Cerca nel blog

domenica 2 luglio 2017

Programma e finalisti del XXI Concorso Internazionale di poesia "Il Saggio-Città di Eboli"

XXI Concorso Internazionale di Poesia "Il Saggio-Città di Eboli"

La manifestazione di premiazione si terrà dal 24 al 30 luglio 2017, alle ore 19,30, in Eboli, nel chiostro di San Francesco.

Ecco il programma:

24 - Inaugurazione e lettura di poesie delle sezioni  D e E (Giovani)

25 - Lettura di poesia dei poeti della provincia di Salerno, sezioni A, B, C

26 - Lettura di poesia dei poeti della provincia di Salerno e  Campania.

27 - La notte dell'Upupa con declamazione di poesia, e visita guidata nel Centro storico di Eboli

28 - Lettura di poesia dei poeti di tutta Italia, sezioni A, B, C e premiazione dei primi 10 delle sezioni Giovani.

29 - Serata finale con premiazione dei primi 10 delle sezioni A, B, C

30 - Serata di gala "Festa della poesia"

SI PREGA DI COMUNICARE LA PROPRIA ADESIONE rispondendo a questa mail.

 

Elenco dei finalisti del XXI Concorso di poesia "Il Saggio-Città di Eboli" - Sezione Giovani

Aisha Maryam Samb, Santa Maria Capua Vetere; Amantea Rosario, Santa Maria Capua Vetere; Amato Sara Rita, Santa Maria Capua Vetere; Astone Andrea, Eboli; Aulicino Roberta, Santa Maria Capua Vetere; Azouz Adam, Eboli; Boffa Sara, Eboli; Borriello Valentina, Atripalda; Brogna Giada, Atripalda; Brunasso De Biasio Giuseppe, Santa Maria Capua Vetere; Bruschi Giovan, Atripalda; Capossela Ludovica, Atripalda; Carone Edoardo, Cavezzo (MO); Casanova Ingrid, Atripalda; Cascone Merigiò, Eboli; Cecere Concetta, Santa Maria Capua Vetere; Chanane Elyes, Eboli; Chiovè Emanuele, Battipaglia; Chiumiento Carmen, Eboli; Ciccone Sara, Lioni (AV); Cimino Santino, Eboli; Cimino Valentina, Eboli; Cimino Visente, Eboli; Comite Giulia, Eboli; Coppola Ivan, Eboli; Covotta Martina, Atripalda; Cozza Flavia, Eboli; D'Ambrosio Elvira, Eboli; De Bernardo Alessandra, Santa Maria Capua Vetere; De Rosa Anna Paola, Eboli; De Rosa Simone, Atripalda; Di Benedetto Francesca Sabina, Atripalda (AV); El Makrovm Youssef, Eboli; Fede Maria Lucia, Bisaccia (AV); Fiorillo Carmen, Eboli; Forgione Erika, Atripalda; Francese Annaluce, Eboli; Francese Maria, Eboli; Francesca Federico, Santa Maria Capua Vetere; Franchini Domenico, Santa Maria Capua Vetere; Franzese Marika, Eboli; Frasca Simona Vittoria, Bagnoli Irpino (AV); Gargiulo Antonio, Eboli; Gasparro Daniele, Eboli; Germano Elvira Maria, Eboli; Girardi Francesco, Santa Maria Capua Vetere; Gisoldo Arianna, Bisaccia (AV); Goumri Mohamed, Eboli; Gravante Gianluca, Santa Maria Capua Vetere; Gravante Matteo, Santa Maria Capua Vetere; Gravante Valentina, Santa Maria Capua Vetere; Grosso Emilia Maria, Lioni (AV); Guarino Ilenia, Caposele (AV); Gurveer Singh, Eboli; Imbriano Filomena, Sant'Angelo dei Lombardi; Jentiana Malaj, Eboli; Lanaro Giuseppe, Battipaglia; Mainardi Tomas, Eboli; Maisto Alessia, Atripalda; Margarit Emanuel, Eboli; Morrone Federica, Atripalda; Munno Silvia, Santa Maria Capua Vetere; Napoletano Andrea, Santa Maria Capua Vetere; Natale Domenico, Battipaglia; Palatucci Daniele, Salerno; Palatucci Giovanni Antonio, Salerno; Paraggio Giuseppe, Eboli; Perciabosco Ramona, Eboli; Pescatore Maria Paola, Avellino; Petoia Elena Carmen, Conza della Campania; Petrillo Manuel, Eboli; Polverino Dalila, Pescopagano (PZ); Polverino Federica, Santa Maria Capua Vetere; Ragone Giuseppe, Eboli; Rizzo Angelo, Eboli; Russo Lucia, Meta (NA); Santospirito Lorena Lucia, Santa Maria Capua Vetere; Sava Ilaria, Eboli; Schiavone Rita, Avellino; Siano Rita, Eboli; Telese Fabiana, Nusco (AV); Terralavoro Luisa, Eboli; Torluccio Maria, Laviano (SA); Trasente Demetrio, Atripalda; Tropeani Giacomo, Castelfranco Emilia; Villani Jonathan, Eboli; Villani Nicolas Luigi, Eboli; Vitale Alessandra, Avellino.

 

 

Elenco dei finalisti del XXI Concorso di poesia "Il Saggio-Città di Eboli" - Sezione Adulti: Lingua, Vernacolo, Religiosa

Abbro Luigi, San Nicola La Strada (CE) - Albano Giuseppe, Cosenza - Alessandrini Cosma, Eboli (SA) - Anglisani Paolo, Voghera (PU) - Anzuoni Lauramaria, Atripalda (AV) - Baricchi Alice, Reggio Emilia - Barone Pasquale, Sant'Angelo dei Lombardi (AV) - Bettozzi Armando, Roma - Bitozzi Mario Aldo, Udine - Bocchi Giovanni, Sissa di Trecasali (PR) - Branchi Nicola, Aiello del Sabato (AV) - Brunasso Giuseppe, Santa Maria Capua Vetere (CE) - Bruno Giustino, Isernia - Caberti Giulia, Reggio Emilia - Cafaro Margherita, Campagna (SA) - Calabrese Antonio, Lioni (AV) - Calabrese Gaetano, Nusco (AV) - Caliendo Angela, Eboli (SA) - Camerino Carmela, Foggia - Campani Eleonora, Reggio Emilia - Caponigro Maria, Campagna (SA) - Carleo Valentina, Pontecagnano Faiano (SA) - Castello Giulio Rocco, Salerno - Catalani Gaetano, Ardore Marina (RC) - Carusone Caterina, Atena Lucana (SA) - Centomani Fabio, Eboli (SA) - Chiariello Domenico, Eboli (SA) - Cicchella Ciro, Marcianise (CE) - Cipelli Camilla, Parma - Coruzzi Simone, Bolognese – Sorbolo (PR) - Cuturello Alfonso, Voghera (PV) - D'Alessandro Carla, Nocera Inferiore (SA) - D'Andrea Gaetano, Eboli (SA) - D'Angelo Liberato, Chieti - Del Gaudio Enrico, Castellammare di Stabia (NA) - Delle Fave Velia, Calvi Risorta (CE) - De Rosa Corrado, Gragnano (NA) - D'Errico Francesco, Altavilla Silentina (SA) - De Vivo Lucia, San Valentino Torio (SA) - Deuscit Giovanni, Voghera (PV) - Di Costanzo Ciro, Cercola – (NA) - Di Mugno Stefania, Castelnuovo di Porto (RM) - Di Paolo Carmelina, Atripalda (AV) - Esposito Ciro, Eboli (SA) - Esposito Luciana, Bellizzi (SA) - Fabiano Teresa, Roccadaspide (SA) - Fagone Vincenzo, Volterra (PI) - Ficuciello Titty, Battipaglia (SA) - Fiorentino Basilio, San Giovanni Rotondo (FG) - Fontanarosa Fabio, Eboli (SA) - Forlenza Paola, Battipaglia (SA) - Fusco Egidio, Borgomanero (NO) - Gallerini Pierangelo, Isola d'Elba (LI) - Gargano Alfonso, Salerno - Giachetta Pasquale, Auletta (SA) - Giannella Francisco, Taranto - Giorgi Piero, Cassino (FR) - Giubbini Walter, Sant'Angelo dei Lombardi (AV) - Guazzo Damiano, Trentinara (SA) - Ianni Liliana, Roseto degli Abruzzi (TE) - Landrelli Paolo, Ardore (RC) - La Rana Giuseppe, Sant'Angelo dei Lombardi (AV) - Lia Gaetano, Monterosso Almo (RG) - Loguercio  Lidia, Baronissi (SA) - Longo Clementina, Eboli (SA) - Lumini Battista Giovanni, Brescia (BS) - Luongo Patricia, Padula (SA) - Malanca Giovanni, Boretto (RE) - Managò Marco, Roma - Marotta Gian…, Massama (OR) - Masucci Silvana, Battipaglia (SA) - Meccariello Gennaro, Lucera (FG) - Mela Italo, Varese - Molteni Adriano, Rho (MI) - Morfei Emmanuel, Quarto d'Asti (AT) - Nappo Raffaele, Eboli (SA) - Palatucci Angelo, Salerno - Pantaleo Sante, Quarto d'Asti (AT) - Paoli Filippo, Rossano Calabro (CS) - Parente Alessandro, Battipaglia (SA) - Parubi Edmond, Volterra (PI) - Pavone Pietro, Spoleto (PG) - Petraglia Rosanna, Salerno - Pirone Vanda, Eboli (SA) - Pizzo Paola, Monfalcone (GO) - Pontani Mauro, Isernia - Pretini Remo, Como - Rizzo Lina, Eboli (SA) - Rocco Carmen, Eboli (SA) - Romano Domenico, Sant'Angelo dei Lombardi (AV) - Russo Lucia, Meta (NA) - Russo Rosario, Salerno - Sabbatino Claudio, Eboli (SA) - Salvati Antonio, Sant'Angelo dei Lombardi (AV) - Salzano Giuseppe, Castellabate (SA) - Sanseviero Michele, Padula (SA) - Saturno Mariano, Massalubrense (NA) - Sautto Malfatto Carla, Ferrara - Scaruffi Anna, Guastalla (RE) - Schiavariello Vincenzo, Foggia - Scialò Salvatore, Fisciano (SA) - Setola Pasquale, Voghera (PV) - Sezzi Anillo, Albinea (RE) - Spinelli Anna Olga, Perdifumo (SA) - Strozzi Debora, Borsano (RE) - Tagliamonte Alfonso, Nocera Inf. (SA) - Terminiello Gianni, Massa Lubrense (NA) - Testa Angela, Pavia - Tia Claudio, Napoli - Torreggiani Giovanni, Campogalliano - Trapanese Giancarlo, Salerno - Voza Noemi, Vietri di Potenza (PZ) - Zucchi Aurelio, Roma.

 




--
www.CorrieredelWeb.it

sabato 1 luglio 2017

Modica (RG) - Premio Internazionale di Poesia Poseidonia–Paestum ad Antonio Lonardo

Antonio Lonardo si è aggiudicato il 1° premio ex aequo  su circa 200 libri in concorso della XXIII edizione del Premio Internazionale di Poesia Poseidonia–Paestum nella sezione Poesia edita per la silloge "Schegge" (Giambra Editori, 2015). 

Lo ha comunicato nei giorni scorsi la Giuria del prestigioso premio organizzato dal Centro permanente per la diffusione della Cultura del Lions club Paestum con una lettera di congratulazioni all'autore.

La cerimonia di premiazione si svolgerà sabato 8 luglio alle ore 20,30 nella Piazzetta della Basilica Paleocristiana a Paestum, in provincia di Salerno, alla presenza delle autorità del mondo politico, della cultura e dello spettacolo. 

Una sua lirica, "L'Oreb dei migranti", inoltre, è stata prescelta dalla Giuria per essere inserita nell'Antologia poetica che raccoglie i testi migliori della presente edizione.

Nel percorso letterario dell'autore, "Schegge" segna il passaggio dalla poesia storica e celebrativa a una più meditativa e contemplativa, che si concentra sulle contraddizioni del quotidiano e sugli affetti familiari.

"L'incessante verve poetica di Antonio Lonardo - ha scritto Fulvia Marconi, nella prefazione a "Schegge" - non si limita alla narrazione della realtà, ma spazia in modo completo e dettagliato sull'importanza che vede l'uomo in una totale complicità con il tempo inducendolo, a volte, a competere con l'odio, la fame, ma anche con tutto ciò che di magicamente affascinante il Creatore ha stabilito per lui. Troviamo, in questa silloge, composta da 74 liriche, tutto il mondo interiore di chi ha il desiderio assoluto di esprimere i propri sentimenti, come fosse un assiduo e costante dissetarsi alla fonte dell'esperienza e dello studio, esternando, con i versi, ogni più intima sensazione. Le immagini e le emozioni del mondo attuale sono alimentate dal desiderio di lasciare ai posteri una profonda testimonianza dell'esistere attuale, rivelando ogni verità circa il percorso terreno vissuto e anche sognato dal Poeta. La poesia del Nostro si spinge oltre l'apparenza e, con coraggio ed energia, prosegue un cammino verso la consapevolezza dell'essere teso alla verità e alla pace interiore".

Per Lonardo, che negli ultimi dieci anni ha ricevuto centoventi premi per la sua attività poetica, si tratta dell'ennesimo, prestigioso riconoscimento. 

Un premio particolarmente gradito, quello che gli verrà conferito nella città della Magna Grecia, perché proprio quest'anno ricorrono i quarant'anni dalla sua prima poesia e perché, pur vivendo ormai da diversi anni a Modica, l'autore è originario di quella regione.

Antonio Lonardo, nato in provincia di Avellino nel 1943, dopo gli studi classici, filosofici e teologici, si è laureato in Pedagogia nella Facoltà di Magistero dell'Università degli studi di Salerno. Ha insegnato Materie letterarie nelle scuole medie e negli istituti superiori, coinvolgendo anche i suoi studenti a scrivere racconti e poesie, con eccellenti risultati. 

Tra i suoi titoli più recenti, figurano le sillogi "Alla ricerca dell'Oreb" (2017), "Le ansie della Storia" (2014), "Le galassie del tempo" (2013) e "Orizzonti Sconvolti" (2013), tutti pubblicati per i tipi dell'editore messinese. Numerosi i suoi componimenti presenti in antologie poetiche e letterarie. Alcune sue liriche sono tradotte in lingua inglese.




--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 23 giugno 2017

Svelati oggi a Napoli i vincitori dell'8o Premio Raduga. Elisa Guidotti e Jacopo Vigna-Taglianti i protagonisti italiani del concorso letterario

ELISA GUIDOTTI E JACOPO VIGNA-TAGLIANTI I PROTAGONISTI ITALIANI DEL CONCORSO LETTERARIO ITALO RUSSO UNDER 35

 

(Napoli, 23 giugno 2017). Sono l'autrice Elisa Guidotti e il traduttore Jacopo Vigna-Taglianti i vincitori per la sezione italiana dell'8^ edizione del Premio Raduga, il concorso letterario italo-russo promosso dall'Associazione Conoscere Eurasia di Verona e dall'Istituto Letterario Gor'kij di Mosca che ogni anno seleziona i migliori racconti e traduzioni dei giovani talenti letterari italiani e russi tra i 18 e i 35 anni. Alla premiazione, in corso oggi al palazzo monumentale Zevallos di Napoli, i due protagonisti italiani sono saliti sul palco assieme ai vincitori della sessione russa, la traduttrice Jana Bogdanova e la narratrice Elena Tuluševa.

'La passata' è il titolo del racconto di Elisa Guidotti che la giuria italiana presieduta da Inge Feltrinelli ha selezionato, assieme alla traduzione di "La neve che ho trascurato" (di Galina Uzrjutova) ad opera di Jacopo Vigna-Taglianti, tra i quasi 700 elaborati in gara. I due testi, assieme ai lavori di tutti i finalisti, saranno pubblicati sul volume antologico bilingue "Almanacco Letterario", edito da Conoscere Eurasia Edizioni.

Per il presidente dell'Associazione Conoscere Eurasia e Banca Intesa Russia, Antonio Fallico: "Dal 2010 siamo testimoni di una generazione di giovani talenti letterari che, attraverso la parola, esprimono creatività, vivacità, umanità e una innata disposizione all'incontro e al dialogo. Proprio questa inclinazione verso una contaminazione culturale positiva e propositiva tra Italia e Russia è l'essenza del Premio Raduga, un appuntamento che giunge all'8^ edizione e che, di anno in anno, raccoglie sempre più adesioni dagli scrittori in erba dei nostri Paesi".

L'edizione 2017 del Premio è stata realizzata in collaborazione con la Fondazione Russkij Mir e il Centro Russo di Scienza e Cultura a Roma (RosSotrudnichestvo), con il patrocinio dell'Agenzia Federale per la stampa e le comunicazioni di massa della Federazione Russa (Rospechat') e con il sostegno di Banca Intesa Russia, Fiera Milano Congressi e Siirtec Nigi S.p.A.

 

'Giovane narratore dell'anno'

Sezione italiana: Elisa Guidotti è nata il 27 giugno 1995 a Monza. Vive a Pomezia, in provincia di Roma. Attualmente frequenta il corso di laurea in Antropologia, Religioni e Civiltà Orientali presso l'università Alma Mater Studiorum di Bologna. Contemporaneamente lavora alla scrittura di sceneggiature per cortometraggi e mediometraggi.

Sezione Russa: Elena Tuluševa

 

'Giovane traduttore dell'anno'

Sezione italiana: Jacopo Vigna-Taglianti classe 1990, è nato a Cuneo ed ha conseguito la laurea triennale in Scienze della mediazione linguistica all' Università di Torino, seguita da quella magistrale ad Udine in Traduzione e mediazione culturale, specializzandosi nella trasposizione di testi da e in russo, inglese, serbo e croato. Riserva particolare interesse per la traduzione letteraria, giuridica e audiovisiva.

Sezione Russa: Jana Bogdanova



--
www.CorrieredelWeb.it

I vincitori del Premio letterario Parole magiche

Cari Lettori, con grande emozione vi comunico i nomi dei due vincitori del Premio letterario "Parole magiche". Come era già accaduto per la prima, anche questa seconda edizione ha rappresentato un'esperienza straordinaria, con una grande partecipazione di romanzieri e poeti e un'alta qualità delle opere giunte in valutazione. A tutti vanno i miei più sinceri complimenti e l'augurio di una bella carriera letteraria, indipendentemente dal risultato di questo premio letterario.

E ora procediamo con la nomina dei vincitori!

Sezione Poesia:

Alessandra Carnovale

con le poesie Omaggio shakespeariano/Odissea/Anna


Sezione Narrativa:

Adriana Maffei

con il romanzo Streghe

 
Congratulazioni e benvenute in flower-ed!

Vi ricordo che lunedì è in uscita la biografia di Branwell Brontë e che a luglio, prima della pausa estiva, usciranno altri due libri: uno per la collana
Windy Moors, grazie al quale conosceremo meglio una scrittrice del passato molto amata, e uno per la collana Five Yards, che ci farà scoprire l'opera di uno straordinario scrittore americano. Vi racconterò tutto nella newsletter di luglio

 

Michela Alessandroni




--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 16 giugno 2017

Editoria, il 22 giugno la presentazione del romanzo “I ditteri” di Marco Visentin.


L’incontro presso il Casale Podere Rosa a Roma, un luogo in linea con il carattere ambientalista e anticapitalista del libro.

 
Prima presentazione ufficiale del romanzo d’esordio di Marco Visentin “I ditteri” (Licosia editore), per giovedì 22 giugno 2017 alle ore 19,00 presso il Casale Podere Rosa, in via Diego Fabbri snc (angolo via A. De Stefani), a Roma.
Il romanzo ha per titolo l’ordine di insetti contraddistinti da due ali (dal greco dìpteros «a due ali») come, per esempio, le mosche e le zanzare.
Chi studia questi animali è la protagonista del romanzo, un’entomologa di nome Silvia K., che fa ricerche sulla trasferibilità di alcune qualità delle mosche al genere umano. Il tutto all’interno di un universo distopico dominato da organizzazioni postcapitaliste e democrazie solo formali.
Ci troviamo di fronte a un futuro che potrebbe essere, o già è: una città divisa in settori, una scienza matrigna che domina tutto, un’esistenza reificata e reificante, con gli esseri umani che, come mosche, sbattono sui vetri della loro identità.
Il romanzo “I ditteri” è stato premiato per l’idea narrativa e il primo capitolo alla rassegna di creatività giovanile del Comune di Roma Enzimi, ideata da Luca Bergamo, attuale vicesindaco e assessore alla cultura della capitale.
Sono particolarmente contento che questa prima presentazione del libro – spiega Marco Visentin – si svolga al Casale Podere Rosa e, se il tempo lo consentirà, all’aperto nel giardino, perché questo spazio, gestito secondo i criteri del basso impatto ambientale e della sostenibilità, si pone come argine alla meccanicizzazione e all’alienazione dell’uomo contemporaneo che ho rappresentato nel romanzo, in cui l’ambiente è fruito come esperienza riprodotta digitalmente e il cibo è generato nelle aree di massimizzazione alimentare (AMA)”.
Il volume “I ditteri” è presente nelle principali librerie on line (Amazon, IBS, Mondadoristore, La Feltrinelli e altre) e nelle librerie fisiche distribuite dal circuito Fastbook.
Pagina Facebook dell’evento I ditteri al Podere Rosa.
Roma, 16 giugno 2017
NOTA BIOGRAFICA – MARCO VISENTIN
 
Marco Visentin nasce nel 1971 a Roma. È laureato in filosofia, disciplina che insegna in un liceo romano. Si è dedicato alla scrittura professionale, come giornalista e copywriter per siti inerenti al mondo della scuola, degli enti locali e dello spettacolo dal vivo. Come narratore, ha pubblicato racconti per Einaudi, Adnkronos Libri, e testate locali. L'idea e il capitolo iniziale de I ditteri sono stati premiati nella rassegna di arte giovanile Enzimi nel 2000. La trama è stata sviluppata successivamente fino alla stesura del romanzo, che è il primo dell'autore.

sabato 10 giugno 2017

Uno scrittore in consolle: Andrea Fucile

Domenica 11 giugno 19.30h
Uno scrittore in consolle: Andrea Fucile
Salento Bike Cafè - Lido Conchiglie (Sannicola)
Info 346 086 27 17 - salentobici@gmail.com

Quarto appuntamento di questa rassegna che si propone di parlare in maniera leggera (ma non superficiale) di letteratura - lasciando uno spazio musicale finale a cura dello scrittore intervistato. 
Ospite della serata Andrea Fucile, un ragazzo calabrese che ha deciso di raccontare in un libro le sue i avventure nel mondo in sella a una bicicletta. 

Dal sud est asiatico a Instanbul, dalle rovine di Machu Pichu alle fattorie australiane, il libro è una serie di aneddoti divertenti e singolari riflessioni sul mondo. 

Guidato dal detto agostiniano che "il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono una sola pagine" Andrea Fucile sarà intervistato da Carlo Cascione. 
Prima e dopo l'intervista play-list a cura dello scrittore e apericena a base di prodotti freschi e naturali. 

Per info e prenotazioni 392 11 44 073



--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 31 maggio 2017

Premio letterario Short Story 2017

SHORT STORY
Edizione 2017
 I n v i a c i   i l   t u o   r a c c o n t o
e vinci il 
Premio !
Al vincitore 1.000 Euro e pubblicazione sul sito di Enrico Damiani Editore.
 
Il racconto è un genere italianissimo, a partire dal Novellino fino a Pirandello e Moravia, ma nel Bel Paese è ormai negletto e guardato con sospetto dall’editoria mentre in Usa riempie riviste e antologie ed è palestra per nuovi autori.
In un’epoca come la nostra segnata dal dominio del video – videoclip, spot commerciali, serial televisivi – la narrazione breve ci sembra invece essere quella più congeniale e in grado di affrontare le tematiche del presente.
 
Edgar Allan Poe codificò il racconto moderno sottolineandone come i due elementi costitutivi, “brevità e intensità”. Queste doti chiediamo ai nostri autori.

Quanto è lungo un racconto? Benché la differenza con il romanzo sia anche di ritmo, di economia interna, e il suo statuto estetico non preveda limiti precisi, oltre le dieci pagine esso si trasforma già  racconto lungo e oltre le cinquanta passa nel romanzo breve.
 

Ammessi al premio sono racconti in lingua italiana della lunghezza circa di 18.000 battute  (10 cartelle spazi inclusi) da inviare a info@enricodamianieditore.com entro e non oltre il 30 settembre 2017.

Argomenti del racconto: l’oggi. La realtà anche se trasposta o deformata.
La durezza e la problematicità delle questioni contemporanee.

Entro il novembre dello stesso anno sarà pubblicata una triade di racconti sul sito della casa editrice.
Fra i tre uscirà il racconto premiato.


Per modalità di partecipazione clicca qui

sabato 13 maggio 2017

“Una poetessa si racconta”. Rosita Copioli presenta la sua ultima raccolta poetica. La scrittrice dialoga con Pietro Lenzini

L'incontro di mercoledì 24 maggio alle ore 21, nella Sala Fondazione Gottarelli, Via Caterina Sforza 13 ad Imola, ha per titolo "Una poetessa si racconta". 

Rosita Copioli sarà a Imola come autrice del recente Le acque della mente, libro con il quale l'Autrice conferma di essere una delle voci più significative della poesia italiana contemporanea.  

E' nuovo libro che percorre poeticamente la storia, le recenti tragedie, le meraviglie dell'arte, con uno stile generoso ed emozionato, asciutto e fluente al contempo. 

C'è una grande passione, un'animata, animosa passione di fronte al proprio esserci, alle cose del mondo, all'umana storia, in questi nuovi versi di Rosita Copioli. È una passione irrequieta, e quanto mai insolita nel nostro tempo, ma che riesce a trasmettersi con efficace immediatezza. 

I territori d'esplorazione sono svariati, a volte persino opposti, ma sempre chiamati in causa con la stessa emozione del confronto, che è la vera energia di questo vitalissimo libro, fino al nucleo centrale di ogni anima: l'amore. 

Ma l'autrice sarà con noi anche per raccontarsi come poetessa mossa da una grande passione per i versi e per l'esistenza, e lo farà assieme a Pietro Lenzini.

Breve scheda dell'autrice:
Rosita Copioli, nata a Riccione, è oggi una delle massime poetesse d'Italia. Ha pubblicato saggi, drammi, testi storici e ha tradotto o curato opere di Yeats, Saffo, Leopardi, Goethe, Flaubert. 

Le sue raccolte poetiche sono Furore delle rose (1989), Il postino fedele (2008), Animali e stelle (2010) e da ultimo Le acque della mente (Mondadori, 2016).


Per ulteriori informazioni:

Fondazione Centro Studi Tonino Gottarelli

Via Caterina Sforza 13 – 40026 Imola

Tel : + 39 0542 24487; 339.4767555; 347.9441499

info@fondazionetoninogottarelli.com

www.fondazionetoninogottarelli.com

sabato 6 maggio 2017

Presentazione del libro di Gianluca Veltri Hotel Flora - mercoledì 10 maggio ore 18.45 Libreria Open di Milano

96 pagine
Prezzo di copertina: euro 9,90
Morellini editore (info@morellinieditore.it)
Mercoledì 10 maggio ore 18.45
presso Libreria Open – Viale Monte Nero, 6 20135 Milano

Anna Di Cagno presenta il nuovo libro di Gianluca Veltri HOTEL FLORA

La lettura sarà accompagnata da videoproiezioni di una serie di scatti del fotografo Gioacchino Parolari che ritraggono Milano negli stessi luoghi nei quali sono ambientate le storie presenti nel libro.


Milano e le sue contraddizioni; Milano e il suo fascino; Milano e i suoi abitanti con i sogni nel cassetto.

Il capoluogo lombardo è protagonista di "Hotel Flora" di Gianluca Veltri, cinque storie affascinanti, cinque protagonisti che si muovono, corrono a tutta velocità, si nascondono e si perdono per le vie, i vicoli e le piazze cittadine, nei suoi ristoranti, nei suoi casermoni di periferia e nei suoi squallidi hotel pieni di segreti e verità.

E non poteva essere che un milanese doc, Michele Mozzati (o "Gino&Michele" con Luigi Vignali), a firmare la prefazione del libro, a ritrovare nei testi di Veltri quel sapore agro-dolce che connota la città, in bilico tra le certezze del passato e le sfide del presente.

"Arrivi e partenze", "Eugenio Pecchi", "Hotel Flora", "Inseguendo il vento" e "Klara" raccolgono tra le righe cinque diverse storie che svelano le molteplici sfaccettature dell'animo umano all'ombra della Madonnina.

Lo sa bene il diavolo che cosa si cela nell'animo umano, quanto in basso possono arrivare gli esseri umani pur di ottenere quello che vogliono. 

Lo sa anche Eugenio Pecchi, che la vita l'ha attraversata a denti stretti, in sella alla sua Legnano da corsa, e ne ha imparato il vero valore tra le sferzate del vento. 

È lo stesso vento che gonfia la vela del windsurf di Giovanni e Cristiano, che si incontrano sfidando insieme il mare e insieme perdono la rotta tra le correnti della malavita, scoprendo che quello che conta davvero è inaffondabile. 

Lo sa anche il barista dell'Hotel Flora, che di anime perse e confuse ne ha viste passare a centinaia e di storie da raccontare ne ha tante: ormai i suoi glaciali occhi azzurri capiscono cosa si cela nel cuore di un uomo con un solo sguardo e un buon cocktail ben miscelato. 

Klara invece non lo sa ancora, è pronta ad alzare la testa e a ribellarsi alla donna senza autostima che è diventata, per sentire di nuovo che la sua vita è tutt'altro che persa e che è di nuovo tempo di sorridere.


Gianluca Veltri è nato a Milano dove tuttora vive. E' titolare di Anadema Haircut, prestigioso indirizzo  dedicato al binomio arte e capelli. 
Da oltre quindici anni organizza eventi culturali  nel capoluogo meneghino. 

Ha pubblicato una raccolta di racconti, "Amore e altri scarabocchi "(Kipple 2007), i romanzi "L'odore dell'asfalto" (Nobeer, 2011),  "La dimora del Santo" (Happy Hour, 2013 e allegato nel gennaio 2014 al quotidiano "Il Sole 24"),  "Mi ricordo il tuo profumo" (Piemme Mondadori e-book, 2014), e la riedizione de "L'odore dell'asfalto" (Piemme Mondadori e-book, 2014). 

Ha partecipato con diversi racconti a numerose antologie, suoi racconti sono contenuti nelle antologie "Delitti d'acqua dolce" (Lampi di stampa) e "Delitti di Lago" e "Nuovi Delitti di lago" (Morellini Editore). Collabora con alcune riviste di Style e Fashion a distribuzione internazionale.

giovedì 4 maggio 2017

Primo concorso letterario The Freak editori - "La città Incartata"

La città incartata è il titolo del I Concorso nazionale indetto da The Freak Editori e dedicato alla Narrativa, alla Poesia e alla Graphic Novel
Il tema è la città, nelle mille possibilità che gli autori hanno di declinare il rapporto con luogo che è contraddizione, chiasso, frenesia, ma anche intimità, conforto, elegante palcoscenici del mondo. 
Luogo irreale o forse talmente concreto da incartarci. 
Evocate in poesia, descritte nei racconti, disegnate in una graphic novel, le città possono essere tante quante gli uomini che le vivono. 
Per la sezione Narrativa possono partecipare opere con un limite massimo di 35.000 battute, spazi esclusi. 
Per Poesie non ci sono limiti, mentre per la Graphic Novell opere con un limite massimo di 20 pagine, in formato A5 (14,8 cm × 21,0 cm), con margini superiore e inferiore di 1,5 cm e laterali di 1 cm verso la rilegatura e 0,5 cm verso l'esterno.
Il primo premio di ciascuna sezione consiste in un contratto editoriale gratuito con l'opera vincitrice e/o altre selezionate insieme all'autore. 
A questo, The Freak editori affianca un buono valore di 100 € presso la libreria romana Tra le righe
Il secondo classificato riceverà in regalo dei vini prodotti dalla Cooperativa (r)esistenza, impiantata su fondi confiscati alle mafie. 
I primi tre classificati per categoria verranno, inoltre, pubblicati in un'antologia edita dalla Casa editrice e dal titolo La città incartata.
Il concorso si concluderà giorno 5 Giugno 2017 e la premiazione avrà luogo a Roma, entro lo stesso mese.
Per partecipare ed avere maggiori dettagli, basta visitare la pagina: 
www.thefreak.it/la-citta-incartata-i-concorso-letterario-the-freak-editori/

Lunedì 8 si presenta il nuovo libro di Sonia Raule, L'amante alchimista


L'AMANTE ALCHIMISTA
di Isabella della Spina

Pagg. 420 Euro: 18,50
Uscita: 2aprile 2017


LE DONNE DEL RINASCIMENTO E IL POTERE: DAI MEDICI AGLI SFORZA, DAGLI ESTE AI GONZAGA, UN MAGISTRALE AFFRESCO DEL QUATTROCENTO, SCANDITO DALLE PASSIONI E DALLE CONTRADDIZIONI DELLE SUE INDIMENTICABILI PROTAGONISTE

1527. Alla vigilia del sacco di Roma, Isabella d'Este apre le porte del suo palazzo ad aristocratici e notabili per dare loro riparo, ma consegna alle truppe pontificie una delle sue ospiti: la magista Margherida de' Tolomei, sacrificata in cambio della berretta cardinalizia per il figlio minore. 


Papa Clemente VII ha posto quell'unica condizione, e Isabella non ha avuto scampo, anche se Margherida è stata per lei in passato più che un'amica. Così la donna, avanti negli anni, viene condotta in ceppi a Castel Sant'Angelo e rinchiusa in una cella angusta con due giovani, sospettate di stregoneria, in attesa di conferire con il Papa in persona. Mentre le truppe imperiali e i Lanzichenecchi, seguaci di Lutero, mettono a ferro e fuoco la città, Margherida ripercorre con nuovo sguardo la sua esistenza. 

Figlia del dotto Cornelio, profonda conoscitrice del potere delle erbe, degli influssi astrali e dell'animo umano, dedita all'arte alchemica, ha sempre cercato il segreto della conoscenza e dell'infinito; forse è questo che il papa, nipote di Lorenzo il Magnifico, vuole ottenere da lei? 

Ricordi, domande, dubbi, inquietudini si affollano nella sua mente: l'amicizia con Caterina Sforza e con le donne più affascinanti e potenti del suo tempo, l'iniziazione all'alchimia, le corti italiane raffinate e corrotte, il sangue delle congiure, la violenza della ragion di stato, il tormentato amore per il giovane conte Pico della Mirandola, il piacere dei sensi, le aspirazioni dell'intelletto, il dolore che piega il corpo. Una vita piena, la sua; una vita che ora deve difendere con tutta se stessa senza svelarne i segreti.

ISABELLA DELLA SPINA è il nom de plume di due autrici: Sonia Raule e Daniela Ceselli.

Sonia Raule, una passione per tutti i linguaggi contemporanei, autrice e conduttrice televisiva, è stata anche impegnata nella produzione di film d'autore. Nel 2011 ha scritto con il regista armeno Vasken Barberian Come sabbia nel vento (Sperling & Kupfer). Sposata, ha due figli.

Daniela Ceselli, studiosa di cinema, insegna Teorie e tecniche della sceneggiatura presso l'università La Sapienza di Roma. Ha scritto saggi sul cinema inglese e la scrittura cinematografica. Ha pubblicato il libro La sceneggiatura. Un testo dall'esistenza incerta. Dal 2011 collabora con il settimanale Left. È nata e vive a Roma.


--
www.CorrieredelWeb.it

Domani a Manduria (TA) la presentazione de “Il Respiro del vino” di Luigi Moio

Venerdì 5 maggio alle 18.30 presso la Sala del Museo della Civiltà del Vino Primitivo

Domani venerdi 5 maggio alle 18.30 presso la Sala del Museo della Civiltà del Vino Primitivo a Manduria (TA) sarà presentato Il respiro del vino. Conoscere il profumo del vino per bere con maggior piacere.

Il libro di Luigi Moio, edito da Mondadori, è un viaggio affascinante alla scoperta di quella sfera invisibile del vino che sono i suoi profumi. Con il supporto d'illustrazioni originali e ricche di dettagli, racconta la sua lunga esperienza di appassionato studioso degli odori del vino, riportando aneddoti curiosi e informali, senza mai tralasciare il rigore dell'approccio scientifico. Il Respiro del vino è dunque il risultato di oltre vent'anni di studi e ricerche intorno all'intimità olfattiva del vino.


Oltre alla autore sarà presente Leonardo Sergio, vicepresidente Assoenologi di Puglia, Basilicata e Calabria e Fulvio Filo Schiavoni, presidente Consorzio Produttori Vini. A moderare l'appuntamento Michele Peragine, presidente AGAP .

L'incontro, ad ingresso libero, nasce con la collaborazione con AIS Puglia Delegazioni di Taranto, Brindisi e Lecce; Slow Food Manduria - Terre del Primitivo e Libreria Caforio.

LUOGO: Sala del Museo della Civiltà del Vino Primitivo
Via F. Massimo , 19 Manduria (TA)


--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 3 maggio 2017

CULTURA: nuovo romanzo dell'attrice GIUSY AMATO, storie di famiglie e di amori...


"LEI NON DEVE SAPERE"
il nuovo romanzo di Giusy Amato
Presentazione 11 maggio 2017 | ore 18.00 |
Antica Stamperia Rubattino | via Rubattino, 1 | Roma

Conduce la giornalista Antonietta Di Vizia
Reading dell'attrice Letizia Letza
 


Dopo il successo ottenuto con il suo primo romanzo "Le Nuvole nel Cuore" del 2015, Giusy Amato, attrice e conduttrice televisiva, torna a sedurre i lettori con il suo secondo libro "Lei non deve sapere", la storia di due famiglie con vite parallele, fatta di intrecci amorosi, passione e mistero in cui i protagonisti solo alla fine rivelano la loro vera natura.
Alla presentazione di "Lei non deve sapere", prevista per giovedì 11 maggio alle ore 18.00 presso l'Antica Stamperia Rubattino di Roma (via Rubattino,1) e condotta dalla giornalista Antonietta Di Vizia, interverranno l'autrice Giusy Amato, l'attrice Letizia Letza che leggerà alcuni brani del romanzo e il giornalista Ottavio Di Renzo, caporedattore del Giornale Radio Rai.
Giusy Amato, scrittrice di talento, noto volto televisivo protagonista di numerosi spot pubblicitari nazionali e tanti ruoli in fiction Tv (Un medico in famiglia, I Cesaroni, "L'onore e il rispetto") di prima serata, in questo secondo lavoro scandaglia l'amore da quello classico a forme d'amore familiare e di amicizia, costruendo un romanzo dal finale a sorpresa che conduce il lettore con ritmo serrato in una storia moderna ma dal sapore antico, in cui due famiglie incrociano i loro destini.
"Lei non deve sapere è un romanzo di genere - spiega l'autrice - io scrivo storie come quelle che mi piace leggere dove c'è un po' di giallo, un po' di rosa, un po' di suspence, come un piatto unico che mentre mangi gusti sapori diversi. E poi anche qui c'è un finale a sorpresa che a quanto pare, come nel primo romanzo, non si aspetta nessuno".
"Il mio nuovo romanzo parla d'amore a 360 gradi ma senza banalizzarlo - racconta Giusy Amato - non ho mai scritto e credo che non scriverò mai un romanzo rosa, persino quando, poco più che ragazzina, scrivevo sceneggiature di fotoromanzi, non erano mai storie melense, ci mettevo dentro storie di droga o di prostituzione, insomma, argomenti forti. In questo romanzo ci sono molti generi e diverse forme d'amore; per esempio, lo zio di Geraldine una delle protagoniste che rinuncia a crearsi una famiglia tutta sua per dedicarsi anima e corpo alla nipote, beh, per me questa è una forma d'amore bellissima. O anche il rapporto che la tata di Mindy e della sorella ha con queste due ragazze, sostituendosi spesso alla famiglia, è un'altra forma d'amore straordinaria. Insomma, l'amore, in forme diverse è presente nella vita di tutti noi e quindi per me è un elemento fondamentale di cui mi viene naturale scrivere".
"Le donne principalmente, come nel mio primo romanzo, sono le protagoniste delle mie storie - continua l'autrice - anche se qui i personaggi chiave, quelli intorno ai quali ruotano le due storie, sono uomini. C'è l'uomo debole che si lascia sopraffare da un padre cinico, despota e completamente anaffettivo. L'uomo arrabbiato che si sente tradito dal mondo intero e l'uomo circondato da un alone di mistero. Le protagoniste principali sono due: Geraldine e Mindy. La prima nasce in una famiglia modesta con una madre che non ce la fa a superare una separazione e si suicida affidando la sua bambina al fratello che la cresce non come uno zio ma come un padre. A diciassette anni rimane incinta del suo grande amore ma il padre di lui, un uomo ricco e potente fa in modo di separarli con l'inganno. Lei decide di far nascere comunque il suo bambino, al quale racconta che il padre è morto prima che lui nascesse. Ma quando il ragazzo scopre la verità entra in conflitto con la madre arrivando persino a odiarla. Si mette alla ricerca del padre e qui mi fermo altrimenti vi racconto troppo.
L'altra protagonista è Mindy, una ragazza semplice pur essendo nata in una famiglia più che benestante. In un incidente d'auto muore la sorella gemella, la madre e forse anche il padre, dal momento che la polizia non riesce a trovare il suo corpo e lei si ritrova, suo malgrado, ad amministrare l'immenso patrimonio di famiglia. Quando si sta per archiviare l'indagine, un suo amico giornalista, tramite una soffiata di un amico poliziotto, le riferisce che quasi sicuramente si tratta di un omicidio. Da qui i due ragazzi iniziano una serie di ricerche in cui sembrano coinvolti diversi personaggi: dall'amministratore della holding del padre a una donna misteriosa che lavorava presso la sua famiglia prima ancora che nascessero le gemelle. In questo complicato momento della vita di Mindy, l'unica cosa bella è l'incontro con Patrick che la salva da un tentativo di violenza. E poi… vissero felici e contenti oppure no?".
Sinossi:
Due famiglie, due storie parallele. Geraldine e Greg, due giovani innamorati, vengono divisi con l‟inganno quando lei aspetta un figlio, frutto del loro grande amore. Geraldine cresce Peter da sola, tra mille difficoltà. Lui sa che il padre è morto ma alla soglia dei trent‟anni, scopre cosa è realmente accaduto prima che lui nascesse. Mindy, figlia di un magnate dell‟industria, rimane sola dopo un incidente d‟auto che si porta via la madre, la sorella gemella e forse anche il padre, dal momento che non si trova il suo corpo. E‟ stato un incidente o un omicidio? Il ritrovamento di una misteriosa lettera, la spinge a scavare nella vita della sua famiglia, con l‟aiuto di Tommy Evans, il suo amico giornalista. E se anche lei fosse in pericolo? Quando finalmente incontra Patrick, la sua vita sembra prendere la giusta piega ma a pochi giorni dal suo matrimonio…

Giusy Amato:
Giusy Amato in Rai ha condotto: "Prima che sia gol" (trasmissione sportiva), "Serenovariabile", "Aperto per Ferie" (Mirabella/Garrani).
Come attrice di Fiction negli ultimi anni ha conquistato il pubblico con ruoli in "Un medico in famiglia", "I Cesaroni" e "L'onore e il rispetto" nel ruolo della moglie del commissario Rocchi (Tony Garrani).
Nella Pubblicità è stata la testimonial nazionale di grandi aziende come: Telecom, Superenalotto, Lines Perla.
Doppiatrice e presentatrice di serate, eventi, oltre al romanzo "Le nuvole nel cuore", nel 2016 ha pubblicato "Perfide al punto giusto" una raccolta i 18 monologhi brillanti tutti al femminile. www.giusyamato.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI