Cerca nel blog

martedì 30 ottobre 2012

Trofeo Penna d' Autore (Scadenza 30/11/2012)

Il concorso è aperto ad ogni genere letterario (noir, thriller, horror, rosa, fantasy, storico, politico,
poliziesco, sportivo, religioso, ecc...). Possono partecipare Poeti e Scrittori con testi in lingua italiana.

Le opere devono essere spedite solamente per posta in forma cartacea. Non si accettano opere
inviate in allegato tramite e-mail, in PDF, su CD, DVD, floppy disk, fax e altri supporti.

SEZIONE A (*) - Libri di Narrativa o Saggistica: inviare tre copie di volumi editi dal 01-01-2008 al 30-11-2012. Quota di partecipazione: 29,00 euro. IMPORTANTE - Per la spedizione dei libri seguire le indicazioni riportate all'Art. 6 del Regolamento (punti A e B).
SEZIONE B (**) - Poesie a tema libero (edite o inedite): inviare tre poesie max. 33 righe l'una più il titolo. Quota di partecipazione: 22,00 euro.
SEZIONE C (**) - Narrativa (edita o inedita): racconto, fiaba o novella, max. 18.000 caratteri spazi inclusi. Quota di partecipazione: 22,00 euro.
SEZIONE D (***) - Poesie Religiose (edite o inedite): inviare max. tre poesie non superiori ai 33 versi l'una. Quota di partecipazione: 22,00 euro.

Si accettano anche opere premiate in altri concorsi.


PREMI

SEZIONE A - Libro edito di narrativa o saggistica
1° premio: Diploma e assegno di 2.000,00 euro.
2° premio: Diploma e assegno di 1.000,00 euro.
3° premio: Diploma e assegno di 500,00 euro.
Premio Speciale della Giuria: Diploma e assegno di 300,00 euro.
Premio Speciale del Presidente: Diploma e assegno di 300,00 euro.
Premio Speciale Giovani nati entro il 1992 (la data anagrafica dell'Autore è legata alla pubblicazione del libro): Diploma e assegno di 300,00 euro.
4° Premio ex aequo (numero cinque): Targa «Trofeo Penna d'Autore».

SEZIONE B - Poesie a tema libero
1° premio: Diploma e 700,00 euro; 2° premio: Diploma e 400,00 euro; 3° premio: Diploma e 250,00 euro; 4° e 5° premio: Diploma e 150,00 euro. Dal 6° al 10° premio: Coppa «Trofeo Penna d'Autore».

SEZIONE C - Racconti, Fiabe, Novelle (edite o inedite)
1° premio: Diploma e 700,00 euro; 2° premio: Diploma e 400,00 euro; 3° premio: Diploma e 250,00 euro; 4° e 5° premio: Diploma e 150,00 euro. Dal 6° al 10° premio: Targa «Trofeo Penna d'Autore».

SEZIONE D - Poesie Religiose
1° premio: Diploma e pubblicazione gratuita di 100 volumi di una silloge personale di poesie (max. 33) da inserire nella Collana di Penna d'Autore. 2° premio: Diploma e pubblicazione gratuita di 50 volumi di una silloge personale di poesie (max. 33) da inserire nella Collana di Penna d'Autore. 3° premio: Coppa «Trofeo Penna d'Autore». Dal 4° al 10° premio: Coppa «Trofeo Penna d'Autore».

I primi 10 Autori di ogni sezione riceveranno una copia della «Rivista Libro del Premio», in cui verranno presentate le opere finaliste delle sezioni A - B - C - D.

I 10 finalisti della Sezione A riceveranno una campionatura di fascette da applicare al loro libro con la dicitura: Finalista alla 19ª edizione del Premio Letterario Internazionale «Trofeo Penna d'Autore».

Verranno assegnate Menzioni d'Onore e Segnalazioni di Merito agli Autori delle migliori opere che si classificheranno a ridosso dei primi 10 classificati delle quattro sezioni.
GIURIA - Presidente: Nicola Maglione.
Componenti: Mariateresa Biasion Martinelli, Maria Luisa Capella Cassone, Sara Cerruti, Sandro Cimarelli, Enrico Di Rosa, Maria Filiddani, Mauro Maffione, Mara e Davide Maglione, Gianfranco Micheletti, Giorgio Milanese, Patrizia e Rossana Rossano.
Sezione Poesia Religiosa: don Giuseppe Vietto (consigliere ecclesiastico del Ser.Mi.G.) e il teologo don Ermis Segatti responsabile della Cultura Diocesana di Torino.



REGOLAMENTO

ART. 1 - Possono aderire autori italiani e stranieri con testi in lingua italiana a tema libero.
ART. 2 - È possibile partecipare a più sezioni e con più opere inviando il materiale con un solo plico e versando le quote in un'unica soluzione.
ART. 3 - Nel caso in cui l'opera premiata sia stata scritta da più autori, il premio andrà condiviso fra tutti.
ART. 4 - Inviare un breve curriculum vitae.
ART. 5 - Le opere di ogni sezione devono essere inviate in tre copie. Per le sezioni B - C - D, una delle tre copie deve essere firmata dall'autore, le altre due devono essere anonime.
ART. 6 - Compilare la Scheda di partecipazione (da scaricare al LINK indicato), e spedirla insieme alle opere partecipanti e alle relative quote seguendo queste indicazioni:
A) fino a un massimo di due chili: Raccomandata, Piego di Libri o Posta Prioritaria, all'A.L.I. Penna d'Autore - Casella Postale 2242 - 10151 Torino;
B) oltre i due chili: Pacco Ordinario all'A.L.I. Penna d'Autore - Casella Postale 2242 - Agenzia 74 - 10151 Torino. Non si accettano i Pacchi Celere3, i Pacchi Celere 1 Plus, i Pacchi Celere Internazionali e la Posta Celere.
ART. 7 - Allegare allo stesso plico le quote di partecipazione, che devono essere versate scegliendo una di queste modalità:
1) c.c.p. N. 14787105 intestato all'A.L.I. Penna d'Autore - Casella Postale, 2242 - 10151 Torino (allegare il tagliando del bollettino di versamento o la fotocopia);
2) in contanti in busta chiusa (tramite raccomandata o assicurata - assolutamente sconsigliato nei pacchi;
3) assegno bancario intestato al presidente Nicola Maglione;
4) bonifico bancario intestato all'Associazione Letteraria Italiana Penna d'Autore - Casella Postale 2242 - 10151 Torino: Codice IBAN: IT84 B076 0101 0000 0001 4787 105 - Codice BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX (allegare fotocopia).
ART. 8 (riservato alle sole Case Editrici) - Le opere delle sezioni A possono essere inviate dalle stesse Case Editrici (con le modalità previste dagli Art. 6 e 7) che sono tenute a compilare la Scheda di partecipazione in vece dell'Autore.
ART. 9 - Gli autori delle opere premiate di poesia e narrativa delle sezioni B - C - D, consentono all'A.L.I. Penna d'Autore di pubblicarle nell'antologia del premio, CD, DVD o altre pubblicazioni, senza richiedere compenso alcuno. I diritti rimangono dei singoli autori.
ART. 10 - I dati personali dei concorrenti saranno tutelati a norma della legge 196/2003 sulla privacy.
ART. 11 - La classifica finale sarà comunicata al pubblico il giorno della premiazione e gli autori delle opere vincenti verranno avvisati personalmente.
ART. 12 - I risultati del Premio saranno pubblicati sulle riviste e sui quotidiani nazionali e inseriti nell'ALBO D'ORO.
ART. 13 - A fine concorso una copia dei libri sarà conservata nella Biblioteca di Penna d'Autore. Altre copie saranno regalate agli autori finalisti durante la cerimonia di premiazione prevista per il mese di maggio 2013. Le rimanenti copie saranno donate a quelle Associazioni che si occupano dei malati, degli anziani e dei meno abbienti. I dattiloscritti andranno al macero.
ART. 14 - Gli autori delle prime cinque opere classificate di ogni sezione e quelli dei premi in denaro, sono tenuti a ritirare personalmente il premio nel giorno stesso della premiazione, pena la perdita del premio stesso. Eventuali deleghe sono ammesse solamente per gli autori classificati oltre il quinto posto.
ART. 15 - I giudizi critici saranno espressi esclusivamente per le prime 10 opere finaliste.
ART. 16 - La premiazione si terrà a Torino nel mese di maggio 2013 in data da stabilire.

(*)        Si accettano anche libri editi stampati dagli stessi autori.
(**)      La proprietà delle opere edite deve essere dei singoli autori.
(***)    I proventi di questa sezione saranno devoluti in beneficenza.


Penna d'Autore si riserva la facoltà di stampare le poesie più significative selezionate oltre il decimo posto delle sezioni B e D, nel volume dedicato al NOVECENTO della collana «I Grandi Classici della Poesia Italiana»

INFO: premio@pennadautore.it - cell.:  349 0934037




--
Redazione del CorrieredelWeb.it


giovedì 25 ottobre 2012

Brasile: voci, musiche e danze Rom per le poesie di Roberto Malini



Brasile: voci, musiche e danze Rom per le poesie di Roberto Malini

São Vicente (Brasile), 25 ottobre 2012. Domenica 28 ottobre 2012, dopo il successo del reading di lunedì scorso presso il Salotto Letterario della famiglia Petreca-Dini dedicato alle poesie di Roberto Malini, un nuovo grande incontro di poesia al Parque Continental della città di São Vicente (Stato di São Paulo, Brasile), dove Adriano Petreca Dini, Alessandra Maria Da Silva Freire e i loro amici artisti interpreteranno in portoghese - con accompagnamento di chitarre gitane - la serie di poesie, sempre di Roberto Malini, "Il silenzio dei violini", dal libro omonimo scritto dall'autore italiano insieme al poeta americano Paul Polansky. Adriano è un artista Rom di origine siciliana, Alessandra, sua moglie, una danzatrice e poetessa. Ambedue sono pieni di talento e di passione, amanti della poesia internazionale e seguitissimi dalla comunità Rom brasiliana, che conta ben 800 mila rappresentanti. La famiglia Petreca-Dini organizza salotti letterari e fa parte del movimento internazionale di poesia per la pace, i diritti umani e la sostenibilità "100 Thousand Poets for Change". Il 16 novembre 2012, in occasione della Giornata Mondiale della Tolleranza (istituita dalle Nazioni Unite nel 1996) la famiglia Petreca-Dini assegnerà il Premio di Poesia Petreca-Dini. "Siamo felici di tutto il consenso che la comunità Rom brasiliana accorda alle poesie di Roberto Malini," spiegano gli organizzatori, "che è un poeta meraviglioso, un coraggioso difensore dei diritti del popolo Rom e un nostro grande amico. Ecco perché abbiamo deciso di replicare in grande stile il primo salotto letterario dedicato a lui, con una lettura musicale in portoghese delle sue poesie della serie 'Il silenzio dei violini'. Ci saranno musica, ritmo, passione e memoria. Il primo Rom che venne in Brasile si chiamava João Torres e sbarcò qui nel nel 1574, dopo essere stato espulso dal Portogallo. Nei primi anni del Novecento giunsero dalla Sicilia i nostri antenati Rom, portando creatività, musica e amore per la poesia: qualità che abbiamo ereditato e che sono nel nostro DNA. Realizzeremo un video dedicato alla performance 'Ilsilenzio dei violini', che tutti potranno vedere e ascoltare su YouTube". Roberto Malini è stato insignito con la Menzione d'Onore del Premio Letterario Camaiore 2012 per le sue poesie che fanno parte del libro "Il silenzio del violini" e per le sue traduzioni - nella stessa opera - delle poesie di Paul Polansky. L'UNICEF e il Consiglio d'Europa hanno dato il loro sostegno ufficiale alle letture di poesia civile di Roberto Malini.

Il silenzio dei violini

Lettura delle poesie di Roberto Malini con musica e danza

Domenica 28 ottobre 2012

Dalle ore 20.00

Parque Continental

São Vicente, Stato di São Paulo - Brasile

Organizzazione: Salotto Letterario Petreca-Dini


lunedì 22 ottobre 2012

La Poesia racconta la Storia. Con Ottavio Rossani e Benny Nonasky


A Milano, il 24 e 25 ottobre

La Poesia racconta la Storia. Con Ottavio Rossani e Benny Nonasky.

 

Da Kabul alla Cecenia; da Haiti al Darfur; dalla rivoluzione in Egitto, alla resistenza del popolo iraniano; dall'11 settembre a Michelle Obama; da Fukushima alle storie dei migranti; dalla 
prepotenza cinese a Putin e Berlusconi.


Dal libro "Imagenes Tràsmundo", di Benny Nonasky, edito da Albeggi Edizioni, spunti per un viaggio nella poesia di impegno civile, una forma di poesia che sta riconquistando attenzione, seguito e importanza in Italia e nel mondo. Dopo gli incontri di Torino e di Roma, Benny Nonasky discute a Milano del suo libro con i lettori.


Scrive di lui Ottavio Rossani sul Corriere della Sera: "Benny Nonasky (...) sta tentando una strada difficile ma entusiasmante, pericolosa ma necessaria. La poesia civile in Italia dopo Pasolini e Raboni non ha avuto grandi cultori, o forse è meglio dire grandi esiti. Nonasky ha scelto il cammino più impervio per fare poesia. "La poesia è uno strumento, non è un fine", ha detto in un'intervista. Un mezzo per diventare cittadino legittimo di un mondo traviato che necessita di un dinsinquinamento. Le sue denunce poetiche  sono un nobile richiamo alla responsabilità degli uomini davanti alla vita. Questo tentativo  andava fatto prima o poi." 


·      Mercoledì 24 ottobre alle 18.30 alla Libreria Popolare di Via Tadino (in Via Tadino, 18 – zona C.so Buenos Aires), insieme a Ottavio Rossani, critico letterario, giornalista del Corriere della Sera e autore di un seguitissimo blog di poesia e Jean Claude Mbede, giornalista rifugiato politico.


 

·      Giovedì 25 ottobre alle 18.45 alla Libreria Hellisbook (in Via Piero della Francesca, 22 – zona C.so Sempione) sempre con il critico letterario Ottavio Rossani e con Angelo Miotto, giornalista esperto di geopolitica, ex caporedattore di E, il mensile di Emergency, che ha da poco terminato le sue pubblicazioni.

 

 

ALBEGGI EDIZIONI tel. 340.7461295  albeggi@libero.it   www.albeggiedizioni.com 

Wordpress.lapoesiacheserve.com

Albeggi Edizioni sostiene l'iniziativa "100Thousands poets for change"


 







--

giovedì 11 ottobre 2012

Milano, la Poesia racconta la Storia. Con Ottavio Rossani e Benny Nonasky. Il 24 e 25 ottobre



A Milano, il 24 e 25 ottobre

La Poesia racconta la Storia

 

Da Kabul alla Cecenia; da Haiti al Darfur; dalla rivoluzione in Egitto, alla resistenza del popolo iraniano; dall'11 settembre a Michelle Obama; da Fukushima alle storie dei migranti; dalla 
prepotenza cinese a Putin. E a Berlusconi.

Dal libro "Imagenes Tràsmundo", di Benny Nonasky, edito da Albeggi Edizioni, tanti gli spunti per un viaggio nella poesia di impegno civile, una forma di poesia che sta riconquistando attenzione, seguito e importanza in Italia e nel mondo. Dopo gli incontri di Torino e di Roma, Il poeta Benny Nonasky discute a Milano del suo libro

insieme a Ottavio Rossani

 

·      Mercoledì 24 ottobre alle 18.30 alla Libreria Popolare di Via Tadino (in Via Tadino, 18 – zona C.so Buenos Aires), insieme a Ottavio Rossani, critico letterario, giornalista del Corriere della Sera e autore di un seguitissimo blog di poesia e Jean Claude Mbede, giornalista rifugiato politico.

 

·      Giovedì 25 ottobre alle 18.45 alla Libreria Hellisbook (in Via Piero della Francesca, 22 – zona C.so Sempione) sempre con il critico letterario Ottavio Rossani e con Angelo Miotto, giornalista esperto di geopolitica, ex caporedattore di E, il mensile di Emergency, che ha da poco terminato le sue pubblicazioni.

 

 

ALBEGGI EDIZIONI tel. 340.7461295  albeggi@libero.it   www.albeggiedizioni.com 

Wordpress.lapoesiacheserve.com

Albeggi Edizioni sostiene l'iniziativa "100Thousands poets for change"


martedì 9 ottobre 2012

Poesia e civilta' a Genova con "Bligal", in gemellaggio con i 100 Thousand Poets for Change (Usa)



Genova, 9 ottobre 2012. Il 12 ottobre, giorno in cui Cristoforo Colombo raggiunse l'odierna San Salvador (e quindi le Americhe), è un giorno che appartiene alla memoria dell'umanità. Per La Notte della Poesia (che vedrà centinaia di artisti, scrittori e musicisti riversarsi nei locali antichi e moderni di Genova) i poeti Roberto Malini e Daniela Malini ricorderanno tale data, che coincide con lo sterminio dei nativi americani e la distruzione delle loro culture, attraverso una performance di poesia basata sul loro libro "Bligal di pietra e luce" (Lavinia Dickinson Editore, Genova 2012). "Bligal è la celebrazione del valore assoluto della vita e dell'ambiente naturale, delle culture antiche e della pace," spiegano i fratelli poeti. "Durante la nostra lettura, il mimo Fabio Bonelli (conosciuto e rispettato in tutto il mondo) rappresenterà - attraverso un'interpretazione simbolica e metafisica - la sacralità del rapporto fra l'umanità e l'ambiente delle origini. La voce purissima dell'attrice Giordana Faggiano e la chitarra dell'artista e attivista per i diritti dei popoli Marcello Zuinisi ci accompagneranno, mentre noi leggeremo e canteremo poesie dedicate all'inestimabile valore delle culture di pace, dell'amicizia fra i popoli, della nonviolenza, della santità della natura, del sottile legame che unisce nell'armonia tutti gli esseri viventi e il mondo fisico". Michael Rothenberg e Terri Carrion, fondatori dell'iniziativa globale 100 Thousand Poets for Change, daranno vita a un evento in gemellaggio con quello di Genova, nella città di Guerneville (dove è nato il movimento globale). "Da parte nostra, dell'UNICEF e del Consiglio d'Europa, che sostengono la nostra attività di poeti e difensori dei diritti umani, siamo orgoglioso di questo gemellaggio e del 'viaggio' poetico che si terrà anche negli Stati Uniti". "Siamo entusiasti di questo gemellaggio," ci scrive Michael Rothenberg, "un giorno per ricordare e non dimenticare mai la vera eredità di Colombo, affinché non si ripetano 'viaggi' di conquista e genocidio, sostituiti da viaggi di amicizia a pace". Anche l'autorevole Ohio Poetry Association, nata a Columbus (Ohio, Usa) nel 1929 si unisce in gemellaggio - sia per la Notte della Poesia che per le iniziative future - ai poeti di "Bligal di pietra e luce" e a Lavinia Dickinson Editore, che li sostiene e promuove.

Notte della Poesia - "Bligal di Pietra e luce"
Genova 12 ottobre dalle 21 alle 23.30
via Maddalena 52
Performance di Roberto Malini e Daniela Malini
Alla chitarra Marcello Zuinisi
Seguono: Angelo Pini e Alessandro Prusso; Delirio da Luci Compresse,


lunedì 8 ottobre 2012

“IL FEDERICIANO” IV CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA INEDITA

Con il patrocinio
COMUNE DI ROCCA IMPERIALE

IV CONCORSO INTERNAZIONALE
DI POESIA INEDITA


“IL FEDERICIANO”
(Manifestazione ideata e realizzata dall'Editore Aletti)

In premio, per i vincitori: la riproduzione delle poesie su stele di ceramica maiolicata che saranno affisse sulle mura del centro storico di Rocca Imperiale, “Il Paese della Poesia”, e la pubblicazione gratuita di una silloge poetica monografica, che sarà editata dalla Aletti Editore nella collana “Il Paese della Poesia” inaugurata con l'opera Il mare dentro noi (The Sea Within Us) di Lawrence Ferlinghetti.
I partecipanti dovranno inviare da una a cinque poesie inedite, a tema libero, che non dovranno superare i 30 versi/righe, e che non siano contemporanea-mente iscritte ad altri concorsi, entro
il 31 OTTOBRE 2012
(FARÀ FEDE IL TIMBRO POSTALE DELLA DATA DI PARTENZA)

I partecipanti dovranno indicare il proprio nome, cognome, indirizzo, numero di telefono, eventuale e-mail, e riportare la seguente autorizzazione firmata: “Autorizzo l'uso dei miei dati personali ai sensi della L. 675/96 e successive modifiche”. Non saranno considerate valide le poesie inviate in forma anonima.
Gli autori dovranno compilare la scheda di partecipazione al concorso che potranno scaricare al seguente indirizzo:
www.rivistaorizzonti.net/scheda_federiciano2012.pdf
Tra tutte le poesie, due saranno pubblicate su stele di ceramica che saranno adagiate sulle pareti di alcuni edifici del centro storico di Rocca Imperiale: il Paese della Poesia. I due vincitori riceveranno in premio, inoltre, la pubblicazione gratuita di una silloge poetica, che sarà editata dalla Aletti Editore nella collana “Il Paese della Poesia”.
Per gli autori minorenni è prevista una apposita sezione "I Germogli - Autori in divenire". Questi ultimi dovranno inserire, oltre ai propri dati, anche la dicitura "Sezione Germogli" e se selezionati, potranno accedere alla pubblicazione solo previo consenso scritto dei genitori.
La partecipazione è aperta a tutti, anche ad autori stranieri purché mandino gli elaborati in lingua italiana. Si possono inviare anche poesie in vernacolo.
TUTTI GLI AUTORI PARTECIPANTI SARANNO INVITATI A LEGGERE I PROPRI COMPONIMENTI DURANTE LA CERIMONIA DI SVELAMENTO DELLE STELE POETICHE CHE SI TERRA' IL GIORNO 8 DICEMBRE 2012 A ROCCA IMPERIALE - IL PAESE DELLA POESIA.

Per la partecipazione è prevista una quota di Euro 10,00, a titolo di contributo per le spese di segreteria e di organizzazione, da versare sul conto corrente postale n° 79702338 intestato ad Altre Sembianze S.r.L, o sul conto corrente bancario della Unicredit Banca di Roma, Codice IBAN: IT 90 N 0200839155000010790059 intestato ad Altre Sembianze S.r.L. Indicare nella causale: “Partecipazione Il Federiciano 2012”. Una copia del versamento va inserita con l'invio delle poesie.
La quota di partecipazione può essere altresì versata inserendo all'interno della busta di partecipazione un assegno non trasferibile di Euro 10,00, intestato ad Altre Sembianze S.r.L.
Le opere dovranno essere inviate, in cinque copie firmate, al seguente indirizzo:
Concorso “Il Federiciano”
Presso Aletti Editore,
Via Mordini, 22
00012 Villanova di Guidonia (RM)
oppure tramite un'unica e-mail all'indirizzo di posta elettronica: ilfedericiano@rivistaorizzonti.net, che dovrà contenere la seguente dicitura: “Partecipazione al Concorso Il Federiciano”; anche con questa modalità l'autore dovrà indicare nome, cognome, indirizzo e recapito telefonico. Si consiglia di richiedere sempre la conferma della ricezione della e-mail.
La partecipazione deve avvenire mediante un'unica modalità, o tramite posta tradizionale o tramite e-mail.
Gli autori iscritti al concorso saranno invitati alla cerimonia di svelamento delle stele poetiche vincitrici presso il comune di Rocca Imperiale (CS).
Per ulteriori informazioni telefonare allo 0774-354400

Il giudizio della giuria è insindacabile
ALBO D'ORO
Autori vincitori, provenienti dagli inediti:
Elio Casanovi (2009), Battista Favoino (2010), Daniele Ninfole (2010), Antonio Chiaravalloti (2010), Mario Antenucci (2010), Alessandro Moschini (2011), Angela Ferilli (2011)
Autori che hanno donato i propri versi alla manifestazione,
su invito della casa editrice:

Dacia Maraini (2010), Alda Merini (2010), Mario Luzi (2011), Manlio Sgalambro (2011), Maria Luisa Spaziani (2011) e Lawrence Ferlinghetti (2011)


Videopresentazione del concorso



Il portale italiano dedicato alla cultura, alla poesia e all'arte.

www.paroleinfuga.it

venerdì 5 ottobre 2012

A Roma, dal 18 al 20 ottobre, viaggio in tre tappe nella poesia di impegno civile. Dalla Cecenia a Berlusconi. Passando per Fukushima.



 Da Kabul alla Cecenia, da Haiti al Darfur, dalla rivoluzione in Egitto alla resistenza del popolo iraniano, dall'11 settembre a Michelle Obama, da Fukushima alle storie dei migranti, dalla 
prepotenza cinese a Putin. E a Berlusconi.

Dal libro "Imagenes Tràsmundo", di Benny Nonasky, edito da Albeggi Edizioni, tanti gli spunti per un viaggio nella poesia di impegno civile,
una forma di poesia che sta riconquistando attenzione, seguito e importanza in Italia e nel mondo. La poesia che serve.

Il poeta Benny Nonasky discute a Roma del suo libro e della poesia di impegno civile in tre tappe con i lettori:

·      Giovedì 18 ottobre alle 19 alla Libreria Odradek (in Via dei Banchi Vecchi 57 - C.so Vittorio Emanuele), insieme a Sen. Francesco Ferrante, Fondazione Integra/Azione, Marco Ansaldo, giornalista de La Repubblica, Annarita Chierici, attrice teatrale

·      Venerdì 19 ottobre alle 20 alla Libreria assaggi (in Via degli Etruschi, 4 - San Lorenzo) insieme a Soana Tortora, Solidarius Italia, Valerio Calzolaio, politico, scrittore, Modera Lilli Garrone, Corriere della Sera

·      Sabato 20 ottobre alle 17.30 presso la libreria L'Argonauta in Via Reggio Emilia, 89 di fronte al MACRO, insieme a Tiziana Grassi, giornalista – poetessa, Anna Meldolesi, Corriere della Sera, Letture di Chiara Anguissola, al pianoforte Antonio Savastano.


ALBEGGI EDIZIONI tel. 340.7461295  albeggi@libero.it   www.albeggiedizioni.com 
Albeggi Edizioni sostiene l'iniziativa "100Thousands poets for change"

giovedì 4 ottobre 2012

Claudio Sassi, Odoardo Semellini "Il Maggio di Fabrizio De André. Un impiegato, una storia, il poeta", Aereostella, Milano 2012


Si comunica che sul n. 374 di A-RIVISTA ANARCHICA compare la recensione al libro "Il Maggio di Fabrizio De André. Un impiegato, una storia, il poeta" di Claudio Sassi e Odoardo Semellini

 

Claudio Sassi, Odoardo Semellini "Il Maggio di Fabrizio De André. Un impiegato, una storia, il poeta", Aereostella, Milano 2012

 

Prefazione di Mario Capanna 
Recensione di Laura Tussi 
Contributi di Brunetto Salvarani, Raffaele Fiore, Alberto Bazzurro, Romano Giuffrida, Giovanna Panigadi, Lucia Coccia

 

http://www.peacelink.it/pace/a/36989.html

 

http://www.peacelink.it/tools/author.php?u=437

 

http://www.ildialogo.org/cEv.php?f=http://www.ildialogo.org/cultura/Recensioni_1349276134.htm

 

Si comunica che sul n. 374 di A-RIVISTA ANARCHICA compare la recensione al libro "Il Maggio di Fabrizio De André. Un impiegato, una storia, il poeta" di Claudio Sassi e Odoardo Semellini, Aereostella, Milano 2012

 

"Il Maggio di Fabrizio De André. Un impiegato, una storia, il poeta"

Libro di Claudio Sassi e Odoardo Semellini

Prefazione di Mario Capanna

Recensione di Laura Tussi

Contributi di Brunetto Salvarani, Raffaele Fiore, Alberto Bazzurro, Romano Giuffrida, Giovanna Panigadi, Lucia Coccia

Edizioni Aereostella, Milano 2012

http://www.arivista.org/

Un libro dettagliato e molto ben documentato, per far rivivere, a molte voci, la stagione della canzone d'autore, in cui i pensieri, le parole, la musica e la poesia si misurano con scelte coinvolgenti che segnano la Storia. "Storia di un impiegato" di Fabrizio de André, nella profondità e intensità del racconto, è un atto di coraggio e di onestà intellettuale, che rispecchia un periodo storico fecondo e rivoluzionario: il disco è concepito durante il pieno fermento sociale del Sessantotto. Quando comincia a scrivere questo album, Fabrizio De André vive un momento magico della personale carriera: Mina registra "La Canzone di Marinella" in 45 giri, sottraendo Faber ad un tranquillo anonimato e ad un destino inquadrato nei dettami stantii di un'esistenza borghese e decadente. La pubblicazione del disco, in un periodo storico come quello dell'Italia di metà anni '70, scatena una scia polemica,  sia tra i giornalisti musicali, sia nell' area militante della sinistra. "Storia di un impiegato" è  considerato l'album più controverso e tormentato di De André. È stato definito il disco più "ideologico" dell'artista genovese, che in seguito non si esprimerà più in modo così politicamente manifesto. Lasciata definitivamente alle spalle la stagione degli esordi artistici, fondata su due capisaldi spaziali e autorali,  la Genova periferica e marginale e il suo maestro, ovviamente, il francese Georges Brassens, Faber mostra un'attenzione nuova al contesto sociopolitico dell'epoca e sembra  alla ricerca dell'acquisizione di una consapevolezza maggiore della parola in sé e per sé, che deve rispecchiare un'enfasi rivoluzionaria, un pathos politico e sociale emergente, dove i più deboli, gli ultimi, si emancipino dalla sottomissione autoritaria, dalla demagogia del potere.

"Storia di un impiegato" è un disco importante, non solo in relazione al periodo storico e sociale in cui uscì, ma soprattutto nell'ambito dell'itinerario artistico di De André, come riflessione sul presente, che dal G8 di Genova, ai recenti movimenti ispirati a Occupy  Wall Street, insegna quanto sia velleitario "buttare bombe" sui parlamenti, quando il vero potere risiede in ben altre e più occulte sedi. L'album esprime un messaggio chiaro ed incisivo: è necessaria una prassi politica militante di tipo collettivo, nella partecipazione attiva, per porre al centro della comunità l'individuo e per cambiare un sistema che, adesso più che mai, sembra inesorabilmente immutabile, arroccato sull'egemonia autoritaria del potere speculativo dei mercati finanziari. Infatti, in un concetto anarchico di società, non esistono "poteri buoni", ma solo sistemi violenti e autoritari che cercano di perpetuarsi, magari chiamando in servizio permanente effettivo i " rivoluzionari" di ieri. È il 1973 e un'Italia postsessantottina in piena rivoluzione artistica, politica e culturale, lo sfondo su cui Fabrizio de André compone questo nuovo album: la storia di un uomo che rifiuta le proprie convenzioni borghesi e che agirà secondo personali e viscerali convinzioni anarchiche e rivoluzionarie, ma comprenderà che la ribellione ha senso solo se collettiva e partecipata, in una dimensione comunitaria dell'esistenza sociale, dove la prassi politica e militante sia volta al raggiungimento della pace come bene comune.

 

Note:

http://www.arivista.org/

http://www.ildialogo.org/cEv.php?f=http://www.ildialogo.org/cultura/Recensioni_1349276134.htm

 


Ritratti di Poesia, una giornata in compagnia della parola

A Roma, il 26 gennaio, presso il Tempio di Adriano, in Piazza di Pietra, la VI edizione.

Interviene il premio Pulitzer Jorie Graham. In chiusura, le note di Francesco De Gregori

 

 

Si svolgerà a Roma il prossimo 26 gennaio, presso il Tempio di Adriano, in Piazza di Pietra, la sesta edizione di "Ritratti di Poesia", la manifestazione promossa dalla Fondazione Roma che nel corso degli anni si è imposta come uno dei principali eventi culturali dell'inverno capitolino, grazie alla partecipazione di importanti autori, italiani ed internazionali, e giovani promesse. Quest'anno, tra i protagonisti, il premio Pulitzer Jorie Graham e Francesco De Gregori.

 

La rassegna, organizzata dalla Fondazione Roma-Arte-Musei con InventaEventi, si snoderà nell'arco dell'intera giornata e sarà dedicata al tema della lettura, vista sia come occasione di riflessione intima ed individuale, sia come momento di ascolto e di fruizione collettiva. Il fitto programma mostrerà quanto la poesia possa essere accessibile al grande pubblico, approfondendo i nessi con le altre forme d'arte, dalla musica al teatro, dalla fotografia alla pittura.

 

Dopo l'incontro introduttivo A che serve la poesia? Istruzioni per l'uso del superfluo, in cui il poeta diciannovenne Luca Manes affronterà, assieme a Maria Grazia Calandrone, una platea particolare, quella degli studenti dei licei romani, ad aprire ufficialmente la giornata sarà il Presidente della Fondazione Roma, Prof. Avv. Emmanuele Francesco Maria Emanuele, ideatore dell'iniziativa, che dichiara: "Nel corso del tempo 'Ritratti di Poesia' ha ottenuto un crescente successo, sia a livello di pubblico sia tra gli addetti ai lavori, a tal punto da diventare un 'classico', un appuntamento fondamentale del panorama culturale italiano". "Siamo orgogliosi – prosegue Emanuele – di continuare sulla strada tracciata nelle precedenti edizioni, valorizzando, ad esempio, il rapporto dialettico con gli studenti delle nostre scuole, coerentemente con l'impegno della Fondazione Roma nel settore dell'istruzione e della formazione, per il futuro delle giovani generazioni". "Abbiamo inoltre deciso di proseguire il nostro viaggio alla scoperta delle altre culture – conclude il Presidente della Fondazione Roma – dall'Iraq all'Irlanda, dal Messico agli Stati Uniti, grazie alla rassegna di poesia internazionale, e abbiamo sottolineato ancora una volta il nesso inscindibile tra la parola e la musica, con il concerto finale di Francesco De Gregori".

 

All'apertura ufficiale della manifestazione seguirà la lettura, da parte dell'attore Ugo Pagliai, di alcune poesie sulla Shoah tratte dal libro La notte tace (Belforte editore), alla vigilia della Giornata della Memoria. Nel corso della rassegna, curata da Vincenzo Mascolo, si confronteranno molti dei principali poeti italiani, come Giorgio Linguaglossa, Irma Immacolata Palazzo, Roberto Piperno, Massimo Gezzi, Luigia Sorrentino, Anna Toscano, Daniela Attanasio, Carlo Carabba, Paolo Febbraro, Mariangela Gualtieri, Anna Maria Carpi, Claudio Damiani e Alba Donati. Il fotografo Dino Ignani mostrerà le immagini di celebri poeti, colti nel loro privato. Max Ciogli presenterà la propria installazione, "Parole a Colori". Paolo Albani, membro dell'OpLePo (Opificio di Letteratura Potenziale), ispirato allo storico gruppo francese dell'OuLiPO, indagherà i rapporti tra la poesia visiva e quella sonora.

 

Le conversazioni con i vari poeti saranno curate dallo stesso Mascolo e dal giornalista e critico letterario Stas' Gawronski. Tra i momenti più attesi, la consegna del Premio Fondazione Roma – Ritratti di Poesia – che ogni anno viene assegnato a un poeta che abbia contribuito all'affermazione della cultura italiana al di fuori dei confini nazionali – la performance di teatro poesia di Mariangela Gualtieri e la rassegna di poesia internazionale, con la partecipazione di grandi autori, come l'irachena Dunya Mikhail, l'irlandese Bernard O'Donoghue, il messicano Jorge Esquinca e soprattutto la statunitense Jorie Graham, premio Pulitzer per la Poesia nel 1996.

 

La giornata, che prevede anche un interessante confronto con le case editrici e le riviste di poesia, sarà chiusa dall'esibizione di Francesco De Gregori, che canterà alcuni storici pezzi dopo essere stato intervistato dalla giornalista Federica Gentile.

 

PROGRAMMA DELLA SESTA EDIZIONE

 

9.30 – 10.20  A che serve la poesia? Istruzioni per l'uso del superfluo

di e con Luca Manes e Maria Grazia Calandrone

10.30 – 11.15  Saluto del Presidente della Fondazione Roma

Prof. Avv. Emmanuele F.M. Emanuele

Premio Fondazione Roma – Ritratti di Poesia

Consegna del premio

Letture di Ugo Pagliai

11.30 – 11.40  Poesie della memoria

testi a cura di Roberto Piperno

Letture di Ugo Pagliai

11.45 – 12.15  Idee di carta

Incontro con le case editrici e le riviste di poesia

Edizioni San Marco dei Giustiniani, Transeuropa Edizioni, Anterem, Il Monte Analogo

12.20 – 12.30  La Galleria dei poeti

Incontro con Dino Ignani

12.40 – 13.10  Di penna in penna (prima parte)

Giorgio Linguaglossa, Irma Immacolata Palazzo, Roberto Piperno

14.00 – 14.40  Poesia sconfinata (prima parte)

Dunya Mikhail (Iraq)

Bernard O'Donoghue (Irlanda) con Anthony Robbins

14.45 – 15.00  Poesia visiva e sonora

Incontro con Paolo Albani

15.10 – 15.40  Di penna in penna (seconda parte)

Massimo Gezzi, Luigia Sorrentino, Anna Toscano

15.45 – 16.00  Teatro poesia

di e con Mariangela Gualtieri

16.10 – 16.40  Di penna in penna (terza parte)

Daniela Attanasio, Carlo Carabba, Paolo Febbraro

16.50 – 17.30  Poesia sconfinata (seconda parte)

Jorge Esquinca (Messico)

Jorie Graham (USA)

con Damiano Abeni

17.40 – 18.20  Di penna in penna (quarta parte)

Anna Maria Carpi, Claudio Damiani, Alba Donati

18.45 – 19.45  Il Tempio rimarrà chiuso per pausa tecnica

19.45 – 20.45  Le parole e la musica

Francesco De Gregori

Intervista di Federica Gentile

Concerto

L'ingresso è libero fino a esaurimento posti. Prenotazione obbligatoria all'esterno della struttura dalle 19.45

21.00  Saluti e chiusura della manifestazione

 

Ufficio Stampa – Fondazione Roma

Paola Martellini                   T. 06 69764511 pmartellini@fondazioneroma.it

Davide Vannucci                T. 06 697645109 dvannucci@fondazioneroma.it

Valeria Roggia                     T. 06 697645139 vroggia@fondazioneroma.it

 

Segreteria Organizzativa – Inventaeventi

Info e contatti: progetti@inventaeventi.com 0698188901

 

 

 

 

lunedì 1 ottobre 2012

PREMIO LETTERARIO CHIANTI (Scadenza 31/10/2012)

Art. 1 – I Comuni di Greve in Chianti (Firenze), Barberino V.E (Firenze), Castellina in Chianti (Siena), Castelnuovo Berardenga (Siena), Gaiole in Chianti (Siena), Impruneta (Firenze), Radda in Chianti (Siena), San Casciano V. P. (Firenze), Tavarnelle V.P (Firenze), e la rivista "Stazione di Posta" di Firenze
indicono
la XXVI Edizione del PREMIO LETTERARIO CHIANTI, riservato ad Opere di narrativa in lingua italiana, edite nell'anno 2011 (DUEMILAUNDICI).

Art. 2 – Le Case Editrici, nonché gli Autori a titolo personale, che intendano partecipare al Premio dovranno inviare n° 20 copie di ciascuna opera, entro e non oltre il 31/10/ 2012, al COMUNE DI GREVE IN CHIANTI, PIAZZA MATTEOTTI, 50022 GREVE IN CHIANTI (FI). Sulle scatole contenenti i libri inviati dovrà essere posta la dicitura:
PREMIO LETTERARIO CHIANTI XXVI EDIZIONE 2012/2013.

Art.3 – Le opere pervenute saranno sottoposte all'esame del Comitato Tecnico coordinato da Giuseppe Panella e composto da Paolo Codazzi e da un rappresentante di ognuno dei Comuni promotori.

Art.4 – Il Comitato Tecnico esaminerà le opere, dotate dei requisiti per potere concorrere al Premio. Le opere o gli autori non in possesso dei requisiti indicati dal presente Bando verranno esclusi senza alcun obbligo di restituzione dei libri inviati.

Art.5– Il Comitato Tecnico, entro il 31 dicembre 2012, selezionerà 5 opere da ammettere in finale.
Le comunicazioni di ammissione alla finale verranno inoltrate alle Case Editrici e/o agli Autori. Sia Case Editrici che Autori selezionati dovranno confermare formale accettazione di tutte le norme contenute nel presente Bando.

Art. 6– Le Case Editrici e gli Autori delle opere finaliste si impegnano a:
a) Fornire il numero di copie che verranno richieste per dotare la Giuria dei Lettori al prezzo di copertina scontato di almeno il 60%. Il quantitativo di copie da fornire potrà variare dalle 250 alle 350 copie secondo le reali richieste in base al numero dei Lettori. Tali copie dovranno essere inviate, con le stesse modalità e nello stesso luogo di cui all'articolo 2, entro breve tempo dalla data della effettiva richiesta, con fatturazione da emettere secondo le modalità più avanti indicate.
b) Assicurare la partecipazione dell'Autore alla presentazione dell'opera alla Giuria dei Lettori e, possibilmente, alla cerimonia di premiazione.

Art. 7 – Le cinque opere finaliste saranno presentate dagli Autori alla Giuria dei Lettori in altrettanti incontri che si terranno nei Comuni di Greve in Chianti, Barberino V.E., Castellina in Chianti, Castelnuovo Berardenga, Gaiole in Chianti, Impruneta, Radda in Chianti, San Casciano in V. P., Tavarnelle V.P., a partire dal mese di febbraio 2013 secondo un calendario che verrà successivamente e tempestivamente comunicato.
La mancata e immotivata partecipazione dell'Autore all'incontro con la Giuria dei Lettori, comporta l'esclusione dal premio e la restituzione delle opere eventualmente acquistate con spedizione a carico dell'Editore o dell'Autore senza alcuna regolazione economica.

Art. 8 –La Giuria dei Lettori è composta da circa 350 partecipanti.
Saranno ammessi a farne parte tutti coloro che ne faranno richiesta ad una delle Biblioteche Comunali dei Comuni promotori entro il , compilando l'apposito modulo in distribuzione presso le Biblioteche stesse. In caso di superamento del limite indicato, e qualora insorgessero problematiche di numero, sarà data preferenza ai Lettori residenti nei Comuni promotori.

Art. 9 – Durante la cerimonia pubblica di Premiazione, prevista per il maggio 2013, ciascun membro della Giuria dei Lettori sarà chiamato ad esprimere la propria preferenza mediante scheda da consegnare in busta chiusa.
Ogni Giurato dovrà esprimere una sola preferenza per uno dei 5 libri finalisti. Lo spoglio delle schede avverrà pubblicamente.

Art. 10 – Al vincitore del Premio Letterario Chianti, XXV edizione, verrà assegnato un premio di Euro 2.200,00, anche a titolo di rimborso spese assoluto per la partecipazione alla presentazione del libro ed alla cerimonia di premiazione.
A ciascuno degli altri finalisti verrà assegnato un premio di Euro 1200,00a titolo definitivo di rimborso spese.



Abbiamo aperto un sito web specifico relativo al Premio Letterario Chianti, sul quale potranno
essere consultate tutte le notizie al riguardo:
www.premioletterariochianti.it


Segreteria del Premio Letterario Chianti
c/o Biblioteca Comunale di Greve in Chianti
Viale Vanghetti, 4
50022 Greve in Chianti (FI)
Tel: 055/85.45.285/286Fax: 055/85.45.287 E-mail: biblioteca@comune.greve-in-chianti.fi.it

Per invio libri:
Comune di Greve in Chianti, piazza Matteotti, 50022 Greve in Chianti (FI).

PER INFORMAZIONI E COMUNICAZIONI:
Rivista Culturale Stazione di Posta
Via Brunelleschi, 1
50123 Firenze
Tel/Fax: 055/27.76.258-www.stazionediposta.it

LA FATTURAZIONE DEI LIBRI ACQUISTATI ANDRA' INTESTATAA:
Associazione Culturale Stazione di Posta, Via Brunelleschi 1 - 50123 Firenze - Cod. Fisc. 94192580481




--

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI