CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Letteratura ed Editoria

Cerca nel blog

lunedì 25 maggio 2020

Esce Rimini Criminale, thriller mozzafiato ambientato nella città romagnola

"Rimini Criminale": Rimini sotto assedio nell'atteso libro di Luca Cafaro edito dalla Mauna Loa edizioni

 

Monumenti e vie di Rimini fanno da scenario a una storia mozzafiato in cui fino all'ultimo è dubbia la soglia tra coloro che sono vittime e carnefici. Il libro è in uscita in questi giorni, l'autore è Luca Cafaro e la casa editrice è la Mauna Loa, "sorella" esordiente della Mauna Kea, nota soprattutto per le uscite dedicate ai Nativi Americani. La Mauna Loa, invece, si dedica agli autori emergenti e spazia su diversi generi. Dice Raffaella Milandri, fondatrice della Mauna Kea e Mauna Loa: "Siamo particolarmente orgogliosi di "Rimini Criminale", un thriller molto curato e preciso come un orologio". Vediamo insieme la trama: una serie di crimini, apparentemente non collegati tra loro, dilaga tra le strade cittadine e le campagne di Rimini. Per il vicequestore Lombardi e la sua squadra è una matassa davvero difficile da sbrogliare. È proprio dietro la figura tranquilla del professor Casagrande, docente di lettere al Liceo, che si nasconde la soluzione: porterà a una banda straniera che coordina un incredibile e efferato traffico di vite umane. E la risposta di tanti misteri che lo coinvolgono nasce dal suo cuore nuovo, un trapianto che avrà risvolti imprevedibili. Un thriller avvincente, dal finale imprevedibileIl libro è disponibile anche in ebook. Chiediamo alla Milandri la previsione per la ripresa del settore editoriale, duramente colpito durante il periodo del coronavirus: "Pensavamo tutti che il lockdown portasse gli italiani a leggere di più, invece c'è stato un grande calo riportato dall'AIE, Associazione Italiana Editori. Noi continuiamo fiduciosi, magari rallentando un pochino le uscite". L'uscita di Rimini criminale, infatti,  ha subito lo slittamento di circa 3 settimane.



--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 28 gennaio 2020

Al via 1a ed. Festival Letterario Riscontri d'Autore, ecco il bando per partecipare

Al via la I° edizione del Festival Letterario Riscontri d'Autore, pubblicato il bando di partecipazione per gli scrittori.


Dall'8 al 10 maggio 2020 al Circolo della Stampa di Avellino si svolgerà  la I° edizione del Festival Letterario "Riscontri d'Autore". 


Organizzato dall'Associazione Culturale "Riscontri" e dal Terebinto Edizioni, il Festival è aperto agli autori di tutte le sigle editoriali e sarà caratterizzato da un fitto programma di eventi culturali dedicati al mondo editoriale.

Uno dei momenti cardine del Festival saranno i "Salotti Letterari", dove gli autori partecipanti presenteranno al pubblico le loro opere. Per candidarsi alla partecipazione ed essere inseriti nel programma è necessario partecipare al bando pubblicato su www.riscontri.net

All'interno del Festival, sarà presente lo stand del Terebinto Edizioni, la casa editrice indipendente fondata da Ettore Barra, con un catalogo che già annovera oltre un centinaio di titoli di saggistica, narrativa e poesia. 

"Vogliamo portare in città una manifestazione culturale del tutto nuova e completamente aperta. – commenta Ettore Barra - Sarà un luogo di reale confronto tra autori e lettori".

La Direzione Artistica della I° edizione del Festival è stata affidata a Carlo Crescitelli, scrittore e saggista, autore di due volumi di racconti di viaggio che hanno come protagonista il suo alter ego l'Antiviaggiatore e il saggio umoristico dal titolo "Settanta Revisited".  



--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 23 gennaio 2020

UN PREMIO LETTERARIO PER RIACCENDERE I RIFLETTORI SULLA FAME NEL MONDO

UN PREMIO LETTERARIO PER RIACCENDERE I RIFLETTORI SULLA FAME NEL MONDO

Simone Garroni (direttore generale di Azione contro la Fame): «Osservare con nuovi occhi il fenomeno della malnutrizione alla luce della realtà odierna»

Milano, gennaio 2020 - Riaccendere i riflettori e sensibilizzare le persone sul fenomeno crescente e drammaticamente attuale della fame nel mondo. È lo scopo che si propone Azione contro la Fame Italia Onlus, organizzazione umanitaria internazionale leader nella lotta contro le cause e le conseguenze di fame e malnutrizione infantile, che ha recentemente lanciato l'iniziativa «Libri contro la Fame».

Si tratta di un premio letterario suddiviso in tre sezioni - narrativa, saggistica e libri per ragazzi - che, nel solco dell'impegno quarantennale di Azione contro la Fame sugli scenari più critici del globo, intende individuare e valorizzare opere letterarie capaci di sensibilizzare i lettori sui temi della fame e della malnutrizione. Nuovi approcci e testimonianze in merito alla trattazione di una ferita ancora aperta in molti Paesi del Sud del mondo situati in Asia, Africa e Sudamerica.

La fame coinvolge ancora oggi 821 milioni di persone nel mondo e da tre anni registra numeri crescenti, principalmente a causa dei conflitti e dei cambiamenti climatici.

La malnutrizione è, ancora oggi, la minaccia più grave per la sopravvivenza dei più piccoli o per un loro sviluppo sano: nel mondo 148,9 milioni di bambini ne soffrono in modo cronico e 50,5 milioni nella sua forma acuta. Di questi, 16,4 milioni sono affetti dalla forma peggiore: la malnutrizione acuta grave. Si tratta di dati allarmanti e drammatici, anche in considerazione di una circostanza verificata, ogni giorno, sul campo dagli operatori Azione contro la Fame: la malnutrizione si può prevedere, prevenire e curare.

"Azione contro la Fame, con questa nuova iniziativa, intende riaccendere i riflettori sulla fame nel mondo e osservare con nuovi occhi il fenomeno della malnutrizione alla luce della realtà odierna - ha dichiarato il direttore generale di Azione contro la Fame Italia Onlus, Simone Garroni -. Ogni anno muoiono quasi tre milioni di bambini per cause legate alla fame e alla malnutrizione Si tratta di un dato drammatico, che consideriamo inaccettabile. L'organizzazione, da oltre 40 anni, è impegnata in 50 paesi del mondo con interventi concreti di salute, nutrizione, acqua, igiene e sicurezza alimentare ma anche attraverso opere di sensibilizzazione capaci di porre all'attenzione dell'opinione pubblica quanto accade nel sud del mondo. È il caso di Libri contro la Fame, che si rivolge alle case editrici, agli scrittori e al pubblico dei lettori".

Le case editrici, per le quali è stato predisposto un bando consultabile sul sito azionecontrolafame .it, potranno presentare opere pubblicate nel periodo compreso tra ottobre 2018 e dicembre 2019; verranno accettate anche bozze di opere in via di pubblicazione nei primi mesi del 2020. La raccolta dei libri - pubblicati o in bozza - si concluderà il 29 febbraio 2020

___________

Azione contro la Fame è un'organizzazione umanitaria internazionale leader nella lotta contro le cause e le conseguenze della fame. Da 40 anni, in circa 50 Paesi, salviamo la vita di bambini malnutriti, assicuriamo alle famiglie acqua potabile, cibo, cure mediche e formazione, consentendo a intere comunità di vivere libere dalla fame.



--
www.CorrieredelWeb.it

Esce Voyager, il nuovo libro di Lance Henson, poeta Cheyenne

Esce in italiano il nuovo libro di Lance Henson, poeta Cheyenne



E' uscito a gennaio "Voyager. For the Cheyenne", edito da Mauna Kea, il nuovo libro di Lance Henson, poeta Cheyenne tra i più importanti autori Nativi Americani, tradotto in oltre 25 lingue e presente nelle antologie scolastiche italiane della poesia nordamericana, insieme a Walt Whitman. Membro dell'AIM (American Indian Movement) e della Dog Soldier Society, da più di 30 anni è attivamente impegnato nella lotta per i diritti dei Cheyenne e delle popolazioni indigene del mondo. La poesia di Henson fonde la spiritualità Cheyenne alla cronaca sociale e politica del mondo moderno. La potenza dei suoi versi echeggia lo spirito di un popolo intero, e testimonia la profonda connessione alla Natura della spiritualità dei Nativi Americani: il mondo umano, animale e vegetale sono un tutt'uno, vivo, e gioiscono e soffrono all'unisono. L'essenza di Lance Henson è di un poeta guerriero che osserva il mondo con animo amaro"Voyager. For the Cheyenne", disponibile anche in ebook, è dedicato al popolo Cheyenne perchè, come dice, "Io sono la mia gente, come la mia gente è me". In Voyager, Lance Henson lancia un messaggio forte, all'insegna dell'ambientalismo e della critica dei sistemi del denaro e del potere, e afferma: "Ciò che è successo a noi Nativi Americani nel passato, sta ora succedendo a tutti i membri della razza umana".



--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 5 dicembre 2019

Presentazione della nuova raccolta di poesie di Stefania Rabuffetti con Giorgio Lupano e Mariangela Vacatello | Roma, 6 dicembre ore 18.30

Parole affamate di parole

la nuova raccolta di poesie di Stefania Rabuffetti
in libreria per Manni Editori

Presentazione a Roma venerdì dicembre 2019 

ore 18.30 a Palazzo Rospigliosi, via Ventiquattro Maggio, 43

 

 

Parole affamate di parole è la nuova raccolta di poesie di Stefania Rabuffetti, in libreria per Manni Editori con una prefazione di Renato Minore (pp. 572 – euro 28,00).

Il volume, dopo l'esordio a Milano nell'ambito di Bookcity, sarà presentato a Roma venerdì 6 dicembre. Introdotti dal linguista e critico letterario Massimo Arcangeli, l'attore Giorgio Lupano e l'autrice Stefania Rabuffetti leggeranno alcune poesie estratte dalla raccolta. Ospite della serata la pianista Mariangela Vacatello.

 

Un'antologia drammaticamente intima che si sviluppa attraverso 10 sezioni tematiche – anima/corpo, io/tu, amore/odio, luce/buio, ragione/follia, verità/bugia, realtà/sogno, voce/silenzi, male/bene, vita/morte – ciascuna delle quali è introdotta da tavole illustrate dell'artista madrileno José Molina.

Rabuffetti attinge da un inesauribile vaso di Pandora. Isuo vissuto è fatto di contrazioni e distensioni, di redenzione e baratro, amore e repulsione, come traspare dai suoi versi:

Mi piego ma non mi spezzo

mi fletto ma non mi incrino

mi inchino ma non mi umilio

inciampo ma non mi scheggio.

A questo continuo scandaglio emotivo corrisponde una produzione prolifica, senza posa, "bulimica", come la definisce Renato Minore nell'introduzione: «Parole affamate di parole, come un bulimico processo che trascina ogni verso e ogni poesia (preceduta dal suo titolo che è spesso anche spiazzante, come un contrappunto ironico a ciò che dice) e rinvia alla successiva, in un continuum decostruito-ricostruito».

 

La scrittura è, dunque, lo specchio dell'anima dell'autrice; l'irrequietudine è trasmessa da continui salti cronologici, dall'andare e venire nel tempo come testimoniano le date in calce alle poesieMa la parola esprime anche una costante ricerca di senso, la volontà di giungere a un livello superiore di consapevolezza di sé, del mondo e delle relazioni che vi si instaurano.

 

 

Cenni biografici:

Stefania Rabuffetti è nata a Roma, dove tuttora vive. Per dieci anni ha lavorato in RAI come redattrice di vari programmi televisivi, dal varietà alle rubriche culturali. Nel 2007, si avvicina alla poesia che diventa ben presto un modo per affrancarsi dalle difficoltà personali: una terapia contro la depressione, l'apatia e il senso di alienazione. Con Manni ha pubblicato Il perimetro dell'anima (2009), vincitore del "Premio Minturnae 2010" (sezione giovani)Libertà vigilata (2011), Vietati gli specchi (2016) e Cartoline dall'universo (2017).

 

José Molina è un artista, illustratore e grafico di origine madrilena. Attualmente vive e lavora in Italia. Le sue opere sono state esposte in prestigiosi contesti come il Museo della Scienza e della Tecnologia, la Fondazione Mudima e la Triennale a Milano; la Real Academia de España a Roma e la Reggia di Caserta per citarne solo alcuni.

 

Presentazione: venerdì dicembre, ore 18.30 a Palazzo Rospigliosi, via Ventiquattro Maggio, 43, Roma.



--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 29 novembre 2019

L'attore Giorgio Lupano legge le poesie di Stefania Rabuffetti | venerdì 6 dicembre, Roma, Palazzo Rospigliosi

L'attore Giorgio Lupano legge le poesie di Stefania Rabuffetti

Venerdì 6 dicembre a Roma la presentazione della raccolta Parole affamate di parole

 

Giorgio Lupano

 

Parole affamate di parole è la nuova raccolta di poesie di Stefania Rabuffetti, in libreria per Manni Editori con una prefazione di Renato Minore (pp. 572 – euro 28,00).

Il volume, dopo l'esordio a Milano nell'ambito di Bookcity, sarà presentato a Roma venerdì 6 dicembre con la partecipazione speciale dell'attore Giorgio Lupano. Il protagonista del Paradiso delle Signore leggerà insieme all'autrice Stefania Rabuffetti alcune poesie estratte dalla raccolta. Ospite della serata, introdotta dal linguista e critico letterario Massimo Arcangeli, la pianista Mariangela Vacatello che accompagnerà con le sue note.

 

Parole affamate di parole è un'antologia drammaticamente intima che si sviluppa attraverso 10 sezioni tematiche – anima/corpo, io/tu, amore/odio, luce/buio, ragione/follia, verità/bugia, realtà/sogno, voce/silenzi, male/bene, vita/morte – ciascuna delle quali è introdotta da tavole illustrate dell'artista madrileno José Molina.

Rabuffetti attinge da un inesauribile vaso di Pandora. Il suo vissuto è fatto di contrazioni e distensioni, di redenzione e baratro, amore e repulsione, come traspare dai suoi versi:

Mi piego ma non mi spezzo

mi fletto ma non mi incrino

mi inchino ma non mi umilio

inciampo ma non mi scheggio.

A questo continuo scandaglio emotivo corrisponde una produzione prolifica, senza posa, "bulimica", come la definisce Renato Minore nell'introduzione: «Parole affamate di parole, come un bulimico processo che trascina ogni verso e ogni poesia (preceduta dal suo titolo che è spesso anche spiazzante, come un contrappunto ironico a ciò che dice) e rinvia alla successiva, in un continuum decostruito-ricostruito».

 

La scrittura è, dunque, lo specchio dell'anima dell'autrice; l'irrequietudine è trasmessa da continui salti cronologici, dall'andare e venire nel tempo come testimoniano le date in calce alle poesie. Ma la parola esprime anche una costante ricerca di senso, la volontà di giungere a un livello superiore di consapevolezza di sé, del mondo e delle relazioni che vi si instaurano.  

 


Cenni biografici:

Stefania Rabuffetti è nata a Roma, dove tuttora vive. Per dieci anni ha lavorato in RAI come redattrice di vari programmi televisivi, dal varietà alle rubriche culturali. Nel 2007, si avvicina alla poesia che diventa ben presto un modo per affrancarsi dalle difficoltà personali: una terapia contro la depressione, l'apatia e il senso di alienazione. Con Manni ha pubblicato Il perimetro dell'anima (2009), vincitore del "Premio Minturnae 2010" (sezione giovani), Libertà vigilata (2011), Vietati gli specchi (2016) e Cartoline dall'universo (2017). 

 

©Grazia Lissi

 

Presentazione: venerdì 6 dicembre, ore 18.30 a Palazzo Rospigliosi, via Ventiquattro Maggio, 43, Roma.



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 18 novembre 2019

Ritratti di Poesia.storie - Edizione 2019/2020


Ritratti di Poesia.storie

Edizione 2019/2020

 

 

In un mondo sempre più dominato dalla comunicazione a mezzo social, Ritratti di Poesia, giunta con successo alla sua quattordicesima edizione, lancia il concorso di poesia per Instagram.

"Ritratti di poesia.storie" è il titolo del concorso tematico che si svolge nell'ambito della rassegna promossa e organizzata dalla Fondazione Cultura e Arte, ente strumentale della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, in collaborazione con InventaEventi S.r.l.

Il concorso, riservato ai giovani con età compresa tra i 16 e i 22 anni, è a partecipazione gratuita e si rivolge ai poeti dell'era digitale, coniugando il verso poetico con la modalità di comunicazione, prettamente visuale, tipica di Instagram.

Ogni poesia, rigorosamente inedita, dovrà essere accompagnata da una o due storie Instagram, per una durata massima di 30 secondi, realizzate con il cellulare dall'autore o autrice della poesia e che abbiano una corrispondenza con il testo della stessa, che per l'anno in corso dovrà avere come tema: IL FUTURO. Tali storie dovranno poi essere pubblicate sul profilo Instagram dell'autore o autrice inserendo l'hashtag #ritrattidipoesia2020.

Fra le storie pervenute, la giuria composta da Andrea Cati (editore e blogger) e Silvia Salvagnini (poetessa e performer) ne selezionerà tre. La data ultima per l'invio delle storie è il 5 gennaio. Il vincitore o la vincitrice – a cui verrà conferito un premio in denaro di € 250,00 – sarà decretato dai "like" che le storie finaliste riceveranno dopo essere state pubblicate, dal 10 al 15 gennaio, sulla pagina Instagram di Ritratti di Poesia, e sarà invitato a presenziare alla manifestazione a Roma il 21 febbraio 2020.

 

Regolamento al link:  

inventaeventi .com



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *