CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Letteratura ed Editoria

Cerca nel blog

domenica 21 ottobre 2018

I CANTAPOETI Serata di spettacolo, gourmet e partecipazione



I CANTAPOETI
Serata di spettacolo, gourmet e partecipazione


Il 28 ottobre a Milano, nel centralissimo Ristorante Serendepico, si terrà la "puntata zero" di I CANTAPOETI, una serata nata insieme all'idea di un nuovo gruppo – Evoluzione Musica – sotto l'egida della storica casa discografica TOP RECORDS di Milano.


L'intenzione del progetto - Evoluzione musica - è di generare un "magazzino" di artisti, nuovi testi, composizioni, progetti come - I  CANTAPOETI - da promuovere nelle direzioni potenziali più opportune.

L'appuntamento è di musica dal vivo, dedicato ad un pubblico giovane e sempregiovane , sensibile non solo alle note, ma finalmente anche alle poesie e ai testi delle canzoni, interpretate da alcuni cantapoeti che con l'occasione si faranno conoscere in questo nuovissimo filone editoriale e musicale.

l pubblico è invitato al termine a esprimere il proprio parere con idee, suggerimenti e consigli per possibili prossimi appuntamenti.

La serata vedrà la presenza di diversi musicisti, cantanti ed autori, che si alterneranno alla lettura di alcuni stralci dei testi dei brani.


PROGRAMMA   
19,30 ingresso e buffet

20,25 - presentazione della serata da parte di Silvia Arosio

20.30 - Marzio Italo, con i suoi brani - Il sorriso di un bambino e un tavolo per due

20.50 - Anna Maria Negri – con i brani di Marzio Italo Innamorarsi di te e Quando il cielo                                      

21.10 - Stefano e Sabrina, con un brano di Marzio Italo Mary e Nicola e Suoni e Colori di Stefano e Sabrina.

21.30/21.45 - intervallo –

22.00 - Emma Atonna , con Mambo Napulitano (Testo Emma Bosso    -    Musica Sergio Parisini) N'ammore overo (Testo di Emma Bosso  –  Musica di Sergio Parisini). -

22.20 - Ezio Aicardi con – Il Vento e la conchiglia e - Volo - Tributo a Raffaele Tuttofuoco.

22.40 - Marzio Italo, con i suoi brani Il Campo dei fiori e Alla fine del mondo -

23.00 – saluti
                                                                                                                        
Il prezzo speciale per la serata  è  di 20 euro anziché 25. Comprende INGRESSO APERITIVO E BUFFET.                            
Altri aperitivi o bevande saranno a parte    
In allegato, il comunicato stampa: per le foto dei singoli protagonisti, siete pregati di contattarmi. Il professor Marzio Bonferroni, cantapoeta ed ideatore della serata, è a disposizione per interviste.



--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 19 ottobre 2018

Novità collana di poesia CentodAutore: "IN ASSENZA ESISTO" di Kiki Franceschi



Associazione Culturale EUREKA
EUREKA edizioni

Sedicesima pubblicazione della collana CentodAutore:
IN ASSENZA ESISTO di Kiki Franceschi

L'Associazione Culturale EUREKA di Corato (Bari) propone la quindicesima pubblicazione nella collana "CentodAutore", curata da Rossana Bucci e Oronzo Liuzzi, la nuova raccolta poetica di Kiki Franceschi, "IN ASSENZA ESISTO", con la formula rappresentativa ed esclusiva: 100 esemplari in piccolo formato, numerati, firmati e personalizzati da interventi diretti degli autori con un loro segno distintivo di originalità che rende il libro un connubio unico di poesia e di arte.
Dalla nota introduttiva di Franco Manescalchi: "E' questo il punto fondamentale che ti distingue dagli altri, per il prometeico alzare la testa con fermo atteggiamento interiore, probabile eredità genetica da chi si è misurato con una sorte difficile piegandola fino a salvare l'umano che era in lui."

*
PAROLE

Risonanze segrete emozioni
appassionate memorie
a costruire il presente
profonde opache fredde
leggere delicate parole
nate e morte nel silenzio
bianche fragili parole
arcane inattingibili
pietrificate foreste
insondabili segni
custodi della mia
estinzione



*
Autobiografia      
Nasco a Livorno, città a cui sono tuttora molto legata, pur vivendo da più di trenta anni a Firenze. Discendo da una famiglia di schiumatori di mari, bucanieri di origine corso- marsigliese, i " Franceschi" appunto, che mi hanno trasmesso sicuramente il gusto per l'avventura, l'amore per il mare, gli spazi aperti. Mi piaceva esplorare sin da piccola, per questo ho scelto di studiare, dipingere e scrivere, tutte attività che hanno a che fare con l'esplorazione, il perlustramento. Mi sono laureata in Lingue a Pisa, ho dipinto come una forsennata, ho scritto e tradotto, tenuto conferenze. Con Andrea Chiarantini invento l'Operazione Lavoisier, un ciclo di libri d'artista su artisti contemporanei, una storia dell'arte visiva, ora proprietà della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze. Dal 1970 ad oggi faccio oltre cinquanta personali in gallerie italiane e collettive in  musei italiani e esteri ( Museo di Gallarate, Forte Belvedere, Firenze, Centre Pompidou, Parigi, Grand Palais, Parigi, Museo Reina Sophia, Madrid, Fundacion J. Mirò, Barcellona,Centro Cultural La Recoleta, Buenos Aires.; Pavia Castello Visconteo e Centro Broletto,Viva Italia, Istituto Italiano di Cultura, Bratislava,Galleria Civica di Sophia. Nel 1990 e nel 1991 la Radio nacional de Espana rete 2  trasmette mie poesie sonore.
  Opere pubblicate: 1978 "Appunti per un'umanità piccola", ed Téchne, 1981; " La vita è il sogno", ed Vera Biondi;Regesta con poesie lineari di Insel Marti, Contumacia, edizioni Evarra , con Insel Marti; 1991 "Giornale" ed Aglaia, 1995 "Segnali da nessun luogo." Ed Polistampa; nel 1997 fonda con Andrea Chiarantini il periodico "per un anno" ed Polistampa,Firenze; nel 2000 "Fontechiara e dintorni" ed Polistampa. 2012Sono fuori del tempo i fatti umani, Firenze  ed Gazebo; Non c'è tempo per il tempo,edizioni Polistampa, Firenze; 2016 
 Sono nella redazione del semestrale d'arte ApArte, ed Fuoriposto,Venezia. Dal 1995 scrivo opere teatrali, alcune delle quali rappresentate in teatri italiani, Goldoni,( Livorno) e il Piccolo Eliseo, (Roma) Sala Vanni, Firenze;teatro delle donne, Calenzano.
Ho fatto performances poetiche in musei e luoghi istituzionali e privati,tra i quali il Museo GAMC di Viareggio, il Mart di Rovereto, il teatro Metastasio,Prato,Gamec La Spezia.

*
Kiki Franceschi
IN ASSENZA ESISTO

100 esemplari numerati con interventi manuali dell'autore

CentodAutore
a cura di
Rossana Bucci e Oronzo Liuzzi

EUREKA Edizioni
Associazione Culturale EUREKA
tel. 080.8984258
cell. 349.8684908 – 320.4229046

Corato, ottobre 2018    


CentodAutore
a cura di
Rossana Bucci e Oronzo Liuzzi

VOLUMI PUBBLICATI

  1. Alfonso Lentini, Illegali vene (2014)
  2. Eugenio Lucrezi, Nimbus (2015)
  3. Rossana Bucci – Oronzo Liuzzi, DNA (2015)
  4. Antonino Contiliano – OnDevaStar (2015)
  5. Giorgio Moio – Sui crespi marosi (2016)
  6. Francesco Aprile – Entropia del fuoco (2016)
  7. Carla Bertola – Ritrovamenti (2016)
  8. Antonio Spagnuolo – SOSPENSIONI (2016)
  9. Alberto Vitacchio – IL TORPORE DEI GRADINI (2017)
  10. Michele De Luca – Parvenze (2017)
  11. Cristiano Caggiula – Tagli e credenze (2017)
  12. Giovanni Fontana – PENULTIME BATTUTE (2017)
  13. Gian Paolo Roffi – Intuizioni (2018)
  14. Marisa Papa Ruggiero – Se questo è il gioco (2018)
  15. Marco Palladini – DE-SIDERATA (2018)
  16. Kiki Franceschi – IN ASSENZA ESISTO (2018)



--
www.CorrieredelWeb.it

domenica 14 ottobre 2018

II edizione del libro Ho messo le ali della filosofa Maria Giovanna Farina

Maria Giovanna Farina, filosofa e scrittrice ha pubblicato diversi libri divulgativi per aiutare le persone a vivere meglio. Il suo libro di successo, "Ho messo le ali" ed. Rupe Mutevole del 2013, è alla seconda edizione per il notevole consenso che ha ricevuto dal pubblico femminile e non solo. È la storia di una donna, scritta con ironia leggera ma pungente, capace di rappresentare la vita di tante donne compresa l'autrice; è la storia vera di un riscatto, di chi riesce ad imparare a dire no a partire dalle piccole cose: il testo dà suggerimenti pratici con esempi da fare propri.

Nella nuova edizione Maria Giovanna rinnova il libro mettendo in luce i ricattatori sessuali ai quali si può dire no seguendo il percorso del racconto, è, in ultima analisi un libro di prevenzione. L'autrice apre la seconda edizione con il racconto di un ricattatore seriale che viene messo in scacco con ironia: mettere le ali vuol dire anche sapersi difendere senza far soffrire il proprio corpo.

Ho messo le ali, I edizione, è stato inserito tra i "libri che curano" da Sellerio.com, è un testo scritto per le donne e utile anche agli uomini.


IV di copertina

Ho messo le ali è la storia vera di una donna che con ironia e spirito di osservazione mette in pratica gli insegnamenti di un filosofo, un maestro che le ha insegnato a rinascere. Dal rischio di sprofondare nell'anoressia si eleva, mettendo le ali, a filosofa lei stessa e nella frenesia di aiutare gli altri, si salva iniziando una nuova vita. Impara a non soccombere più alle prevaricazione e lo insegna a tutti quelli che incontra. Francesca, la protagonista, diventa il simbolo del riscatto femminile, una donna che non accetta più di auto-infliggersi punizioni ma rivendica il suo ruolo paritario accanto all'uomo. Un libro scritto per le donne e utile anche agli uomini. Dopo il successo della prima edizione, la seconda contiene alcuni spunti di riflessione inediti. Nella nuova prefazione e nel testo, l'autrice si sofferma sull'odiosa pratica del ricatto sessuale nei confronti delle donne comuni.

CV sintetico

Maria Giovanna Farina si è laureata in Filosofia con indirizzo psicologico all'Università Statale di Milano. È filosofa, consulente filosofico, analista della comunicazione e autrice di libri per aiutare le persone a risolvere le difficoltà relazionali. Nei suoi testi divulgativi ha affrontato temi quali l'amore, la musica, la violenza di genere, la filosofia insegnata ai bambini e l'ottimismo in "Dialoghi con un ottimista, in salotto con Francesco Alberoni". Per Rupe Mutevole è uscito nel 2013 "Ho messo le ali", nel 2017 "La libertà di scegliere" e nel 2018 il romanzo "Catarina e la porta delle verità" scritto con Max Bonfanti. Pioniera nel campo delle pratiche filosofiche, nel 2002 fonda Heuristic Institution, dove si è dedicata anche alla ricerca di metodi e strategie da applicare alla risoluzione delle difficoltà esistenziali. Esperta di relazioni umane, è autrice di numerosi articoli e di interviste anche in video fatte ad alcuni tra i più noti personaggi della cultura e dello spettacolo. Creatrice della rivista filosofica on-line "L'accento di Socrate", è attiva in rete come blogger dove sperimenta l'applicazione della filosofia alla vita quotidiana anche nella rivista diretta da Francesco Alberoni "L'amore e gli amori". Cura per Rupe Mutevole la collana "Le relazioni". 



--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 11 ottobre 2018

Bando Concorso "Ritratti di Poesia.280"

Ritratti di Poesia.280: la poesia all'epoca di Twitter.

Edizione 2018/2019.

Torna il concorso dedicato a Twitter e alla sua modalità di scrittura.

Lo scorso anno è stato aumentato a 280 il numero massimo dei caratteri utilizzabili per un tweet e così è ora "Ritratti di poesia.280" il titolo del concorso che si svolge nell'ambito della rassegna Ritratti di Poesia, manifestazione – giunta alla tredicesima edizione - promossa e organizzata dalla Fondazione Cultura e Arte, emanazione della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, in collaborazione con InventaEventi S.r.l.

Il concorso, che negli anni passati ha riscosso un notevole successo di pubblico, è a partecipazione gratuita e si rivolge ai poeti dell'era digitale, per dimostrare che anche con il linguaggio sincopato e veloce dei social network è possibile scrivere un testo poetico. Esso infatti vuole essere un incontro tra la poesia e la modalità di comunicazione richiesta da Twitter.

Saranno ammessi alle selezioni testi poetici rigorosamente inediti e composti da 280 caratteri al massimo spazi inclusi (il limite imposto da Twitter per ogni messaggio, appunto), suddivisi in due sezioni: la prima, riservata alle poesie in italiano; la seconda, dedicata ai testi scritti nelle altre lingue europee, che dovranno essere accompagnati dalla traduzione in lingua inglese. Resta inteso che il limite di 280 caratteri dovrà essere rispettato esclusivamente dal testo in lingua originale, mentre la traduzione potrà anche superare tale limite.

I testi saranno selezionati da una giuria composta dai poeti Claudio Damiani, Giulia Martini e Giovanna Rosadini, che si riuniranno per esaminare gli elaborati dopo il 20 dicembre, data ultima per partecipare al concorso. Al vincitore di ognuna delle due sezioni, che il 15 febbraio 2019 sarà invitato a presenziare alla manifestazione Ritratti di Poesia a Roma, verrà conferito un premio in denaro di euro 250,00. Inoltre, sulle pagine Twitter ritrattidipoesia.280 e ritratti di poesia e sulle pagine Facebook Ritratti di Poesia e InventaEventi  saranno pubblicati tutti i testi pervenuti e sarà data notizia dell'esito del concorso.

Torna il Premio Raduga per giovani scrittori e traduttori italiani e russi. Pubblicato bando X edizione.

TORNA IL PREMIO RADUGA PER GIOVANI SCRITTORI E TRADUTTORI ITALIANI E RUSSI

PUBBLICATO IL BANDO DI PARTECIPAZIONE. CANDIDATURE APERTE FINO AL 15 NOVEMBRE PER LA X EDIZIONE
Verona, 11 ottobre 2018. Pubblicato il bando della X edizione del Premio Raduga, il concorso letterario ideato dall'Associazione Conoscere Eurasia con sede a Verona che ogni anno premia i giovani talenti letterari italiani e russi tra i 18 e i 35 anni. 
Due le categorie di riferimento, 'Giovane narratore dell'anno' e 'Giovane traduttore dell'anno', per ciascuna delle quali saranno premiati due vincitori, uno italiano e uno russo. 
A selezionarli una doppia giuria composta da esponenti del mondo letterario ed editoriale di entrambi i Paesi. Marco Drago, Flavio Ermini, Maria Pia Pagani, Alberto Rollo e Stefania Sini sono i giudici in carica quest'anno per il Belpaese. Mentre la giuria russa vedrà al lavoro Boris Tarasov, Aleksej Varlamov, Nina Litvinec, Elena Pasternak, Evgenij Solonovič e Anna Jampol'skaja.
La partecipazione al concorso è gratuita. Gli elaborati dovranno pervenire entro il 15 novembre prossimo (alla mail raduga@conoscereeurasia.it). I nomi dei finalisti saranno pubblicati sul sito dell'Associazione Conoscere Eurasia entro il mese di febbraio 2019, mentre i vincitori saranno svelati a Torino nel corso del Salone Internazionale del libro (9-13 maggio 2019). 
Oltre alla pubblicazione delle opere sull'Almanacco letterario bilingue edito da Conoscere Eurasia, i vincitori riceveranno anche un premio in denaro, pari a 5.000 euro per il 'Giovane narratore dell'anno' e a 2.500 euro per il 'Giovane traduttore dell'anno'.
Nato nel 2010 per promuovere l'interscambio culturale tra Italia e Russia, il Premio Raduga è organizzato dall'Associazione Conoscere Eurasia e dall'Istituto Letterario A.M. Gor'kij di Mosca, in collaborazione con la Fondazione Russkij Mir, con il patrocinio dell'Agenzia Federale per la stampa e le comunicazioni di massa della Federazione Russa (Rospechat') e con il sostegno di Banca Intesa Russia.

GERONIMO STILTON è tra gli AUTORI PIU’AMATI dai PICCOLI LETTORI CINESI

GERONIMO STILTON È TRA GLI AUTORI PIU'AMATI DAI PICCOLI LETTORI CINESI

Il celebre topo giornalista si aggiudica tre premi alla XV edizione dell'Hong Kong Reading City

Geronimo Stilton è stato premiato nell'ambito della XV edizione dell'"Hong Kong Reading City", la manifestazione organizzata ogni anno dall'Hong Kong School Library Directors Association per incoraggiare studenti, insegnanti e pubblico a condividere il piacere per la lettura. 
La cerimonia di premiazione si è svolta lo scorso luglio presso la Biblioteca centrale di Hong Kong e ha visto tra i suoi protagonisti anche Geronimo Stilton, che ha vinto il premio come autore più popolare tra i giovani lettori. 
Inoltre, il volume n. 84 della serie di Geronimo Stilton pubblicata a Hong Kong da Sun Ya (edito in Italia con il titolo Il tesoro di Valle Valgatta) si è aggiudicato un doppio premio: quello come libro più amato dagli studenti e quello che lo include nella top ten dei volumi consigliati dagli insegnanti. 
La storia ha infatti appassionato i piccoli lettori e i loro docenti perché racconta dell'importanza della salvaguardia della natura e di una foresta di bambù, pianta particolarmente cara alla cultura cinese.
Proprio pochi mesi fa, del resto, l'editore cinese 21st Century Publishing House aveva festeggiato le 10 milioni di copie vendute delle serie editoriale dell'amato roditore. Ora, questa tripla vittoria di Geronimo Stilton conferma nuovamente l'amore dei piccoli fan cinesi, delle loro famiglie e degli insegnanti per il celebre topo scrittore, protagonista anche della serie animata in onda su CCTV e disponibile, con la sua prima stagione, anche sulla piattaforma Tencent e sull'app di Tencent Video.

Anche gli uffici di Pechino di Atlantyca, l'azienda milanese che gestisce i diritti editoriali internazionali, di animazione e di licensing del personaggio Geronimo Stilton, si uniscono con gioia ai festeggiamenti.

martedì 9 ottobre 2018

I Mondi di Carta 2018: grande successo per il primo appuntamento di ieri con il celebre epidemiologo Franco Berrino

GRANDE SUCCESSO DI PUBBLICO IERI SERA AL MULTISALA PORTA NOVA DI CREMA PER L'INCONTRO CON IL CELEBRE EPIDEMIOLOGO FRANCO BERRINO, NELL'AMBITO DELLA RASSEGNA I MONDI DI CARTA


Crema, 9 ottobre 2018 – Prevenzione e salute: il Dottor Franco Berrino, ospite del primo incontro della sesta edizione de i Mondi di Carta ieri sera alle 20:30 presso il Multisala Porta Nova di Crema, ha condotto il numeroso pubblico in un percorso incentrato sulla necessità di consapevolezza sulle abitudini alimentari, in conversazione con Rosalba Torretta.


Tra gli autori del Codice europeo contro il cancro, redatto dall'Agenzia Internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) su commissione della Comunità Europea e pubblicato nel 2014, nel corso dell'incontro "Il Codice Europeo contro il Cancro e la sua difficile implementazione nelle istituzioni" il celebre epidemiologo ha messo l'accento su alcuni delle fondamentali raccomandazioni in esso contenute per una corretta prevenzione.

Il Dottor Berrino ha affrontato il tema del consumo della carne rossa, ribadendo i risultati dello studio condotto per l'elaborazione del Codice: è comprovato che l'assunzione in grande quantità di questa tipologia di alimento incida sull'aumento del rischio di ammalarsi di alcune patologie, soprattutto a causa dell'alto contenuto di ferro-EME altamente ossidante che favorisce la formazione di sostanze cancerogene; ciò detto, l'assunzione di sostanze antiossidanti permette di contrastare e ridurre il rischio, perciò, quando si consuma della carne è consigliato assumere contestualmente tanta verdura e introdurre nel pasto anche della frutta. "Lo studio è chiaro: il rischio aumenta con il consumo di carne ma se mangi anche tante verdure il rischio è molto piccolo". Ha aggiunto, inoltre, una personale raccomandazione, ovvero l'assunzione di un caffè nella giornata in cui si mangia carne, in quanto molto antiossidante e quindi alleato nella difesa da sostanze ossidanti che favoriscono lo sviluppo di sostanze cancerogene.

Sempre in riferimento alla carne, il Dott. Berrino ha messo in relazione la necessità della limitazione del consumo di carne con il problema della fame nel mondo, soffermandosi sulle piantagioni di cereali e soia presenti nei Paesi del Terzo Mondo, destinate alla produzione di cibo esclusivamente per gli animali: evidenziando il paradosso secondo cui "gli animali stanno consumando il cibo dell'uomo", essendo necessarie tra le 10 e le 20 calorie di cibo vegetale per produrre una caloria di cibo animale, ha sottolineato quindi quanto sia necessario essere consapevoli di dove ci porti mangiare un determinato cibo e delle conseguenze che esso può avere sia nei confronti della propria salute che su quella del pianeta, tenendo in considerazione tutti i problemi che ad esso possono essere legati, anche di natura politica.

Alimentazione, ma anche esercizio fisico e vita spirituale: il grande progresso medico, che ha portato ad un innalzamento della speranza di vita di ben 10 anni negli ultimi 40 anni (da 75anni nel 1975 agli attuali 85 anni), ci mette di fronte alla necessità di adottare comportamenti che aiutino a prevenire patologie croniche e malattie che ci rendono non autosufficienti: il Dott. Berrino ha sottolineato l'importanza del lavoro che sta conducendo con l'associazione La Grande Via (da lui fondata insieme insieme a Enrica Bortolazzi, presente in sala ieri sera per promuovere la salute, il benessere e la longevità) finalizzato alla riattivazione dei sedentari: "mezz'ora al giorno di attività fisica può essere molto importante e molto protettivo: a parità di età, tabacco – causa di morte molto importante – stile alimentare, reddito e ricchezza – anche la povertà è una causa di morte molto importante – chi fa mezz'ora dal giorno di attività fisica riduce la mortalità del 20%".


Franco Berrino
Laureato in medicina e chirurgia e specializzato in anatomia patologica, si è poi dedicato principalmente all'epidemiologia dei tumori: dal 1975 lavora all'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. Autore di molte pubblicazioni scientifiche, ha collaborato al Food, nutrition, physical activity and the prevention of cancer, pubblicato nel 2007 dal World Cancer Research Fund. È un convinto assertore dell'utilità di una dieta corretta per evitare l'insorgere del cancro, tesi spesso illustrata nei suoi libri e nei suoi frequenti articoli sui principali quotidiani italiani.

Rosalba Torretta
Socia dell'associazione imondidicarta, ama viaggiare attraverso "i mondi" privilegiando gli arcani della mente. Psicoterapeuta, psicoanalista e insegnante, da sempre contribuisce con diverse attività di volontariato a progetti di emancipazione e, in particolare, alla tutela dell'infanzia e della dignità femminile. Esprime la sua passione per la vita gustando buona compagnia e buona musica, lungo i vari orizzonti della cultura e dell'esperienza umana, cibo compreso.


I Mondi di Carta

I Mondi di Carta è un festival nato nel 2013, la cui sesta edizione si terrà a Crema dal 6 al 21 ottobre prossimi presso le storiche sale e i chiostri del Museo Civico Cremasco. Si tratta di una rassegna a tutto tondo, che coinvolge cibo, arte, teatro, cinema, editoria, musica e psicologia, ideata per valorizzare la città di Crema, offrendole visibilità verso l'esterno. Tra i numerosissimi ospiti intervenuti negli anni si annoverano nomi del calibro di Gualtiero Marchesi, Ernst Knam, Cristina Bowerman, Marco Bianchi, Oscar Farinetti, Claudio Sadler, Filippo La Mantia, Tiziana Colombo, Roberta Schira, Philippe Daverio, Vittorio Sgarbi, Achille Bonito Oliva, Pietro Valsecchi, Giancarlo Morelli, Edoardo Raspelli, Cristina Gabetti, Al Bano, Carlo Maccari, Franco Finocchiaro, Simona Atzori,…
Il nome della kermesse si ispira al titolo dell'omonimo libro di una delle figure più importanti di Crema, Giovanni Vailati, filosofo, scienziato e musicista, vissuto tra il 1863 e il 1909: secondo l'intellettuale cremasco, le teorie sono "mondi di carta" e ogni espressione del pensiero, una volta scritta, può concorrere a produrre una comunicazione d'insieme, in grado di allargare gli orizzonti.

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *