Cerca nel blog

lunedì 29 febbraio 2016

Marzo al Circolo dei lettori: le anteprime, i progetti speciali e gli appuntamenti da non perdere


 
il Circolo dei lettori – via Bogino 9, Torino
Anteprime e progetti speciali:
le parole chiave di marzo 2016 al Circolo dei lettori

I progetti speciali Made In, Torino e le Api, le Anteprime con
Giuseppe Culicchia
, Luca Iaccarino e Maurizio Crosetti e tanti incontri:
Pierluigi Battista, Michela Marzano, Luciana Littizzetto, Igort, Loredana Bertè, Maurizio de Giovanni, Dubravka Ugrešić, Paolo Rumiz,
Tommaso Pincio e molti altri ancora
 
Anteprime e progetti speciali sono le parole chiave che scandiscono la programmazione del mese di marzo al Circolo dei lettori. L'intreccio di Storia e vissuto privato, le suggestioni dell'arte e delle decorazioni, la passione civile, l'impegno del giornalismo d'inchiesta, la grande tradizione letteraria internazionale e la musica italiana, atmosfere fra il giallo e il gotico: sono solo alcuni dei temi e degli orizzonti di riflessione che questo mese animeranno le sedi di Torino e Novara

Sempre più scelto come prima tappa nazionale dei tour editoriali, il polo culturale torinese non manca di farsi ideatore e collettore di produzioni proprie, progetti speciali e preziose collaborazioni. Tra le decine di eventi in programma, ecco una mappa degli imperdibili.

Le Anteprime prendono il via venerdì 4 marzo con l'anti-presentazione del nuovo lavoro di Giuseppe Culicchia Mi sono perso in un luogo comune (Einaudi) in un reading-spettacolo nel segno della stand-up comedy. Perché a ciascuno di noi è capitato di inciampare in un cliché. 

L'8 marzo sarà la volta del reading musicale a cura di Luca Iaccarino, liberamente ispirato al suo nuovo libro Il gusto delle piccole cose (Mondadori Electa) che esce in libreria lo stesso giorno. Un omaggio alla bellezza delle cose semplici e apparentemente banali che rendono speciale e gustosa la nostra vita. Il 31 marzo l'esordio letterario del giornalista di Repubblica Maurizio Crosetti Esercizi preparatori alla melodia del mondo (Baldini&Castoldi).

Tra gli incontri in programma, il 2 marzo alle 18 Pierluigi Battista ricorda il padre nel memoir Mio padre era fascista (Mondadori; con Luca Beatrice), racconto autobiografico in cui l'autore si riappacifica con la figura paterna. Il 4 marzo è la volta di Michela Marzano che dialoga con Luciana Littizzetto di Papà, mamma e gender (UTET). 

Lunedì 7 lo psichiatra Vittorino Andreoli spiega come gli uomini impieghino le migliori energie per alimentare le proprie paure piuttosto che concentrarle per migliorarsi in La gioia di vivere (Rizzoli). 

Mercoledì 9 marzo Loredana Bertè restituisce tutta la brutalità e l'esuberanza della sua vita incontrando il pubblico del Circolo in occasione del suo esordio letterario Traslocando (Rizzoli; con Marinella Venegoni).

Si prosegue giovedì 10 marzo con Igort e i Quaderni giapponesi (Coconino Press – Fandango): un altro viaggio nelle terre orientali, tra Manga e Anime, ma anche un'esplorazione che racconta la cultura, la filosofia e il senso della bellezza della vita nel Sol Levante. 

Venerdì 11 marzo arriva al Circolo Maurizio de Giovanni, in dialogo con Luca Beatrice e Steve Della Casa sui protagonisti dei suoi bestseller in giallo, il commissario Ricciardi e l'ispettore Lojacono. 

Sabato 12 marzo Vittoria Baruffaldi, la blogger di La filosofia secondo Baby P offre un'originale prospettiva della maternità basata sulla certezza che ogni bambino è un filosofo in Esercizi di meraviglia (Einaudi). 

Martedì 15 marzo è la volta di Beatrice Masini e I nomi che diamo alle cose (Bompiani; con Marco Peano): la scrittrice che ha tradotto la saga di Harry Potter torna con un romanzo che parla di famiglie tradizionali e insolite. 

Mercoledì 23 marzo alle 18.30 fa tappa al Circolo la saggista e scrittrice croata Dubravka Ugrešić che dialoga con Andrea Bajani a partire da Europa in seppia (nottetempo): un'istantanea europea a partire dalle ondate migratorie, le tensioni sociali e la trasformazione del mercato globale.

Giovedì 14 marzo Paolo Rumiz racconta al pubblico il suo soggiorno solitario su uno scoglio sperduto del Mediterraneo di cui parla in Il Ciclope (Feltrinelli). Mercoledì 30 marzo Tommaso Pincio indaga i tanti scrittori che hanno coltivato la passione per la pittura in gioventù (con Luca Beatrice, Andrea Cortellessa e Massimo Kaufmann). Conclude il mese la biker italiana Paola Gianotti che ha compiuto il giro del mondo (22 Paesi) in sella alla due ruote in 144 giorni.

Tra i progetti speciali a cura del Circolo prosegue Made In, ciclo di serate realizzato in collaborazione con Università di Torino, ESCP Europe e Politecnico di Torino e in partnership con Cantine Damilano, che dopo l'appuntamento di febbraio sulla cultura politecnica continua con due tavole rotonde a marzo con lo scopo di attuare una narrazione delle imprese italiane che tenga conto di parametri nuovi come qualità, sostenibilità ambientale e innovazione. Il 3 marzo è l'occasione per dialogare su "Memoria e futuro dell'impresa italiana" con Giuseppe Berta, storico dell'economia, Pietro Paolo Biancone, docente di Economia aziendale all'Università di Torino, Oscar Farinetti, imprenditore e fondatore di Eataly, Licia Mattioli, AD Mattioli S.p.A. e presidente dell'Unione Industriale di Torino, Giovanna Melandri, presidente della Fondazione Maxxi e Giorgio Zanchini, giornalista. L'ultimo appuntamento è il 17 marzo con lo scrittore Marco Belpoliti, Paolo Damilano, imprenditore e presidente del Museo Nazionale del Cinema, il regista e scrittore Davide Ferrario, Giuseppe Mazza, Executive Creative Director e Founding Partner Tita e Antonella Parigi, assessore Cultura e Turismo della Regione Piemonte, per una tavola rotonda sulla "Narrazione dell'industria italiana".

Tra le novità del mese di marzo: il corso Pane Nostrum – dialoghi sul cibo (primo appuntamento 31 marzo) condotto dalla food editor Licia Granello per parlare del cibo, argomento prediletto nei talk show, trasmissioni tv, reality, saggi ed esposizioni universali, a partire dalla "qualità" che troppo spesso si dimentica; lo spettacolo di music-telling a cura di Dario Benedetto che ci conduce nel mondo nostalgico e poetico di Tim Burton con un comico e stralunato Edoardo mani di forcipe.

A marzo proseguono i laboratori e i corsi per i più piccoli – Don Chisciotte e Sancho Panza. Le avventure della Pancia, a cura di Chiara Bechis e Simona Bisconti, Compagnia teatrale BiBe e La Testa tra le storie – e per gli adulti – Imparare a stare al mondo curato da Leonardo Caffo. Torna anche il consueto appuntamento con i gruppi di lettura, che fino a maggio coinvolgeranno il pubblico di tutte le età negli incontri Classici, Mensili (per letture tutto l'anno) e Flash (pillole di pagine), tra questi ultimi i nuovi Di fiore in fiore: facciamo un'antologia con Marco Peano e l'editor Angela Rastelli, e Il racconto dei racconti, palestra narrativa per conoscere il racconto come forma letteraria e come azione, con il libraio Davide Ferraris.


 QUI È POSSIBILE SCARICARE IL PROGRAMMA IN PDF


--
www.CorrieredelWeb.it

sabato 27 febbraio 2016

"Il sintomo di Lacan. Dieci incontri con il reale" di Alex Pagliardini - Novità Galaad Edizioni



 
Galaad Edizioni
Novità
 

 

 

Il sintomo di Lacan. Dieci incontri con il reale

di Alex Pagliardini

Il libro

La psicoanalisi deve toccare il reale, in caso contrario è una farsa, oppure, detto altrimenti, una psicoterapia. Il sintomo di Lacan si misura – in dieci "incontri" che sono altrettante forzature e scomposizioni della stessa domanda – con questo interrogativo: la pratica analitica può toccare il reale? E se sì, quando e in che modo riesce a farlo? Il reale, comunque lo si voglia intendere – come uno dei registri della vita, come esperienza pura, come insopportabile, come esigenza pulsionale acefala, come problema insolubile, come impossibile, come cosa in sé, come realtà grezza, come nuda vita, come evento –, è senz'altro il "punto" sul quale Lacan ha insistito maggiormente nel corso del suo lavoro. Per questo egli ha concepito l'analisi come una prassi nella quale far accadere il reale, nella quale incontrarlo, per consentire all'analizzante di stabilire con esso, anziché patirlo, un diverso rapporto. Così intesa, la pratica analitica si allontana dai suoi consueti percorsi, rassicuranti ma asfittici, per dirigersi verso altri territori, verso un orizzonte impossibile; mentre l'analista è costretto a collocarsi in una nuova posizione, che sia all'"altezza" del reale – una posizione per certi versi insopportabile e insostenibile. Qui si incontra un secondo interrogativo cruciale, che attraversa il libro prendendo gradualmente corpo tra le pieghe del ragionamento: fino a che punto l'analista può forzare la propria posizione, fin dove può spingersi, affinché un'analisi arrivi a toccare il reale?

L'autore

ALEX PAGLIARDINI, è psicoanalista. Responsabile del Centro Jonas Roma (Centro di clinica psicoanalitica dei nuovi sintomi), membro Alipsi (Associazione Lacaniana Italiana di psicoanalisi), docente IRPA (Istituto di Ricerca di Psicoanalisi Applicata), membro AIDA (Associazione per gli Interventi sui Disturbi Alimentari), collaboratore del Dipartimento di Salute Mentale – ASL Roma D, è autore dei testi Jacques Lacan e il trauma del linguaggio (2011), L'esperienza del panico (2011) e curatore dei volumi Il reale del capitalismo (2012), Desiderio e godimento (2012), Attualità di Lacan (2014).

Collana Matemi n.6 - Collana di filosofia e psicoanalisi diretta da Marco Gatto, Antonio Lucci e Alex Pagliardini. Direzione scientifica di Massimo Recalcati e Rocco Ronchi








--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 26 febbraio 2016

“VIAGGIA, VIVI, SCRIVI”: Travelnews24.it partner del concorso letterario “Il viaggio. Condividi la tua avventura.”

L'iniziativa è proposta da Sharewood e per partecipare bisogna pubblicare il proprio racconto sulla piattaforma Meetale.com con l'hashtag #BeSharewood. Entro giugno. In palio tanti premi e una buona causa da sostenere.


www.travelnews24.it gosharewood.com

Brescia. Travelnews24.it, la prima testata del turismo di eventi, è mediapartner del contest letterario promosso da Sharewood "Il viaggio. Condividi la tua avventura" dedicato a tutti i viaggiatori che desiderano raccontarsi e raccontare le proprie avventure lontano da casa. 

Sharewood è una community di viaggiatori outdoor per il noleggio di attrezzatura sportiva tra privati. Per partecipare al concorso occorre caricare i racconti sulla piattaforma Meetale.com con l'hashtag #BeSharewood, entro il 15 giugno 2016.

Gli scritti potranno avere come tema un'avventura outdoor, un aneddoto o la storia di un'amicizia.

La prima selezione spetterà al giudizio dei lettori (eliminare del blog): saranno scelte le composizioni di maggior successo in base a like, download e visualizzazioni ricevute.

I migliori racconti saranno sottoposti alla giuria composta oltre che dal team di Sharewood e dalla redazione di Travelnews24.it, anche dai blogger di lifeintravel.it, genteinviaggio.it e le guide dell' Associazione culturale Wonder Way.

Quindi saranno scelti tre vincitori: il primo classificato si aggiudicherà una bicicletta personalizzabile offerta da Sharewood, il secondo la pubblicazione integrale del proprio racconto su Travelnews24.it, e il terzo "Un giro in bicicletta a suon di musica", un tour di Milano su due ruote con il singolare accompagnamento di alcuni ciclisti-musicisti promosso da Wonder Way.

Nel caso in cui il vincitore fosse impossibilitato a raggiungere Milano, il premio consisterà in 17 ebook di un catalogo offerto da genteinviaggio.it ed edito da Asterisk edizioni, che dà voce alle esperienze dei viaggiatori che gli autori della casa editrice hanno incontrato.

"Il giro in bicicletta a suon di musica" andrà quindi al quarto classificato.
Non solo: il portale lifeintravel.it omaggerà i tre vincitori del nuovo libro "Cicloturismo per tutti. Come organizzare una vacanza in bicicletta", edito da Edicicloeditore e in vendita a 14 euro.

I migliori racconti selezionati dai lettori saranno infine pubblicati in una raccolta e venduti per acquistare una HugBike, la bici degli abbracci, un particolare modello tandem con manubrio allungato prodotto dall' associazione onlus "Oltre il Labirinto" che sostiene i giovani autistici. HugBike è stata pensata per permettere a questi ragazzi di pedalare con i propri genitori. La bicicletta sarà poi donata alla fondazione Renato Piatti, una onlus che svolge attività di cura ed assistenza di persone disabili intellettive e relazionali.

Dichiara Giovanna Montiglio direttore commerciale e fra i soci di Travelnews24.it: "Sosteniamo il contest perché la nostra testata è dedicata a chi ama viaggiare per vivere esperienze ed è nella natura di questi soggetti raccontare quello che li ha emozionati. Anche la finalità benefica ci ha trovati entusiasti: se il viaggio è condivisione, essa inizia proprio dando a tutti la possibilità di vivere avventure, grandi o piccole, come una gita in bici, non importa".


--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 25 febbraio 2016

Presentazione dell'autobiografia di Gianni Rivera alle Tenute La Montina il 6 marzo

Domenica 6 marzo 2016 in Franciacorta

GIANNI RIVERA A LA MONTINA

PRESENTAZIONE DELL'AUTOBIOGRAFIA DI UN CAMPIONE


 

Domenica 6 marzo 2016 Gianni Rivera sarà in Franciacorta, ospite delle Tenute La Montina di Monticelli Brusati, per presentare e firmare il suo nuovo libro "Autobiografia di un campione". Oltre 500 pagine di emozioni. 

Dall'Alessandria al Milan, le olimpiadi, il pallone d'oro, i campionati mondiali, la famiglia, fino ad arrivare ad oggi. Immagini, racconti, articoli di giornale, emozioni.

«Piedi da artista, inventiva da grande regista e senso del gol fanno di Rivera uno dei giganti di ogni epoca del calcio mondiale», viene descritto così il primo Pallone d'oro italiano (1969).

Domenica 6 Marzo tutti i suoi fan potranno incontrarlo e passare una giornata in sua compagnia.
Il programma dell'evento:

– H. 11,30 Ritrovo alle Tenute La Montina – Monticelli Brusati, Brescia

– H. 12,15 Inizio presentazione libro a cura di Gianni Rivera

– H. 13,15 Chiusura della presentazione e firma delle copie del libro


– H. 13,45 Visita della cantina La Montina

– H. 14,15 Ricco aperitivo a buffet accompagnato dalle bollicine dei Franciacorta La Montina


Costo dell'intera giornata € 35,00

Costo libro € 55,00 (anziché 60)


Per assicurarsi una giornata con Gianni Rivera è necessario prenotare in tempo, 
le iscrizioni sono aperte fino a Domenica 28 Febbraio.

Per info e prenotazioni: comunicazione@lamontina.it – 030/653278

L'evento è organizzato in collaborazione con UNIONE MILAN CLUB BRESCIANI

Le Tenute La Montina di Monticelli Brusati sono fra le aziende storiche della Franciacorta. Le vigne aziendali sviluppano su di una superficie vitata di circa 72 ettari, dislocati in 7 Comuni della Franciacorta. 


Vigneti, con giacitura preminentemente collinare, impiantati su terreni calcarei e limo-argillosi con una resa circa di 100 quintali per ettaro con densità di 5.400/7.000 ceppi per ettaro. 

La cantina si estende per 7.450 m² sotterranei, il che garantisce tutto l'anno la minore escursione termica possibile (attorno ai 13°- 16°) e condizione ottimale per la giusta maturazione dei Franciacorta. La produzione media è di 380.000 bottiglie annue.

Info: La Montina - Tel. 030 653278 - info@lamontina.it - www.lamontina.it








--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 24 febbraio 2016

C'era infinite volte il Sud. Incontro con Matteo Greco alle Officine Ergot

Dopo aver girato in lungo e in largo il Salento, Matteo Greco con il suo libro “C’era infinite volte il Sud”, Il Raggio Verde edizioni, approda a Lecce venerdì 26 febbraio 2016. Sarà una serata evento, quella in programma alle Officine culturali Ergot di Lecce (Piazzetta Ignazio Falconieri 1/b), che vedrà fondersi arte, letteratura e musica grazie alla partecipazione dell’illustratore Marco Cito, che per l’occasione presenterà le tavole originali che impreziosiscono il libro, dell’attrice Elisa Maggio protagonista con l’autore di un esclusivo reading letterario accompagnati dalle note del pianista Daniele Vitali. Al giornalista Giuseppe Pascali de La Gazzetta del Mezzogiorno il compito di dialogare con l’autore Matteo Greco che, di recente, ha presentato in anteprima nazionale a Gagliano il progetto del Parco narrativo di Finis Terra finalizzato alla valorizzazione del patrimonio immateriale della terra di confine del Capo di Leuca. Un progetto che, per certi versi, è la naturale conseguenza di un lungo e meticoloso lavoro di ricerca, partito dapprima con l’ideazione della app “Sherazade” il cantastorie digitale che poi si è materializzato nelle pagine del libro, C’era infinite volte il Sud, che dà voce a personaggi veri e immaginari svelando le bellezze del territorio salentino. Un libro che non a caso apre la collana “In viaggio con Sherazade”, diretta per la casa editrice dallo stesso Matteo Greco, e nata dalla convinzione che siano le storie a riconsegnarci il significato di un luogo e di tutti gli usi e costumi in esso racchiusi, che sia una piazza, una chiesa, una masseria o il volto di un uomo o di una donna di ieri come di oggi. “Questo libro-cantastorie è scritto per coloro che davanti a un castello, un frantoio, un promontorio vorrebbero vedere le cose riaccadere, ed esserne gli eccezionali spettatori. Un libro per viaggiare - e vivere - in Salento con parole nuove, per tornare ad incantarsi, andando verso Sud”.
Il libro è strutturato in ventitré racconti e dieci lettere al turista, l’intento è raccontare in modo inedito il Salento, attraverso due itinerari che, lungo una direttrice di bellezza, incontrano: Gallipoli, Santa Maria di Leuca, Otranto, Galatina, Santa Cesarea Terme, Alessano. Gagliano del Capo, Cutrofiano, Zollino, Melpignano, Soleto, Sternatia, Martignano, Martano, Corigliano d'Otranto, Melendugno, Castrignano De' Greci. "C'era infinite volte il Sud - percorsi narrativi alla scoperta del Salento racchiude due libri in uno. Basta capovolgerlo per sfogliare le pagine tradotte in lingua inglese - da Maria Chiara Lino e Vito Panico con la revisione a cura di Georgeanne Kalweit - pensando ai turisti stranieri che sempre più numerosi scelgono di visitare il Tacco d'Italia. Infine, a rendere la pubblicazione ancora più preziosa, le tavole originali di Marco Cito che con il suo tratto ha dato un volto ai protagonisti di alcuni racconti. La serata, con ingresso libero, avrà inizio alle ore 21.

lunedì 22 febbraio 2016

“IL PAESE DELLA ROSA PEONIA”, EDIZIONI IL RAGGIO VERDE INCONTRO CON L’AUTRICE FEDERICA MURGIA

Nell'ambito della rassegna Libri con tè , ideata dall'associazione "e20Cult", “Il paese della rosa peonia” di Federica Murgia, edito da Il Raggio Verde, approda a Tiggiano (Lecce) nella sala conferenze del Palazzo Baronale in piazza Castello sabato 20 febbraio 2016 ore 18:30. Coordin i lavori Massimo Alessio, presidente  della Pro Loco di Tiggiano mentre Antonietta Fulvio, direttore responsabile Arte e Luoghi, dialogherà con l'autrice Federica Murgia. Durante l'incontro saranno offerti ai presenti tè e pasticcini tipici della Sardegna.

L’appuntamento è organizzato dalla Pro Loco di Tiggiano in collaborazione con l’associazione “e20Cult”, Il Comune di Tiggiano e Il Raggio Verde edizioni. Il libero presenta uno spaccato del mondo contadino sardo, con le sue tradizioni che ancora resistono come buone pratiche su cui si innerva un forte senso della comunità. Quattro racconti introdotti da una breve presentazione dei protagonisti, in primis, il paesaggio che è parte della memoria non solo individuale ma collettiva e diventa un tassello unico e insostituibile.

Il paese della rosa peonia - o come si dice in sardo Sa 'idda de s'orrosa ' e padenti non è solo il luogo geografico racchiuso tra il Gennargentu e il greto del Flumendosa, territorio dalla bellezza straordinaria con un patrimonio naturalistico tale da aver dato vita al primo Ecomuseo della Sardegna. É soprattutto una dimensione dell'anima dove l'amore per la famiglia include quello per la propria terra compresi gli esseri vegetali e animali che la popolano.

E per il lavoro, tramandato di padre in figlio, che è la preghiera più bella che si possa recitare perciò la fatica nei campi e nei pascoli non è vissuta come un sacrificio bensì come un dono che rende felici e liberi. "Racconti di un mondo arcaico, lontano, del buon tempo antico, intrisi di fascino, di gioia di vivere e di spensieratezza: il mondo dei bambini - si legge nella prefazione del genealogista Pino Ledda -. Accanto a questo mondo, però, esiste il mondo dei grandi fatto di sofferenze, di privazioni, d'invidia e di cattiveria.

Due mondi paralleli che Federica è riuscita a coniugare e a rappresentare magistralmente offrendoci uno spaccato di purezza che diventa, però, messaggio ed ammonimento e ci obbliga ad un duro esercizio di retrospezione". L'autrice Federica Murgia è nata a Seulo, nella Barbagia, un paese della provincia di Cagliari situato nel pendio del monte Perdedu che fa parte del massiccio del Gennargentu.

Lì ha vissuto l'infanzia e parte dell'adolescenza. Successivamente si trasferisce a Cagliari, dove tuttora risiede nel quartiere di Villanova anche se trascorre lunghi periodi a Seulo e a Specchia (Lecce). Sino al 2010 insegna nelle scuole secondarie di primo grado, come docente di Educazione Tecnica e, dopo la specializzazione, come docente di sostegno. Appassionata e curiosa dell'arte scrive per artisti, italiani e stranieri, che espongono nella galleria d'arte "Mentana" di Firenze o in altri spazi pubblici o privati.

25 febbraio - Aspettando Parolario: la strage di Nanchino nel cinema


ASPETTANDO PAROLARIO
LA STRAGE DI NANCHINO NEL CINEMA:
DA "I FIORI DELLA GUERRA" DI ZHANG YIMOU
A "NON SOLO UN FILM" DI PAOLO LIPARI

Giovedì 25 febbraio ore 20.30
Associazione Giosuè Carducci, Como

Aspettando Parolario, il percorso di avvicinamento alla sedicesima edizione della manifestazione dedicata ai libri e alla cultura che si terrà dal 16 al 25 giugno a Como, prosegue con un appuntamento dedicato alla strage di Nanchino e al cinema cinese.

Giovedì 25 febbraio alle 20.30 presso l'Associazione Giosuè Carducci di Como si potrà infatti assistere alla visione del film "I fiori della guerra" di Zhang Yimou e di "Non solo un film", il documentario realizzato da Paolo Lipari in occasione dell'uscita del capolavoro del regista cinese.

La serata, organizzata da Parolario in collaborazione con l'Associazione Culturale Sguardi, l'Associazione Caracol e l'Associazione Giosuè Carducci di Como, sarà introdotta dal regista Paolo Lipari e dalla giornalista e sinologa Emma Lupano.

L'appuntamento sarà anche l'occasione per sottoscrivere la card Amici di Parolario 2016. Tutte le  informazioni sulla Card si possono trovare al sito www.parolario.it.

Ingresso libero

Il film
Un film del 2011 firmato da uno dei più grandi registi contemporanei, il cinese Zhang Yimou (l'autore di Lanterne rosse, Hero, La foresta dei pugnali volanti...). Una delle produzioni più costose della storia del cinema cinese: più di 90 milioni di dollari. Una pellicola tratta dal romanzo di una donna, la scrittrice Geling Yan, dove protagonista è lo sguardo femminile di fronte agli orrori dell'umanità. Un'opera che recupera una delle pagine della storia più rimosse e imbarazzanti negli equilibri politici internazionali: la strage di Nanchino.

"I fiori della guerra", con protagonista Christian Bale, è al contempo un kolossal e un film intimista, un racconto di guerra e una storia d'amore, un pugno e una carezza. Impossibile sentirsi indifferenti. La vicenda che racconta è lontana nel tempo (siamo nel 1937) e nello spazio (si svolge nell'antica capitale cinese, Nanjing, invasa dalle truppe giapponesi). Ma ha la potenza di arrivare dritta al cuore di qualsiasi spettatore.

Un gruppo di giovanissime studentesse e tredici prostitute si trovano a divedere gli stessi spazi per proteggersi dalla violenza più cieca. Con loro un prete che non è un vero prete. Intorno un massacro che fece più di trecentomila vittime tra cui migliaia di donne stuprate e bambini innocenti.

A distanza di quasi ottant'anni da quei fatti documentati anche da fonti occidentali, ancora oggi, con dignità e compostezza, un fiume di visitatori raggiunge il Museo della strage di Nanchino da tutte le parti della Cina.

Il documentario
"Non solo un film" è invece il breve ma inteso documentario realizzato da Paolo Lipari in occasione dell'uscita del film "I fiori della guerra" a Nanchino, la città protagonista della storia: "La proiezione del film in una sala piena di ragazzi, coppie, anziani, tutti con gli occhi lucidi della stessa commozione è tra le esperienze più forti che io abbia mai vissuto al cinema. In un mondo dove tutti nasciamo smemorati e cresciamo in un isolamento che distrugge la stessa nozione di popolo, la presenza di tanti giovani cinesi sui luoghi che furono teatro di quella tragedia ribadisce nei fatti il monito che campeggia su un muro del Museo di Nanchino: si può perdonare ma non dimenticare", commenta il regista.

Paolo Lipari
Autore di cortometraggi e documentari premiati in vari festival anche internazionali, oltre all'attività registica si dedica alla formazione di giovani videomaker, alla direzione di eventi culturali come Il Cinema italiano - Festival a Como e alla realizzazione di progetti artistici come InOneAllMOvie, ovvero la compressione di interi film in una sola immagine tramite accelerazione. Negli scorsi mesi è stato visiting professor in tre prestigiose università del sud della Cina. A marzo sarà inaugurata una sua mostra al Palazzo Reale di Genova.

Emma Lupano
Giornalista professionista e ricercatrice postdoc all'Università degli Studi di Milano, si occupa di Cina da oltre 15 anni. Come giornalista ha lavorato e lavora per diverse testate stampa, online e radio italiane e internazionali. In Cina è stata corrispondente freelance per quattro anni. È curatrice del volume "Media in Cina oggi" (Franco Angeli 2010) e autrice di "Ho servito il popolo cinese. Media e potere nella Cina di oggi" (Brioschi 2012).

Associazione Sguardi
L'Associazione Culturale Sguardi, nata a Como per iniziativa di quattro ragazze nel 2005, ha come prima finalità quella di promuovere una crescita umana e culturale delle giovani generazioni attraverso iniziative variamente orientate ma tutte convergenti nel porre al centro i valori della persona correlati al bene comune. A tal scopo si è assunta l'impegno di organizzare il Festival del cinema italiano a Como, una manifestazione giunta all'XI edizione e divenuta un prezioso punto di riferimento nella vita culturale del territorio. Nel 2008 ha dato a vita, in collaborazione con la Camera di Commercio di Como, a Dreamers, una scuola per videomaker di cui ha assunto la direzione e la gestione organizzativa per otto anni.

Associazione Caracol
L'Associazione Culturale Caracol è nata a Como nel 2005 per favorire l'incontro con altre culture attraverso l'organizzazione di eventi, mostre, convegni e iniziative. Alla Cina, e alla diffusione della conoscenza della cultura e della società cinese, Caracol dedica particolare attenzione, progettando e organizzando iniziative inedite e originali, coinvolgendo studiosi, sinologi ed esperti che in Cina vivono o hanno vissuto e che intrattengono con essa, in prima persona, rapporti privilegiati e diretti.


Ingresso libero.
                                                            

Per informazioni:
Segreteria organizzativa Ellecistudio
Tel. +39.031.301037 - info@parolario.it - www.parolario.it
Facebook: facebook.com/Parolario - Twitter: @Parolario

 



--
www.CorrieredelWeb.it

La Poesia protagonista di Manuale di Mari in Fiera 2016!











Partecipa alla Fiera dei Libri on line, in questa edizione ampio spazio a libri e raccolte di poesia!
















No, non morirà la poesia


Nicla Morletti, inaugura Manuale di Mari in Fiera, sessione primaverile della Fiera dei Libri on line che, in questa edizione, darà ampio spazio proprio a libri e raccolte di poesia.

Una selezione di opere parteciperà gratuitamente alla Fiera. Invitiamo autori e poeti a partecipare segnalandoci i loro libri.
La Redazione invierà agli autori le istruzioni per partecipare.

In questi mesi molti nuovi lettori hanno cominciato a seguire la Fiera dei Libri on line, a leggere le anteprime e lasciare i loro commenti. E' una occasione unica per gli autori che desiderano mettere in evidenza le loro opere presentandole a un pubblico più ampio di lettori.

Leggi tutto


MANUALE DI MARI
Poesia e letteratura nei mari del web
Il Portale letterario diretto da Nicla Morletti
www.manualedimari.it





--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 19 febbraio 2016

Lunedì 22 febbraio a Milano alla Mondadori di Piazza Duomo la presentazione del libro di Angelo Bruscino "Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi"

Nel libro, edito da Mondadori, l'imprenditore della green economy e Presidente Nazionale dei Giovani di Confapi presenta un'istantanea di storie di sogni e speranze dei giovani italiani cresciuti nella peggiore crisi economica dopo quella del 1929

Riuscirà l'Italia a valorizzare i suoi giovani e a renderli protagonisti della ripresa economica? Questo uno degli interrogativi che ha dato vita a "Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi" (Mondadori): il nuovo libro dell'imprenditore della green economy e Presidente Nazionale dei Giovani di Confapi Angelo Bruscino, che sarà presentato lunedì 22 febbraio alle 18 e 30, a Piazza Duomo 1 presso la libreria Mondadori.

La presentazione si aprirà con un confronto con l'autore a cui prenderanno parte l'amministratore di Affaritaliani.it e partner di Quadrivio SGR Luca Greco, il Fondatore di Cioccolatitaliani Vincenzo Ferrieri, il fondatore e Presidente Foodation Riccardo Cortese e il segretario generale di Competere.EU Roberto Race. Modererà il Condirettore di Italiaoggi Marino Longoni.

"L'Italia riparte, è ferma, ripartirà ? - si chiede Bruscino nel volume - Non bastano i dati Istat per decretare il futuro del nostro paese, ma questa domanda va rivolta alla nostra più importante risorsa strategica i "Giovani" che nell'ultimo periodo fanno notizia, non solo per la fuga di cervelli, ma per la loro creatività e coraggio che sembra aver dato una scossa importante alla natalità di giovani imprese e startup. Ed é la Città di Milano a guidare la riscossa di questi giovani imprenditori che, con inventiva e sfidando gli atavici problemi di credito e burocrazia, non si fanno scoraggiare, ma insistono nel voler realizzare il loro futuro nello Stivale.

Questo sentimento è lo stesso che ho cercato di trascrivere nelle pagine del mio libro - continua Angelo Bruscino - e che spero possa essere interpretato anche dai decisori politici, all'alba di una competizione elettorale che coinvolge le nostre maggiori Metropoli e che stenta ad interpretare i sogni ed i bisogni dei nostri giovani. Stiamo sottovalutando la nostra risorsa più preziosa e l'unica capace di ereditare e costruire un domani migliore, questo Saggio cerca di dare un contributo positivo alla rinascita della nostra nazione attraverso il racconto di un'Italia difficile, ma anche eccezionale e capace di salire alla ribalta con le sue giovani imprese, le sue espressioni creative ed innovative".

Questo saggio è infatti un'istantanea di storie, sogni e speranze dei giovani italiani, che oggi vivono e si barcamenano tra numerose incertezze, tra crisi economica e sociale, tassi di disoccupazione soprattutto giovanile mai toccati prima e una visione del futuro che sembra più nera del passato e che, nonostante tutto, testimonia anche la forza di una meglio gioventù che con il suo lavoro ed impegno sta trasformando la nostra nazione in un luogo dove è ancora possibile sognarsi e vincere la sfida con il resto del mondo.
     



Angelo Bruscino (Avellino 1980) è un imprenditore impegnato nella green economy. Riveste il ruolo di amministratore e socio in diverse aziende che si occupano del recupero di materie prime e secondarie derivanti dalla raccolta differenziata e dalla depurazione delle acque. 
Giornalista pubblicista è autore di numerosi articoli a carattere economico e politico, collabora con diversi quotidiani e siti di informazione da ultimo l'Huffington Post.
Impegnato nell'approfondimento dei temi che riguardano la crescita sostenibile, è un convinto assertore di un nuovo paradigma sociale che vede la nascita in Italia di un modello di industria per l'ambiente. 
E' fellow del think tank Competere.Eu e socio della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile.
Nel 2014 è stato eletto presidente dei Giovani Imprenditori della Confapi.
Nella sua attività di saggista ha pubblicato per Libreriauniversitaria.it i saggi: Lo sviluppo sostenibile (2008) e Il turismo sostenibile (2011), per Tullio Pironti Editore il libro: Quanto ci costa essere italiani. Diario della giovane impresa ai tempi della crisi (2013).



--
www.CorrieredelWeb.it

"L'Anima", una storia di fantasmi


L'Anima. Memorie di Alberto Sàrcori

Il 19 febbraio 1868 nasceva a Milano Enrico Annibale Butti, autore del romanzo "L'Anima. Memorie di Alberto Sàrcori".

Pubblicato nel 1893, flower-ed lo ha riproposto di recente ai suoi lettori e, in occasione del compleanno dello scrittore, ha scelto di mettere l'e-book in promozione a 1,99 sul sito della casa editrice per una settimana.

Dal lontano 1893, una storia italiana di fantasmi.

Quando conosce Giovanna, Alberto è un giovane studente di Medicina, materialista, positivista, scettico verso tutto ciò che è definito soprannaturale.

Con questo atteggiamento, stringe una relazione amorosa con la ragazza, nascondendo a tutti l'intento meschino di abbandonare lei e la città di Pavia non appena finiti gli studi.


Pubblicato nel 1893, flower-ed lo ha riproposto di recente ai suoi lettori e, in occasione del compleanno dello scrittore, ha scelto di mettere l'e-book in promozione a 1,99 sul sito della casa editrice per una settimana.

Dal lontano 1893, una storia italiana di fantasmi.

Quando conosce Giovanna, Alberto è un giovane studente di Medicina, materialista, positivista, scettico verso tutto ciò che è definito soprannaturale.

Con questo atteggiamento, stringe una relazione amorosa con la ragazza, nascondendo a tutti l'intento meschino di abbandonare lei e la città di Pavia non appena finiti gli studi. 


Ma accade qualcosa che sconvolge i suoi piani.

L'amore, innanzitutto, dapprima sospettoso, poi travolgente e sciagurato. 


La spiritualità, poi, ritrovata attraverso strane e misteriose apparizioni. 

Il fantasma di uno spasimante rifiutato perseguita, infatti, la ragazza e prenderà a tormentare con insistenza anche Alberto.

Spogliatosi della propria arroganza, il protagonista nutrirà queste visioni, alimentando il dubbio, l'angoscia, la follia...

 
Acquistalo a 1,99 su flower-ed.it
Buona lettura!

giovedì 18 febbraio 2016

PREMIO LETTERARIO PERSEIDE IV ED. PROROGATA LA SCADENZA


Officine Circe

- febbraio 17, 2016

PREMIO LETTERARIO PERSEIDE IV ED. PROROGATA LA SCADENZA

SCADENZA PROROGATA
AFFRETTATEVI A CONCLUDERE IL VOSTRO MANOSCRITTO!

INVIATECI IL VOSTRO EDITO!

VI DARETE UN'OCCASIONE VERA entro il 29 febbraio 2016!


E ora in diretta su www.radiostreet.it




--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 17 febbraio 2016

premio letterario 11° edizione UN MONTE DI POESIA

REGOLAMENTO
Concorso letterario
PREMIO UN MONTE DI POESIA 2016 di Abbadia San Salvatore (Siena)
UNDICESIMA EDIZIONE
Patrocinato da: Amministrazione comunale e Proloco di Abbadia San Salvatore e dall’accademia Vittorio Alfieri di Firenze.
1) Sezione poesia a tema: “La montagna”: vita,costumi, folklore, paesaggio.
2) Sezione a tema libero: poesie edite o inedite.
3) Sezione giovani: poesia a tema libero riservato ai giovani che alla data di scadenza, non abbiano compiuto il diciottesimo anno di età: è obbligatoria la fotocopia della carta di identità.
Per questa sezione non è richiesto il pagamento della quota di iscrizione.


Tutti gli elaborati dovranno essere inviati entro il 17 LUGLIO 2016.
E' consentita la partecipazione a poeti italiani e stranieri (solo testi scritti in italiano).
Sono ammesse fino ad un massimo di tre poesie per ogni sezione.
Si può partecipare a più sezioni, versando per ognuna di esse la quota di partecipazione, consistente in 10€ per la prima poesia e di € 5 per ognuna delle successive.
( Es.:per una sola sezione, tre poesie, euro 20),
Gli elaborati NON devono avere già conseguito primi premi in altri concorsi e, unitamente alla copia di avvenuto pagamento dovranno essere inviati a:
In forma cartacea (per posta): PRO LOCO di Abbadia San Salvatore
Piazzale Renato Rossaro n°6 53021 Abbadia San Salvatore (Siena)
Oppure, per via telematica (tramite email): unmontedipoesia@alice.it
Il pagamento della quota di partecipazione potrà essere effettuato,
inviando sempre la copia della ricevuta del pagamento con nome e cognome visibile:
- tramite VAGLIA POSTALE (stesso indirizzo dell'invio cartaceo degli elaborati)
- tramite pagamento su POSTAPAY intestato a Tiziana Curti N. 5333 1710 1655 oppure tramite bonifico bancario su iban IT59W0760105138241080941082
Le poesie dovranno pervenire in due copie indicanti nell'intestazione la sezione a cui si intende partecipare, il titolo dell'opera e la poesia, rigorosamente fino ad un massimo di venticinque versi, una per foglio di formato A4.
Solo una delle due copie, ( sulla stessa pagina dove è scritta la poesia) dovrà contenere: nome e cognome, indirizzo completo, recapito telefonico (fisso/cell), indirizzo email, firma leggibile.
(Per la sezione GIOVANI, va anche indicata la data di nascita, su entrambe le copie).
L'altra copia dovrà rimanere anonima.
Non saranno accettati elaborati scritti a mano o riportanti dati illeggibili.
E' obbligatorio comunicare la propria presenza. A partire dalla seconda posizione, sono ammesse deleghe per il ritiro dei premi assegnati.
I risultati saranno visibili sul blog: http:\\premiounmontedipoesia.myblog.it


PREMIAZIONE
Domenica 16 Ottobre 2016
in occasione della FESTA D'AUTUNNO presso il Centro Polifunzionale Giovani
La partecipazione al concorso comporta implicitamente l’autorizzazione all'uso dei dati personali dei concorrenti ai sensi della legge 196/2003 (relativa alla privacy), per quanto riguarda le pratiche di gestione del concorso stesso.
Per i minori, è obbligatorio l'invio della copia della carta di identità ed il consenso scritto da parte di un genitore. Con l’iscrizione al concorso, i partecipanti accettano tutti gli articoli del regolamento fin qui esposti, compresa l’accettazione della pubblicazione delle immagini e dei loro elaborati.
Le opere presentate non verranno restituite.
I finalisti saranno avvertiti entro il mese di settembre 2016.
Gli elaborati saranno giudicati da una commissione i cui nominativi verranno resi noti il giorno della premiazione.
Le opere potranno essere sia edite che inedite, purché non abbiano già conseguito primi premi in altri concorsi nazionali.
Unitamente alla partecipazione, l'autore assume piena responsabilità legale
del proprio elaborato per quanto riguarda il contenuto e l'originalità dello stesso.
PREMI:
SEZIONE A TEMA :
1° premio: Assegno di 250,00 - Coppa e pergamena
SEZIONE A TEMA LIBERO
1° premio: Assegno di € 200,00 - Coppa e pergamena
SEZIONE GIOVANI
1° premio: Coppa e pergamena
PER TUTTE LE SEZIONI (eccetto quella speciale):
2° premio:3° premio 4° premio 5° premio:COPPA e pergamena
dal 6° al 10° classificato, medaglia e pergamena
PER TUTTI: Libri e materiale informativo sul territorio.
A tutti i poeti che ne faranno richiesta, verrà consegnato un attestato di partecipazione.
Tutti i premi assegnati dovranno essere ritirati direttamente dai vincitori.
La mancata presenza alla cerimonia di premiazione,comporterà la rinuncia al premio.
Per informazioni e prenotazioni (per eventuali pernottamenti, ecc.) rivolgersi a:
PRO LOCO e Consorzio Terre di Toscana tel. 0577 778324 - fax 0577 775221


Libri. Alibaba, il coccodrillo che sfida lo squalo

DA DOMANI NELLE LIBRERIE, UNA STORIA RECENTE DI GRANDE SUCCESSO, RACCONTATA DALL'EX VICE PRESIDENTE PORTER ERISMAN, NEL SUO LIBRO PER EGEA, CHE SI CONCLUDE CON UNA DOMANDA: IL COCCODRILLO DEL FIUME YANGTZE (ALIBABA) MANGERA' LO SQUALO (EBAY)?

Se dicessimo "Apriti sesamo", a chi non viene in mente la favola AliBaba e i quaranta ladroni? Questo almeno sino al 1999, anno in cui con Alibaba si cominciò a definire anche altro: il più grande sito di e-commerce cinese.
A dare il nome di Alibaba fu il suo fondatore Jack Ma, che dal suo piccolo appartamento di HangZhou, insieme a diciassette amici, pensò che quel termine fosse in grado di evocare l'immagine di una piccola impresa che vede schiudersi dinnanzi a sé nuovi favolosi tesori grazie alla magia di Internet.

Ma chi è Jack Ma? Quale è stata l'intuizione che in soli 15 anni ha fatto di Alibaba uno tra i più potenti siti di e-commerce al mondo?  A svelarlo è Porter Erisman, che fu vice presidente dal 2000 al 2008, nel suo libro "Alibaba.com Story" (Egea 2016; 192 pagg; 19 euro; 9,99 e-pub).

Jack Ma "un cieco che cavalca una tigra cieca", un maestro di inglese che non capisce niente di computer (così Ma si presenta a chi crede che sia un guru di Internet), e che forse per questo motivo è riuscito a far grande la sua impresa al punto di superare, in pochi anni di vita, il volume di vendite totalizzato in Cina da Amazon ed eBay.

Oggi Alibaba ha 300 milioni di clienti e veicola circa l'80% delle transazioni su Internet effettuate in Cina, un paese dove il reddito procapite è di 6.800 dollari l'anno e solo il 25% della popolazione ha già comprato qualcosa online. A metà del 2015 registrava un aumento dei profitti del 148% e dei ricavi del 28%.

Erisman racconta i retroscena di questa giovane storia, spiegando come siano riusciti a superare gli enormi ostacoli, culturali, sociali e anche politici, e abbiano saputo costruire un'azienda di e-commerce talmente potente da trasformare il business globale.
La domanda a cui Erisman in definitiva risponde è perché Alibaba ha avuto un successo così strepitoso mentre tanti altri concorrenti sono falliti?

"Racconterò i successi, ma anche i fallimenti" si legge ancora nel libro, "dal boom al disastro; dal giro del mondo al rientro in Cina; dalla quarantena per la Sars all'essere l'unico sito a rimanere in piedi; alla guerra a eBay (…noi (eBay) siamo uno squalo nell'oceano, ma io sono un coccodrillo nel fiume Yangtze. E nelle acqua del fiume il coccodrillo vince sempre…), all'essere la più grande IPO (Initial public offering), della storia della borsa, più grande di quella di Google, Facebook e Twitter messe insieme.
E infine uno sguardo al futuro con una domanda aperta: "Chissà se il coccodrillo alla fine mangerà lo squalo?".

Porter Erisman è stato Vice presidente di Alibaba dal 2000 al 2008, anno in cui decide di produrre e dirigere Crocodile in the Yangtze, un film documentario che raccoglie nelle 200 ore di video l'essenziale della storia di questa impresa.

Scarica la copertina online
© UNIVERSITÀ BOCCONI - VIA SARFATTI, 25 MILANO - PI 03628350153



--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 16 febbraio 2016

Premio letterario internazionale Città di Arona

Il Circolo Culturale Gian Vincenzo Omodei Zorini ha bandito il Premio Letterario Internazionale Città di Arona 2016 suddiviso in tre sezioni:

SEZIONE  GIORNALISTI - da 1 a 3 articoli o inchieste, in lingua italiana pubblicati su quotidiani o periodici che evidenzino attraverso interviste, recensioni o commenti, qualche aspetto significativo della società moderna.

SEZIONE EDITI aperta a tutti - Volume a stampa di poesie tema libero - in lingua italiana

SEZIONE INEDITI riservata agli autori di maggiore età Brano inedito di narrativa - tema libero -  in lingua italiana

PREMI - ai primi classificati di ogni sezione, una targa e  una pergamena con la motivazione della giuria - ai secondi e terzi classificati, una targa

Le opere dovranno essere spedite entro il  31 Marzo 2016 al seguente indirizzo:
Circolo Culturale Gian Vincenzo Omodei Zorini
C.P.76 - 28053 Castelletto Sopra Ticino   (NO)
non è richiesto un contributo di iscrizione o segreteria

norme di partecipazione vedi il sito http://premiogvoz.altervista.org
per qualsiasi informazione email: premiogvoz@gmail.com 

Per la XVIIIa edizione si auspica un risultato pari almeno a quello precedente. 
Il 2015, infatti, è stato un anno particolarmente significativo per tutte quelle emozioni ispirate dalla penna creativa e dal sapiente gioco dell'uso delle parole, ma non solo, la nostra Associazione ogni anno si propone di rinnovarsi, almeno in parte, traendo la sua forza in uno dei suoi scopi principali: la passione per i libri e la valorizzazione dei loro autori. 
Per la prima volta lo scorso anno sono stati utilizzati mezzi informatici riuscendo forse a proporre un evento con qualche novità che potrebbero essere lo spirito dell'innovazione in un futuro immediato
Novità nate tra i tanti libri in concorso che hanno è vero impegnato le giurie nella lettura e nella valutazione ma che alla fine hanno anche valorizzato due sezioni dai risultati più che soddisfacenti.
Diciotto anni di premio sperando di continuare a viverli con l'aiuto e il sostegno di tutti coloro che credono nei valori che animarono Gian Vincenzo Omodei Zorini: l'amicizia, la collaborazione, la solidarietà e la cultura. Valori che ci hanno aiutato tantissimo a superare difficoltà talvolta insuperabili al primo momento.


--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI