCESCO GILI DI TORINO CON “FUGA”
3° PREMIO:
                MARTINA MAROTTA DI PRATO CON “PORTAMI A CASA”
4° PREMIO:
                ALESSIO PEZZELLA DI NOVARA CON “IL GATTO DELLA CAVERNA”
5° PREMIO:
              CRISTINA GIACOMELLI DI FELETTO (TO) CON “IL CREPUSCOLO”
Segnalazioni:
ALICE IACOMACCI DI ROMA CON “IDENTITA’”
JACOPO DE SIMONE DI CAPUA (CE) CON “LUMEN”
FABIO GIORDANI di SASSO MARCONI(bo) con “autunno”
GIORGIA DI STEFANO di SAN SALVO (ch) con “impariamo a perderci”
MARTINA UMBRELLA di CATANZARO con “il mio cielo”

premi speciali:
PREMIO AI PARTECIPANTI DELLA SCUOLA SECONDARIA 1 GRADO BORGHI (FC)
PREMIO AI PARTECIPANTI DEL CONVITTO NAZIONALE UMBERTO I DI TORINO
PREMIO AI PARTECIPANTI DELLE SCUOLE DI ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
 
Poeta del territorio:
MARTINA TIBERI di abbadia san salvatore (si) con "CANTA LA LUNA PIENA"




Gli organizzatori ringraziano innanzitutto i partecipanti per la loro straordinaria affluenza al concorso.
Tutti i poeti premiati e segnalati sono pregati di dare con urgenza conferma della loro presenza alla cerimonia di premiazione che si svolgerà
domenica 18 ottobre ore 10:00
presso il
CENTRO GIOVANI - SALA VIDEOTECA
Via Mentana, 16 (dietro al Comune di Abbadia San Salvatore)

Contattare entro e non oltre il 13 OTTOBRE
- la Pro Loco di Abbadia San Salvatore ( SI ) tel. 0577778324 email: atondi@terreditoscana.net
- oppure il numero 3395904072
A tutti i partecipanti verrà consegnato un attestato di partecipazione personalizzato.
Il primo premio dovrà essere ritirato personalmente dall’interessato, i premi successivi potranno essere consegnati anche ad un’altra persona purché delegata.
La mancata presenza alla cerimonia, (sia del premiato che di un eventuale delegato), comporta la completa rinuncia al premio stesso.
Alla premiazione seguirà un pranzo conviviale a prezzo concordato presso un ristorante tipico.

La cerimonia di premiazione si svolgerà nell’ ambito della tradizionale FESTA D’AUTUNNO: chi lo desidera potrà partecipare anche al programma previsto per i giorni sabato 17 e domenica 18 ottobre.

Presentazione raccolta poetica LEGGI UNA DONNA di Lorena Turri

copertinaSi apre la stagione autunnale degli eventi proposti dall'associazione letteraria Accademia Alfieri, quale evento migliore di una presentazione
l'accademia alfieri è lieta di presentare la raccolta d'esordio di Lorena Turri.

Il 15 ottobre presentazione di LEGGI UNA DONNA - poesie
libreria Marabuk via Maragliano29 Firenze ore 17
il libro può essere già prenotato presso la libreria chiamando il n.055360437

La relatrice sarà Tiziana Curti membro del comitato esecutivo dell'Accademia Alfieri, poetessa molto attiva nell'ambito culturale fiorentino, pittrice e organizzatrice di eventi , giurato di numerosi e importanti concorsi letterari .

"Leggi una donna" raccolta di poesie coinvolgenti che tracciano la dimensione di una donna costretta alla clausura forzata dalla depressione ma dalla quale esce per merito della poesia che le apre nuove e inaspettate prospettive.

Alcune poesie saranno lette dall'autrice che si intratterrà con il pubblico al termine della presentazione , il libro è in vendita alla libreria Marabuk dal momento della presentazione. La libreria marabuk è raggiugibile con l'autobus n.22, e 56 dalla stazione di SMN, di Firenze

Lorena Turri di Castelnuovo di Garfagnana, Appassionata di teatro e di letteratura , si accosta alla scrittura poetica e prende a frequentare, nel web, vari siti letterari dove pubblicherà i suoi scritti. In seguito alla sua situazione familiare e alla perdita del lavoro, si chiude in un quasi totale isolamento tra le pareti domestiche a cui dà il nome di "clausura", sprofondando nel baratro della depressione. 

Vive questa condizione in solitudine e senza mai rivolgersi a un medico e senza ricevere sostegni dai familiari. Dal baratro la salva la sua passione per la poesia . Appassionata da sempre di enigmistica e di linguistica, grazie agli acquisiti strumenti metrici,compone testi monovocalici, parodie, poesie dissacratorie, giochi linguistici e filastrocche.
 
Tiziana Curti


www.tizianacurti.wordpress.com

mercoledì 7 ottobre 2015

Casa del dialogo - sabato 10 ottobre - ore 18 - Rime in dialogo. Pace in versi - Secondo appuntamento: Verso la speranza

Rime in dialogo. Pace in versi
Secondo appuntamento: Verso la speranza


Sabato 10 ottobre 2015 – ore 18

Casa del Dialogo
via degli Olivetani 3, Milano

https://www.facebook.com/events/158060844538703/

Sarà un appuntamento aperto a tutta la cittadinanza, un momento all'insegna della speranza, un invito reciproco ad andare avanti con lieta determinazione, attingendo alle parole illuminate delle diverse tradizioni religiose, un incontro per dire che vogliamo continuare a spenderci senza rassegnarci né arrenderci all'apparente ineluttabilità del male.

Sarà il secondo appuntamento di "Rime in dialogo. Pace in versi", in programma sabato 10 ottobre, alle ore 18, alla Casa del Dialogo di Milano.

Ogni giorno, più volte al giorno, ci si presenta uno scenario sconfortante, fatto di egoismo, di violenza, di indifferenza, di guerra e di integralismi, che appaiono senza fine. Ci si interroga, a volte smarriti, su cosa si possa fare per sconfiggere la rassegnazione, il senso di impotenza e la tristezza che ne conseguono.

Le risposte, in realtà, sono già state date all'umanità, e da tempo. Le tradizioni religiose, tutte, hanno tracciato la via e fornito le soluzioni per lenire lo sgomento dell'essere umano davanti agli effetti dei peggiori istinti di sopraffazione e di prevaricazione sull'altro.

Nove mesi dopo il primo incontro "Rime in dialogo. Pace in versi", organizzato alla Casa della carità all'indomani dei tragici fatti di Parigi, ci ritroviamo per continuare a promuovere il rispetto, la condivisione e l'amicizia, strumenti indispensabili per la pacifica convivenza umana. E per ribadire che, solo trovando la propria pace interiore, accogliendo l'altro, comprendendolo e amandolo, sarà possibile realizzare la pace nel mondo.

In questo secondo incontro, verranno proposti poesie, canzoni e brani di prosa, per alimentare il coraggio e la voglia di cambiare le cose attraverso la riflessione personale, il cammino spirituale e l'impegno civico nella vita di tutti i giorni.

Aderiscono: Istituto Kunpen Lama Gangchen - Fondazione Casa della carità "Angelo Abriani" - Associazione Amici Casa della carità - Associazione Casa della Poesia al Trotter -Teatro Officina – CeAS Centro Ambrosiano di Solidarietà - Comunità di Sant'Egidio - Associazione Zen Higan L'Altra riva - Chiesa Valdese di Milano - Casa della Cultura Musulmana - Comunità Frati di Sant'Angelo.


Per informazioni e adesioni: rimeindialogo@gmail.com

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI