Cerca nel blog

martedì 30 giugno 2015

Premio Antonio Fogazzaro: i finalisti dell'ottava edizione

Sono stati decretati i finalisti ufficiali dell'ottava edizione del Premio Antonio Fogazzaro, uno dei più attesi appuntamenti letterari, concorso che intende diffondere la figura e l'opera di Antonio Fogazzaro e la conoscenza del territorio della Valsolda, terra natale della madre dello scrittore.

I vincitori saranno annunciati sabato 5 settembre a Villa Gallia a Como, alle ore 16, durante la cerimonia di premiazione.

RACCONTO INEDITO
Anche quest'anno numerosissimi sono stati i racconti che hanno partecipato alla sezione Racconto inedito del Premio Antonio Fogazzaro.

Il tema suggerito agli autori era dedicato al grande poeta irlandese William Butler Yeats – di cui ricorre il 150° della nascita – e al suo immenso mondo creativo ispirato ai miti della terra, al mondo occulto e fiabesco e ai cicli eroici.

Novità di quest'anno, una prima selezione dei testi inviati è stata effettuata da un comitato di giovani e preparati lettori. Le opere sono poi state sottoposte alla valutazione della giuria composta dal presidente Gianmarco Gaspari, docente Università dell'Insubria, dallo scrittore Giovanni Cocco, dal critico letterario, scrittore e fondatore della rivista online satisfiction.me Gian Paolo Serino, dalla saggista e organizzatrice del Premio Guido Morselli Linda Terziroli e dallo scrittore Andrea Vitali.

I finalisti della sezione Racconto Inedito sono, in ordine alfabetico: Carlo Barbieri (TN) con il racconto "L'intervista impossibile", Alex Barcaro (VE) con "Il mondo visibile non è più una realtà…", Riccarda Dalbuoni (RO) con "Di tiglio e di mare", Tiziana Nava (LC) con "Tutte le lacrime del mondo", Aleardo Noli (Porlezza, CO) con "Il Bimba", Roberto Pancheri (TN) con "Amaranta" e Luca Ragazzini (VT) con "Il Museo degli insetti".

Al primo classificato sarà assegnato un premio di 500 euro offerto dalla Città di Porlezza (CO), sponsor letterario del Premio.

POESIA EDITA
Numerose anche le raccolte poetiche giunte per la sezione Poesia Edita del Premio Antonio Fogazzaro, dedicata alla poesia in lingua italiana e in dialetto pubblicata fra il 1° gennaio 2014 e il 1° maggio 2015, di autori maggiorenni che non abbiano superato i cinquant'anni di età.

Le raccolte poetiche sono state valutate dalla giuria composta dalla presidentessa Laura Garavaglia, poetessa e promotrice della Casa della Poesia di Como, dal poeta e critico Maurizio Cucchi, dalla professoressa Tiziana Piras, italianista e   docente all'Università di Trieste, dal poeta Mario Santagostini e dal professor Matteo Vercesi, docente all'Università di Venezia.

I finalisti della sezione Poesia Edita sono, in ordine alfabetico: Roberto Deidier (RM) con la raccolta "Solstizio" (Mondadori, 2014), Viviana Faschi (VA) con "Lo spleen di Milano" (NEM, 2014), Giacomo Sandron (PN) con "Cossa vustu che te diga" (Samuele Editore, 2014) e Giovanni Turra (TV) con "Con fatica dire fame" (La Vita Felice, 2014).
Al vincitore verrà assegnato un premio di 1.000 euro offerto da BCC – Banca di Credito Cooperativo dell'Alta Brianza di Alzate Brianza, sponsor letterario del Premio Antonio Fogazzaro.

MICROSCRITTI CORSARI
Anche per questa ottava edizione si è confermato il successo del concorso Facebook di micro letteratura e social network intitolato "Microscritti Corsari", ispirato quest'anno a uno dei grandi protagonisti della cultura del Novecento italiano: il poeta, narratore, regista, saggista e polemista Pier Paolo Pasolini. L'idea, che ha preso forma da 22 titoli tratti dal complesso dell'opera pasoliniana, è stata l'occasione per misurarsi con il proprio talento "microletterario e corsaro" sulla pagina Facebook del Premio Fogazzaro, ma anche l'opportunità per rileggere l'opera di un autore che aiuta a far riflettere sulle grandi contraddizioni del nostro tempo.

Verranno premiate quattro categorie: "Qualità" e "Humor", votate da una giuria di esperti; "Mi piace", che incorona lo scrittore che riceve il maggior numero di like dalla giuria popolare della pagina Facebook e "Quantum", che riconosce come vincitore il microscrittore più produttivo.

La Giuria Qualità, composta da esperti provenienti dal mondo letterario e con una particolare affinità al microcosmo del social network, aggiunge quest'anno una nota "rosa" con l'ingresso di  Rossella Pretto.

La blogger letteraria di PrettaMente si affianca all'ormai collaudata giuria di esperti composta dall'autore, regista, sceneggiatore e curatore del Premio Antonio Fogazzaro Alberto Buscaglia, dal critico letterario, scrittore e fondatore della rivista on-line satisfiction.me Gian Paolo Serino e da Luca Trovato, ideatore del Gruppo Facebook "Gente che scrive per…"(pagina di amatori che scrivono per passione e per solidarietà), scrittore e curatore di numerose antologie pubblicate e legate al gruppo stesso.

Ai più votati dalla Giuria Qualità verranno assegnati due soggiorni presso l'Hotel Stella d'Italia, storico albergo di charme sulle rive del lago di Lugano, frequentato e raccontato dallo stesso Antonio Fogazzaro.

I finalisti della sezione di Microletteratura e Social Network che si contendono il podio delle varie categorie sono (in ordine alfabetico): Lucia Amorosi, Mauro Barbetti, Patrizia Benetti, Cristina Cornelio, Samuele Fabbrizzi, Lodovico Ferrari, Anna Rita Foschini, Marina Paolucci, Luigi Siviero, Alma Trucillo, Annamaria Vernuccio.

I testi premiati e finalisti dei concorsi letterari e una scelta delle poesie premiate e finaliste saranno pubblicati nell'ottavo volume antologico del Premio Antonio Fogazzaro 2015, edito e offerto ai premiati da New Press Edizioni, sponsor del Premio.
Tutti i nomi dei finalisti e le informazioni per la premiazione si possono consultare sul sito www.premioantoniofogazzaro.it.

TRA CINEMA E LETTERATURA: GLI INCONTRI CULTURALI DEL PREMIO FOGAZZARO
Anche quest'anno il Premio Antonio Fogazzaro organizza tra giugno e ottobre una serie di incontri con autori, proiezioni cinematografiche e iniziative che ruoteranno attorno all'opera del grande scrittore vicentino, soprattutto al suo romanzo d'esordio "Malombra", che ispirò anche il cinema con opere significative.
Sabato 18 luglio, alle 18.00, presso la biblioteca A. Fogazzaro di Loggio Valsolda (CO), si terrà un incontro con i temi suggeriti da Expo 2015: Loci cibus, quando il cibo è storia e cultura del territorio. Durante l'incontro sarà presentato il libro "Le ricette del lago di Como", edito da Carlo Pozzoni Fotoeditore e Lariologo, con introduzione a cura di Emilio Magni e ricette di Cesare Chessorti, Davide Lacchini e Paolo Verga. Interverranno l'editore Aldo Nicoli e gli autori. Intermezzi musicali di Massimo De Maria al pianoforte e del soprano Ramona Goni. A seguire degustazione di cibi e prodotti locali suggeriti dalle ricette tradizionali e letture dalla tradizione letteraria con l'attore Matteo Carassini. Gli ospiti dialogheranno con Giuseppe Gervasini. In collaborazione con Proloco Valsolda.
Domenica 30 agosto, alle ore 10.30 presso la Chiesa S. Sebastiano, Villa Fogazzaro, Oria Valsolda si terrà l'incontro Il paesaggio si fa personaggio: Antonio Fogazzaro e Mario Soldati, da "Piccolo mondo antico" a "Malombra" durante il quale interverranno Alberto Buscaglia e Giuseppe Gervasini. In collaborazione con La Compagnia del Castello nell'ambito della Festa fogazzariana dedicata a Piccolo Mondo Antico.
Giovedì 3 settembre, alle ore 18.30 alla Fiera del Libro di Como si terrà l'incontro Cinema e romanzo: Malombra, da Antonio Fogazzaro a Mario Soldati.

Sabato 12 settembre alle ore 18.00 presso l'Associazione Culturale Via dei Benzi 17 di Torno (CO) si terrà l'incontro Malombra, dal romanzo di Antonio Fogazzaro al film di Mario Soldati con Alberto Buscaglia.

Venerdì 25 settembre alle 21, presso la biblioteca A. Fogazzaro di Loggio Valsolda (CO), si terrà l'incontro con Giovanni Cocco e Amneris Magella che presenteranno "Omicidio alla stazione Centrale" (Guanda, 2015), un altro intrigante noir ambientato tra Milano, i laghi di Como e Lugano e la Valsolda. Gli autori dialogheranno con Giuseppe Gervasini e Alberto Buscaglia.

Venerdì 23 ottobre alle 21, presso la biblioteca A. Fogazzaro di Loggio Valsolda (CO), incontro con la poesia: presentazione del libro antologia dei poeti del festival Europa in Versi "Più non sai dove il lago finisca" a cura di Laura Garavaglia (Stampa ed.). Interverranno, oltre a Laura Garavaglia, i poeti Fabiano Alborghetti, Pietro Berra, Rosa Maria Corti, Maurizio Cucchi, Laura Di Corcia, Gilberto Isella, Alberto Nessi, Ottavio Rossani, Wolfango Testoni. In collaborazione con La Casa della Poesia di Como.

Gli incontri proseguiranno poi nella stagione invernale con iniziative legate alla pubblicazione dei volumi sul cinema fogazzariano.



Per informazioni:
info@premioantoniofogazzaro.it
www.premioantoniofogazzaro.it
Facebook: facebook.com/PremioLetterarioAntonioFogazzaro

lunedì 29 giugno 2015

LA FELICITA' DI SCRIVERE | Pietrasanta, 3-5 luglio 2015





 LA FELICITÀ DI SCRIVERE
Pietrasanta, 3-5 luglio 2015

Si svolgerà a Pietrasanta dal 3 al 5 luglio La felicità di scrivere, festa degli autori e dei lettori. Promossa dal Gruppo editoriale Mauri Spagnol, in collaborazione con l'amministrazione della città, la manifestazione darà il via al Festival La Versiliana.

Saranno tre giorni ricchi di incontri, letture ed eventi per festeggiare autori, lettori e libri.
Ad aprire la manifestazione sarà Massimo Gramellini con una breve lectio sul tema del festival, la felicità di scrivere. Presenti grandi ospiti internazionali, come Clara Sánchez e Albert Espinosa, che, rispettivamente, si interrogheranno sulla felicità di leggere e di vivere, e voci notissime dell'editoria italiana e non solo: Claudio Magris, che partirà dalla sua esperienza per svelare i retroscena del mestiere di scrivere, e Vito Mancuso che terrà un incontro dal titolo "Dotta ignoranza".

Numerosi i dialoghi e le tavole rotonde in cui si approfondiranno gli argomenti più disparati: dall'incontro con Angela Terzani Staude e Gherardo Colombo che si interrogheranno sui "futuri che ci aspettano" all'analisi del grande romanzo storico, con Marco Buticchi, Giulio Leoni e Carlo A. Martigli; dal confronto tra Donato Carrisi e Gianluigi Nuzzi sulla possibilità di raccontare il male, alla tavola rotonda sul noir italiano con Gianni Biondillo, Leonardo Gori, Elda Lanza e Marco Vichi.

Scrittori famosi si accosteranno a esordienti offrendo al pubblico uno sguardo sull'ampio panorama editoriale del Gruppo, che in questi primi dieci anni di vita ha sempre conservato nel proprio DNA lo spirito libero e il desiderio di cultura dei suoi fondatori: moderati da Valentina D'Urbano, quattro nomi nuovi della letteratura italiana - Alice Basso, Lavinia Petti, Lorenzo Marone e Silvia Zucca – converseranno sulla "tentazione di essere scrittori".  Arricchiranno il programma con musica e spettacolo Andrea Vitali con il suo reading musicale con i Sulutumana e la performance di Alessandro Bergonzoni

Sono previsti inoltre due laboratori rivolti ai bambini, uno sulla Costituzione condotto da Gherardo Colombo e l'altro sul giardinaggio con Nadia Nicoletti.

"Non riusciamo a sentirci in crisi", dichiara Stefano Mauri, presidente e amministratore del Gruppo editoriale Mauri Spagnol, "I libri che ci passano per le mani sono sempre più belli. La città di Pietrasanta ci ha offerto un'occasione per inventare un evento e noi nel nostro decimo anno di vita lo vogliamo dedicare alla felicità di scrivere, pubblicare, leggere nonostante tutto e tutti."

Il festival di Pietrasanta si inserisce nei festeggiamenti del decennale del gruppo iniziati al Salone del Libro di Torino e che proseguiranno alla Fiera di Francoforte per concludersi a ottobre in occasione di Bookcity Milano.

mercoledì 24 giugno 2015

Il belcanto nel nome di Schipa. Anteprima nazionale a Lecce per il tenore Francesco Spedicato

Un itinerario sul filo del belcanto. Un vero e proprio viaggio nel repertorio della canzone classica con Vivere e Torna Piccina dell’intramontabile Bixio, passando per Napoli con brani celebri, ‘O Sole mio, Reginella, Spingule francese, I’ te vurria vasa’, Marechiare e Torna a Surriento e tornando in Puglia con le note di Nino Rota in Brucia la luna e brani cult dell’indimenticabile Domenico Modugno: Nel blu dipinto di blu e Vecchio Frack. Sono le tracce del lavoro discografico, Non sono un tenore ma un uomo che canta da tenore, di Francesco Spedicato che fa partire la sua tourné, in anteprima dalla sua Lecce, giovedì 25 giugno, nel Teatro DB d'Essai.Un tour che in autunno lo porterà nuovamente oltreoceano pronto a replicare negli Usa, il successo ottenuto lo scorso anno in Argentina, dove la stampa nazionale gli ha attribuito l’appellativo di “El divo”, e in Cina. Il titolo del disco e dello spettacolo – spiega l’artista - ispirato ad una frase di Tito Schipa è un sentito tributo al grande tenore, autentico simbolo dell’internazionalità leccese e racchiude il cuore di un progetto finalizzato alla rivalutazione del teatro, del belcanto “made in Italy” e le formazioni a plettro come indica la scelta degli strumenti che accompagnano il tenore in una sorta di viaggio musicale che ruota intorno alla figura del protagonista – l’uomo che canta da tenore. Un personaggio chiaramente ispirato al tenore leccese Tito Schipa di cui quest'anno ricorre il cinquantesimo anniversario della morte.
Il disco prodotto dall’associazione “Orpheo per l’alba di domani” è il risultato della sinergia del tenore Francesco Spedicato, le vibrazioni dell’Hathor Plectrum Quartet (Antonio Schiavone, mandolino; Roberto Bascià, mandolino; Fulvio D’Abramo, mandola; Vito Mannarini, chitarra) e le percussioni di Matteo Spedicato con la partecipazione straordinaria di Carolina Bubbico che duetta una splendida Amapola. Il cd, che vanta la supervisione musicale del M° Eliseo Castrignanò, si chiude con Lecce mia (Rusciuli) siglando il sentito omaggio all’usignolo leccese. Quasi ad inseguire le tracce audio ci sono alcuni testi a firma dello stesso autore e interpretati da Matteo Padula. Lo spettacolo vedrà la proiezione in anteprima del videoclip, interamente girato nel Salento, realizzato dalla visual artist statunitense Laura Clifton Byrne e la partecipazione di un giovanissimo talento salentino Claudia Presicci. Nato a Lecce nel 1985, Francesco Spedicato si avvicina alla musica da giovanissimo, intraprendendo lo studio del pianoforte e successivamente quello del canto, laureandosi presso il conservatorio di musica “N. Rota” di Monopoli, con il massimo dei voti e la lode. Debuttando in opere come Il Barbiere di Siviglia di Rossini, Rigoletto di Verdi, La Gioconda di Ponchielli, ha affiancato solisti di fama mondiale come Giovanna Casolla, Elisabetta Fiorillo e Roberto Scandiuzzi. Numerose le sue esibizioni tra cui un importante concerto solistico tenuto al Parlamento Europeo di Bruxelles. Nel 2012 ha debuttato il ruolo di Gabriel Von Eisenstein nel Pipistrello di Johan Strauss jr., in collaborazione con la compagnia di Corrado Abbati (il re dell’operetta italiana), riscuotendo grande successo di pubblico e di critica. Dopo un periodo di studio a New York e un provvidenziale incontro con il M° Peppe Vessicchio inizia a sviluppare un personale progetto artistico, che lo porta ad approfondire uno studio sulla carriera del grande tenore leccese Tito Schipa e a sviluppare un’innovativa forma di canto e di spettacolo, che da più di un anno lo sta portando in giro per il mondo. Nel novembre del 2013 ha debuttato con grande successo presso il Teatro Brancaccio di Roma nel noto evento Trenta ore per la Vita in Concerto alternandosi sul palco con artisti di fama internazionale come Lorella Cuccarini, Giampiero Ingrassia, Gianluca Terranova, Sergio La Stella, Bungaro, con l’orchestra Il Sesto Armonico diretta dal M° Peppe Vessicchio. È stato tenore solista presso il “Palacongressi” di Rimini in Prova D’orchestra concerto/convention organizzato da Conad per la presentazione del manifesto strategico 2014-2016, affiancando artisti come Fabrizio Bosso, Peppe Vessicchio, Gianluca Terranova, Sergio La Stella. Nel 2014 ha conquistato l’Argentina dove, in collaborazione con l’Hathor Plectrum Quartet, ha tenuto una tournée di 6 concerti in 5 città della terra del tango. Inizio dello spettacolo ore 20:45. Ingresso 10€. Info e prevendita: 327.5720381. CINETEATRO DB D’ESSAI, via dei Salesiani 4 – Lecce Front Office Castello Carlo V, via 25 Luglio – Lecce

giovedì 18 giugno 2015

Esordio col botto per Nove Periodico, romanzo di Federico Li Calzi, noto poeta siciliano


federico li calzi romanzo nove periodico

Dopo le oltre 10.000 copie vendute delle raccolte di poesie "Poetica Coazione" e "Dittologie Congelate" il poeta Federico Li Calzi raccoglie enorme successo anche per il suo primo romanzo "Nove Periodico"….

Agrigento, 18-06-2015 – Lo scrittore Federico Li Calzi, dopo i clamorosi riscontri positivi delle raccolte di poesie "Poetica Coazione" (10.000 copie vendute) e "Dittologie Congelate", pubblica il suo primo romanzo intitolato "Nove Periodico", che narra una coinvolgente storia ambientata in una Sicilia affascinante come non mai.

L'esordio del romanzo Nove Periodico di Federico Li Calzi era molto atteso dai lettori sin da prima del lancio – infatti sui social network Federico Li Calzi aveva annunciato anticipatamente la pubblicazione creando un vero tam tam online – al punto che oltre 2000 copie sono state vendute solo dopo il primo mese dalla pubblicazione.

Questa la trama di "Nove Periodico" raccontata dal Prof. Enrico Testa, Professore Ordinario di Storia Della lingua Italiana All'Università di Genova:
Mauro, un musicista quarantenne che ha raggiunto un notevole successo fuori dalla Sicilia, ritorna nel suo paese, a Canicattì, animato da più spinte e intenzioni: rivedere i luoghi della giovinezza, allontanarsi dall'atmosfera mondana della capitale da cui ha tratto sì l'affermazione professionale ma anche delusioni e amarezze, incontrare l'amico Ntonio, conoscere la vita e la sorte di Luisa, l'amore perduto vent'anni prima. In questo percorso il protagonista ritrova un paese profondamente mutato.
Anche Canicattì risente infatti delle grandi trasformazioni intervenute, in Italia e nel mondo, tra fine Novecento e principio del Duemila. La scena è il paesaggio naturale: l'indimenticabile Sicilia dal profilo immutabile ed eterno con le sue campagne assolate, il riverbero del mare, i terreni ora generosi ora calcinati, le notti dal cielo immenso e stellato.
La parola è quella dell'amico Ntonio, con cui s'intesse un dialogo che alterna l'asprezza all'affetto, la sincerità impietosa al tenero ricordo e – risultato forse ancora più importante – il tramutare del tema della ricerca delle origini nel tema della ricerca della giustizia: in un imperativo etico che guida all'accertamento delle ragioni e dei responsabili dell'assassinio di Luisa e, con una messinscena sottile e implacabile, alla loro punizione.

Breve biografia dello scrittore poeta Federico Li Calzi
Federico Li Calzi nasce ad Agrigento nel 1981. Vive e lavora a Canicattì (AG) dove svolge la professione di imprenditore. Ha già pubblicato con Edizioni Cerrito i testi di poesie "Poetica Coazione" (2009) e "Dittologie Congelate" (2012) che lo hanno portato alla ribalta nazionale come uno dei poeti italiani emergenti col maggiore riscontro dal pubblico.

mercoledì 17 giugno 2015

Premio Letterario Perseide 2015

Il Premio Letterario Perseide è giunta alla fase finale.
La giuria popolare ha decretato i 5 finalisti per la categoria EDITI ed INEDITI e anche quest'anno siamo orgogliosi di annunciare la presenza di bel 3 autori del nostro territorio cerite nella rosa dei migliori!
Congratulazioni quindi a CLAUDIA CROCIONI, già finalista nella scorsa edizione, SALVATORE URONI e AMELIA CHIEREGO!

Si confermano anche gli autori siciliani, sempre molto apprezzati anche nelle scorse edizioni:
Vincenzo Maimone e i due messinesi Cinzia Pierangelini e Fabrizio Palmeri.

E poi ancora complimenti ad ANGELA BARBIERI  vincitrice della categoria editi 2014  che si riconferma finalista con un inedito!

Vincitrice del PREMIO SPECIALE CiRCe 2015, ovvero il testo il più apprezzato dalla giuria popolare, è VERONICA PARISI con l'inedito "Donna cannone cercasi" che entra automaticamente in finale.  Come ormai consuetudine in occasione della premiazione, riceverà un prestigioso dipinto del nostro stimato pittore CARLO GRECHI.
http://https://www.facebook.com/PremioLetterarioCirce

http://officinecirce.it/newsletters/ultima-fase-del-premio-letterario-perseide-2015/

lunedì 15 giugno 2015

Franco di Mare e Armando Massarenti vincono il Città di Como. A Ferruccio De Bortoli un premio speciale

PREMIO DI LETTERATURA "CITTÀ DI COMO" 2015:
ARMANDO MASSARENTI E FRANCO DI MARE TRA I VINCITORI DELLA SECONDA EDIZIONE
A Ferruccio De Bortoli assegnato un Premio speciale per la diffusione della cultura italiana


Sono stati proclamati sabato 13 giugno a Villa Olmo a Como i vincitori della seconda edizione del Premio Internazionale di Letteratura Città di Como organizzato dall'Associazione Eleutheria, rivolto ad autori e case editrici per opere edite e inedite. Un'edizione ricca di novità alla quale hanno aderito 1400 partecipanti provenienti da tutt'Italia, da molte parti d'Europa e persino da Israele, a conferma del risultato della prima edizione.

Anche quest'anno il Premio Città di Como ha consegnato un riconoscimento speciale a una personalità che si è particolarmente distinta per la diffusione della cultura italiana negli ultimi due anni. La scelta è caduta su Ferruccio De Bortoli, giornalista italiano già direttore de Il Sole 24 Ore e, per ben due volte, del Corriere della Sera e presidente della casa editrice Longanesi.

I VINCITORI
Franco Di Mare è il vincitore della sezione "Narrativa edita": nel suo romanzo "Il caffè dei miracoli" (Rizzoli) ha unito con perizia, ironia, compassione, sorpresa, analisi sociologica e semplicità espressiva, stimolando la fantasia del lettore.

Al secondo posto si è classificata Pina Ligas con "Solo il mio silenzio" (Pintore), un romanzo ben scritto nel quale la trama è svolta con attenzione, i personaggi sono ben delineati e vi è un notevole sviluppo temporale della storia. Interessante è anche l'alternanza tra sintassi e lessico italiano e sardo, l'autrice riesce infatti a gestire con eleganza il movimento espressivo tra le due lingue.

Domenico Dara con il suo romanzo d'esordio "Breve trattato sulle coincidenze" vince invece il Premio Esordienti.

È Armando Massarenti, invece, il primo classificato nella sezione "Saggistica": "Istruzioni per rendersi felici" (Guanda), con esperta arte maieutica, interroga i filosofi antichi e ne estrae la linfa vitalissima, capace di dare sollievo e speranza anche ai lettori di oggi. Massarenti sembra aver fatto proprio il motto di George Steiner ("il classico ti legge dentro più di quanto tu faccia con lui") e illumina la ricerca incessante della sapienza, ossia la filosofia, come stile di vita, piacevole e per nulla erudito o pedante, sentiero che porta a trovare la grammatica interiore di ciascuno di noi.
Al secondo posto, si classifica Gian Nicola Bisciotti con "I miei occhi sul mondo" (Autopubblicato).

La sezione "Racconti del territorio" è stata vinta da Elena Salem con "Testamento di un indifferente", storia inserita nell'antologia "Puntini nell'universo" (FT – FinisTerrae), per aver portato il lettore a soffermarsi sul senso della vita in relazione alla morte con grande serenità e umanità. Un'opera nella quale emergono anche la solidarietà e l'altruismo.

La sezione "Poesia edita" è stata vinta ex aequo da Tiziano Broggiato con "Città alla fine del mondo" (Jaka Book), un libro pieno di amore per la vita come viaggio, avventura e abbandoni allo stupore e alla scoperta, e Lucrezia Lerro con "Il corollario della felicità" (Casa Editrice Stampa), un'opera tra le più intense e rappresentative della giovane generazione, carica di inquietudini che l'autrice riesce a esprimere e trasmettere con fermezza. Un libro che riesce a coinvolgere in vai modi il lettore.

A Giancarlo Majorino, una delle figure di maggiore spicco della poesia italiana del Novecento, è stato conferito un premio alla carriera. Il suo ultimo libro, "Torme di tutto" (Mondadori), ne conferma la grande originalità, l'immediata riconoscibilità della scrittura e l'ampiezza delle tematiche.
Il premio al miglior esordiente va invece a Nicoletta Grillo con "Lettere all'amministrazione del condominio" (Lietocolle) per la sapiente architettura e il rigore stilistico senza ombra di sbavature.

La sezione "Poesia inedita", invece, è stata vinta da Massimiliano Bossini con "Reparto", per la capacità di distinguersi dalla massa per scelta di immagini, originalità di dettato e precisione nel centrare l'obiettivo per forza di levare, con pochi e brevi testi, scarni, senza interpunzioni, precisi e rigorosi.

La sezione unica "I luminosi", dedicata ad aforismi ed epigrammi, è stata vinta da Roberto Morpurgo con "Pregiudizi della libertà" (Editrice Puntoacapo), una vera scoperta, un autore robusto e maturo che attraverso il filtro di un diario scandito in frammenti propone un energico corpo a corpo con il mondo e anche un inno alla parola come ineludibile veicolo di pensiero.

A Luciana Loureiro con "Aforismi" è andato invece il premio dell'Associazione Italiana per l'Aforisma: se il pensare breve è il sogno di un "pharmakon", di una medicina che lenisca le amarezze dei nostri giorni distratti e inquieti, Luciana Loureiro sa dispensarne in poche gocce un prezioso distillato. Non senza un certo gusto per il gioco fonosimbolico.

Tra gli "Under 30", il primo premio è stato assegnato a Valentina D'Urbano con "Quella vita che ci manca" (Longanesi), un romanzo dalla scrittura cristallina che si legge in un soffio. Sul secondo scalino del podio è salita Erica Pramauro con "Sportello d'ascolto" (Casa Editrice Genesi), libro dove si descrivono con tono lieve ma efficace i rappresentanti della gioventù italiana che frequenta la scuola dell'obbligo contrapponendo il mondo giovanile a quello degli adulti costituito dai professori, in un affresco di spunti divertenti e particolarmente ispirati. Terza classificata è Carolina Canziani con "Rimedi contro il mal di gola", un libro organico nel quale chiarezza e compostezza di stile si sposano a intensità e compressione della parola poetica.

Infine, il vincitore del concorso fotografico "Quando l'immagine racconta" è Marco Colciago con "Il messaggero".

I vincitori della seconda edizione del Premio Città di Como sono stati selezionati da una giuria tecnica presieduta dallo scrittore Andrea Vitali e formata da Bruno Pizzul, Maurizio Cucchi, Andrea Fazioli, Giorgio Albonico, Laura Garavaglia, Emilio Magni, Lorenzo Morandotti, Carlo Pozzoni e Mario Schiani, affiancata a sua volta da una selezione di lettori scelti.

Alla cerimonia di premiazione, presentata da Cinzia Poli di Radio Due, è intervenuto Sergio Scappini, maestro alla fisarmonica MI.DI e docente al conservatorio di Milano, che ha eseguito l'accompagnamento musicale.

Il Premio Internazionale di Letteratura Città di Como è organizzato con il patrocinio di Regione Lombardia, Provincia di Como, Comune di Como, Comune di Erba, Camera di Commercio di Como, Associazione Italiana per l'Aforisma, Università degli Studi dell'Insubria e in collaborazione con Parolario, Amici di Como, Comolake.com, Editoriale Lariana, Corriere di Como, Espansione Tv, La casa della poesia di Como, AICC - Associazione Italiana di Cultura Classica, Città della Comunicazione, Partners Advertising & Web Addicted e Centro Studi Casnati.

Per informazioni
ASSOCIAZIONE ELEUTHERIA
Via Oriani, 8 – 22100 Como - tel. 031.241392 – 340.9439256
info@premiocittadicomo.it - www.premiocittadicomo.it
Facebook: facebook.com/premiocittadicomo

venerdì 5 giugno 2015

POESIE e PIC-NIC al bricco di LOCANDA DELL'ARTE sabato 6 giugno


sabato 6 giugno

POMERIGGIO AL BRICCO

di LOCANDA DELL'ARTE

Le previsioni sono propizie: annunciano una giornata serena, anche calda... estiva!!! Perciò è confermato l'appuntamento alle h 17 - 5 p.m. all'art-hotel di SOLONGHELLO per una SCAMPAGNATA.
Alla passeggiata tra bosco, vigna e uliveto sul cocuzzolo della collina, punto panoramico nel cuore del Monferrato da cui si ammirano i siti UNESCO del Sacro Monte di Crea e dei Paeseggi Vitivinicoli, partecipa il poeta Lorenzo Magrassi, che reciterà le proprie odi agli alberi.
Per la tradizionale merenda sinoira, ai partecipanti LOCANDA DELL'ARTE fornisce gli accessori, tra cui la coperta da pic-nic Festival di SELETTI, e un cestino di specialità tipiche del Monferrato, tra cui una bottiglia di succo o sidro di mele antiche autoctone (10 € a persona ).
A seguire, la finale di Champions League trasmessa in diretta dal campo della disfida sarà proiettata sul "megaschermo" dell'art-hotel.
INFO e PRENOTAZIONI : tel. 0142-944470 - info@locandadellarte.it

giovedì 4 giugno 2015

I vincitori del Premio "Scriviamoci"

 
Il Ministro Dario Franceschini premia i vincitori di Scriviamoci con Francesco Piccolo, Chiara Valerio e Romano Montroni.



Roma, 4 giugno 2015. Oggi, con la presentazione dei vincitori del concorso Scriviamoci (Passami i tuoi pensieri e le tue emozioni in 30 righe) si chiude idealmente la quinta edizione del Maggio dei libri promossa dal Centro per il libro e la lettura.  

E all'insegna di un legame inscindibile: quello fra lettura e scrittura, due modi complementari di vivere e raccontare la realtà e l'immaginario. 

E così è stato, tanto nei 3.440 eventi organizzati per il Maggio dei libri in tutta Italia, quanto nei circa 900 elaborati pervenuti alla giuria del Premio Scriviamoci da ragazze e ragazzi di tante regioni italiane. Milano, Verona, Napoli, Empoli, Trieste e Roma le città dei tre vincitori del concorso e dei tre meritevoli di menzione, presentati oggi alle 11 al Liceo Scientifico Benedetto Croce di Roma. La nomina dei tre testi vincitori, così come delle tre menzioni speciali, è stata fatta da una giuria composta da collaboratori della Scuola Holden e presieduta dallo scrittore Martino Gozzi.

Ad aprire la cerimonia e a consegnare i premi ai giovanissimi autori, presentati da Francesco Piccolo – Premio Strega in carica –, è stato Dario Franceschini, Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in rappresentanza anche del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Presenti in sala, insieme ai vincitori e a 200 studenti del liceo ospitante, la preside Emilia D'Aponte, il giornalista di Repubblica.it Angelo Melone e Paola Gaglianone, Presidente delle Biblioteche di Roma – la biblioteca del Liceo Croce è infatti un Bibliopoint della rete.

Dopo la consegna dei premi, Romano Montroni, Presidente del Centro per il Libro e la Lettura, ha voluto spiegare agli oltre 200 ragazzi presenti il significato di questo concorso, dei premi scelti, del ruolo della scuola: un incoraggiamento a scrutare dentro se stessi per capire quali episodi o persone ci hanno segnato, per poi esercitarsi a raccontarlo con la scrittura, in questo senso un'arte maieutica. 

A conclusione della cerimonia, la scrittrice Chiara Valerio ha letto e commentato gli elaborati vincenti, offrendo nuove interpretazioni alle tante domande racchiuse fra le righe. Tutti gli studenti in sala, inoltre, hanno ricevuto in dono i volumi La Costituzione di Valerio Onida e Un'etica del lettore di Ezio Raimondi, in occasione dei 60 anni della casa editrice Il Mulino.

Diverse le tipologie di testi prodotti dagli studenti: dalle lettere alle pagine di diario, dalle poesie ai brevi racconti, alle cronache. Il primo premio, consistente in un corso di tre giorni presso la Scuola Holden di Torino con soggiorno incluso, è andato a Eleonora Ermacora, Liceo Scientifico Cremona di Milano, per il componimento Lettera di una ragazza di periferia

Come recita il titolo, si tratta di una missiva destinata a un amore perduto, al quale l'autrice racconta le difficoltà cupe del suo presente – i genitori appena separati, l'amica del cuore che sta morendo di tumore, le insufficienze a scuola – ricordando la felicità completa che invece avevano conosciuto insieme.  

Secondo premio, spese di viaggio e partecipazione per due persone al Festivaletteratura di Mantova, a Sara Di Marco, Liceo Scientifico G. Fracastoro di Verona, per il racconto breve Un vecchio albero: storia di un misterioso, anziano signore con il potere di leggere nell'animo delle persone e di donare loro un racconto per guarirle da ogni patimento, con la sola ricompensa della felicità altrui. 

Il terzo premio, spese di viaggio e partecipazione per due persone all'Expo 2015 di Milano, è stato assegnato a Lorenzo Visco, Liceo Scientifico Mercalli di Napoli, per il monologo interiore Basta un interruttore. Un viaggio fra i propri pensieri sotto forma di stanze da attraversare, ciascuna diversa dall'altra a rappresentare paure, aspirazioni, gioie, fino a comprendere che basta concentrarsi sulle proprie passioni, sui momenti felici, per riaccendere la luce dell'ottimismo sulla propria vita.

Accanto ai primi tre classificati, la giuria ha voluto premiare con una menzione speciale altri tre giovanissimi: Aurora Vaccaro Senna, IIS Il Pontormo di Empoli (FI), autrice di Il dolce sapore delle caramelle; Giulio Covacich, del Liceo Scientifico Oberdan di Trieste, con la sua Regola 51: A volte si sbaglia; e Adele Aloise, Liceo Scientifico B. Croce di Roma, con Ma come fanno tutti gli altri? Tre scritti accomunati dalla riflessione sulla propria identità: l'ultimo saluto a una nonna, che non si è fatto in tempo a dare, e il senso di nostalgia e di vuoto lasciato dalla perdita; le regole di vita che un adolescente prova a darsi per mantenere la rotta, raccontate a un diario un po' trascurato ma confidente fedele; il grido di una ragazza che si sente diversa da tutti e affidandosi alla scrittura si abbandona al ricordo di una felicità forse mai vissuta, domandandosi come facciano gli altri a sopravvivere al dolore, alla mancanza o alla perdita di un affetto.

Il contenuto degli elaborati selezionati ha restituito l'immagine di adolescenti che vivono con trasporto ogni esperienza della vita e sono assai meno superficiali e indifferenti al mondo di quanto a volte si dica: proprio per il loro carattere delicato, in evoluzione, sono attenti a tutto e da tutto vengono colpiti. L'unica differenza sta nella misura e nel modo in cui ciò che li circonda tocca la loro sensibilità.

Il Premio è stato realizzato, con la collaborazione di Rep@Scuola, nell'ambito della campagna Il Maggio dei Libri promossa dal Centro per il libro e la lettura e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO.

CONCORSO NAZIONALE DI POESIA E NARRATIVA "GUIDO GOZZANO" (Scadenza 4/07/2015)

L'Associazione Culturale "Concorso Guido Gozzano" in collaborazione con l'Amministrazione Comunale, indice la XVI edizione del Concorso nazionale di poesia e narrativa "Guido Gozzano".


REGOLAMENTO

Il concorso "Guido Gozzano" si divide in quattro sezioni:

- sezione A: libro edito di poesie in italiano o in dialetto con traduzione (pubblicato a partire dal 2010).
Può essere inviato un solo libro di poesie per Autore in quattro copie. In un foglio a parte vanno inseriti nome, cognome, indirizzo, numero di telefono,e-mail  e la dichiarazione che l'opera è frutto del proprio ingegno.

- sezione B: poesia inedita in italiano o in dialetto con traduzione senza preclusione di genere (massimo tre poesie).
I concorrenti devono inviare quattro copie di cui solo una copia firmata con nome, cognome, indirizzo, numero di telefono, e-mail e la dichiarazione che l'opera è frutto del proprio ingegno.

- sezione C: silloge inedita in italiano o in dialetto senza preclusione di genere. Si possono inviare da un minimo di 7 a un massimo di 12 poesie in quattro copie di cui solo una copia firmata con nome, cognome, indirizzo, numero di telefono, e-mail e la dichiarazione che l'opera è frutto del proprio ingegno.

- sezione D: racconto inedito in italiano a tema libero da un minimo di 2 a un massimo di 5 fogli con spaziatura normale e carattere 12 Times New Roman. I partecipanti potranno inviare un solo racconto in quattro copie di cui solo una copia firmata con nome, cognome, indirizzo, numero di telefono, e-mail e la dichiarazione che l'opera è frutto del proprio ingegno.


Le opere dovranno essere inviate, entro sabato 4 Luglio 2015 (fa fede il timbro postale) a:
CONCORSO NAZIONALE DI POESIA E NARRATIVA "GUIDO GOZZANO", VIA LA BRAIA, 9 - 15010 TERZO (AL).

Solo per le sezioni inedite è possibile inviare le opere in un'unica copia via e-mail a concorsogozzano@virgilio.it. Le dichiarazioni di paternità e i dati anagrafici possono essere inseriti nel file con i testi oppure in un file a parte. Il formato preferito è word ma accettiamo anche il formato pdf.  E' preferibile ma non è obbligatorio fare una scansione della tassa di lettura. Sulla busta contenente tutto il materiale, oltre all'indirizzo sopraindicato, dovrà essere segnalata la sezione alla quale l'Autore intende partecipare. Non è possibile partecipare con opere inviate nelle precedenti edizioni.

LA PREMIAZIONE SI TERRÀ PRESSO LA SALA BENZI DI TERZO (VIA BROFFERIO, N. 15), SABATO 10 OTTOBRE 2015

Il giudizio della Giuria si intende come insindacabile ed inappellabile.


Tasse di lettura

Sezione A, B, C, D: 15 euro
La tassa di lettura di 15 euro permette di partecipare a tutte le sezioni pagando un'unica quota.
Per le case editrici la tassa di lettura è di 15 euro per ogni pacco inviato.

Il versamento della tassa di lettura potrà essere eseguito sul conto corrente postale numero 1020106926 intestato ad "Associazione Culturale Concorso Guido Gozzano", oppure con bonifico bancario a favore dell'Associazione Culturale Concorso Guido Gozzano - coordinate bancarie ABI 07601 - CAB 10400 - c/c 1020106926.
IBAN IT47T0760110400001020106926.

Per i vincitori dell'ultima edizione del Concorso di Poesia "Città di Acqui Terme", della Biennale di Poesia di Alessandria e dell'Alexandria Scriptori Festival la partecipazione è gratuita (solo per le sezioni di poesia e narrativa).


PREMI

SEZIONI A, B, C, D:
PRIMO CLASSIFICATO: 500 EURO, ED ATTESTATO DI MERITO;
SECONDO CLASSIFICATO: 300 EURO ED ATTESTATO DI MERITO;
TERZO CLASSIFICATO: 200 EURO ED ATTESTATO DI MERITO;

SEZIONE A - PREMIO PER IL MIGLIOR LIBRO STRANIERO DI POESIA TRADOTTO IN ITALIANO: FARFALLA IN FILIGRANA ED ATTESTATO DI MERITO
SEZIONE A - PREMIO PER LA MIGLIORE OPERA PRIMA: FARFALLA IN FILIGRANA ED ATTESTATO DI MERITO

La Giuria ha la facoltà di attribuire Segnalazioni o Premi Speciali.
La Giuria è composta da: Carlo Prosperi (Presidente della Giuria), Emiliano Busselli, Gianni Caccia, Cristina Daglio, Marco Ercolani, Mauro Ferrari, Raffaele Floris, Gianfranco Isetta,  Alessandra Paganardi, Luisa Pianzola, Giancarlo Pontiggia, Piero Rainero.

I risultati della XVI edizione saranno resi noti a partire dal  22/09/ 2015  con la pubblicazione sul BLOG http://concorsoguidogozzano.wordpress.com  del Concorso Guido Gozzano; i concorrenti potranno inoltre informarsi, sempre da tale data, telefonando alla segreteria del Concorso (0144/594221 o 3474996094).
I vincitori dovranno essere presenti alla cerimonia di premiazione; in caso di indisponibilità potranno delegare altri a partecipare, in loro vece, alla premiazione.

Gli organizzatori garantiscono l'ospitalità gratuita presso le strutture alberghiere locali  ai primi classificati delle quattro sezioni e si riservano di estendere l'ospitalità anche ai vincitori che vengono da più lontano.

Ogni autore con la sua partecipazione e firma accetta il contenuto del presente bando e concede il trattamento dei dati secondo le disposizioni della legge sulla privacy 675/96 Questi dati saranno in futuro utilizzati unicamente per comunicazioni riguardanti il concorso e per comunicati a carattere culturale.


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI